La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa."— Transcript della presentazione:

1 Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa

2

3

4 Composizione del quadro pianificatorio in Italia: Piani territoriali di coordinamento: PTR, PTCP Piani settoriali di area vasta: PARCHI, PAESISTICO, DI BACINO, CAVE, DAREA Piano urbanistico alla scala locale: PRG Piani settoriali di valenza locale: PUT, ACUSTICO, ENERGETICO Piani attuativi alla scala locale: PP, PdL, Piani attuativi settoriali di valenza locale: PIP, PEEP, PdR

5 Francia, legge SRU, 2000

6 SRADT: livello regionale Validità: 5 anni

7 Scot: schéma de coherence territoriale. Scala di area vasta; scala 1:10.000, 1:25.000; orizzonte temporale: 20 anni

8 Plu: plan local durbanisme. Comunale o intercomunale. 1:2000; 1: Anche una visione del futuro, non solo ordinamento suolo; orizzonte temporale: 10 anni

9 Codice edificatorio, attuale versione: 2004

10 Il piano regionale ha valenza cogente per tutti gli organismi che agiscono sul territorio, in particolare è preordinato a tutti i piani di settore, in particolare quelli di gestione delle acque. E vincolato al piano di sviluppo statale (cogente per tutte le regioni della Federazione)

11 Sulla base di una legge del fasi per il piano locale: -preparatorio; scala 1:5000, 1:10000; - dettagliato, vincolante nelle sue prescrizioni, ma non obbligatorio su tutto il territorio municipale

12 Il piano preparatorio deve fra laltro verificare: -aree di salvaguardia fisico- naturale; - aree di potenziale uso estrattivo; - aree di possibile sviluppo edificatorio contaminate

13 Regime dei suoli completamente liberistico con alcune limitazioni. Il piano non crea diritti edificatori; ledificazione è possibile solo laddove larea è già urbanizzata e dove non vi sono forti opposizioni sociali; Norme edificatorie molto precise e puntuali Non è il comune a rilasciare le concessioni edilizie, ma il Lander

14

15 Spagna: confronto fra processo teorico e reale: la prevalenza delle forze autonomiste

16 Schema strategico di sviluppo dellarea metropolitana di Barcellona. In Spagna non esiste un ordinamento verticale dei piani.

17 Piano generale di ordinamento urbano: quello realmente cogente

18 Piano generale di ordinamento urbano stablisce: -suolo urbano: urbanizzato consolidato; - suolo rurale non urbanizzabile; - suolo urbanizzabile: in cui è possibile lo sviluppo futuro In termini teorici è il piano che assegna al suolo la sua urbanizzabilità. Il diritto edificatorio non è connaturato a quello di proprietà del suolo

19 Un sistema estremamente semplice e coerente: due livelli connessi da un controllo di agenzie nazionali (Ambiente). Ultima legge di ordinamento territoriale: 2004 (legge sullacquisizione dei suoli)

20 Piano regionale

21 Piano strategico di sviluppo. Londra funziona come una regione a sé

22 Piano locale, non ha valenza cogente e vincolante

23 Piano locale : indica i criteri di sviluppo rispetto ai quali valutare: Permessi di piano: richiesti per ogni tipo di sviluppo urbano specifico; Valutazione ambientale: richiesta in alcuni ambiti particolarmente sensibili; Call-in: il Segretario di Stato avoca a sé alcune decisioni di piano particolarmente delicate Ricorsi: in genere contro il diniego di un permesso di piano Controllo dellimplementazione: valutazione da parte delle autorità locali del livello di applicazione del piano locale


Scaricare ppt "Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa."

Presentazioni simili


Annunci Google