La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Milano, 24 settembre 2002 Lo sviluppo del sistema agricolo ed agroindustriale lombardo Le opportunità offerte dallart. 8 l.r. 7/2000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Milano, 24 settembre 2002 Lo sviluppo del sistema agricolo ed agroindustriale lombardo Le opportunità offerte dallart. 8 l.r. 7/2000."— Transcript della presentazione:

1 Milano, 24 settembre 2002 Lo sviluppo del sistema agricolo ed agroindustriale lombardo Le opportunità offerte dallart. 8 l.r. 7/2000

2 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Percorso normativo Alessandro Pezzotta

3 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, definisce le linee regionali di intervento per lagroindustria prevede finanziamenti per progetti di filiera Legge regionale 7/2000 Art. 8

4 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, promozione della produzione e commercializzazione dei prodotti agricoli Riferimenti comunitari aiuto 604/2001: misure previste investimenti e acquisizioni beni materiali certificazioni, controllo, sviluppo sistemi di qualità tipicità e prodotti biologici avviamento attività e concentrazione di unità produttive per cooperative e associazione produttori attività di ricerca e sviluppo per il miglioramento qualitativo dei prodotti

5 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Circolare approvata con d.g.r del 12/4/2002 Circolare approvata con d.g.r del 12/4/2002: applicazione delle misure attraverso presentazione di accordi di filiera Decreto Direttore Generale Decreto Direttore Generale: modalità di valutazione dei progetti Riferimenti applicativi

6 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, tab. 8.1 investimenti e acquisizioni beni materiali tab sviluppo sistemi di rintracciabilità, di qualità e di audit ambientale tab aiuti per avviamento attività e concentrazione di unità produttive per cooperative e associazione produttori Misure finanziabili

7 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Gli ambiti settoriali e i limiti di applicazione Giorgio Bleynat - Mario Astuti

8 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano,

9 Progetti Finalità e obiettivi P.A.C. Vincoli O.C.M.

10 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Offerta prodotti NO > potenzialità produttiva O.C.M. Domanda di mercato

11 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Misure di sostegno e di controllo Aiuto diretto ai produttori:premi Contenimento capacità produttive: quote di produzione

12 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, O.C.M LATTE Eccedenze di produzioni di latte e derivati Regime di quote individuali Bacino di produzione definito Applicazione del prelievo NO >capacità lavorazione

13 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, O.C.M ORTOFRUTTA POMODORO Soglia di trasformazione a livello nazionale Capacità produttiva nei limiti consentiti da quota nazionale

14 Requisiti minimi igienico sanitari I beneficiari dei contributi DEVONO rispettare, in rapporto allattività svolta, i requisiti stabiliti dalle norme comunitarie e nazionali in materia di: Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, ambiente igiene degli alimenti benessere degli animali

15 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Le norme riguardano: P la protezione degli animali negli allevamenti durante il trasporto alla macellazione P ligiene di produzione, trasformazione e commercializzazione degli alimenti e delle bevande (compreso autocontrollo) P i requisiti strutturali e funzionali necessari per riconoscimento (bollo CEE) per stabilimenti di produzione/lavorazione di alimenti di origine animale P letichettatura dei prodotti alimentari

16 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Le norme riguardano: P i limiti di accettabilità per residui di antiparassitari P il divieto di utilizzo di sostanze ad azione ormonale negli allevamenti P le corrette modalità di utilizzo dei farmaci veterinari negli allevamenti P la protezione dellambiente P lo smaltimento dei rifiuti

17 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Documenti da allegare alla domanda possesso riconoscimento, se previsto (macelli, salumifici, caseifici) NO infrazioni alle norme su benessere, farmaci, ormoni, ecc. Autocertificazione attestante il rispetto dei requisiti in materia di ambiente, igiene e protezione degli animali

18 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Documenti da allegare alla domanda ALLEGARE planimetria della struttura vistata per approvazione dallAutorità Sanitaria Parere preventivo del Servizio Veterinario ASL per realizzazione di opere che riguardano strutture per cui è necessario il riconoscimento (bollo CEE)

19 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Documenti da allegare alla richiesta di accertamento Documentazione attestante il rispetto dei requisiti in materia di ambiente, igiene e protezione degli animali ALLEGARE copia del decreto regionale di riconoscimento (bollo CEE) ove previsto

20 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, ATTENZIONE !!! I beneficiari dei contributi sono soggetti a CONTROLLO per il rispetto dei requisiti in materia di ambiente, igiene e protezione degli animali da parte dellAutorità competente (ASL o ARPA) in caso di infrazione sono esclusi dal finanziamento

21 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, La filiera e gli investimenti Fulvio Guerci

22 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Il concetto di filiera dai contratti di conferimento al processo di filiera cambia il ruolo dei produttori agricoli nasce limpresa di filiera

23 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Condividere gli obiettivi Promuovere una progettazione integrata Realizzare la rintracciabilità dei prodotti Creare valore aggiunto Impresa di filiera per…

24 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Progetti orientati a nuovi sbocchi di mercato Progetti estesi allintera filiera Progetti finalizzati alle aggregazioni aziendali Criteri di valutazione

25 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Investimenti fortemente innovativi Miglioramento e controllo della qualità dei prodotti Miglioramento delle condizioni igienico sanitarie Progetti in armonia con lambiente Requisiti e priorità degli investimenti

26 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Rintracciabilità Marianna Garlanda

27 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, I diritti fondamentali del consumatore Tutela della salute e della sicurezza Diritto allinformazione e alleducazione

28 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, …la politica della sicurezza alimentare deve basarsi su un approccio completo e integrato … dai campi alla tavola … e richiede la rintracciabilità dei percorsi degli alimenti… Libro Bianco sulla sicurezza alimentare

29 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Rintracciabilità Perché Quale Come

30 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Perché? Aumenta la sicurezza igienico sanitaria Rafforza la fiducia del consumatore Controllo e certificazione di specificità del prodotto Strumento di eccellenza e di competitività

31 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Quale? Normativa cogente Etichettatura dei prodotti alimentari D.Lgs. 109/92 Filiere delle DOP/IGP Reg.CEE 2081/92 Igiene dei prodotti alimentari D.Lgs.155/97 Rintracciabilità carni bovine Reg. CE 1760/00 Legislazione alimentare e sicurezza Reg. CE 178/02

32 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Quale ? Normativa volontaria D.Lgs. 228/2001: Orientamento e modernizzazione del settore agricolo … norma UNI aprile 2001: Sistema di rintracciabilità nelle filiere agroalimentari

33 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Quale ? Normativa volontaria norma UNI definizione di rintracciabilità di filiera: …capacità di ricostruire la storia e di seguire lutilizzo di un prodotto mediante identificazioni documentate…

34 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Come ? I Pilastri 1) la filiera dalla tavola al campo: identificazione e ruoli delle aziende coinvolte - contenuto degli accordi 2) Il prodotto da rintracciare: lunità materialmente e singolarmente identificabile, lanalisi dei flussi materiali

35 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Come ? I Pilastri 3) laspetto comunicazione al consumatore: consapevolezza delle prospettive commerciali e finalizzazione del progetto alle esigenze di mercato

36 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Intensità dellaiuto Grandi imprese: fino a 100 mila euro in tre anni Piccole e medie imprese: limporto più vantaggioso tra il 50% delle spese ammesse e 100 mila euro

37 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Processi di concentrazione e di fusione Cesare Scolari

38 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, TABELLA 8.3 ASSOCIAZIONI DI PRODUTTORI 1) AVVIAMENTO spese fino a 7 anni dal riconoscimento 2)AMPLIAM. ATTIVITA nuovi prodotti o nuove attività solo compiti aggiuntivi solo compiti aggiuntivi 3) FUSIONInuovo soggetto giuridico 3) FUSIONI nuovo soggetto giuridico RICONOSCIMENTO COOPERATIVE

39 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, TABELLA 8.3 COSTI DESERCIZIO COSTI DEL PERSONALE ATTREZZ. UFFICIO 100% 20% per 5 anni

40 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, TABELLA 8.3 Concentrazione offerta Adeguamento della domanda Economie di scala Associazioni di produttori Cooperative MERCATOMERCATOMERCATOMERCATO

41 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Analisi dei progetti presentati al 31 maggio Claudia Moneta

42 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Progetti presentati 67 ammessi al finanziamento47 rinunce11 non ammessi al finanziamento9

43 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Spesa complessiva per 47 progetti SPESA AMMESSA AL FINANZIAMENTO (Tab. 8.1) (Tab. 8.2) TOTALE CONTRIBUTO

44 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Dati per Provincia

45 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Dati per settore

46 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Tipologia degli investimenti Interventi di adeguamento strutturale e tecnologico 1940% Nuove linee di lavorazione e confezionamento 1839% Impianti di magazzino e di stagionatura715% Investimenti materiali finalizzati alla rintracciabilità 36%

47 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Beneficiari49 Imprese di trasformazione e commercializzazione30 61% Società Cooperative17 35% Imprese agricole2 4%

48 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Cause di esclusione più ricorrenti Aumento della capacità produttiva Prodotto in filiera inferiore al limite del 50%

49 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Aspettative Ampia adesione alle opportunità di finanziamento (investimenti materiali e immateriali) Progetti innovativi Estensione della filiera alla grande distribuzione

50 Nucleo di valutazione – art. 8 l.r. 7/2000 Milano, Parlano le imprese beneficiarie La progettazione


Scaricare ppt "Milano, 24 settembre 2002 Lo sviluppo del sistema agricolo ed agroindustriale lombardo Le opportunità offerte dallart. 8 l.r. 7/2000."

Presentazioni simili


Annunci Google