La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IX n. glossofaringeo X n. vago XI n. accessorio XII n. ipoglosso Nervi misti 12.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IX n. glossofaringeo X n. vago XI n. accessorio XII n. ipoglosso Nervi misti 12."— Transcript della presentazione:

1 IX n. glossofaringeo X n. vago XI n. accessorio XII n. ipoglosso Nervi misti 12

2 Disturbi del gusto 11

3 Impariamo i termini Disturbi del gusto AGEUSIA: Perdita completa del gusto IPOGEUSIA: Perdita parziale del gusto DISGEUSIA: Gusto «distorto» CACOGEUSIA: Gusto «cattivo» IPERGEUSIA: Ipersensibilità gustativa PARAGEUSIA durante Lalimentazione FANTAGEUSIA percezione di sapori inesistenti 10

4 IX - Nervo glossofaringeo 9

5 1)Motoria somatica: m. costrittore sup.del faringe, m.stilo-faringeo 2) Sensitiva somatica: mucosa della cassa timpanica e tuba di Eustachio,parte di cute del padiglione auricolare 3) Viscerale effetrice: ghiandola parotide, ghiandole salivari minori 4) Viscerale sensitiva: papille gustative posteriori, glomo e seno carotideo Funzione: 8

6 IX - Nervo glossofaringeo Emergenza: solco laterale posteriore del bulbo Nuclei: bulbo, n. salivatorio, n. ambiguo e n. del tratto solitario Foro duscita: forame giugulare (forame giugulare) 7

7 IX- X - XI - Nervi misti IX XI X MPR 6

8 È una entità clinica caratterizzata da scariche dolorose nel territorio sensitivo del nono nervo cranico. Le caratteristiche del dolore sono simili a quelle della nevralgia trigeminale. Si differenzia però da quest´ultima per quanto concerne le aree interessate. La nevralgia del glossofaringeo e circa cento volte più rara di quella trigeminale. La forma tipica solitamente predilige letà media soprattutto dopo la quarta decade, senza preferenza di sesso. Tipicamente si tratta di un dolore lancinante, ripetitivo, a scarica, tipo scossa elettrica, che interessa la regione delle tonsille, la base della lingua o la parete posteriore del faringe, da un lato, e si irradia verso l´orecchio. Gli stimoli che possono indurre il dolore sono: il parlare, ma soprattutto la masticazione e la deglutizione (zone trigger). Durante gli attacchi il paziente rimane solitamente immobile e con il capo flesso. IX nc – NEVRALGIA GLOSSOFARINGEO

9 X - Nervo vago 4

10 1)Motoria somatica: m. faringei e laringei 2) Sensitiva somatica: parte di cute del padiglione auricolare 3) Viscerale effetrice: visceri del collo, torace ed addome 4) Viscerale sensitiva: visceri del collo, torace ed addome Funzione: 3

11 Emergenza: solco laterale posteriore del bulbo Nuclei: bulbo, n. dorsale motorio, n. ambiguo e n. del tratto solitario Foro duscita: forame giugulare (foro lacero posteriore) X - Nervo vago 2

12 La disfonia è uno dei disturbi della voce che va dalla raucedine fino all'afonia. In pratica con il termine disfonia si intende la difficoltà nel produrre una voce "fisiologica" indotta da cause che possono essere organiche o funzionali. Disturbi della voce DISFONIA Congenite (sulcus cordale, laringomalacia, condromalacia, diaframma laringeo, mancanza dell'epiglottide...); Paralisi cordali (monolaterali o bilaterali, in adduzione o in abduzione); Infiammatorie (acute; croniche: noduli cordali, polipi cordali, disfonia disfunzionale ipocinetica, disfonia disfunzionale ipercinetica, edema di Reinke...); Endocrine Psicogene; Neoplastiche; Infettive (meningite, difterite); Lesioni vascolari del bulbo encefalico; Disfonia della muta vocale; Sclerosi laterale amiotrofica. 1

13 XI - Nervo accessorio 7

14 Funzione: motoria somatica: m. trapezio e m. sternocleidomastoideo Nuclei: bulbo C1-C3 Emergenza: solco laterale posteriore del bulbo. Cordone laterale del midollo spinale Foro duscita: forame giugulare XI - Nervo accessorio 6

15 5

16 N.Glosso Far. N.Acc.Bulbare N.Acc.Spinale N. Vago N.Accessorio Confluenzza ramo bulbare e spinale 4

17 XII - Nervo ipoglosso Canale Ipoglosso Origine: Bulbo- pre olivare N.Ipoglosso (+Fasci ind.) 3

18 Schawannoma forame giugulare 2 T1T1 Gd T2 SpIR

19 Paraganglioma forame giugulare 1 T1 Gd MRA PC DSA

20 XII - Nervo ipoglosso 4

21 Funzione: motoria somatica: m. della lingua Nuclei: bulbo C1-C5 Emergenza: solco antero-laterale del bulbo (pre- olivare) Foro duscita: canale dellipoglosso XII - Nervo ipoglosso 3

22 Le cause possono essere di tipo ostruttivo, ovvero di riduzione del lume delle vie digestive superiori (esofago in particolare) per compressione o ostruzione, oppure di tipo motorio (discinesie). Rientrano nella prima categoria la presenza di corpi estranei, stenosi, tumori, diverticoli, infiammazioni, ingrossamento della tiroide, spondilite cervicale. Nel secondo gruppo, si comprendono gli esiti funzionali di patologie sistemiche, come polimiosite, sclerosi laterale amiotrofica o sclerodermia, e di patologie esofagee come l'acalasia, lo spasmo esofageo diffuso, o le discinesie idiopatiche dell'esofago. Altre cause rintracciabili possono essere neurologiche, come la paralisi dei muscoli della lingua, o la poliomielite, oppure neuromuscolari, come la miopatia e la miastenia. Disturbi della deglutizione Disfagia 2

23 Frattura condilo occipitale con interessamento canale ipoglosso Lipoma canale ipoglosso Neurinoma ipoglosso Ischemia cronica XII 1 RM T2 RM T1 SpIR Gd RM T1 Gd CT


Scaricare ppt "IX n. glossofaringeo X n. vago XI n. accessorio XII n. ipoglosso Nervi misti 12."

Presentazioni simili


Annunci Google