La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Problemi e rappresentazioni della devianza tra i giovani immigrati Seminario interdisciplinare Torino, 14 ottobre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Problemi e rappresentazioni della devianza tra i giovani immigrati Seminario interdisciplinare Torino, 14 ottobre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Problemi e rappresentazioni della devianza tra i giovani immigrati Seminario interdisciplinare Torino, 14 ottobre 2005

2 Immigrazione e criminalità: una prospettiva europea Martin Killias École des sciences criminelles - Università di Losanna

3 Uno sguardo indietro… Prima del 1914: limmigrazione era un fenomeno americano In Europa, prevaleva lemigrazione Prima del 1945, tassi di immigrazione minimi in Europa Dopo il 1950 forte migrazione dal Sud verso il Nord dEuropa Svizzera: primo caso significativo

4 Criminalità e migrazione Prima del 1945, un tema americano. Basso tasso di delinquenza osservato fra immigrati Nel dopoguerra, comincia discorso sul nesso fra migrazione e criminalità in Europa In Italia, discorso su problemi con i meridionali Lavori statistici negli anni (Ferracuti, Robert, Neumann ecc.): in generale, immigrati meno delinquenti che giovani (di stessa età e sesso) nazionali

5 Lo choc petrolifero del 1973 Ritorna la disoccupazione in Europa Cambiamento lento delle politiche immigratorie --> mercato del lavoro protetto Diminuzione della migrazione lavorativa Economia globale: spariscono i lavori semplici --> sotto-qualificati più spesso disoccupati Nuovi migranti: rifugiati, clandestini, ricongiungimenti familiari

6 Conseguenze per la delinquenza Riappare il rapporto tra criminalità e migrazione Forte aumento degli immigrati nelle statistiche di polizia e giudiziarie Forte aumento degli immigrati in prigione Fenomeno paneuropeo Rafforzato dopo il 1990 e le guerre nel Ex- Iugoslavia

7 Stranieri incarcerati, in % dei detenuti (2000) Olanda56 Belgio42 Grecia48 Germania20 Italia27 Svizzera65

8 Un fenomeno immaginario ? (1) Le domande (1) Statistiche non valide --> Immigrati più spesso denunciati ? --> Immigrati più spesso condannati ? --> Immigrati puniti più severamente ? --> Immigrati più spesso incarcerati ? --> Le ipotesi plausibili

9 Un fenomeno immaginario ? (2) argomenti sulle statistiche Popolazione meno razzista negli anni 1960? Immigrati hanno alcuni vantaggi: (a) casellario giudiziario spesso sconosciuto (b) cultura di accennare nel Nord (c) procedure difficili con traduttori… (d) Laereo è un alternativa attraente… Pene poco differenziate (per delitti paragonabili)

10 Durata media delle pene comminate nei confronti di svizzeri e stranieri (in anni) SvizzeriStranieri residenti Stranieri non-resid. omicidio rapina violenza carnale traffico di droga

11 Sondaggi di vittimizzazione I: le domande Sondaggi in USA, GB e CH contengono domande sulle caratteristiche dellautore dal punto di vista della vittima Per esempio: età, sesso, origine Criterio didentificazione: la lingua o laccento (Svizzera, >65%), oppure il colore (GB, USA) In altri paesi, tali domande non sono mai state inserite nei questionari (tabù…?), neanche dallISTAT Senza dati, il dibattito continuerà… Se tutto fosse uguale, la sociologia sarebbe inutile

12 Sondaggi di vittimizzazione II: autori stranieri in % Stat Sond Stat Sond Stat Sond Rapina (borseggio) 35%33%65%63%61%62% Aggressione sessuale 45%40%60%52%64%54% Aggressione fisica- minaccia 35%19%60%55%52%51%

13 Sondaggi di vittimizzazione III: probabilità di denuncia Odds ratio P < Rapina (autore straniero) Aggressione sessuale (autore svizzero) Aggressione fisica / minaccia (autore svizzero)

14 Discriminazione: sintesi Le proporzioni di nazionali e stranieri (minorities) secondo statistiche e sondaggi corrispondono Risultati simili in Inghilterra (Shah/Pease) e negli USA (Hindelang/Gottfredson) Le vittime denunciano in funzione della gravità, e non in funzione di caratteristiche proprie o degli aggressori --> origine non importante

15 La seconda generazione Allorigine, un tema americano (1938) Svizzera come caso prematuro Oggi, interesse generale (Olanda, Germania, Italia ecc.) Ipotesi: criminalità sarà molto più frequente fra le seconde generazioni (discrepanza fra ambizioni e possibilità reali; integrazione fallita; famiglia poco funzionale, separazione dai parenti, esperienze di guerra o di violenza in famiglia)

16 Olanda (Junger-Tas et al.) In generale, delinquenza sproporzionata fra giovani Marocchini, ma non tanto fra giovani Surinamesi e Turchi Risultati parzialmente spiegabili tramite variabili di educazione in famiglia e la carriera scolastica

17 Germania (KFN, Hannover) (Enzmann/Wetzels) Violenza sproporzionata fra giovani di origine turca, iugoslava o russa (immigrati di ritorno) Dati di self-report, studenti di anni in 5 regioni urbane Per ultimi 12 mesi, ragazzi:Tedeschi 23%, Turchi 42%, Tedeschi di origine turca 38%, Iugoslavi 35%, Europa meridionale 29%, altre nazionalità 27% Le differenze non svaniscono quandosi considera la condizione sociale e il rendimento scolastico Determinante: essere maschi

18 Zurigo, Svizzera (Ribeaud/Eisner) Studio self-report, 2653 studenti, età media 15.7 anni, di cui 1260 ragazzi (1999) Ragazzi: indici di violenza dichiarata: - Svizzeri.42 - Turchi.91 - Iugoslavia.74 - Europa meridionale.60 Differenze parzialmente spiegabili tramite SES e propensione alla violenza (maschi), poca influenza di fattori legati alla famiglia (p.e. violenza a casa)

19 Losanna/Vaud, Svizzera (2003-) 2502 studenti, anni, regione lemanica Definizione differenziata di immigrato: - Passaporto svizzero e/o straniero - Lingua parlata in casa / lingua principale - Paese considerato come la patria: CH (40%), altro (10%), CH+altro (ambivalente, 40%), non lo so (senza identità, 9%) Identità ufficiale, linguistica, affettiva Violenza leggermente prevalente fra gli stranieri (16% vs. 10%)

20 Violenza a seconda dell identità Identità affettiva svizzera / straniera: - 12% contro 19% Svizzeri vs. seconda generazione: - 11% contro 17% Seconda generazione vs. stranieri: - 18% contro 17% Svizzeri vs. senza identità (non lo so…): - 12% contro 17%

21 Interpretazione Differenze fra regioni/paesi (stranieri meno delinquenti in confronto a Zurigo, Germania e Olanda in Svizzera francese) Altre provenienze degli immigrati ? Altre condizioni scolasticche (lingua più accessibile) ? Società più aperte?

22 Richiedenti asilo in Svizzera (Ginevra, Zurigo) Delinquenza assai importante (oltre 30% in un anno conosciuti dalla polizia) 12% sospettati di spaccio di droga (popolazione generale, < 1%) Interviste con 100 richiedenti: atteggiamenti simili, molti vedono il problema e ne soffrono (vittimazione frequentissima: violenza, rapina) Problema: procedura dellasilo attraente per delinquenti --> cambiare per proteggerlo

23 Vittimizzazione In generale ovunque in Europa, poche differenze fra popolazione autoctona e immigrati in materia di vittimizzazione Violenza razzista: un fenomeno piuttosto marginale per la maggioranza degli immigrati --> non spiega tassi differenti

24 Aspetti positivi Immigrati hanno in generale un atteggiamento positivo nei confronti della polizia e delle istituzioni Denunciano quanto la popolazione locale Globalmente, lo spostamento di tanti immigrati attraverso il mondo non ha provocato enormi crisi

25 Come parlarne ? Illusorio ritenere che un fenomeno di tali dimensioni non provochi effetti secondari negativi Gli effetti negativi non toccano tutti in misura uguale Non serve voler far credere che tali problemi non esistano Dunque: parliamone, con serietà, onestà, senza tabù e senza voler far credere che abbiamo una spiegazione a tutto


Scaricare ppt "Problemi e rappresentazioni della devianza tra i giovani immigrati Seminario interdisciplinare Torino, 14 ottobre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google