La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TIME SERIES IN THE SOUTHERN TYRRHENIAN SEA: THE ACTIVITIES OF THE GROUP INVOLVED IN LINE 8 CARPEL (THE CARBON CYCLE IN PELAGIC AREAS OF THE MEDITERRANEAN)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TIME SERIES IN THE SOUTHERN TYRRHENIAN SEA: THE ACTIVITIES OF THE GROUP INVOLVED IN LINE 8 CARPEL (THE CARBON CYCLE IN PELAGIC AREAS OF THE MEDITERRANEAN)"— Transcript della presentazione:

1 TIME SERIES IN THE SOUTHERN TYRRHENIAN SEA: THE ACTIVITIES OF THE GROUP INVOLVED IN LINE 8 CARPEL (THE CARBON CYCLE IN PELAGIC AREAS OF THE MEDITERRANEAN) – ACTIVITY 2 Fabio CONVERSANO 1 Roberta DELFANTI 2 Rosario LAVEZZA 1 Maurizio RIBERA DALCALÀ 1 1 Stazione Zoologica A. Dohrn, Napoli, Italy 2 ENEA-CRAM, La Spezia, Italy WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007)

2 AREA DI STUDIO WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) VECTOR-TM1 N/O URANIA NOV VECTOR-TM2 N/O URANIA FEB VECTOR-TM3 N/O UNIVERSITATIS APR VECTOR-TM4 N/O URANIA GIU La strategia adottata dal progetto VECTOR è quella di effettuare le misure solo su una stazione fissa. Abbiamo però aggiunto una sezione di avvicinamento con altre 5 stazioni con la misura dei parametri idrografici e di alcuni parametri chimici e biologici Questo permette di verificare sia lestensione dellinfluenza costiera sia le modificazioni e penetrazioni della LIW e della MAW

3 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) ISTITUTOATTIVITÀNOME CONISMA-NA CTD Giannetta Fusco CONISMA-GE Chimica Roberta Messa SZN-NA BiogeochimicaFabio Conversano Biologia/BiotticaRosario Lavezza ZooplanctonMaria Grazia Mazzocchi ZooplanctonAnita Apicella Prod. PrimariaImma Santarpia Prod. PrimariaFrancesca Margiotta Prod. PrimariaAugusto Passarelli FitoplanctonIsabella Percopo IAMC-NA Isotopi Marianna Del Core ENEA-SP TracciantiStefano Salvi TracciantiFabio Conte TracciantiAntonio Schirone IAMC-ME Attività battericaGabriella Caruso Produzione battericaLuis Monticelli Biom. resp. microbicaMaurizio Azzaro PERSONALE IMPEGNATO NELLE CAMPAGNE OCEANOGRAFICHE

4 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) PARAMETRI MISURATI

5 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) SCHEMA DEL MOORING Le operazioni sono state svolte dal: Dipartimento di Scienze per lAmbiente dellUniversità Parthenope ENEA di La Spezia

6 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) COSA CONOSCIAMO DELLAREA DI STUDIO? 1.Il Tirreno meridionale è tra i mari meno studiati e la sua dinamica presumibilmente diversa da quella del Tirreno settentrionale 2.Variabilità nelle proprietà e quindi modificazione e penetrazione (diluizione) della MAW e della LIW 3.Andamento della struttura verticale profonda a gradini FASE PRELIMINARE DEL PROGETTO VECTOR Approfondimento dei punti 2 e 3 e una prima analisi dei dati di nutrienti ed ossigeno disciolto

7 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) (1) I successivi lavori non forniscono un quadro significativamente diverso Contributo recente da parte di Astraldi e Gasparini

8 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Valori di Salinità integrati nello strato m Penetrazione della MAW e successiva diluizione (2)

9 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Valori del massimo di Salinità Penetrazione della LIW e successiva diluizione (2)

10 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STRUTTURA VERTICALE DELLAREA Lorizzonte della LIW è 200 m più basso rispetto al bacino orientale (2)

11 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STRUTTURA VERTICALE A GRADINI (3) Precedente contributo da parte di ZODIATIS E GASPARINI

12 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Elaborazioni: Pierpaolo Falco, Università Parthenope - Napoli RISULTATI PRELIMINARI DEL TRANSETTO VECTOR TIRRENICO TEMPERATURA

13 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Elaborazioni: Pierpaolo Falco, Università Parthenope - Napoli RISULTATI PRELIMINARI DEL TRANSETTO VECTOR TIRRENICO SALINITÀ

14 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Elaborazioni: Pierpaolo Falco, Università Parthenope - Napoli RISULTATI PRELIMINARI DEL TRANSETTO VECTOR TIRRENICO DENSITÀ

15 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STAZIONE VECTOR-VTM ANDAMENTO STAGIONALE DELLA TEMPERATURA

16 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STAZIONE VECTOR-VTM ANDAMENTO STAGIONALE DELLA SALINITÀ

17 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STAZIONE VECTOR-VTM ANDAMENTO TEMPORALE DEL MINIMO DI SALINITÀ Le stazioni VECTOR coprono un periodo di transizione delle proprietà TS

18 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) STAZIONE VECTOR-VTM ANDAMENTO TEMPORALE DEL MASSIMO DI SALINITÀ Contributo recente da parte di Gasparini et al.

19 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) il nutriclino è molto espanso lungo la verticale. Il vero pool è individuato a 200 m, situazione diversa dal resto del WMED STAZIONE VECTOR-VTM - ANDAMENTO STAGIONALE DEI NUTRIENTI

20 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Separazione al di sotto dei primi 50 m che dimostra la presenza di un mixed layer poco profondo per gran parte dellanno Per il momento abbiamo solo un profilo well mixed (feb 2007) ma anche in questo caso non vi è una completa omogeneità nella verticale Il dato dellossigeno è significativo perchè mostra un DOM quasi permanente STAZIONE VECTOR-VTM ANDAMENTO STAGIONALE OSSIGENO DISCIOLTO

21 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) La stazione è stratificata per grossa parte dellanno A Dicembre 2005 il mixed layer arriva solo fino ad 80 m, nonostante che in quellanno, sulla base di unanalisi preliminare dei dati, si fosse riscontrato un maggiore Wind Stress e quindi forti flussi di buoyancy A Febbraio 2007 lo strato apparentemente omogeneo arriva fino a m Il pool di nutrienti è molto basso Il DOM è quasi sempre presente La stazione è decisamente oligotrofica e con un ciclo stagionale diverso da altri siti (per es. DYFAMED) IN SINTESI

22 WORKSHOP W10 Progetto VECTOR (Rimini, settembre 2007) Avanzamento nellanalisi dei dati e correlazione tra i vari parametri misurati È prevista la realizzazione di altre 4 campagne oceanografiche (tra la fine del 2007 ed il primo semestre del 2008) PREVISIONE DI LAVORO FUTURO


Scaricare ppt "TIME SERIES IN THE SOUTHERN TYRRHENIAN SEA: THE ACTIVITIES OF THE GROUP INVOLVED IN LINE 8 CARPEL (THE CARBON CYCLE IN PELAGIC AREAS OF THE MEDITERRANEAN)"

Presentazioni simili


Annunci Google