La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazione ? La strategia dei Centri di Trattamento e di Rieducazione valdesi (Svizzera)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazione ? La strategia dei Centri di Trattamento e di Rieducazione valdesi (Svizzera)"— Transcript della presentazione:

1 Che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazione ? La strategia dei Centri di Trattamento e di Rieducazione valdesi (Svizzera)

2 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 2 Nascita dei Centri di Trattamento e di Rieducazione valdesi Dal 1980Tre istituzioni valdesi di tipo « a lunga degenza » si ingaggiano in una riflessione sulla necessità di una struttura ospedaliera « intermedia », che offra alle persone anziane la possibilità di ritrovare lautonomia dopo unospedalizzazione per unaffezione acuta o unoperazione. Nel 1989I primi Centri di Trattamento e Rieducazione (CTR) sono riconosciuti ufficialmente dallautorità sanitaria. Accolgono pazienti : - in convalescenza di una affezione acuta - dopo unoperazione - per una valutazione geriatrica - per cure palliative

3 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 3 Il Label CTR I direttori, medici primari e infermieri caposala si riuniscono regolarmente nellambito del gruppo Label CTR. Il Label CTR definisce: la missione: terapie, proseguimento di terapie, rieducazione, cure palliative le politiche: del personale, delle professioni, della ricerca i mezzi: risorse umane, materiali, processo terapeutico interdisciplinare la strategia di qualità: cetificazione, lavori di ricerca, gruppo Label CTR i dati da raccogliere: motivo di ricovero, operazione precedente la degenza, dipendenza funzionale, livello cognitivo

4 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 4 Lattività dei CTR 12 CTR, 3 divisione, 498 letti Rieducazione geriatrica : - 80% delle degenze B - 76% delle giornate B - DMD di 19.7 giorni. Altre rieducazioni specializzate: - Cure palliative - Rieducazione neurologica - Rieducazione respiratoria - DMD di 27 giorni

5 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 5 Problematica del finanziamento Bilanci attuali stabiliti su basi storiche, senza analisi dei costi Impatto della riforma del finanziamento dei trattamenti ospedalieri ( attraverso APDRG) sullattività di rieducazione: laccorciamento delle degenze A implica laumento dei ricoveri B con patologie piu acute Finanziamento attuale che non è basato sulle prestazioni, non permette il benchmarking né lincitamento allefficienza Non tiene conto del tipo di clientela nei letti di rieducazione benché vi siano grandi differenze allinterno della stessa categoria (livello di dipendenza, diagnosi, gravosità, età,...) Bisogna quindi rivedere il finanziamento della rieducazione!

6 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 6 Obiettivo del progetto Repertoriare i modelli esistenti in Svizzera e nel mondo, e determinare se un nuovo modello di finanziamento possa essere adattato e testato nellottica di sostituire in tutto o in parte il modo di finanziamento attuale dellattività della rieducazione nel cantone di Vaud.

7 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 7 Modelli repertoriati USA : FIM-FRG, MDS-PAC, IRF-PAI Canada : CIHI Australia : AN-SNAP Francia : PMSI-SSR Svizzera : TAR-FIM, PROTOS, RAI-RUG, Loras (riguardante soprattutto la rieducazione neurologica) Denominatore comune: FIM (motorio e cognitivo)

8 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 8 Criteri di selezione del modello Pertinenza del modello: Incitamento allefficienza, al controllo dei costi, alla trasparenza Azione possibile sugli effetti perversi del modello Utilizzabile dai diversi liquidatori Fattibilità di applicazione Scadenza, costo, costo di mantenimento Grado di accettazione da parte del corpo medico e infermieristico (tempo di raccolta, utilità dei dati, facilità di utilizzo,...) Compatibilità del modello con lambiente : Disposizioni legali Con gli altri cantoni Con i sistemi di gestione e di informazione ospedalieri esistenti Con gli altri paesi Principi del nuovo modello di finanziamento valdese

9 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 9 Modello scelto: AN-SNAP (Australia) E il sistema australiano detto AN-SNAP che appare come il piu esauriente in termini di copertura delle attività dei CTR valdesi. Strumento di classificazione convalidato, basato sul FIM-FRG (Misura di Indipendenza Funzionale – Gruppi Correlati Funzionali) Variabili utilizzate per la classificazione : - Rieducazione: diagnosi, FIM motorio, FIM cognitivo, età (32 cl.) - Valutazione e trattamento geriatrico: FIM motorio, FIM cognitivo, età (6 cl.) - Palliativo: RUG-ADL, Fase palliativa, età (11 cl.) Evoluzione recente: BPM: Blended Payment Model, cioè nuova versione della classificazione AN-SNAP e introduzione della variabile durata della degenza

10 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 10 MA… Lapplicazione dellAN-SNAP nel canton di Vaud richiede uno sforzo enorme in tempo, formazione e mezzi finanzari. Decisione di realizzare un modello transitorio semplificato, ispirato sullAN-SNAP. Istituire una raccolta obbligatoria dei dati per linsieme delle istituzioni.

11 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 11 Difficoltà incontrate: Focalizzare le attività dei CTR e circoscrivere il campo della rieducazione. Definizione della rieducazione : impiego combinato di provvedimenti medicali, sociali, pedagogici e tecnici destinati alla formazione, alla riconversione e alla riabilitazione degli handicappati e del loro intorno allo scopo di permettere loro di ritrovare la migliore capacità funzionale, cosiccome un posto a loro misura in seno alla società. Il fatto di sapere cio che deve essere finanziato ha preso un posto altrettanto importante che il come finanziare.

12 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 12 Scelta dello studio : Escludere le cure palliative In un primo tempo: concentrarsi sulla rieducazione geriatrica. In una seconda tappa, adattare il finanziamento alla rieducazione neurologica e respiratoria (piu presente a livello svizzero).

13 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 13 Dati di base utili per la classificazione in rieducazione Dati amministrativi (età, sesso, provenienza, destinazione) Dimensione sociale (vive solo, aiuto del CMS) Dimensione funzionale (AVQ attività della vita quotidiana – Barthel attività della vita quotidiana + mobilità ) Dimensione cognitiva (MMS Mini Mental State) Dimensione affettiva (GDS geriatric depressive scale) Patologia (diagnosi principale della degenza ospedaliera)

14 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 14 Raccolta dei dati CHI? Tutti i CTR COSA? Età – destinazione – Barthel e MMS al momento del ricovero – diagnosi e/o motivo di ricovero al CTR PERCHE? Creazione di una base di dati comuni tra i CTR per la definizione di un casemix in rieducazione QUANDO? Acquisizione dei dati a partire dal 1° aprile 2003 COME? Acquisizione dei dati dalle istituzioni – invio dei dati al centro statistico che li tratta – ritorno sotto forma di benchmarking ai CTR

15 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 15 Descrizione delle popolazioni secondo letà

16 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 16 Descrizione delle popolazioni secondo la durata della degenza

17 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 17 Dipendenza funzionale Molto grave:Barthel <=20 Grave:Barthel Moderata:Barthel Lieve:Barthel Indipendente:Barthel =100

18 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 18 Gruppi di dipendenza funzionale : variazione età e durata

19 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 19 Disturbi cognitivi MMS>=25:assenza di disturbi cognitivi MMS<25:disturbi cognitivi

20 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 20 Gruppi con/senza disturbi cognitivi : variazione della durata e delletà

21 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 21 Riassunto A parte qualche eccezione, relativa omogeneità dei CTR geriatrici I dati minimali acquisiti al momento del ricovero (età, Barthel, MMS) permettono di differenziare la popolazione in termini di durata media di degenza in rieducazione. Con questo è possibile formare gruppi di pazienti.

22 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 22 Dati a disposizione Base di datiCUTR SYLVANACTR VALDESE Anni/paziente2002 / 710 pazienti mesi / 2405 pazienti Dati amministrativiEtà, sesso, provenienza, destinazione Dimensione socialeVive solo, aiuto del CMS Dimensione funzionaleAVQ – BarthelBarthel Dimensione cognitivaMMS Dimensione affettivaGDS PatologiaDiagnosi ADiagnosi A – motivo del ricovero Dimensione economicaIndice di costo

23 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 23 Indice di costo (CUTR Sylvana) Tipo di costoAttribuzione al paziente Indicatore Cure infermieristiche direttaPRN Cure clinicheindirettaCalcolo di un peso alla giornata in funzione del carico di lavoro del medico (ammissioni, uscite, colloqui di rete, trasferimenti, visite mediche...) Ergoterapia, fisioterapia, directePoints Biancheria, cucina, medicine indirettaPrezzo forfettario quotidiano

24 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 24 Raggruppamento iso-costi, CUTR Sylvana, 2002 Selezione pre-studio (esclusioni): pazienti non deceduti alla fine della degenza pazienti non trasferiti in urgenza verso una degenza A pazienti con degenza superiore ai 3 giorni attenzione ai pazienti con dialisi

25 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 25 Raggruppamento iso-costi, CUTR Sylvana, 2002 I 4 gruppi ottenuti sono definiti nella seguente maniera : Gruppo 1 (molto costoso): score BAVQ ricovero 0 o 1,o BAVQ al ricovero 2 e diagnosi cerebro-vascolare Gruppo 2 : score BAVQ allammissione=2 e assenza di diagnosi cerebro-vascolare Gruppo 3 : tutti quelli non rientranti in uno degli altri gruppi Gruppo 4 (poco costoso): score BAVQ al ricovero >=5 e non conosciuto dal CMS preospedaliero o non vive solo e senza disturbi cognitivi o senza disturbo deèressivo e diagnosi altra che cardiovascolare o digestiva

26 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 26 Raggruppamento iso-costi, CUTR Sylvana, 2002

27 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 27 Raggruppamento iso-durate, apprendimento sui dati del CUTR Le durate rendono conto dell80% dei costi sui dati del CUTR Dati di costo non sono ancora a disposizione nei diversi CTR La populazione del CUTR non è rappresentativa degli altri CTR

28 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 28

29 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 29 Raggruppamento iso-durate, apprendimento sui dati del CUTR Gruppo 1 (lunga degenza): score di Barthel al ricovero <=45 o se MMS presente, con disturbi cognitivi Gruppo 2 : score di Barthel tra 50 e 55 e se MMS presente, assenza di disturbi cognitivi Gruppo 3 : score di Barthel tra 60 e 65 e se MS presente, assenza di disturbi cognitivi Gruppo 4: score di Barthel superiore a 65 e età superiore a 80 e se MMS presente, assenza di disturbi cognitivi Gruppo 5 (degenza corta): score di Barthel superiore a 65 e età inferiore a 80 e se MMS presente, assenza di disturbi cognitivi

30 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 30 Gruppi preliminari, durata, ogni CTR

31 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 31 Alcune note sul criterio di riduzione di variabilità Questo criterio non è assoluto, perchè strettamente dipendente della variabilità presente nell'insieme dei dati E' da intendersi come un indicatore comparativo dei due modelli o dei due insiemi di dati E' ugualmente utile per attestare la stabilità o no dei dati (ricampionatura con risultati molto diversi, per esempio)

32 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 32 Seguito del progetto Convalidare il modello basato sui costi, elaborato al CUTR Sylvana, prima di poterlo utilizzare per il finanziamento (popolazione non rappresentativa, costweight da convalidare). Utilizzazione del modello basato sulle durate di degenza. Regolare la variabilità in ogni gruppo se necessario: integrare una categorizzazione secondo la durata delle degenze (durata corta, "normale", lunga). Stabilire delle regole per gli outliers. Analizzare il casemix di ogni istituzione. Calcolare una tariffa per ogni gruppo e testare il modello di finanziamento.

33 ALASS, Bucarest settembre 2004 La strategia dei CTR valdesi : che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazion ? 33 GRAZIE per la vostra attenzione. Pour plus dinformations : Eliane Deschamps, économiste Jean-François Nicolet, médecin Estelle Martin, statisticienne Estelle


Scaricare ppt "Che gruppi di pazienti per finanziare la rieducazione ? La strategia dei Centri di Trattamento e di Rieducazione valdesi (Svizzera)"

Presentazioni simili


Annunci Google