La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTRODUZIONE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE UNIVERSALITA DELLA SCIENZA UNIVERSALITA DELLA SCIENZA LA SITUAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTRODUZIONE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE UNIVERSALITA DELLA SCIENZA UNIVERSALITA DELLA SCIENZA LA SITUAZIONE."— Transcript della presentazione:

1

2 INTRODUZIONE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE UNIVERSALITA DELLA SCIENZA UNIVERSALITA DELLA SCIENZA LA SITUAZIONE ATTUALE RIFLESSIONI

3 INTRODUZIONE

4 Limportanza della riflessione sul tema della pace nel mondoriflessione PerchéPerché scienza e pace? INTRODUZIONE <

5 RIFLESSIONE Per acquisire consapevolezza critica sul tema della paceconsapevolezzacritica <

6 CONSAPEVOLEZZA Rendersi conto di cosa si intende per pace e di come essa è distribuita sulla Terra <<<

7 CRITICA Sottolineare quanto si deve ancora fare per raggiungere una pace globale e presentare la scienza non solo come strumento di sopraffazione e di guerra, ma anche protagonista per rendere maggiormente equo lutilizzo dei beni da essa prodotti. Tutto ciò risulta particolarmente importante se inserito nel percorso educativo scolastico in quanto esso esprime un momento particolarmente significativo nella formazione della persona. <<<

8 Il legame tra queste due realtà: la scienza e la pace, è parso molto importante in quanto la scienza attraverso la tecnologia produce quei beni che distribuiti ed utilizzati secondo politiche diverse permettono un cammino più o meno positivo nei confronti dello sviluppo verso pace. Infatti i beni primari che discendono dalla tecnologia (energia, farmaci, modelli logici, beni informatici, alimentazione, etc. ) rappresentano i prodotti per uno sviluppo equo. PERCHE ? ><

9 In oltre attraverso la tecnologia informatica è risultato molto più agevole e funzionale lo scambio di saperi a livello mondiale rendendo il pianeta più piccolo in relazione a tali servizi. Ciò accentua la responsabilità delluomo nelle scelte essendosi semplificata la problematica tecnologica. <> PERCHE ? <<

10 Problema centrale della scienza come strumento verso lo sviluppo di tecnologie tendenti al miglioramento della vita è rappresentato dal conciliare il livello tecnologico attuale con i requisiti e le potenzialità dei popoli meno progrediti. Concretizzazione di questo concetto sono le microtecnologie e le tecnologie sostenibili. < PERCHE ? <<

11 LUOMO AL CENTRO TRA LA SCIENZA E LA PACE

12 Descrizione di scienza Descrizione di pace Descrizione del ruolo delluomo: scopritore, giudice, utilizzatore delle scoperte scientifico-tecnologiche Descrizione del ruolo delluomo: scopritore, giudice, utilizzatore delle scoperte scientifico-tecnologiche Distinzione tra scienza libera (per tutti) e vincolata (per pochi) Distinzione tra scienza libera (per tutti) e vincolata (per pochi) LUOMO TRA SCIENZA E PACE <

13 < Per scienza, quella moderna, si intende latto delluomo per la ricerca della verità negli usi confacenti al miglioramento della vita umana. Di base è quella in forma generale, senza finalità applicative. Applicata avente finalità applicative. La tecnologia è lattività delluomo finalizzata a rendere utilizzabile completamente i prodotti della scienza applicata. Più la scienza applicata è avanzata, tanto più necessita della tecnologia per la sua verifica; quindi le realtà scientifica e tecnologica tendono a coincidere. DEFINIZIONE DI SCIENZA

14 Pace: la vera pace è opera di giustizia. La giustizia è il riconoscimento della dignità di ogni singolo individuo indipendentemente dalla sua etnia, credo religioso e situazione di ceto fornendo quindi pari possibilità di vita e di sviluppo particolarmente rivolte ad una civile convivenza sia materiale che etica. DEFINIZIONE DI PACE <

15 La scienza nasce e si evolve attraverso le scoperte delluomo. Essa inoltre decide sia larea di indagine che lutilizzo delle scoperte, sia per aree geografiche che economiche; nello stesso tempo luomo usufruisce di tali scoperte, anche se in modo differenziato. Questi tre caratteri indicano che luomo è al centro della politica scientifica. RUOLO DELLUOMO <

16 Si sottolinea limportanza nel distinguere il concetto di scienza libera da quella di scienza vincolata. Nel primo caso si intende la scienza base e la sua ricerca indirizzata a motivi di puro interesse intellettuale senza tener conto dei fini speculativi in termini economico capitalistici. Il vantaggio di tale scienza è contenuto nella possibilità di risolvere problemi spesso scordati dallinteresse immediato come fonti di energia alternative. SCIENZA LIBERA E VINCOLATA <>

17 < La scienza vincolata esprime uno stretto legame tra la ricerca e la sua applicazione nellimmediato o nel medio- lungo termine. In questo caso i vantaggi sono espressi da unaccelerazione dei risultati mentre i suoi lati negativi sono legati ad una limitazione funzionale alleconomia capitalistica. SCIENZA LIBERA E VINCOLATA <<

18 UNIVERSALITA DELLA SCIENZA

19 La scienza c ome frutto dellintelligenza umana è indipendente dalletnia e dalla ricchezza del singolo. Varie razze umane hanno contribuito alle scoperte scientifiche e in special modo utilizzando lo strumento fornito dalla matematica. Richiamo alle fondamentali scoperte scientifiche in: Fisica, Chimica, Medicina, Biologia, Informatica. Richiamo alle fondamentali scoperte scientifiche in: Fisica, Chimica, Medicina, Biologia, Informatica. UNIVERSALITA DELLA SCIENZA <

20 Faraday Michael ( ) Chimico Fisico Inglese Scopre il Benzene e le leggi dellelettrolisi Gay-Lussac Joseph-Louis ( ) Chimico Francese Scopre la legge di combinazione dei volumi gassosi, gli ammidi e gli ossidi di iodio e di potassio isola il borio e ottiene il cianogeno Powel Cecil Frank ( ) Fisico Inglese Scopre il mesone π con laiuto dellitaliano Occhialini ><<<

21 Marsden Ernest ( ) Fisico Neozelandese Scopre che le particelle α attraversando una lamina doro non vengono deviate, in oltre scopre il processo di disintegrazione del nucleo Salam Abdus ( ) Fisico Pachistano Fonda lICTP a Trieste, crea una teoriache unifica la forza debole e quella elettromagnetica con laiuto di Weinberg e di Lee Glashow. Nel 1979 ottiene il Nobel per la fisica. ><<<

22 Marie Curie Sklodowska (1867 – 1934) Fisica Chimica Polacca Insieme a Pierre Curie e Antoine Henri Becquerel isola il Polonio e il Radio. Nel 1903 riceve il nobel per la fisica e nel 1911 quello per la chimica Albert Bruce Sabin ( ) Medico Ebreo Polacco Scopre un vaccino preventivo per la Poliomielite economico e di semplice utilizzo. ><<<

23 Shacarov Andrei ( ) Fisico Russo Partecipa al progetto per la costruzione della bomba atomica Nel 1975 ottiene il Nobel per la Pace Yukawa Ideki ( ) Fisico Giapponese Descrive linterazione forte, prevede lesistenza del mesone π. Nel 1946 ottiene il Nobel per la Fisica. ><<<

24 Enrico Fermi (1905 – 1954) Fisico Italiano Costruisce la prima pila atomica producendo la prima reazione nucleare, sviluppa la teoria dei quanti. Nel 1938 riceve il Nobel per la Fisica Louis Pasteur ( ) Chimico, Fisico e Biologo Francese Crea il primo vaccino attivo da germi attenuati e sviluppa la teoria sui germi patogeni (pastorizzazione). ><<<

25 Alexander Fleming ( ) Medico e Scienziato Inglese Scopre la Penicillina. Nel 1901 riceve il Nobel per la Medicina Wilhelm Conrad Rontgen ( ) Fisico Tedesco Scopre i Raggi X Riceve il premio nobel per la Fisica nel ><<<

26 Emil Adolf Von Behring (1854 – 1917) Batteriologo Tedesco Padre della sieroterapia e scopritore, con il giapponese Shibasaburo Kitasato, dei sieri anti-difteritico e anti-tetanico Philippe Dreyfus (attualmente in vita) Fisico Francese Conia il termine informatique (informatica) come scienza che si occupa della conservazione ed elaborazione dellinformazione. ><<<

27 René Descartes, Cartesius, Cartesio (1596 – 1650) Filosofo e Matematico Francese Ideatore della Geometria analitica e del pensiero Cogito ergo Sum Karl Gustav Jacob Jacobi ( ) Matematico Tedesco Contribuisce allo studio sulle equazioni differenziali e sulla meccanica celeste. ><<<

28 Gottfried Leibniz ( ) Filosofo, Matematico ed Avvocato Tedesco Inventa la matematica dei limiti e contribuisce in maniera esemplare allo sviluppo del calcolo integrale ed insieme a Newton allo sviluppo del calcolo infinitesimale Galileo Galilei ( ) Fisico, Filosofo, Astronomo e Matematico Italiano Sviluppa la legge della caduta dei gravi e la nozione dellinerzia, introduce il metodo scientifico/sperimentale. ><<<

29 Isaac Newton ( ) Matematico, Fisico e Filosofo Inglese Dimostra che la luce bianca è scomponibile nello spettro dei colori, descrive la legge di gravitazione universale e, attraverso le sue leggi del moto, crea i fondamenti per la meccanica classica James Clerk Maxwell ( ) Fisico Scozzese Dimostra che le forze elettriche e magnetiche sono collegate dallelettromagnetismo e che si propagano nel vuoto, sotto forma di onde elettromagnetiche. ><<<

30 Albert Einstein (1879 – 1955) Fisico e Matematico Ebreo Tedesco Teorizza la Relatività ristretta e la Relatività Generale, contribuisce allo sviluppo della meccanica quantistica, e da grandi contributi alla meccanica analitica e alla cosmologia. Nel 1926 riceve il premio Nobel per la Fisica. <<<

31 Vengono riportati in modo sintetico i dati più significativi relativi alla situazione attuale della distribuzione della scienza e della tecnologia sul pianeta. LA SITUAZIONE ATTUALE

32 Fonti di energia Presenza brevetti Corsa agli armamenti Distribuzione tecnologica: informatica e cellulari Distribuzione farmaci Grado di istruzione Distribuzione beni e tecnologie per lalimentazione LA SITUAZIONE ATTUALE <

33 Lenergia rende possibile lo sviluppo, ma è anche una delle principali cause di inquinamento atmosferico e di altri danni che vengono arrecati alla salute delluomo e dellambiente. Attualmente due miliardi di persone non dispongono di accesso ai moderni servizi energetici. Con laumento della popolazione, negli ultimi anni, si è registrato un incremento del 10% nel consumo dei combustibili fossili ignorando tuttavia le risorse rinnovabili (solare, eolica,…) perché attualmente meno redditizie in senso energetico produttivo e non sempre allineate ad una politica dellutilizzo energetico. FONTI DI ENERGIA <

34 <<<

35 Il brevetto è uno strumento nato per stimolare lo sviluppo della scienza e delle arti utili. La causa che ingenera tale stimolo sta nel insegnamento inventivo, accompagnato da una forma di protezione del prodotto ottenuto. Il lato negativo risiede nel fatto che, una volta brevettata una nuova tecnologia, per poterla migliorare è necessario accedere alla scoperta con costi relativi al brevetto. Di conseguenza si ha una limitazione del progresso tecnico e scientifico. In conclusione i brevetti limitano lattività scientifica. PRESENZA DI BREVETTI <

36 Come controesempio possiamo citare il rinomato ricercatore medico Albert Bruce Sabin, scopritore di un vaccino preventivo per la Poliomielite (1957). Sabin non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale, per garantire una più vasta diffusione della cura tra le persone meno abbienti. PRESENZA DI BREVETTI <<<

37 Solitamente, nellimmaginario collettivo, la scienza richiama il concetto di guerra. A questo proposito possiamo citare la cosiddetta corsa agli armamenti che è iniziata dalla fine della seconda guerra mondiale aprendo lera atomica. Lesempio ci è dato dalle grandi potenze costantemente alla ricerca di nuove tecnologie per aggiornare i propri arsenali. Resta il fatto che tutto ciò è dettato soprattutto da scopi economici-capitalistici, dato che non sono rari i casi in cui una nazione venda ogni genere di tecnologia militare ad altri paesi, certe volte addirittura contrari alla loro politica. CORSA AGLI ARMAMENTI <

38 Il traffico internazionale di dati di scambio è in forte aumento: lo dimostrano le statistiche relative a reti pubbliche, basate sul calcolo del traffico annuo in uscita che è aumentato del 640% negli untimi quindici anni. Oltre alla trasmissione della voce, anche la trasmissione dei dati è cresciuta del 600%. Queste statistiche costituiscono un significativo indice dello sviluppo che ha avuto il settore delle comunicazioni. INFORMAZIONE E CELLULARI <

39 Negli ultimi quattro anni il numero di utenti della telefonia mobile ha superato su scala mondiale quello degli utenti della telefonia fissa. La maggior parte degli utenti della telefonia mobile è concentrata nei paesi ad alto reddito soprattutto negli Stati Uniti, nei paesi dellEuropa occidentale e Giappone. INFORMAZIONE E CELLULARI <

40 Internet è in continua espansione, il numero di siti web aumenta continuamente, il flusso di informazioni che circola nella rete è pari a circa un miliardo di pagine web. Si è creato una sorta di cyberspazio, ovvero un vero e proprio spazio geografico virtuale, composto da luoghi virtuali(i siti web) ma anche da luoghi fisici, cioè i centri dove risiedono i server ai quali si collegano i computer di tutto il mondo. Và sottolineato come lutilizzo di internet sia dovuto ad una tecnologia che permette il suo funzionamento, come linee telefoniche o ricevitori satellitari. Ciò rappresenta un limite per lutilizzo di internet per gli Stati in ritardo tecnologico. INFORMAZIONE E CELLULARI <<<

41 Gli USA possono essere considerati il maggior centro geografico di internet considerando che fanno da punto di riferimento per oltre l80% delle connessioni effettuate in Asia, Africa e America Latina. INFORMAZIONE E CELLULARI <<<

42 I fattori di rischio che provocano le malattie incidono in misura differente a seconda delle condizioni economiche, sociali, sanitarie ed ambientali in cui vivono le popolazioni e, al loro interno, i diversi strati sociali. Ciò risulta evidente nella differente incidenza dei fattori di rischio per la salute nei paesi in via di sviluppo e in quelli sviluppati. DISTRIBUZIONE FARMACI <

43 Principali cause di morte DISTRIBUZIONE FARMACI Paesi sottosviluppati: Malnutrizione Acqua non potabile Carenza di controlli sanitari Mancanza di norme a protezione della salute Rapporti sessuali non protetti Paesi sviluppati: Uso del tabacco Alcool Colesterolo Sovrappeso Inattività fisica Droga Scarso consumo di vitamine <<<

44 Secondo i dati dellUNESCO ad oggi esistono 771 milioni di analfabeti pari all8,2% della popolazione mondiale. I due terzi sono situati in soli 9 paesi e il 45% è raggruppato in India (34%) e Cina (11%). Questi dati nascondono però grandi differenze presenti nelle varie regioni del globo: in Asia meridionale e occidentale, nellAfrica nera e negli stati arabi solo il 60% della popolazione è alfabetizzata mentre in America latina, nei Carabi, in Asia orientale e nel Pacifico coloro che sanno leggere e scrivere raggiungono il 90% malgrado ciò queste regioni contano il 22% degli analfabeti a livello mondiale. ANALFABETISMO NEL MONDO <

45 Nonostante il forte incremento demografico, la produzione alimentare mondiale è cresciuta negli ultimi decenni più rapidamente della popolazione ed è quindi aumentata la produzione procapite. Viene quindi prodotta su scala mondiale una crescente quantità di alimenti, sufficiente in teoria ad assicurare un buon livello nutritivo ad ogni abitante della Terra. Tuttavia, la disponibilità alimentare è inegualmente distribuita sia sul piano geoeconomico, sia soprattutto sul piano sociale. ALIMENTAZIONE <

46 La resa dei terreni è in genere maggiore nelle regioni economicamente più sviluppate, dove si raccolgono in media circa 3600 kilogrammi di cereali per ettaro, in confronto ai 2800 delle regioni meno sviluppate. Negli Stati uniti si producono su un ettaro in media 5570 kg di cereali, mentre in India se ne producono La causa fondamentale della fame quindi non è la mancanza di cibo sul mercato ma la povertà, soprattutto nelle zone rurali dove la popolazione è privata della possibilità di produrre il necessario per vivere, e allo stesso tempo non è in grado di acquistare cibo di cui ha bisogno. ALIMENTAZIONE <<<

47 RIFLESSIONI

48 Ricerca di vie alternative: situazioni di apertura Ricerca di vie alternative: situazioni di apertura RIFLESSIONI Sottolineatura di come la situazione attuale indichi una cultura della scienza troppo spesso contraria ai caratteri propri della pace. Sottolineatura di come la situazione attuale indichi una cultura della scienza troppo spesso contraria ai caratteri propri della pace. Come per risolvere tali problemi sia necessario rifarci ai valori universali della scienza Come per risolvere tali problemi sia necessario rifarci ai valori universali della scienza Il cattivo uso della scienza uccide la scienza e la pace. Il cattivo uso della scienza uccide la scienza e la pace. <

49 VIE ALTERNATIVE Politiche di mercato più aderenti alla fruizione dei prodotti Gestione diversa dei brevetti Conciliare le nostre tecnologie con realtà più semplici (tecnologie sostenibili) <

50 VALORI UNIVERSALI Luomo è in pace quando ha dei riferimenti. La scienza attraverso la ricerca ottiene delle verità che esprimono dei riferimenti di tipo universale. Quindi riflettendo sui processi scientifici si comprende come essi indichino la strada verso il bene e la pace. <

51 UN CATTIVO USO Come contro esempio, se la ricerca scientifica viene indirizzata soltanto per scopi egoistici e di mercato può essere sottratta energia per altre ricerche indirizzate a problemi che coinvolgono maggiormente il benessere comune. Ciò porta ad un frenare la ricerca scientifica (contro la scienza) ed a un limitare lequo utilizzo dei beni prodotti (contro la pace). <

52 Il dipartimento della cultura dellIstituto Ettore Molinari ringrazia per lopportunità la Provincia di Milano, la Fondazione EXODUS, la Dirigenza Scolastica, i Docenti e gli Studenti che hanno partecipato e contribuito al compiersi dellevento: Scienza e Pace nellambito della Cattedra della Pace. Convinti che ciò lascerà una traccia significativa nella vocazione educativa dellIstituto. Milano, 07 Marzo 2006 RINGRAZIAMENTI

53 Dove ci porta la Scienza, Alberto Oliverio, Editore Laterza Il sapere liberato, Gruppo Laser, Edizioni Feltrinelli Il nucleare, Angelo Baracca, Jaca Book Il sistema globale, Manlio Dinucci, Edizioni Zanichelli BIBLIOGRAFIA


Scaricare ppt "INTRODUZIONE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE LUOMO AL CENTRO TRA SCIENZA E PACE UNIVERSALITA DELLA SCIENZA UNIVERSALITA DELLA SCIENZA LA SITUAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google