La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROVINCIA DI MACERATA Introduzione Integrazione ferro gomma Progetti di mobilità Ricerca orari Trasporto a chiamata Qualità ASSESSORE CESARE MARTINI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROVINCIA DI MACERATA Introduzione Integrazione ferro gomma Progetti di mobilità Ricerca orari Trasporto a chiamata Qualità ASSESSORE CESARE MARTINI."— Transcript della presentazione:

1 PROVINCIA DI MACERATA Introduzione Integrazione ferro gomma Progetti di mobilità Ricerca orari Trasporto a chiamata Qualità ASSESSORE CESARE MARTINI

2 INTRODUZIONE

3 Le motivazioni/obiettivi verso cui tendere sono: La valorizzazione dellimprenditoria pubblica; Lintegrazione con i soggetti privati ed il dimensionamento delle imprese; La promozione della gestione unitaria dei mezzi e dei servizi secondo direttive condivise con la Regione e con le organizzazioni sindacali anche in base al protocollo dintesa sottoscritto con le stesse. Lorientamento della Provincia nellaffidamento dei servizi va verso lipotesi della società mista ai sensi dellart. 20 bis, comma i, lettera b, della legge 45/98.

4 Evoluzione culturale e socio economica del territorio; Spostamenti dei giovani non solo per la scuola, ma anche per momenti ricreativi e di svago; Collegamenti con località a valenza ambientale, culturale e turistica che hanno una periodicità diversa dalle normali (corse stagionali, festive e/o prefestive). La Provincia valuterà un contratto di servizio con elementi di flessibilità attenti a:

5 In Provincia cè ancora una significativa sofferenza di risorse a dimostrazione della necessità e dellimportanza che nel territorio maceratese svolge il TPL, tenuto conto della radicalizzazione delle aziende. Va evidenziato, a dimostrazione della sensibilità delle stesse, che pur in assenza di un giusto corrispettivo vengono svolti centinaia di migliaia di chilometri in servizi di linea senza alcun corrispettivo.

6 Nel ricordare che il servizio di TPL riguarda anche quello svolto dalla ferrovia, non si può in questa sede sottacere la sofferenza più volte denunciata della tratta ferroviaria Civitanova Marche– Fabriano che necessita: Pur nutrendo speranze sul raggiungimento di questi obiettivi, permangono evidenze, segnali, forti perplessità notando anche i tagli indiscriminati fatti sui collegamenti nazionali della costa adriatica. Dellutilizzo di locomotori più confortevoli ed esteticamente invitanti, Interventi strutturali ad iniziare dalle eliminazioni di passaggi a livello, Velocizzare le corse e le percorrenze.

7 INTEGRAZIONE FERRO GOMMA

8 La Provincia di Macerata ha commissionato, ad una società specializzata (Sintagma di Perugia), uno studio di fattibilità rivolto a migliorare ed ottimizzare lintegrazione modale tra le diverse tipologie di mezzi di trasporto e localizzare i principali punti di interscambio. È stato redatto un elaborato che dovrebbe costituire la base per un accordo di programma tra Regione, Provincia, Enti locali interessati e CCIAA di Macerata, finalizzato allattuazione degli interventi delineati all interno dellelaborato stesso.

9 Lintegrazione ferro gomma è un obiettivo fondamentale al quale la Provincia di Macerata sta dedicando una attenzione sempre maggiore. Si riescono a presidiare e riqualificare quelle stazioni ferroviarie in cui ormai non cè più personale ferroviario di sportello. Significativa è lesperienza realizzata presso la stazione ferroviaria di Castelraimondo, uno sportello informativo unico sulla tratta Civitanova – Fabriano, dove oltre a realizzare unattività ricettiva si è creato uno sportello informativo unico che riesce a dare informazione relative ai servizi offerti sia dalle aziende di TPL sia da Trenitalia.

10 Cè un ritorno di immagine in termini di rapporto diretto azienda – utente. Si ottiene una uniformità di informazioni che garantiscono allutenza un servizio maggiormente affidabile e preciso. Ovviamente della gestione di tali presidi, se ne devono far carico tutti i soggetti gestori del TPL compreso quello ferroviario.

11 In specifiche fasce orarie e durante tutti i giorni della settimana lutenza può usufruire di un servizio, effettuato tramite autobus, che di fatto integra la corsa ferroviaria. Da diversi anni, infatti, tra lazienda pubblica più grande della Provincia, la Contram S.p.A., e Trenitalia cè un accordo, unico in campo regionale se si considerano le peculiarità, per lintegrazione del servizio ferroviario con autobus.

12 Trenitalia propone gli orari e le fermate che sono effettuate solo nelle stazioni ferroviarie ed, ove non sia possibile, nelle fermate più prossime alle stazioni. Gli autobus sono adeguati al servizio che deve essere offerto allutenza sia in termini di confort sia di possibilità di posti a sedere.

13 Questo specifico servizio è pensato per agevolare quanto più possibile lintegrazione modale tra le due tipologie di trasporto infatti lutenza può usufruire di: 1.Bigliettazione unica; 2.Omogeneità di orari; 3.Informazione puntuale.

14 3.Lautobus è identificato allutente mediante lutilizzo di tabelle che riportano la dicitura Corsa FS. 1.Allutenza è garantito il libero accesso a bordo degli autobus non solo con il normale biglietto di TPL, ma anche nel caso in cui sia munito di regolare biglietto FS. 2.Gli orari ferroviari e quelli degli autobus sono esposti nelle stazioni e, in entrambi, vengono chiaramente segnalate quali corse sono effettuate con gli autobus.

15 Da alcuni anni si può osservare come la conformità urbanistica delle città tenda a mutare espandendosi nel senso della lunghezza proprio parallelamente alla linea ferroviaria aumentando, quindi, la distanza tra centro abitato e stazione FS. Tali cambiamenti urbanistici favoriscono lutilizzo dellautobus che garantisce una maggiore capillarità di fermate. Questo fattore caratterizza la scelta dellutenza nellentroterra provinciale verso il trasporto con autobus i cui clienti fissi sono in aumento sulla tratta Macerata – Fabriano. Ovviamente il rapporto preferenza ferro – gomma sarà differente lungo la fascia costiera che presenta una maggiore rapidità del treno.

16 PROGETTI DI MOBILITÀ

17 In particolare nella Provincia si stanno sperimentando due progetti volti ad agevolare la mobilità allinterno del proprio territorio. La Provincia di Macerata ha iniziato ad elaborare progetti di mobilità per spostamenti casa – lavoro – studio - divertimento.

18 La Provincia di Macerata e le aziende di TPL promuovono lutilizzo di abbonamenti annuali a favore dei propri dipendenti per raggiungere gli uffici. Il primo, rivolto ai dipendenti della Provincia stessa, è in fase attuativa e si propone di agevolarne gli spostamenti casa – lavoro. È stato effettuato un monitoraggio tra i dipendenti con soddisfacenti risultati in termini di adesione.

19 Il costo dellabbonamento annuale verrà ripartito tra il dipendente, lAmministrazione Provinciale, quale datore di lavoro, con un contributo delle aziende di trasporto mediante la riduzione del prezzo pagato. Tale progetto costituisce anche loccasione per la sperimentazione di un biglietto integrato urbano - extraurbano tra Contram e l APM di Macerata.

20 Il secondo, UNICAM MOBILITÀ, attuato e collaudato da circa un anno, riscuote molto successo tra gli studenti iscritti allUniversità di Camerino ed alle sue sedi distaccate, ai quali viene rilasciato un abbonamento mensile gratuito.

21 Tramite questo progetto si è instaurata una proficua e vantaggiosa collaborazione tra le due principali aziende pubbliche di TPL, Contram S.p.A. e Start, e le Province di Macerata ed Ascoli Piceno. Il progetto UNICAM MOBILITÀ, realizzato da Contram e lUniversità di Camerino, con la partecipazione dei comuni di Camerino, Matelica, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto è stato attuato nel corso del UNICAM MOBILITÀ nasce dallesigenza di favorire gli studenti universitari e di agevolarne la mobilità, la frequenza delle lezioni, la partecipazione alle attività didattiche, culturali, sportive e ladesione alla vita universitaria e cittadina.

22 Per dare attuazione ad UNICAM MOBILITA, è stato progettato e reso funzionante un apposito programma sul web per il rilascio dei titoli di viaggio, che, dal proprio pc, consente di svolgere ogni operazione.

23 Oltre ai precedenti, la Provincia di Macerata in collaborazione con la Contram, nel corso dellestate 2005, ha sperimentato il progetto Muoviti Sicuro. La Provincia ha istituito alcune corse serali nella fascia oraria dalle 21:00 all01:00 per il collegamento di Recanati a Porto Recanati. Attraverso questa iniziativa, lutenza aveva la possibilità di usufruire dellautobus, in un tragitto predefinito, viaggiando in completa sicurezza che è stato accolto molto favorevolmente sia dai cittadini residenti che dai turisti.

24 Tali esperienze significano che il Contratto di Servizio deve essere flessibile, duttile ed attento alle evoluzioni sociali, economiche e culturali del territorio.

25 RICERCA ORARI

26 La Provincia di Macerata sta attivando un sistema di ricerca orari sul web delle aziende di TPL da cui è possibile creare un libretto carteceo mediante lestensione di quello già attivato da Contram sul proprio portale. Tale programma, attivo ora solo per lazienda di TPL di riferimento della Provincia di Macerata, facilita laccesso dellutente che riesce a trovare le soluzioni logistiche migliori per la propria mobilità.

27 SERVIZIO DI TRASPORTO A CHIAMATA

28 Tale servizio, innovativo per la Provincia di Macerata, è stato benevolmente accolto dallutenza, che intensificandone lutilizzo, dimostra ogni giorno la propria soddisfazione. Il territorio della Provincia di Macerata ha visto nascere e diventare funzionante il servizio di trasporto a chiamata che di fatto integra e rafforza il tradizionale servizio urbano. Il costo del biglietto equivale al costo previsto dalla normale tariffa TPL.

29 Lutente per effettuare la propria richiesta ha a disposizione un numero verde: Il servizio viene svolto la mattina presto e la sera tardi per quanto La gestione viene effettuata utilizzando un software dedicato, allinterno del quale è stata inserita la cartografia. riguarda il servizio urbano, mentre per lextraurbano nelle fasce orarie di morbida.

30 Unimportante iniziativa regionale, denominata Progetto Twist è in fase di attuazione; tale progetto rientra nel programma comunitario INTERREG III B e coinvolge: - 5 Stati: Italia, Germania, Grecia, Repubblica Ceca ed Ungheria; - le Regioni italiane Abruzzo, Marche, Molise e Puglia - le Province greche di Joannina, Oberhavel, Transdanubian - la Regione Ceca di Dopravnì - 2 partner tedeschi: Tech Zent e TZV.

31 Il progetto coinvolgerà gran parte del territorio collinare e montano della Provincia di Macerata che fa capo alle Comunità Montane di Camerino, San Ginesio e San Severino Marche. Liniziativa ha lo scopo di condividere le esperienze di soggetti pubblici e privati del settore trasporti, per realizzare un sistema che faciliti laccessibilità e la mobilità delle zone svantaggiate ed in particolare quelle montane.

32 Attraverso questa iniziativa saranno integrati i servizi esistenti offrendo una maggiore capillarità in quelle zone in cui i trasporti pubblici sono meno accessibili. Al momento, si sta attuando una indagine di Soddisfazione clienti nei Comuni delle tre Comunità Montane per valutare le esigenze effettive delle diverse località. Il progetto consiste nelleffettuazione del servizio di trasporto a chiamata per le tre Comunità Montane.

33 Il progetto parte dallanalisi della domanda di mobilità e dellofferta esistente nelle aree interessate, per addivenire alla definizione di una modalità nuova di approccio del trasporto a chiamata da trasferire a tutte le regioni con analoghe caratteristiche interne e con presenza di domanda debole a conferma del fatto che il trasporto pubblico locale ha una forte valenza sociale.

34 QUALITÀ

35 Contram, inoltre, sta implementando il sistema di gestione ambientale ai sensi della norma ISO 14001:2004 ed ha elaborato il proprio Bilancio Sociale. Le aziende di trasporto della Provincia di Macerata stanno attuando una politica volta a certificare i propri sistemi di gestione. Contram, principale azienda pubblica, e Autolinee Crognaletti, azienda privata, sono già certificate secondo la norma ISO 9001:2000 e Autolinee SASP ha avviato liter certificativo.

36 Le aziende di TPL hanno raccolto linvito ed è per questo motivo che il territorio provinciale è attraversato da un numero sempre maggiore di autobus a metano. La Provincia di Macerata, visto il crescente interesse dellopinione pubblica verso la difesa ambientale, da alcuni anni sta promuovendo lintroduzione di tipologie di autobus a ridotto impatto ambientale.

37 Queste tipologie di mezzi sono stati introdotti dalla Contram nelle linee extraurbane che transitano per Corridonia ed in alcune località montane, mentre lAPM di Macerata e lATAC di Civitanova li hanno immessi nel percorso urbano delle rispettive città. LASSM di Tolentino è unaltra realtà del maceratese che è in procinto di utilizzare autobus a metano per lerogazione dei propri servizi.

38 oltre il 50% delle paline di fermata ed attualmente si sta provvedendo allinstallazione del restante 50% sulla base delle prescrizioni in tema di sicurezza delle fermate autobus dettate dalla Regione Marche con Decreto del dirigente servizio trasporti n. 300 del 29/10/2002. Nella Provincia di Macerata complessivamente sono state installate, da parte delle aziende del bacino,

39 LE PRINCIPALI AREE DI INDAGINE Aspetti socio-anagrafici Modalità abituale dutilizzo del servizio di trasporto pubblico Titoli di viaggio utilizzati e relativa soddisfazione Soddisfazione dei clienti rispetto ai fattori che compongono la qualità del servizio Definizione importanza fattori qualità Valutazione informazione percepita dai cittadini IL SONDAGGIO I dati sono stati rilevati attraverso un sondaggio diretto e/o telefonico a circa 700 soggetti, di cui 600 utenti del servizio extraurbano 100 utenti del servizio urbano

40 Lutenza ritiene che i fattori più importanti da tenere in considerazione per una società di TPL sono: Gli intervistati hanno dato un voto da uno a sette sugli aspetti della qualità del servizio. 1.Disponibilità e cortesia, 2.Fiducia e sicurezza, 3.Servizio affidabile e preciso.

41 Il grafico seguente evidenzia le aspettative dellutenza, cha ha espresso un giudizio su una scala da 1 a 7.

42 Il grafico seguente evidenzia il grado di soddisfazione media dellutenza su scala da 1 a 7.

43 I dati relativi alla soddisfazione da parte dellutenza (Customer Satisfaction) vengono pubblicati sulla Carta dei Servizi che la principale azienda del bacino maceratese ha aggiornato e pubblicato sul proprio portale web ed analogamente anche le altre aziende si stanno adeguando in tal senso.


Scaricare ppt "PROVINCIA DI MACERATA Introduzione Integrazione ferro gomma Progetti di mobilità Ricerca orari Trasporto a chiamata Qualità ASSESSORE CESARE MARTINI."

Presentazioni simili


Annunci Google