La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progettazione individualizzata: gli strumenti per lintegrazione (D.F.-P.D.F.-P.E.P.) 5^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progettazione individualizzata: gli strumenti per lintegrazione (D.F.-P.D.F.-P.E.P.) 5^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007."— Transcript della presentazione:

1 Progettazione individualizzata: gli strumenti per lintegrazione (D.F.-P.D.F.-P.E.P.) 5^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007 Docente: prof. Domenico Milito

2

3 Compiti specifici ai diversi soggetti istituzionali (A.S.L., Ente Locale, Scuola) Strumenti indispensabili per lintegrazione scolastica (Diagnosi Funzionale, Profilo Dinamico Funzionale, Piano Educativo Personalizzato) poi illustrati analiticamente nellatto di indirizzo contenuto nel D.P.R. del

4 PERSONA HANDICAPPATA MINORAZIONE Definizione di persona handicappata (art. 3 c.1) CHI PRESENTA stabilizzata progressiva FISICAPSICHICASENSORIALE CAUSA DI DIFFICOLTÀ di apprendimento, di relazione, di integrazione lavorativa TALE DA DETERMINARE svantaggio sociale ed emarginazione

5 -Il capo distituto o lo psicologo delletà evolutiva segnala ai servizi di base che riferiscono alla Direzione sanitaria e amministrativa dellA.S.L. -Lo specialista provvede allindividuazione CHI INDIVIDUA (art. 2 D.P.R ) Individuazione dellalunno come persona handicappata CHI ACCERTA LHANDICAP (art.4, L. n.104/92) Le Aziende Sanitarie Locali mediante le commissioni multifunzionali che accertano le minorazioni, le difficoltà, la necessità dellintervento assistenziale

6 alla persona handicappata sono garantiti Diritto alleducazione e allistruzione (art. 12, L. n. 104/92) il diritto alleducazione e allistruzione linserimento negli asili nido nelle sezioni di scuola dellinfanzia, nelle classi comuni delle scuole di ogni ordine e grado, nelle istituzioni universitarie, in classi ordinarie quali sezioni staccate della scuola statale per i minori ricoverati STRUMENTI D.F. - P.D.F. - P.E.P

7 È la descrizione analitica della compromissione funzionale dello stato psico-fisico dellalunno in situazione di H Lunità multidisciplinare composta da: -Medico specialista -Spe.sta in neuropsichiatria -Terapista della riabilitazione -Operatori sociali dellASL Che cosè Chi la fa

8 È un documento che descrive in modo analitico i possibili livelli di risposta dellalunno riferiti alle relazioni in atto e a quelle programmabili Lunità multidisciplinare composta da: -Medico specialista -Spe.sta in neuropsichiatria -Terapista della riabilitazione -Operatori sociali dellASL -I docenti curricolari e di sostegno in collaborazione con la famiglia Che cosè Chi lo fa

9 -La descrizione funzionale dellalunno in relazione alle difficoltà che dimostra di incontrare - Lanalisi dello sviluppo potenziale dellalunno a breve e medio termine Indica in via prioritaria il prevedibile livello di sviluppo che lalunno dimostra di possedere nei tempi brevi (6 mesi) e nei tempi medi (2 anni) Cosa contiene A cosa serve

10 Su un modello la cui forma può essere liberamente scelta dagli operatori scolastici e socio-sanitari -è impostato allinizio della scolarizzazione; - alla fine del 1° anno del 1° biennio della scuola primaria, della 2^ classe della scuola secondaria di 1° grado viene tracciato un bilancio diagnostico e prognostico -è aggiornato a conclusione della scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di primo grado Dove è redatto Quando è redatto

11 È il documento nel quale vengono descritti gli interventi integrati ed equilibrati tra loro, predisposti per lalunno, in un determinato periodo di tempo, ai fini della realizzazione del diritto alleducazione e allistruzione È redatto congiuntamente dagli operatori socio-sanitari e dal personale docente, in collaborazione con la famiglia Che cosè Chi lo fa

12 Tiene presenti i progetti didattico-educativi, riabilitativi e di socializzazione individualizzati, nonché le forme di integrazione tra attività scolastiche ed extrascolastiche Mira allintegrazione di tutti gli interventi finalizzati alla piena realizzazione del diritto alleducazione e allistruzione dellalunno disabile Cosa contiene A cosa serve

13 Gruppi di lavoro per lintegrazione scolastica presso lUSP (art. 15, c. 1, L. n. 104/92 ) COMPOSIZIONE Ispettore tecnico, esperto scolastico, due esperti designati dagli EE.LL., due esperti dellA.S.L., tre esperti designati dalle associazioni per H Di consulenza e di proposta al responsabile dellUSP, di consulenza alle singole scuole, di collaborazione con gli Enti e le A.S.L. per la conclusione e la verifica degli accordi di programma per limpostazione dei P.E.P., per qualsiasi altra attività inerente allintegrazione degli alunni in difficoltà di apprendimento. Predispone una relazione annuale da inviare al M.P.I. e al Presidente della Giunta Regionale FUNZIONI Tre anni DURATA

14 Gruppi di lavoro per lintegrazione scolastica presso ogni istituzione Gruppo di Lavoro Operativo (art. 15, c. 2, L. n. 104/92 ) COMPOSIZIONE Insegnanti, Operatori dei servizi, familiari e studenti Collaborazione alle iniziative educative Integrazioni alle attività predisposte nel P.E.P. FUNZIONI Anno scolastico DURATA

15 Valutazione del rendimento e prove desame Gli insegnanti, sulla base del P.E.P., nella valutazione indicano (art. 16, L. n104/92) -Per quali discipline sono stati adottati criteri didattici particolari - Quali attività integrative e di sostegno sono state svolte (anche in sostituzione parziale dei contenuti di alcune discipline) -Su proposta del consiglio di interclasse -Sentiti gli specialisti -Con deliberazione del Collegio dei docenti Una TERZA ripetenza può essere consentita nellinteresse dellalunno (art.14, L. n. 104/92)


Scaricare ppt "Progettazione individualizzata: gli strumenti per lintegrazione (D.F.-P.D.F.-P.E.P.) 5^ Lezione UNICAL SSIS Disciplina: Progettazione 400 ore a.a. 2006/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google