La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WWW.PRIVATISTI.COM COPYRIGHT 2013. MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive sono causate da microrganismi patogeni Compito delligiene è studiare con quali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WWW.PRIVATISTI.COM COPYRIGHT 2013. MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive sono causate da microrganismi patogeni Compito delligiene è studiare con quali."— Transcript della presentazione:

1 COPYRIGHT 2013

2 MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive sono causate da microrganismi patogeni Compito delligiene è studiare con quali modalità le malattie infettive insorgono e diffondono nella collettività, analizzare le condizioni che ne favoriscono linsorgenza e la propagazione e prevenirle.

3 MALATTIE INFETTIVE: PREVENZIONE Primarie: evitare ambienti non salubri Primarie: evitare ambienti non salubri Secondarie: fare delle visite che possano dare una diagnosi precoce Secondarie: fare delle visite che possano dare una diagnosi precoce Terziarie: reabilitazioni Terziarie: reabilitazioni

4 MALATTIE INFETTIVE: PREVENZIONE Evitare ambienti non salubri!!! PREVENZIONE PRIMARIA

5 MALATTIE INFETTIVE: PREVENZIONE Fare dei controlli medici PREVENZIONE SECONDARIA

6 MALATTIE INFETTIVE: PREVENZIONE Riabilitazioni PREVENZIONE TERZIARIA

7 Epidemia: più casi di malattia che si presentano nella stessa popolazione o nello stesso gruppo di individui nello stesso breve periodo di tempo, a condizione che i casi abbiano la stessa origine Sporadicità: la malattia si presenta raramente ed i casi accertati sono indipendenti gli uni dagli altri Endemia: costante presenza di una malattia in un determinato territorio Pandemia: è unepidemia che si estende a più nazioni e spesso ad interi continenti ANDAMENTO DELLE MALATTIE

8 FASI DELLE MALATTIE INFETTIVE Contaminazione contatto tra agenti eziologici e individuo Penetrazione dellagente patogeno attraverso la cute e le mucose

9 FASI DELLE MALATTIE INFETTIVE Localizzazione tappa che consente al patogeno di raggiungere il tessuto nel quale troverà le condizioni favorevoli al suo sviluppo Infezione tappa nella quale il patogeno e lorganismo parassitato si contrappongono e cercano di avere il sopravvento

10 LINFEZIONE Solo se lagente patogeno supera le difese dellorganismo si manifestano tutti i sintomi caratteristici che evidenziano linstaurarsi dello stato morboso. Il tempo che intercorre tra la penetrazione dellagente infettante nellorganismo e il manifestarsi della sintomatologia si definisce periodo di incubazione (diverso tra malattia e malattia).

11

12 MALATTIA INFETTIVA Interazione di un microrganismo e un ospite recettivo (uomo, animale) Implica la replicazione dellagente nellospite Consente la eliminazione dei patogeni Determina la comparsa di anticorpi È lespressione clinica dellinfezione INFEZIONE VS MALATTIA INFETTIVA INFEZIONE Allinfezione non segue necessariamente la malattia

13 FATTORI CHE INFLUISCONO SUL MANIFESTARSI DELLE MALATTIE INFETTIVE: Malattia infettiva Malattia Agente eziologico A. Fattori relativi allagente patogeno B. Fattori relativi allospite C. Fattori ambientali La CAUSA è necessaria, ma non sufficiente

14 A. FATTORI RELATIVI ALLAGENTE PATOGENO INVASIVITA Capacità di un microrganismo di diffondersi nellorganismo TOSSIGENICITA Capacità di produzione di sostanze tossiche per lorganismo ad esempio attraverso la produzione di esotossine, endotossine, liberazione di metaboliti tossici, esoenzimi INFETTIVITA L'infettività è un attributo dell'agente che misura con quanta facilità esso è in grado di dare inizio ad una infezione (penetrare, sopravvivere e moltiplicarsi nellospite).

15 A. FATTORI RELATIVI ALLAGENTE PATOGENO VIRULENZA Indica il diverso grado con cui si esprime la patogenicità a seconda dello stipite microbico in causa. Può essere valutata in rapporto alla gravità del decorso clinico della malattia. CONTAGIOSITA E la capacità di un microrganismo di passare da un ospite ad un altro, a seguito della sua eliminazione allesterno dellospite durante il processo infettivo.

16 A. FATTORI RELATIVI ALLAGENTE PATOGENO PATOGENICITA Capacità di produrre una malattia clinicamente evidente. Con metodiche di laboratorio sensibili e specifiche si può determinare la proporzione di infezioni che dà luogo a malattia. La patogenicità è influenzata da fattori ambientali e propri dellospite, dalla dose di agenti infettanti introdotta, dalla via di entrata, dalla sorgente di infezione.

17 A. FATTORI RELATIVI ALLAGENTE PATOGENO IMMUNOGENICITA Capacità dellinfezione di determinare immunità specifica.

18 B. CONDIZIONI LEGATE ALLINDIVIDUO Fattori aspecifici 1.Barriera anatomofunzionale (integrità di cute e mucose) 2.Microflora batterica endogena 3.Meccanismi unorali: lisozima, proteine della fase acuta dellinfiammazione 4.Meccanismi cellulari: monociti, macrofagi, ecc Fattori specifici 1.IgA di superficie 2.Immunoglobuline 3.Linfociti B, T e cellule NK 4.Immunità indotta tramite vaccini Fattori favorenti: Biologici: denutrizione, deficit della immunità, comorbidità (presenza di altre malattie croniche) Comportamentali: scarsa igiene personale, rapporti sessuali non protetti

19 B. CONDIZIONI LEGATE ALLINDIVIDUO La denutrizione favorisce linsorgere di malattie!!!

20 B. CONDIZIONI LEGATE ALLINDIVIDUO La scarsa igiene personale favorisce linsorgere di malattie!!!

21 C. CONDIZIONI AMBIENTALI E CLIMATICHE Basso livello socio-economico: espone ad un maggior rischio di infezioni di qualsiasi genere Affollamento: fattore di rischio per le infezioni trasmesse per via aerea Condizioni microclimatiche sfavorevoli (bassa T° e alta umidità)

22 C. CONDIZIONI AMBIENTALI E CLIMATICHE Nei luoghi affollati ogni tipo di infezione ha maggior probabilità a diffondersi!

23 TRASMISSIONE DELLE MALATTIE INFETTIVE Può avvenire per via diretta per via indiretta per via transplacentare Trasmissione orizzontale Trasmissione verticale

24 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano per contatto diretto, ovvero senza che i microrganismi passino nellambiente esterno ad esempio: Toccando Mordendo; Baciando; A seguito di un rapporto sessuale; Attraverso goccioline emesse emesse parlando, starnutendo, tossendo…

25 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano attraverso il tatto...

26 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano attraverso un morso, ad esempio la rabbia

27 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano anche attraverso la saliva, cioè un semplice bacio. Ad esempio la mononucleosi infettiva

28 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano anche attraverso rapporti sessuali non protetti

29 TRASMISSIONE DIRETTA I microrganismi passano dal soggetto infetto al soggetto sano attraverso le goccioline emesse parlando, starnutendo, ecc. La trasmissione diretta in questo caso può avvenire anche senza un vero e proprio contatto attraverso linalazione da parte di un soggetto recettivo entro due o tre metri di distanza

30 TRASMISSIONE INDIRETTA Si realizza senza che ci sia un contatto diretto tra lindividuo infetto e lindividuo recettivo. Lagente patogeno rimane per un certo periodo nellambiente esterno prima di penetrare nellorganismo del soggetto sano, la trasmissione avviene tramite veicoli (materiali o oggetti inanimati) o vettori (organismi animati).

31 TRASMISSIONE INDIRETTA Veicoli: tutto ciò che è in grado di trasportare gli agenti infettanti, mantenendone la vitalità, dalla fonte di infezione alluomo sano. Veicoli inanimati: aria, acqua, alimenti, suolo, effetti duso (posate, giocattoli, biancheria, asciugamani ecc…), strumenti ed indumenti chirurgici; prodotti biologici (sangue, plasma, organi) Veicoli animati o vettori: passivi (mosche) o attivi (zanzara Anopheles)

32 TRASMISSIONE INDIRETTA Alcuni veicoli inanimati sono

33 TRASMISSIONE INDIRETTA Alcuni veicoli animati sono

34 VEICOLI INANIMATI Acqua: permette la sopravvivenza dei microbi per tempi abbastanza lunghi. Alimenti: possono ostacolare o favorire la moltiplicazione (latte, creme, carne per il clostridium botulinum), o essere indifferenti (virus dellepatite A). Suolo: ospita spesso batteri sporigeni molto pericolosi

35 VEICOLI INANIMATI Effetti duso: ferri chirurgici, aghi, biancheria, indumenti, in genere oggetti utilizzati dallammalato o portatore di una malattia contagiosa Aria: la trasmissione indiretta di uninfezione può evvenire anche tramite laria e particolarmente attraverso le polveri, ovvero per risospensione di particelle depositate su suolo o lenzuola

36 VEICOLI INANIMATI Alcuni veicoli inanimati sono:

37 VIE DI INGRESSO DEGLI AGENTI INFETTANTI Cute: Ferite e lesioni anche microscopiche (tetano, infezioni batteriche) Punture di insetti (malaria) Morsicature di animali (rabbia) Iniezioni parenterali (virus epatitici, HIV) Mucose: Apparato digerente (malattie a trasmissione oro-fecale) Apparato respiratorio (malattie a trasmissione aerea) Mucose genitali (malattie a trasmissione sessuale) Mucosa congiuntivale

38 VIE DI INGRESSO DEGLI AGENTI INFETTANTI Placenta: Trasmissione verticale, che può avvenire dalla madre al feto (infezioni congenite) Un metodo utile per classificare le malattie infettive è pertanto quello che si basa sulla modalità di propagazione.

39 ELIMINAZIONE DEI MICRORGANISMI Per via cutanea Per via cutanea Per via oro-nasale Per via oro-nasale Per via rettale Per via rettale Per via gengivale Per via gengivale Per via placentare Per via placentare Per via ematica Per via ematica


Scaricare ppt "WWW.PRIVATISTI.COM COPYRIGHT 2013. MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive sono causate da microrganismi patogeni Compito delligiene è studiare con quali."

Presentazioni simili


Annunci Google