La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA : SOSTEGNO AGLI ALUNNI CON DISABILITÀ, ANNO SC.2010/2011 Anffas onlus Treviso USP Treviso TREVISO 15 maggio 2010 Istituto Mazzotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA : SOSTEGNO AGLI ALUNNI CON DISABILITÀ, ANNO SC.2010/2011 Anffas onlus Treviso USP Treviso TREVISO 15 maggio 2010 Istituto Mazzotti."— Transcript della presentazione:

1 INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA : SOSTEGNO AGLI ALUNNI CON DISABILITÀ, ANNO SC.2010/2011 Anffas onlus Treviso USP Treviso TREVISO 15 maggio 2010 Istituto Mazzotti comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 1

2 IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA PRESA IN CARICO DELLALUNNO CON DISABILITA.LINEE GUIDA DEL MIUR 2009 Lilia Manganaro Consigliera nazionale Anffas onlus con delega alle politiche per linclusione scolastica comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 2

3 L INEE G UIDA : LA C ORRESPONSABILITÀ DELL I NCLUSIONE S COLASTICA (a cura di) COMITATO TECNICO –SCIENTIFICO ANFFAS PADOVA comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 3

4 Lo sviluppo delle potenzialità degli alunni con disabilità intellettiva negli apprendimenti, nella comunicazione, nella relazione e nella socializzazione … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova I compiti della scuola … …rappresenta lobiettivo fissato dalla normativa, attuabile mediante linserimento nelle classi comuni. Legge 104/92 … educare e istruire 4

5 Gli alunni, tutti gli alunni, con disabilità intellettiva e/o disturbi generalizzati dello sviluppo apprendono È compito della scuola insegnare ed educare Apprendere e socializzare sono paradigmi per una Vita di Qualità (Benessere integrale della persona) LInclusione ha forte valenza sociale LInclusione si innesta e realizza con il Progetto di Vita È BENE RICORDARE CHE … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 5

6 L A CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA E FORMATIVA DEI DOCENTI La scuola affinché sia realmente inclusiva necessita di: 1. Corresponsabilità educativa diffusa 2. Competenza didattica diffusa: … per rispondere ai bisogni degli alunni con disabilità … per rispondere ai bisogni degli alunni con disabilità … per impostare una fruttuosa relazione educativa con tutti gli alunni … per impostare una fruttuosa relazione educativa con tutti gli alunni comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova La corresponsabilità educativa e formativa degli insegnanti 6

7 A LCUNE NOTE … Cooperazione e corresponsabilità Cooperazione e corresponsabilità : elementi salienti del P.O.F. Cooperazione e corresponsabilità Cooperazione e corresponsabilità contemplano: -Presa in carico -Programmazione collegiale -Definizione comune Cooperazione e corresponsabilità Cooperazione e corresponsabilità rappresentano una garanzia di tutela del diritto allo studio degli alunni con disabilità. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 7

8 C OME SI REALIZZA CORRESPONSABILITÀ … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova È compito della comunità scolastica (Docenti, D.S.) a) inserire nel Piano dellOfferta Formativa la scelta inclusiva della scuola b) specificare le prassi inclusive (gruppi di livello eterogenei, apprendimento cooperativo, ecc.) c) organizzare i curricoli in funzione dei diversi stili o delle diverse attitudini cognitive, d) gestire in modo alternativo le attività daula, e) favorire e potenziare gli apprendimenti e f) adottare materiali e strategie didattiche in relazione ai bisogni degli alunni. I Consigli di classe (o Team docente, Modulo) coordinano : le attività didattiche le attività didattiche, la preparazione dei materiali per ciascun alunno con disabilità allinterno della propria classe Per favorire la piena partecipazione allo svolgimento della vita scolastica per ciascun alunno con disabilità allinterno della propria classe. I Consigli di classe (o Team docente, Modulo) coordinano : le attività didattiche le attività didattiche, la preparazione dei materiali per ciascun alunno con disabilità allinterno della propria classe Per favorire la piena partecipazione allo svolgimento della vita scolastica per ciascun alunno con disabilità allinterno della propria classe. NOTA: Evitare di predisporre interventi didattici ad hoc equivale a disparità di trattamento! Obiettivo assicurare il successo formativo a tutti gli alunni Obiettivo :assicurare il successo formativo a tutti gli alunni. 8

9 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova … lavorare su più direzioni 9

10 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 1 Il clima della classe (1) 2 Le strategie didattiche e gli strumenti (2) 3 Lapprendimento-insegnamento (3) 4 La valutazione (4) 5 Il docente assegnato alle attività di sostegno (5) … lavorare su più direzioni 10

11 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 1 Il clima della classe (1) … lavorare su più direzioni 11

12 (1) C LASSE : COMUNITÀ ACCOGLIENTE Luogo di innovazione e di ricerca dove tutti apprendono dellinterdipendenza e della solidarietà, della cooperazione e della scoperta … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova Apprendimento avviene in contesti sociali … Lapprendimento si realizza dallo scambio costante tra chi sa e chi apprende e tra chi insieme apprende. 12

13 « IL CLIMA DELLA CLASSE » Valorizzare le diversità promuovere interazioni e relazioni promuovere laccoglienza favorire la strutturazione del senso di appartenenza costruire relazioni socio-affettive positive gestire la conflittualità stigmatizzare comportamenti discriminatori o simili comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova n. b. … Criticità classi sovraffollate più alunni con disabilità nella stessa classe tourn over dei docenti (mancata continuità educativo-didattica cattive prassi: gruppi di livello omogenei… spazi separati (appartati, isolati,.. antinclusivi – corridoi o stanzini … … …. … n. b. … Criticità classi sovraffollate più alunni con disabilità nella stessa classe tourn over dei docenti (mancata continuità educativo-didattica cattive prassi: gruppi di livello omogenei… spazi separati (appartati, isolati,.. antinclusivi – corridoi o stanzini … … …. … 13

14 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 2 le strategie didattiche e gli strumenti (2) … lavorare su più direzioni 14

15 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 2 le strategie didattiche e gli strumenti (2) … lavorare su più direzioni 15

16 (2) L E STRATEGIE DIDATTICHE E GLI STRUMENTI Metodologie privilegiate per una scuola inclusiva: Apprendimento cooperativo Lavoro in gruppi eterogenei o a coppie (eterogenee) Apprendimento per scoperta Strategie Suddivisione del tempo in tempi Approccio metacognitivo Problem solving e planning Strumenti Uso di mediatori didattici di attrezzature e ausili informatici, di software e sussidi specifici Nota Far riferimento e avvalersi dei centri territoriali (CTRH, CTI …) comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 16

17 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 3 insegnamento e apprendimento (3) … lavorare su più direzioni 17

18 Nel sistema inclusivo Nel sistema inclusivo … protagonista … lalunno è protagonista dellapprendimento, indipendentemente dalle sue capacità, potenzialità e limiti; partecipa … lalunno partecipa alla costruzione attiva della conoscenza, che va sostenuta attivando strategie, rispettando ritmi e i stili di apprendimento, assecondando meccanismi di autoregolazione (approccio metacognitivo). Le Linee Guida suggeriscono il ricorso ad una metodologia dellapprendimento cooperativo e metacognitivo al tempo stesso. (3) APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 18

19 LABORATORI la costituzione di laboratori che accolgano più alunni con disabilità per quote orarie anche minime … è contraria alle disposizioni della Legge 104/92, la costituzione di laboratori che accolgano più alunni con disabilità per quote orarie anche minime e per prolungati e reiterati periodi dellanno scolastico Linee guida ( Linee guida ) comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 19

20 Comunicazione Socializzazione Relazione Apprendimento … talvolta si tende a considerare esaurito il ruolo formativo della scuola nella socializzazione … (Linee Guida) comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 20

21 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 4 la valutazione (4) … lavorare su più direzioni 21

22 V ALUTAZIONE (4) L A V ALUTAZIONE Va rapportata al PEI (art. 16 L. 104/92) contitolarità TUTTI gli alunni della classe diritto di voto Gli insegnanti assegnati alle attività di sostegno, assumendo la contitolarità delle sezioni e delle classi in cui operano, partecipano a pieno titolo alle operazioni di valutazione periodiche e finali di TUTTI gli alunni della classe con diritto di voto. Si valutano: i processi e le performance. NOTA _ Una disciplina può essere omessa: in tal caso deve essere sostituita con altre/a attività; oppure può essere parzialmente ridotta. La valutazione si esprime in relazione alle attività effettuate. Il tempo-scuola deve essere interamente considerato tempo-scuola. Per tutti. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 22

23 R EGISTRO O FASCICOLO in molte scuole viene consegnato allinsegnante di sostegno un registro personale per lalunno con disabilità; anni fa il Ministero si è espresso a riguardo ; Linee Guida le Linee Guida riprendono e riaffermano quanto affermato in precedenza, e cioè che … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova … gli insegnanti assegnati alle attività per il sostegno disporranno di registrirecanti i nomi di tutti gli alunni della classe di cui sono contitolari. … gli insegnanti assegnati alle attività per il sostegno, assumendo la contitolarità delle sezioni e delle classi in cui operano e partecipando a pieno titolo alle operazioni di valutazione periodiche e finali degli alunni della classe con diritto di voto, disporranno di registri recanti i nomi di tutti gli alunni della classe di cui sono contitolari. 23

24 Assicurare il successo formativo a ciascun alunno significa … comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 5 il docente assegnato alle attività di sostegno (5) … lavorare su più direzioni 24

25 (5) I L DOCENTE ASSEGNATO ALLE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO … Si occupa delle attività di sostegno della classe cui è assegnato Lassegnazione coincide con la presenza di un alunno con disabilità in quella classe Facilitatore e regista del processo di inclusione comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova Nel promuovere linclusione, le Linee Guida ricordano che lazione di tutti e di ciascun docente deve essere volta ad attuare i compiti propri della scuola. 25

26 (5) I L DOCENTE ASSEGNATO ALLE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO … Linee Guida Le Linee Guida mettono in guardia rispetto al rischio di una mancata presa in carico da parte di tutto il Consiglio di Classe o Team Docente: in zona parcheggiooppure venga allontanato dalla classe ai collaboratori … capita, infatti, che nelle ore in cui lIdS non è presente, il bambino/ragazzo con disabilità stia nella classe in zona parcheggio (nella migliore delle ipotesi) oppure venga allontanato dalla classe e affidato (impropriamente) allassistente educatore o assistente ad personam o ai collaboratori scolastici. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova Nel promuovere linclusione, le Linee Guida ricordano che lazione di tutti e di ciascun docente deve essere volta ad attuare i compiti propri della scuola. 26

27 L A FAMIGLIA comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 27

28 C OLLABORAZIONE CON LA FAMIGLIA La partecipazione della famiglia avviene secondo gli adempimenti previsti dalla norma (L. 104/92, Atto di Indirizzo). Partecipa a pieno titolo alla stesura del PDF e del PEI. È necessario che i rapporti fra le due agenzie siano nellottica della collaborazione, attivando unAlleanza Educativa, al fine di sostenere il processo di sviluppo dellalunno con disabilità. La famiglia rappresenta un punto di riferimento essenziale per una corretta inclusione: è fonte di preziose in formazioni e rappresenta il luogo in cui si realizza e avviene la continuità tra educazione formale ed educazione informale. La famiglia rappresenta un punto di riferimento essenziale per una corretta inclusione: è fonte di preziose in formazioni e rappresenta il luogo in cui si realizza e avviene la continuità tra educazione formale ed educazione informale. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 28

29 … ( SEGUE ) C OLLABORAZIONE CON LE FAMIGLIE La documentazione deve essere sempre disponibile per la famiglia e, quando richiesta, deve essere consegnata dallistituzione scolastica. : ai colloqui devono partecipare tutti gli insegnanti della classe Linformazione deve essere sempre puntuale: ai colloqui devono partecipare tutti gli insegnanti della classe Il Fascicolo Personale dellalunno, la cui assenza potrebbe incidere negativamente tanto sul diritto di informazione della famiglia quanto sul processo di integrazione, costituisce una preziosa fonte di informazione e documentazione. Per favorire al massimo la partecipazione alle riunioni in cui la famiglia è coinvolta, il Dirigente Scolastico concorderà preventivamente lorario Per favorire al massimo la partecipazione alle riunioni in cui la famiglia è coinvolta, il Dirigente Scolastico (o chi per esso) concorderà preventivamente lorario comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 29

30 … PER UNA SCUOLA INCLUSIVA Rendere maggiormente partecipi le famiglie nella elaborazione della documentazione (PDF, PEI) Monitorare con la famiglia il percorso educativo e formativo del figlio famiglie Coinvolgere le famiglie negli incontri promossi dalla scuola durante i colloqui individuali o collegiali Coinvolgere le famiglie durante i colloqui individuali o collegiali Ogni insegnante (ogni modulo) deve ricevere la famiglia dellalunno con disabilità Ogni insegnante (ogni modulo) deve ricevere la famiglia dellalunno con disabilità) comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova S CUOLA - F AMIGLIA APPUNTI 30

31 P ERSONALE ATA E C OLLABORATORI S COLASTICI comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 31

32 P ERSONALE ATA E ASSISTENZA DI BASE Ogni scuola è responsabile delle condizioni del contesto ed è impegnata a predisporre servizi qualitativamente idonei affinché possano adeguatamente rispondere alle esigenze di ciascun alunno. Se necessario, la scuola (D.S.) deve attivare corsi di formazione specifica degli operatori, al fine di rendere effettiva lintegrazione degli alunni. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 32

33 P ERSONALE ATA E ASSISTENZA DI BASE assistenza di base rientrano nelle funzioni aggiuntive per la cui attivazione il Dirigente Scolastico avvierà le procedure previste dalla contrattazione collettiva Le mansioni richieste (assistenza di base) rientrano nelle funzioni aggiuntive per la cui attivazione il Dirigente Scolastico avvierà le procedure previste dalla contrattazione collettiva in ogni caso Egli (D.S.) deve in ogni caso assicurare il diritto allassistenza, mediante lorganizzazione e utilizzando tutti gli strumenti di gestione delle risorse umane previste dallordinamento. comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 33

34 I NCLUSIONE : RIGUARDA ANCHE ME !!! Linclusione riguarda tutta la comunità scolastica. Ciascun insegnante è corresponsabile della sua realizzazione e attuazione. Di chi è lalunno con disabilità? comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova Di tutti i docenti. Tutti gli insegnanti assegnati alla classe alla quale egli è iscritto. Chi sono gli insegnanti dellalunno con disabilità? 34

35 L A CORRESPONSABILITÀ DELL INCLUSIONE : La presa in carico, che avviene mediante le azioni proprio della scuola: educare, istruire allinterno di contesti formativi (il gruppo-classe), nelle classi comuni (contesti inclusivi ed eterogenei), nelle classi comuni (contesti inclusivi ed eterogenei), con i coetanei (stessa età anagrafica). con i coetanei (stessa età anagrafica). comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova sintesi 35

36 B IBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA N.B. le immagini sono tratte da siti internet (ricerca google per immagini) MIUR, Linee Guida per lintegrazione degli alunni con disabilità, 4 agosto 2009, Prot /PRESENTAZIONE/ITA%20- %20PRESENTAZIONE%20(Web)/DON%20MILANI%20- %20ITA_file/image009.jpg comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 36

37 Lll Lllll,,, comitato tecnico-scientifico anffas onlus padova 37


Scaricare ppt "INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA : SOSTEGNO AGLI ALUNNI CON DISABILITÀ, ANNO SC.2010/2011 Anffas onlus Treviso USP Treviso TREVISO 15 maggio 2010 Istituto Mazzotti."

Presentazioni simili


Annunci Google