La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scultura in bronzo. Fusione in bronzo La fusione dei metalli è nota fin dalla preistoria. Il bronzo (lega di rame e stagno) veniva colato in stampi piatti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scultura in bronzo. Fusione in bronzo La fusione dei metalli è nota fin dalla preistoria. Il bronzo (lega di rame e stagno) veniva colato in stampi piatti."— Transcript della presentazione:

1 Scultura in bronzo

2 Fusione in bronzo La fusione dei metalli è nota fin dalla preistoria. Il bronzo (lega di rame e stagno) veniva colato in stampi piatti scavati nella pietra. Gli oggetti ottenuti erano di piccole dimensioni, e con un lato piatto. Veniva spesso rifiniti a mano, usando lime e punteruoli di pietra.

3 Punta di freccia Bronzetto nuragico

4 Verso la fine del periodo neolitico, si cominciano ad usare gli stampi (in terracotta), che consentono la figurazione tridimensionale Bronzetto di guerriero: viste laterali La nave sarda, uno dei pezzi più complessi della scultura nuragica

5 Bronzetti votivi etruschi Ottenuti con stampi in terracotta, di qualità assai diverse secondo i luoghi e, presumibilmente, i costi.

6 La tecnica a fusione in stampi è tuttora molto usata in oreficeria, per anelli, orecchini, ciondoli e spille Colatura di oro fuso in uno stampo per gioielli

7 Alla fine delletà arcaica ( VI sec. A. C.) in Grecia si inventa la tecnica di fusione a cera persa che permette la realizzazione di grandi statue

8

9 Modello pronto per la fusione Lanima in creta, ricoperta di cera, è collegata ai canalini e allimbuto di colatura. Si prepara la cassaforma in legno.

10 Colatura del bronzo fuso nello stampo

11

12 Rottura dello stampo: come si presenta la statua

13 Sculture fuse a cera persa Fusione a pezzo unico Fusione in più pezzi, montati ad incastro e saldati

14 Dettaglio di testa romana La fusione a cera persa consente effetti di straordinario realismo, ma è soggetta a difetti (buchi, rotture) per la difficoltà del bronzo fuso di raggiungere omogeneamente ogni punto dello stampo

15 Il bronzo è resistente alle intemperie e poco toccato dallinquinamento, quindi adatto a monumenti da porre allaperto Ossidazione da inquinamento Donatello, monumento al Gattamelata, Padova

16 I Bronzi di Riace (V sec.a.C.) Bronzo, con finiture in rame e argento Ritrovati da un ragazzo che nuotava sottacqua, di fronte allomonima località calabrese, ora sono al Museo Archeologico di Reggio Calabria. Dopo duemila cinquecento anni di immersione in mare, il restauro ha dovuto solo asportare le incrostazioni, e i resti di terra di fusione interna, per rivelare le ottime condizioni di conservazione.

17 Il bronzo puà essere saldato su altre superfici, e ricoperto di foglia doro o dargento. Lorenzo Ghiberti, il sacrificio di Isacco, Firenze

18 I bronzi di Cartoceto epoca imperiale romana

19 Chioccia e pulcini oro, bronzo e rame arte Longobarda, dal Tesoro del duomo di Monza

20 Con il bronzo si possono ottenere effetti di equilibrio e dinamismo, grazie al peso specifico, assai minore del marmo. Benvenuto Cellini, Perseo, Firenze Vittoria di Brescia, statua romana con ali mobili, incernierate al corpo


Scaricare ppt "Scultura in bronzo. Fusione in bronzo La fusione dei metalli è nota fin dalla preistoria. Il bronzo (lega di rame e stagno) veniva colato in stampi piatti."

Presentazioni simili


Annunci Google