La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.S.M.A.F. Trieste/Venezia PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DI NULLA OSTA IMPORTAZIONE DI COSMETICI Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.S.M.A.F. Trieste/Venezia PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DI NULLA OSTA IMPORTAZIONE DI COSMETICI Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero."— Transcript della presentazione:

1 U.S.M.A.F. Trieste/Venezia PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DI NULLA OSTA IMPORTAZIONE DI COSMETICI Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE – U.T. Venezia

2 MOTIVO DEI CONTROLLI Sottoporre ad attività di vigilanza, a tutela della salute pubblica e dei consumatori, le partite dei prodotti cosmetici in importazione da paesi extra UE in arrivo presso i punti di confine dove operano gli U.S.M.A.F. e le Unità Territoriali Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE – U.T. Venezia

3 RIFERIMENTI LEGISLATIVI Fino all11 luglio 2013 si faceva riferimento alla Legge 11 Ottobre 1986 n. 713 ( Norme per lattuazione delle direttive della Comunità Economica Europea sulla produzione e la vendita di cosmetici) Attualmente trova piena applicazione il Regolamento CE n 1223/2009 sui prodotti cosmetici, che sostituisce la normativa precedente. Tra le novità introdotte si segnala la notifica centralizzata nellUnione Europea dei prodotti cosmetici, il Cosmetic Product Notification Portal (CPNP) a cura del fabbricante, del distributore o importatore prima di immettere sul mercato il prodotto cosmetico

4 DEFINIZIONE DI PRODOTTI COSMETICI Ai fini del Reg. CE 1223/2009 sui prodotti cosmetici si intende per prodotto cosmetico: qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucosa della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne laspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE – U.T. Venezia

5 DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROCESSO DI IMPORTAZIONE PRODOTTI COSMETICI Limportatore o il suo legale rappresentante in Dogana accreditato dal sistema effettua, allatto dellimportazione, la richiesta on-line mediante il sistema NSIS USMAF e consegna la documentazione all U.S.M.A.F. – U.T. competente per territorio al fine di ottenere il NOS per la importazione che accompagnerà la merce ed andrà esibito in Dogana, ne consentirà limportazione della stessa sul territorio nazionale. Da luglio 2013 è attivo lo Sportello Unico Doganale (SUD), che consente lacquisizione del NOS tramite piattaforma informatizzata. Il SUD ottimizza lo scambio di informazioni fra dogana, USMAF ed utenza, soprattutto per quanto attiene i controlli materiali sulla merce (ispettivi e/o analitici) riducendo pertanto i tempi di sosta della merce allo stato estero. Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE – U.T. Venezia

6 CASISTICHE CHE SI POSSONO VERIFICARE AL MOMENTO DELLA RICHIESTA DI IMPORTAZIONE 1. Prodotti cosmetici già notificati ai sensi della Legge 713/86 immessi in commercio prima e dopo l11 luglio Prodotto cosmetico semilavorato proveniente da paesi terzi 3. Prodotto cosmetico finito non ancora destinato allimmissione sul mercato (importato ma non notificato al Portale) 4. Prodotto cosmetico finito e destinato subito allimmissione sul mercato 5. Prodotto semilavorato in transito 6. Prodotto cosmetico destinato a prove tecniche/campionatura/esposizione 7. Prodotto cosmetico ad uso personale

7 PRODOTTI COSMETICI GIA NOTIFICATI AI SENSI DELLA LEGGE 713/86 IMMESSI IN COMMERCIO DOPO L11 LUGLIO 2013 Tutti i prodotti cosmetici già notificati ai sensi della Legge 713/86 devono essere oggetto di nuova notifica sul portale CPNP nel caso in cui alla data dell11 luglio 2013 la persona responsabile continui ad immettere in commercio ulteriori unità dei medesimi prodotti. Pertanto non sono soggetti alla notifica elettronica sul portale CPNP quei prodotti cosmetici già messi a disposizione sul mercato prima dell11 luglio 2013 destinati a non essere più immessi sul mercato dopo tale data poiché andranno ad esaurimento. DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLUSMAF (solo per i cosmetici che saranno immessi in commercio dall11 Luglio 2013): 1. Fotocopia del CPNP o codice prodotto cosmetico di riferimento nel Portale CPNP 2. Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico 3. Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza 4. Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS di 71,90

8 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI SEMILAVORATI PROVENIENTE DA PAESI TERZI Trattasi di cosmetici importati da produttori in conto terzi per essere rilavorati e commercializzati in altri paesi della UE con svariati marchi. In questi casi potrebbe non essere stata effettuata la notifica CPNP in quanto la commercializzazione non è immediata. DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLUSMAF 1. Dichiarazione sostitutiva ai fini dellimportazione per cosmetici semi-finiti (All.1) 2. Fotocopia di documento di riconoscimento 3. Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico 4. Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza 5. Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS di 71,90

9 ALL.1

10 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI FINITI NON ANCORA DESTINATI ALLIMMISSIONE SUL MERCATO La persona responsabile (art.4, Reg (CE) 1223/2009) non intende immetterlo subito sul mercato. In questo caso la notifica sarà successiva allingresso della merce, prima dellimmissione sul mercato della stessa. DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLUSMAF 1. Dichiarazione sostitutiva per cosmetici finiti (All.2) 2. Fotocopia di documento di riconoscimento 3. Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico 4. Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza 5. Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS di 71,90

11 ALL. 2

12 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI FINITI DESTINATI ALLIMMISSIONE SUL MERCATO Il fabbricante, distributore o importatore, notifica i prodotti cosmetici poiché intende immetterli subito sul mercato. DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLUSMAF 1. Fotocopia del CPNP o codice prodotto cosmetico di riferimento nel Portale CPNP 2. Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico 3. Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza 4. Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS di 71,90

13 SCHEDA PRODOTTO PORTALE EUROPEO CPNP

14

15

16 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI SEMILAVORATI IN TRANSITO Per tale importazione nulla varia rispetto le procedure attualmente in essere.

17 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI PER PROVE TECNICHE Per tale importazione nulla varia rispetto alle procedure attualmente in essere (previsto rilascio NOS a seguito pagamento tributo)

18 ESITI DELLA VALUTAZIONE ISTRUTTORIA Emissione del NOS in originale al richiedente (in caso di superamento del controllo documentale, ispettivo o materiale analitico) Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE – U.T. Venezia

19 ESITI DELLA VALUTAZIONE ISTRUTTORIA Non ammissione in caso di assenza o di incompletezza rilevante ed insanabile della documentazione necessaria o di rilevazioni di macroscopiche irregolarità incompatibili con la salute pubblica in corso di controllo ispettivo o materiale analitico.

20 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI CON DESTINAZIONE PER USO PERSONALE Per tale importazione nulla varia rispetto le procedure attualmente in essere. Il privato cittadino (importatore) presenta allUSMAF lapposito modello. DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLUSMAF 1) dichiarazione di responsabilità (All 12b) in merito alluso dei prodotti da lui importati (uso meramente personale) oltreché la dichiarazione di consapevolezza che i prodotti cosmetici acquistati non risultano verificati in merito alla conformità alle norme in materia di salvaguardia e sicurezza dei consumatori.

21 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI CON DESTINAZIONE PER USO PERSONALE 2) Fattura o bolla di carico se in possesso, da cui si evincano le quantità del prodotto importato. 3) Fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità di chi importa. E ammissibile limportazione per uso personale di una quantità pari a due unità di prodotto cosmetico per due tipi di prodotto cosmetico. In questo caso non deve essere corrisposto il tributo da parte dell importatore Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE- U.T. Venezia

22 IMPORTAZIONE DI PRODOTTI COSMETICI CON DESTINAZIONE PER USO PERSONALE Allegato 12-b Schema dichiarazione uso personale SCHEMA DI DICHIARAZIONE: ALL'USMAF di FAX Il/la sottoscritt__________________C.F.________________residente In_______________Via__________________________.a conoscenza delle norme che disciplinano la vendita sul territorio nazionale dei prodotti cosmetici. al fine di salvaguardare la salute e la sicurezza dei consumatori e delle conseguenze penali ed amministrative derivanti dalla violazione delle suddette norme DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ' -di essere consapevole di aver ordinato/acquistato da paesi extra europei prodotti cosmetici la cui conformità alle norme in materia di salvaguardia e sicurezza dei consumatori non risulta verificata. -di aver effettuato lordine/acquisto por uso meramente personale. -quantità di prodotto cosmetico prelevata pari a 2 unità di prodotto cosmetico per 2 tipi di prodotto cosmetico, massimo 4 pezzi. -nome commerciale prodotto…………………………………………………… -uso……………………………………………………………………………… Data Firma

23 SCHEDA ESPLICATIVA DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI IMPORTAZIONE DI COSMETICI DA PAESI EXTRA U.E. Qualsiasi importazione di cosmetici di provenienza extra U.E. viene sottoposta a controllo allo stato estero nel punto di entrata in Italia dagli USMAF competenti per territorio. Limportatore, o il suo legale rappresentante in dogana, allatto dellimportazione, effettua la richiesta online mediante il sistema NSIS- USMAF e consegna la relativa documentazione allUSMAF competente per territorio al fine di acquisire un documento sanitario (NOS) che accompagnerà la merce ed esibito in dogana, ne consentirà limportazione della stessa sul territorio nazionale. Da luglio 2013 è attivo in via sperimentale lo Sportello Unico Doganale (SUD), che consente lacquisizione del NOS tramite piattaforma informatizzata. Tale operazione, per importatori o legali rappresentanti in dogana accreditati dal sistema, è eseguita con accesso online sullo stesso applicativo. I dati ricorrenti, riportati nel sistema, possono essere richiamati nelle successive importazioni. Limportatore o il suo legale rappresentante che compila i fogli notizie si assume la responsabilità della veridicità dei dati inseriti attraverso le specifiche previste dal sistema NSIS-USMAF (ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, artt. 75 e 76).

24 SCHEDA ESPLICATIVA Documenti necessari da presentare allUSMAF per tipologia di importazione: 1.Prodotto cosmetico già notificato ai sensi della Legge 713/86 deve essere oggetto di nuova notifica sul portale CPNP nel caso in cui alla data dell11 luglio 2013 la persona responsabile continui ad immettere in commercio ulteriori unità del medesimo prodotto. Pertanto, non sono soggetti alla notifica elettronica sul portale CPNP quei prodotti cosmetici già messi a disposizione sul mercato prima dell11 luglio 2013 e destinati a non essere più immessi sul mercato dopo tale data poiché andranno ad esaurimento. Solo per quelli che saranno importati e immessi in commercio dall11 luglio 2013 per quanto attiene la documentazione da presentare si ricade nel punto 4 a seguire. 2.Prodotto cosmetico semilavorato proveniente da Paesi terzi, importati da cosiddetti produttori in conto terzi, per essere rilavorati, confezionati e commercializzati in altri Paesi dellUnione europea con svariati marchi. In tali casi la notifica centralizzata al CPNP potrebbe non essere stata effettuata, proprio perché la commercializzazione non è immediata, ma il prodotto viene stoccato per consentire ulteriori lavorazioni. Potrebbe anche esistere una notifica, ma in quanto effettuata con riferimento a produttori non pronti per la commercializzazione, essa potrebbe non contenere tutti i dati necessari. a.Dichiarazione sostitutiva ai fini dellimportazione per cosmetici semi-finiti (All. 1). b.Fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità del firmatario della dichiarazione. c.Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico. d.Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza. e.Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS. 3.Prodotto cosmetico finito, importato ma non notificato al portale, perché la Persona Responsabile [art. 4, Reg (CE) 1223/2009]non intende immetterlo subito sul mercato. In questo caso la notifica sarà successiva allingresso della merce, prima dellimmissione sul mercato della stessa. a.Dichiarazione sostitutiva ai fini dellimportazione per cosmetici finiti (All. 2). b.Fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità del firmatario della dichiarazione. c.Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico. d.Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza. e.Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS. 4.Prodotto cosmetico finito destinato allimmissione sul mercato. a.Fotocopia del CPNP o numero di accesso al portale CPNP. b.Documenti che accompagnano la merce: lettera di vettura (AWB), manifesto, polizza di carico. c.Documentazione commerciale (fattura) con lelenco di tutti i prodotti importati al fine di verificarne la corrispondenza. d.Deve essere consegnata contestualmente la ricevuta attestante il pagamento del tributo stabilito per il rilascio del NOS. 5.Prodotto semilavorato in transito, per il quale nulla varia rispetto alle procedure attualmente in essere. 6.Prodotto cosmetico ad uso personale, per il quale nulla varia rispetto alle procedure attualmente in essere. a.Scheda dichiarazione uso personale (All. 12b). b.Fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità. c.Bolla di carico o fattura se in possesso. 7.Prodotto cosmetico destinato a prove tecniche/campionatura/esposizione, per il quale nulla varia rispetto alle procedure attualmente in essere (previsto rilascio NOS a seguito pagamento tributo).

25 Grazie per lattenzione Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero della Salute USMAF TRIESTE- U.T. Venezia


Scaricare ppt "U.S.M.A.F. Trieste/Venezia PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DI NULLA OSTA IMPORTAZIONE DI COSMETICI Dr.ssa EMILIA MANCUSO Dirigente Medico Ministero."

Presentazioni simili


Annunci Google