La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA FINANZIARIA 2007 9 gennaio 2007 A cura di Silverio Ghetti Segreteria Spi-Cgil Emilia Romagna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA FINANZIARIA 2007 9 gennaio 2007 A cura di Silverio Ghetti Segreteria Spi-Cgil Emilia Romagna."— Transcript della presentazione:

1 LA FINANZIARIA gennaio 2007 A cura di Silverio Ghetti Segreteria Spi-Cgil Emilia Romagna

2 LA FINANZIARIA 2007 IN SINTESI, L. 269/06: Approvata in via definitiva alla Camera dei Deputati il con n. 337 SI Formata dal maxi emendamento n. 262 NO con 1 solo articolo e 1364 commi 2 Da anni ormai la manovra finanziaria è un mostro che per tre mesi cattura lattenzione di tutto il Paese, scatena divisioni e lotta politica, alimenta manifestazioni, dissenso e interessi corporativi, illude e crea disorientamento e confusione, allontana la gente dalle Istituzioni e dalla politica. Il mostro si occupa di tutto, al limite dellassurdo, si presta allesercizio di localismi e favoritismi. Laccorato intervento del Presidente della Repubblica sul distacco, sempre più forte, tra politica, istituzioni e cittadini pone un tema non eludibile che merita grande attenzione, pena il rischio di abbassamento del sistema democratico. La Finanziaria 2007, la prima del nuovo governo di centro-sinistra, ha ricalcato il copione delle finanziarie dei governi di centro-destra aumentando la distanza fra cittadini ed istituzioni, a tutti i livelli, sia centrali che locali, mentre invece era attesa uninversione di tendenza, più ascolto e confronto, più attenzione alle esigenze e alle aspettative delle persone. Così facendo anche il filo innovativo, proprio di una finanziaria improntata al risanamento, allo sviluppo e allequità, si è disperso e non è stato percepito. Occorre voltare pagina, cambiare metodo e merito per la predisposizione e lapprovazione di una legge comunque importante. Oggi va recuperato un cuore allazione di governo e proporre un progetto che coniughi una nuova prospettiva di sviluppo allinnovazione del modello sociale per aumentare il benessere del Paese.

3 LA FINANZIARIA 2007 e lEQUITA, lo SVILUPPO, il RISANAMENTO Il centro destra ha lasciato il debito pubblico al 108% (+ 7% su 2001); un deficit su PIL al 4,8%. Le sue 5 Finanziarie sono costate al Paese oltre 110 mld di euro, senza crescita e sviluppo, con la regressione del sistema produttivo ed industriale e limpoverimento dei redditi da lavoro dipendente e pensione. La politica del centro destra è stata un premio al liberismo senza regole, favorendo il fai da te e la cultura dellevasione e dellelusione fiscale e contributiva; inoltre ha realizzato una forte redistribuzione di reddito a favore dei più ricchi, delle attività professionali, dei profitti finanziari, del lavoro non dipendente, facendone pagare il costo alla grande massa dei salari e delle pensioni. 3 Legenda: miliardi = mld; milioni = mln

4 4 5 ANNI DI FINANZIARIE BERLUSCONI – I NUMERI DI UN FALLIMENTO

5 LA FINANZIARIA 2007 e lEQUITA, lo SVILUPPO, il RISANAMENTO Occorre invertire questa deriva e impostare nuove politiche economiche e sociali basate su EQUITA, SVILUPPO e RISANAMENTO. La Finanziaria 2007 traccia le linee per interventi che tengono insieme risanamento, sviluppo, equità e delinea un segno politico preciso: avvia la redistribuzione di risorse a favore dei redditi più bassi e delle famiglie. 5

6 LA FINANZIARIA MANOVRA di 35,4 Mdi di ** Girati dalle imprese alle casse INPS. 6

7 LA FINANZIARIA 2007 Correzione del deficit Fondi per lo sviluppo di cui: taglio del cuneo fiscale altre misure TOTALE In milioni di A COSA E DESTINATA LA MANOVRA Lobiettivo è di ridurre nel 2007 il debito sul PIL al 2,8 (ora al 4,8%) 7

8 LA FINANZIARIA Pil + 1,6+ 1,3+ 1,5+ 1,6+ 1,7 Deficit/Pil 4,82,82,21,60,70,1 Avanzo/Pil - 0,32,02,53,24,04,8 Debito/Pil 107,6106,9105,4103,5100,797,8 LE PREVISIONI DELLA FINANZIARIA 8

9 LA FINANZIARIA 2007 E GLI INTERVENTI A FAVORE DELLE IMPRESE – IL CUNEO FISCALE Il CUNEO FISCALE è la differenza tra il costo del lavoro per limpresa e il salario netto del lavoratore. Sono previsti: la riduzione di 5 punti del cuneo fiscale e contributivo (per un valore di 5,5 mld), agevolazioni a favore delle imprese nel Mezzogiorno e crediti di imposta (dal 10 al 15% dei costi sostenuti) per lattività di ricerca industriale e di sviluppo. La riduzione del cuneo è per il 60% (3 punti) a favore delle imprese; per il 40% (2 punti) a favore dei lavoratori; avviene tramite la riduzione dellIRAP per le imprese e la riduzione dellIRPEF per il lavoro dipendente e pensionati. 9

10 LA LA FINANZIARIA 2007 E IL CUNEO FISCALE Vengono introdotte nuove deduzioni forfettarie dalla base imponibile IRAP pari a anno per ogni dipendente a tempo indeterminato, importo elevato a per ogni dipendente a tempo indeterminato nelle regioni del Mezzogiorno. Sono escluse dai benefici le banche, le imprese di assicurazione, le imprese (utility) che operano in concessione e a tariffe. Una seconda deduzione riguarda la quota di contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro, che viene esclusa dalla base imponibile dellIRAP. Sono previsti incentivi alle imprese per assunzioni di DONNE tramite deduzioni dalla base imponibile IRAP. Per le regioni del SUD il risparmio è di circa 140 mese per assunzione. 10

11 LA FINANZIARIA 2007 E IL CUNEO FISCALE Lentrata in vigore di tali provvedimenti è graduale: in misura ridotta del 50% da febbraio 07 e per intero dal mese di luglio 07. Gli effetti del taglio del cuneo fiscale e contributivo valgono 2,88 mld di euro in termini di minore IRAP a favore delle imprese (diventano 4,68 dal 2008 e 4,8 nel 2009). OBIETTIVO:LOTTA ALLA PRECARIETA favorire qualità occupazionale contro il lavoro nero fare nuovi investimenti e non solo profitti di impresa OCCORRE CONTROLLARE GLI EFFETTI E I BENEFICI PER IL LAVORO DERIVANTI DALLA RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE! 11

12 LA FINANZIARIA 2007 E IL CUNEO FISCALE 12 RIDUZIONE DI 5 PUNTI, a favore: IMPRESE = 60% pari a 3 punti LAVORATORI = 40% pari 2 punti VALORE 5,5 mld La riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori avviene con la riforma IRPEF, le nuove detrazioni dimposta per carichi familiari, laumento degli assegni familiari. Vale circa 3 mld e interessa tutti i lavoratori dipendenti e i pensionati. Dal DPEF di luglio 2006: No a un intervento sul cuneo fiscale di riduzione dei contributi previdenziali; evitare effetti negativi sulla tenuta della spesa previdenziale, oggi in equilibrio. Inoltre la via FISCALE ha permesso sia al lavoro dipendente che ai pensionati di ottenere la parte di riduzione del cuneo tramite una minore imposta.

13 LA FINANZIARIA 2007 E LE RISORSE PER LO SVILUPPO per le aree sottosviluppate 13 Nel 2007 previsti finanziamenti per 9 mld, di cui 4,2 di cofinanziamento di sostegno europeo 500 mln aggiuntivi sono destinati alla Salerno–Reggio C. Per lalta velocità TO-MI-NA stanziati 400 mln nel 2007, nel 2008, per un totale di 8 mld fino al 2021 Per la rete ferroviaria ordinaria stanziati 3,2 mld tra il 2007 e il 2008, in aggiunta a 1,1 mld provenienti dalla Finanziaria 2006, destinati per il 50% alla rete regionale e locale. Altre misure: 100 mln per la sicurezza del lavoro Inoltre sono finanziati 5 progetti di innovazione industriale, istituiti il Fondo per la competitività e il Fondo per la finanza dimpresa (facilita laccesso al credito delle piccole e medie imprese).

14 LA FINANZIARIA 2007 E GLI ENTI LOCALI La Finanziaria prevede risparmi per 4,4 mld, di cui 2,2 da Province e Comuni Dal 2007 i Comuni possono aumentare laddizionale IRPEF fino allo 0,8%. Dal 2007 i Comuni possono applicare tasse di scopo, attraverso un aumento dellICI fino allo 0,5 per mille, per realizzare opere pubbliche. Sono esenti I redditi inferiori ai e i soggetti che già godono di riduzioni o esenzioni o in particolari condizioni sociali. I trasferimenti alle Regioni e agli Enti locali saranno ridotti in misura pari agli incrementi di gettito derivanti dalle addizionali locali allIRPEF. E istituita la compartecipazione, con corrispondente riduzione dei trasferimenti centrali, dei Comuni allIRPEF nella misura dello 0,69% nel 2007 e dello 0,75% dal Previsti interventi a carico degli Enti locali in caso di violazione del Patto di stabilità (* v. dettaglio). I Comuni possono stabilire soglie di esenzione dalladdizionale IRPEF, in base a specifici requisiti reddituali. Nel 2007 Province e Comuni non potranno indebitarsi in misura superiore al 15%, del totale delle entrate (come in essere). 14 A dicembre 2006 laddizionale comunale IRPEF era in vigore in Comuni, il 68,1% del totale, con unaliquota media dello 0,24% e un gettito complessivo è di 1,5 miliardi.

15 LA FINANZIARIA 2007 E GLI ENTI LOCALI INOLTRE LA FINANZIARIA 2007: CONFERMA gli stessi trasferimenti agli Enti locali del E ISTITUITO un fondo per i piccoli Comuni con una dote di 260 mln. RIDUCE del 30% le retribuzioni di ministri e sottosegretari, se anche parlamentari. METTE un tetto di per gli stipendi dei nuovi manager delle società partecipate dello Stato. STABILISCE un tetto ai compensi di amministratori di società partecipate o controllate da Comuni e Province; la loro retribuzione non potrà superare il tetto del 70% di quella del Sindaco o Presidente di Provincia di riferimento. Le Regioni dovranno ridurre i componenti e i compensi degli organismi politici regionali, sopprimere gli enti inutili regionali. 15

16 LA FINANZIARIA 2007 E LICI LICI ENTRA NELLA DENUNCIA DEI REDDITI (Mod. 730) LICI è estesa agli spazi utilizzati per attività allinterno delle stazioni ferroviarie, aeroporti, porti, spazi espositivi… Fino al 2006 tutti gli immobili di queste aree non pagavano lICI, in quanto classificati in categorie catastali E (suoli e immobili a destinazione pubblica) esenti dallimposta comunale, come chiese e cimiteri. Nel tempo questi spazi sono sempre più sfruttati per fini commerciali (centri shopping, negozi, ecc.) e quindi saranno sottoposti sia a rendita catastale e pagamento ICI che alle altre imposte connesse. Le unità immobiliari esenti censite (aprile 2006) sono , di cui secondo lAgenzia delle Entrate il 90% da riclassificare. Ciò comporta per il 2007 una stima di incassi dellICI di 40 mln di euro per i Comuni coinvolti, gettito stimato di 80 mln nel Effetto benefico per le casse dei Comuni! Ciò è utile per più equità, trasparenza e concorrenza commerciale. 16

17 LA FINANZIARIA 2007 E GLI ENTI LOCALI Laddizionale comunale allIRPEF nel 2007 Attuale disciplinaModifiche della Finanziaria 2007 Aliquota massima dello 0,5% con tetto dello 0,2% annuo Aliquota massima dello 0,8%, senza tetto massimo annuo Il reddito complessivo si assume al netto degli oneri deducibili e delle deduzioni per carichi di famiglia Per effetto della riconversione delle deduzioni per carichi di famiglia in detrazioni dimposta, il reddito complessivo si riduce solo degli oneri deducibili. (*) Le conseguenze della violazione del patto di stabilità sullammontare dei tributi dovuti dai cittadini Tipologia di entrataMisura dellaumento Entrate delle Regioni Imposta sulla benzina0,0129 a litro Bollo auto5% delle tariffe vigenti Entrate delle Province e dei Comuni Addizionale comunale allIRPEF0,3% Imposta provinciale di trascrizione5% delle tariffe vigenti 17

18 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 2006Vecchie 2007Nuove Fino a % Fino a % Oltre Fino a % Oltre Fino a % Oltre Fino a % Oltre Fino a % Oltre % Oltre Fino a % Oltre % Le aliquote e gli scaglioni dimposta a confronto 18

19 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE Dal 2007 è soppresso il sistema delle deduzioni dimposta, introdotto dal precedente governo. Le detrazioni decrescono fino ad azzerarsi con redditi di euro 19

20 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE DETRAZIONI PER CARICHI FAMILIARI in euro Composizione familiareImporto detrazione Coniuge (* vedi specifica pag. 21) Figlio minore di 3 anni Figlio maggiore di 3 anni Altri familiari a carico 800, a scalare fino a , a scalare fino a , a scalare fino a , a scalare fino a Con più di 3 figli, limporto base è aumentato di 200 euro per figlio DETRAZIONI DIMPOSTA PER FIGLI A CARICO: 220 in più per ogni figlio portatore di handicap Il limite di è aumentato di per ogni figlio successivo al primo N.B – si è fiscalmente a carico con redditi non superiori a 2.840, 51 anno. 20

21 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE DETRAZIONI DIMPOSTA PER CONIUGE A CARICO: 800 a decrescere fino a 690, per i redditi non superiori a per redditi tra e a decrescere, per redditi compresi tra e Inoltre la medesima detrazione dimposta è aumentata di: 10 per redditi da a e per redditi da a per redditi da a e per redditi da a per redditi da a

22 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 22 Con reddito complessivo da pensione non superiore a 7.500, redditi di terreni per un importo non superiore a 185,92 e il reddito dellabitazione principale e relative pertinenze limposta NON E DOVUTA

23 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE Le deduzioni per i familiari a carico soppresse dal 2007 e in vigore fino al : DEDUZIONI PER CARICO DI FAMIGLIA: coniuge a carico È la cosiddetta NO TAX FAMILY, da calcolare fino alla soglia di euro su base annua per ogni figlio o altro familiare a carico per ciascun figlio minore di 3 anni per ciascun figlio a carico se manca l'altro genitore per ciascun figlio portatore di handicap Importo in uro Causale per le spese documentate sostenute per addetti all'assistenza personale dei soggetti non autosufficienti (badanti) Fino al la deduzione NO TAX AREA per i pensionati è di e si azzera a , la deduzione per carichi familiari si azzera a

24 LA FINANZIARIA 2007 E GLI INTERVENTI PER LA FAMIGLIA 24

25 LA FINANZIARIA 2007 E GLI INTERVENTI PER LA FAMIGLIA 25 ASSEGNO AGGIUNTIVO Per nucleo con 1 solo genitore e 3 componenti oltre il genitore: Importi: fino a , a decrescere fino ad azzerarsi

26 LA FINANZIARIA 2007 E GLI ASSEGNI FAMILIARI DAL 2007: I VANTAGGI (in ) REDDITOAssegno lavoratore dipendente con 1 figlio a carico Assegno lavoratore dipendente con 2 figli a carico Assegno lavoratore dipendente con 3 figli a carico vigente2007Vigente2007Vigente2007 Da a

27 LA FINANZIARIA 2007 E GLI INTERVENTI PER LA FAMIGLIA La Finanziaria stanzia 1,4 miliardi per il sostegno alle famiglie Lobiettivo della riforma è di rendere limposta più equa, ridurre il carico fiscale sui redditi medio-bassi (EQUITA), e ristabilire la progressività del prelievo con un aumento dimposta dei redditi alti, recuperando così le risorse per sostenere i bilanci delle famiglie, specie quelle con i figli. Si inverte la tendenza e si cambia limpostazione politica del prelievo attuata dal centro-destra che aveva ridotto le tasse ai più ricchi, scelta che va perseguita attraverso una lotta ferma e continua allelusione ed evasione fiscale, contributiva e al lavoro sommerso e in nero. 27

28 LA FINANZIARIA 2007, REDDITI, SOMMERSO, ELUSIONE, EVASIONE… Dai dati, di seguito esposti, della Agenzia delle Entrate, risulta dalle dichiarazioni reddituali del 2004 che tra le varie categorie del lavoro autonomo e professionale si annidano in massa bassi redditi. Le dichiarazioni reddituali di costoro appaiono incredibili! Forse è il caso di controllarne la veridicità… Esempio: un gioielliere in base alla propria dichiarazione dei redditi (è una media) avrà nel 2007 uno sconto fiscale di 193 …; i bar e i caffè uno sconto di 241 … Lascio a voi le valutazioni del caso! 28

29 LA FINANZIARIA 2007 Con la Finanziaria 2007, per queste categorie, con redditi dichiarati fino al euro circa), il risparmio fiscale annuo può arrivare fino a 260 circa. A volte tale beneficio, è superiore a quello del lavoro dipendente e dei pensionati. LITALIA SOMMERSA – dichiarazioni 2004 per categoria 29

30 E decisivo per il futuro dell Italia recuperare allo Stato i 200 MLD di economia sommersa i i 100 MLD di economia in mano alla malavita organizzata più di 11 MLD di evasione delle imprese Tutto questo è pari a ¼ del Pil nazionale Per un ammontare di MLD di euro di mancato gettito tra imposte:Dirette Indirette contributive Il graduale recupero allo Stato di questa enorme evasione puo permettere scelte importanti 30

31 LA FINANZIARIA 2007 E LE RISORSE DISTRIBUITE Nel complesso, la riforma del centro sinistra ridistribuisce le risorse impegnate dal centrodestra con il 2° modulo Tremonti e riduce il peso complessivo dellIRPEF sulle famiglie di altri 600 mln circa di euro: 4,3 mld vengono utilizzati per aumentare il reddito imponibile esente da tasse (la cosiddetta NO TAX AREA) e ridisegnare aliquote e scaglioni in modo da ridurre limposta per i redditi medio-bassi. 3 mld vengono destinati al sostegno delle famiglie attraverso assegni e detrazioni 31

32 LA FINANZIARIA 2007 E LE RISORSE DISTRIBUITE Quanto ai beneficiari: oltre 3,8 mld di euro vanno ai lavoratori dipendenti e parasubordinati (di cui 2,1 mld come sostegno alle loro famiglie) oltre 1,8 mld di euro ai pensionati oltre 1,6 mld di euro ai lavoratori autonomi di cui quasi 1 mld come sostegno alle loro famiglie. 32 Le maggiori entrate tributarie del 2007 rispetto alle previsioni sono destinate prioritariamente a contenere il debito pubblico. Se superiori a tali obiettivi, le maggiori entrate derivanti dalla lotta alla evasione fiscale sono destinate, se permanenti, a ridurre la pressione fiscale, con lobiettivo dellequità sociale, dando priorità a interventi a favore degli incapienti e dei redditi più bassi.

33 COME FUNZIONA IL NUOVO SISTEMA DI CALCOLO DELLE IMPOSTE E DELLE DETRAZIONI DEL 2007 La nuova detrazione dimposta dal 2007 (denominata detrazione per spese produzione reddito) è calcolata in base al reddito complessivo percepito, a partire da una detrazione di fino a anno di reddito. Ciò garantisce alle pensioni lesenzione da tasse fino a anno (7.500 x 23% = 1.725). Oltre il reddito di e fino a anno, la detrazione dimposta è di fissi a scalare. La parte dei 470 di detrazione variabile è ottenuta applicando a 470 il prodotto derivante da , diminuito dal reddito complessivo, e (vedi esempi successivi). 33

34 COME FUNZIONA IL NUOVO SISTEMA DI CALCOLO DELLE IMPOSTE E DELLE DETRAZIONI DEL 2007 Per i redditi superiori a e fino a la quota spettante di detrazione dimposta di si calcola applicando alla stessa il prodotto derivante da , diminuiti dal reddito complessivo, e (vedi esempio). OVER 75 – NO TAX AREA Detrazione imposta di così calcolata: oltre al reddito di e fino a la detrazione è di fissi e 486 variabili, da calcolare applicando a 486 il prodotto derivante da , diminuito dal reddito complessivo e Per i redditi superiori a e fino a la parte di detrazione spettante si calcola applicando a il prodotto derivante da , diminuito dal reddito complessivo, e

35 Tavola A Esempio: Reddito da pensione lorda di anno. Detrazione dimposta fissa=1.255 Detrazione dimposta variabile= 470 Procedura per calcolare limposta x 23%=2.300 imposta lorda 2. ( reddito complessivo- )=0,6666 % detrazione variabile spettante x 0,6666=313,33 detrazione variabile spettante –detrazione fissa ,33=1.568,33 detrazione dimposta totale – 1.568,33 =731,67 imposta netta – 731,67=9.268,33 pensione netta 35 N.B.Con lattuale sistema fiscale (2° modulo Tremonti) la pensione di paga 876 di tasse, quindi con la riforma della Finanziaria 2007 si pagano 144 in meno.

36 Tavola B Esempio: Reddito da pensione lorda di anno. Detrazione dimposta variabile= da calcolare x 23% -aliquota- = x 27 % -aliquota- = ( reddito complessivo- )=0,975 % detrazione variabile detrazione- x 0,975=1.223,62 detrazione dimposta spettante – 1.223,62=2.496,38 imposta netta – 2.496,38 =13.503,62 pensione netta Tot Imposta lorda Con lattuale sistema fiscale una pensione lorda di anno, paga di tasse, quindi con la Finanziaria 2007, si pagano 131 di tasse in meno. 36

37 Tavola C x 23% -aliquota- =2.760 imposta lorda 2. ( )=0,4137 % detrazione variabile spettante x 0,4137=201,05 detrazione variabile ,05=1.498,05 totale detrazione – 1.498,05 =1.261,95 imposta netta Risparmio nel 2007 rispetto al 2006 = Esempio: OVER 75 singolo, con reddito da pensione lorda di anno. Detrazione fissa =1.297 Detrazione variabile = 486

38 38

39 LA FINANZIARIA 2007: LAUMENTO DELLE PENSIONI 39 Es.: Differenza imposta e reddito netto su pensioni pensionato single calcolato aumento pensioni 2% nel 2007 applicata nuova riforma IRPEF 2007 calcolo senza tener conto delle addizionali regionale e comunale

40 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 40 FISCO 2007, detrazioni e redditi netti. La Finanziaria 2007 approvata alla Camera ha corretto gli effetti della nuova IRPEF sui redditi. Gli aggiustamenti dellIRPEF garantiscono benefici fiscali: ai lavoratori dipendenti con redditi fino a anno ai pensionati con redditi fino a ai lavoratori autonomi con reddito fino a ai nuclei familiari con 1 figlio a carico con redditi fino a ; con coniuge e figlio a carico fino a ai nuclei familiari più numerosi con redditi fino a 42/

41 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 41 Fino al in base alla Finanziaria 2001, L. 388/2000, la rendita per labitazione principale concorre a formare il reddito complessivo e contemporaneamente viene neutralizzata dalla deduzione dimposta di pari valore della rendita stessa, per cui viene esclusa dalla base imponibile e non determina maggiori imposte. Dal 2007, con il nuovo sistema fiscale, le detrazioni dimposta, decrescenti in base al reddito, sostituiscono le precedenti deduzioni e sono calcolate sul reddito complessivo comprendente anche la rendita dellabitazione principale. In tale modo danno luogo ad una minore detrazione e ad un aggravio, anche se contenuto, dimposta. (Vedi esempi)

42 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 42 Resta da valutare limpatto delle nuove detrazioni dimposta sulla base imponibile del reddito 2007 e gli effetti conseguenti sulle addizionali regionale e comunali IRPEF dovute dal Il Governo rispetto alle previsioni della Finanziaria, a proposito della prima casa e di come pesa sullIRPEF, sostiene che è una operazione di trasparenza ed equità nei confronti di chi è in affitto e che, comunque, restano tali i vantaggi complessivi della riduzione fiscale e dellaumento degli assegni familiari. E opportuno sollecitare al Governo una rapida verifica degli effetti delle norme sopra esposte, al fine di apportare le opportune modifiche, anche per evitare ai pensionati, oggi esentati, ladempimento della dichiarazione dei redditi, in quanto possessori dellabitazione principale.

43 LA FINANZIARIA Esempio: IRPEF 2007, Tasse con o senza rendita da abitazione principale PER CALCOLARE LA PARTE DI DETRAZIONE VARIABILE SI USA IL REDDITO COMPLESSIVO CHE INCLUDE LA RENDITA DELLA CASA Pensione annua con rendita casa 500 Reddito imponibile x23%= importo lordo Detrazione fissa variabili Pensione annua , senza casa Reddito imponibile x23%= importo lordo Detrazione fissa variabili Pensione annua Rendita casa 500 TASSE (senza riforma come ) Pensione annua TASSE (senza riforma come ) Pensione annua Rendita casa 500 TASSE (senza riforma come ) Pensione annua TASSE (senza riforma come ) DIFFERENZA 32 DIFFERENZA 16 ( – ) = 0,6 x 470 = 282 detrazione variabile spett = totale detrazione – = 763 imposta (senza riforma 876 ) ( – ) = 0,666 x 470 = 313 detrazione variabile spett = totale detrazione – = 732 imposta (senza riforma 876 ) DIFFERENZA 31

44 LA FINANZIARIA 2007 E LA RIFORMA FISCALE 44 LE ADDIZIONALI REGIONALE E COMUNALI PER IL Nel 2007 limposta dovuta per le addizionali regionale e comunali è calcolata sul reddito percepito nel 2006 nella misura dello 0,9% per quella regionale, mentre per limposta comunale vale la misura decisa dai singoli Comuni nel La quota così ottenuta sarà suddivisa in 11 rate da pagare a partire da gennaio Le addizionali regionale e comunali non sono dovute se lIRPEF ordinaria è zero o negativa. Nel 2007 per laddizionale comunale si recupera lanno di scarto rispetto al suo pagamento attraverso un nuovo sistema che prevede lacconto per lanno in corso e successivo saldo a fine anno e conguaglio. Ciò determina il pagamento delladdizionale comunale riferita allanno 2006 con 11 mensilità, e lacconto del 30% sul 2007 suddiviso in 9 mensilità a partire da marzo.

45 45 LADDIZIONALE COMUNALE nel 2007, le modifiche apportate: La Finanziaria ha stabilito che dal 2007 laddizionale comunale si paga in acconto, con successivo saldo. Lacconto si paga sullimponibile dellanno precedente, reddito determinato al lordo della NO TAX AREA e al netto delle deduzioni per carichi familiari, fino al Laliquota di riferimento è quello dellanno in corso se deliberata e pubblicata entro il 15 febbraio, altrimenti è quella dellanno precedente. Limposta così ottenuta si assume come acconto al 30%, pagata con 9 rate mensili a partire da marzo. Il saldo delladdizionale avverrà con le operazioni di conguaglio, dicembre 07, e trattenuto dal mese successivo e suddiviso in 11 rate. * Dal 2008 il reddito su cui calcolare le addizionali sarà al netto dei soli oneri deducibili.

46 LA FINANZIARIA 2007 E IL TFR La riforma della previdenza complementare è anticipata di 1 ANNO, al 1 gennaio 2007 (Accordo Governo-Parti sociali del 19/10/06). Dal 1° gennaio 2007 i lavoratori del settore privato avranno 6 mesi di tempo per decidere se trasferire il TFR maturando forme di previdenza complementare. La Finanziaria, con effetto da gennaio 2007, prevede la costituzione di un Fondo presso la Tesoreria dello Stato per lerogazione del TFR ai lavoratori dipendenti del settore privato. La gestione di detto Fondo è affidata allINPS. Presso tale fondo le aziende con più di 50 dipendenti dovranno versare mensilmente il TFR che maturerà dopo lentrata in vigore della norma e che i lavoratori non abbiano ESPRESSAMENTE DESTINATO alla previdenza complementare. 46

47 LA FINANZIARIA 2007 E IL TFR Alle imprese fino a 50 dipendenti resta il TFR inoptato dei propri dipendenti. Le imprese sotto i 50 dipendenti sono , di cui nei servizi e nellindustria. I loro dipendenti sono su addetti. Le imprese sopra i 50 dipendenti sono con dipendenti. A fronte della perdita di liquidità dei datori che conferiranno il TFR allINPS, la Finanziaria stabilisce le misure compensative, a partire dal 1° gennaio Tali misure consistono nella riduzione dei contributi per le prestazioni temporanee (ANF, malattia, maternità, DS) in misura proporzionale alla quota di TFR conferita. Restano immutate, come sono attualmente, le condizioni normative e contrattuali dei lavoratori dipendenti. 47

48 LA FINANZIARIA 2007 E LA SANITA 48 Le parti economiche della Finanziaria sulla sanità costituiscono i punti cardine dei contenuti dellaccordo Stato Regioni con il Patto per la salute. Gli obiettivi sono: stabilizzare la spesa, cresciuta dal 2000 al 2006 del 7,8%, limitandola per il 2007 a 101,3 (- 2,4 mld rispetto al tendenziale) ridurre sprechi ed inefficienze avviare un percorso di riorganizzazione e riqualificazione del sistema e dei servizi, salvaguardando e aggiornando i LEA rimuovere gli squilibri tra regioni Spesa tendenziale102,0103,7107,1111,1 Spesa programmata 101,3104,3107,5 Contributo Stato centrale91,296,0499,082102,285 Andamento della spesa sanitaria (in miliardi di euro)

49 LA FINANZIARIA 2007 E LA SANITA 49 Inoltre è istituito un fondo transitorio di mln di per il 2007, di 850 per il 2008, e 750 per il 2009, per sostenere le Regioni in difficoltà. Laccesso al fondo è riservato alle Regioni con un disavanzo pari o superiore al 7% e che abbiano sottoscritto specifico accordo con il Ministero dellEconomia finalizzato al rientro dal deficit entro il 2010, anche con eventuale utilizzo addizionale IRPEF e IRAP. Pertanto il Fondo Sanitario Nazionale 2007 ha una dote di 97 mld di. Sono 6 mld in più rispetto al 2006!

50 LA FINANZIARIA 2007 E LA SANITA 50 Inoltre, in aggiunta, sono previsti: 2 mld a valere sulla spesa 2006 delle Regioni. 3 mld destinati ad investimenti triennali per lammodernamento degli ospedali e apertura di nuovi servizi sanitari. 350 mln per la ricerca medico-scientifica 20 mln annui (triennio 2007/2009) per screening oncologici 60,5 mln annui, sul triennio, per progetti cofinanziati con le regioni (casa della salute, salute donna, ricerca malattie rare…) Le risorse complessive per il Servizio Sanitario nazionale, tra gli impegni del Governo e delle Regioni, per il 2007 dovrebbero arrivare a 101,3 mld di euro

51 LA FINANZIARIA 2007 E LA SANITA 51 Nel 2007 sono previsti RISPARMI nella SANITA per 3 mld da interventi di razionalizzazione della spesa. Obiettivo: contenimento alla spesa – omogeneità nella compartecipazione alla spesa 1,125 mld da riduzioni spesa per farmaci (fascia a: almeno 800 mln di risparmio; listini bloccati per un anno dei farmacio di fascia C), laboratori e diagnostica (vengono abbassate del 20% le tariffe dei laboratori di analisi). 1,125 mld dal patto per la salute e dai recuperi a carico delle Regioni. 750 mln per nuovi ticket.

52 LA FINANZIARIA 2007 E LA SANITA 52 Come si propone di cambiare il sistema dei ticket E bene ricordare che in Emilia Romagna viene già richiesto il pagamento di un ticket di 23 euro (più il ticket di eventuali prestazioni specialistiche, applicato con le stesse regole vigenti per la specialistica) per chi accede alle cure del pronto soccorso per problemi non urgenti (codice bianco), che potrebbero essere trattati, gratuitamente, dal medico o pediatra di famiglia o dalla guardia medica. Tale meccanismo è presente in 12 regioni e lo si vuole rendere omogeneo in tutto il Paese.

53 LA FINANZIARIA 2007 E I TICKET Vengono introdotti dal 2007 TICKET SANITARI Ticket visite specialistiche ed esami allattuale tetto di 36,15 eurosi aggiungono 10 a ricetta Ticket Pronto soccorso per tutte le Regioni Per Codice biancoTICKET di 25 per Codice bianco per prestazioni non seguite da ricovero Esenti da ticket Lesenzione è elevata ai bambini fino a 14 anni di età, indipendentemente dal reddito. Gli anziani over 65 in base al reddito (36.151,98 ) Pensionati sociali Esenti x patologie Nessun ticket è dovuto in caso di traumi o avvelenamento. Verranno immessi ticket antispreco: con il pagamento totale della prestazione in caso di referti e analisi non eseguiti. VALE PER TUTTI! LA CGIL E LO SPI CONFERMANO IL PROPRIO DISSENSO RISPETTO ALLIMMISSIONE DI TICKET SANITARI 53

54 LA FINANZIARIA 2007 E LA PREVIDENZA Da gennaio 2007 aumentano dello 0,3% i contributi previdenziali a carico dei lavoratori dipendenti. Pertanto la contribuzione previdenziale al FPLD sarà del 33% (pari allaliquota da computo) di cui il 9,2% (oggi 8,9%) a carico del lavoratore e il 23,8% a carico del datore di lavoro. Aumentano i contributi per il lavoro autonomo e parasubordinato. Laumento complessivo dei contributi comporta una maggiore entrata nelle casse della previdenza di oltre 5 miliardi di. Tale maggiore entrata è strutturale. 54

55 LA FINANZIARIA 2007 E LE ALIQUOTE Come cambiano le aliquote 55 Aliquota 2006 Aliquota finanziaria 2007 Note Artigiani 17,40% sul reddito minimale e sui redditi compresi tra ,01 e ,00 euro. 18,40% sui redditi superiori a ,00 e fino al massimale di ,000 euro 19,5% dal 1° gennaio % dal 1° gennaio 2008 Per i collaboratori fino al compimento di 21 anni scatta la riduzione contributiva di tre punti Commercianti 17,79% sul reddito minimale e sui redditi compresi tra ,01 e fino a ,00 euro. 18,79% per i redditi superiori a ,00 fino al massimale di ,00 euro 19,05 dal 1° gennaio % dal 1° gennaio 2008 Anche qui tre punti in meno per i collaboratori fino al mese di compimento dei 21 anni di età Collaboratori e professionisti scoperti 18,20%23,50% di cui 1/3 a carico del collaboratore Soggetti non iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria Collaboratori e professionisti coperti 10% Soggetti iscritti ad altra forma previdenziale obbligatoria Collaboratori e professionisti titolari di pensione diretta 15%16% di cui 1/3 a carico del collaboratore -

56 LA FINANZIARIA 2007 E LE RENDITE FINANZIARIE Dal 1° luglio 2007, con la legge delega, sarà riordinata la tassazione sui redditi da capitale e sui redditi di natura finanziaria. Sono previsti maggiori entrate nel 2007 per 1,3 mld e 2 mld nel Il nuovo sistema adottato dovrà comunque prevedere eventuali misure compensative per tutelare i soggetti economicamente più deboli. 56 Depositi bancari, conti correnti e Obbligazioni sotto i 18 mesi dal 27% Titoli di stato e obbligazioni Plusvalenze azionarie Fondi dinvestimento Dividendi dal 12,5% al 20% aliquota unica

57 LA FINANZIARIA 2007 E LA SCUOLA Piano di assunzione di nuovi insegnanti oggi precari, più dipendenti ATA (ausiliari, segretari, tecnici). E innalzato lobbligo scolastico a 16 anni (letà di accesso al lavoro sale a 16 anni). Sono previsti 370 mln in più sui fondi del Ministero della Pubblica Istruzione. Edilizia scolastica: per la messa in sicurezza degli edifici stanziati 50 mln per il 2007 e altri 200 mln per il 2008 e

58 LA FINANZIARIA 2007 E I CONTRATTI DEL PUBBLICO IMPIEGO (P.I.) Le risorse per la copertura contrattuale previste dalla Finanziaria 2006 per biennio sono incrementate di 807 mln per il 2007 e mln dal Pertanto le risorse complessive stanziate ammontano a 222 mln per il 2006, a mln per il 2007 e a mln dal Laumento a regime, dal , sarà pari al 4,5%. Stanziati 190 mln per il rinnovo del contratto degli autoferrotramvieri. Impegno per la stabilizzazione dei lavoratori precari non dirigenti in servizio a tempo determinato da almeno tre anni. 58

59 LA FINANZIARIA 2007 E IL CONTRASTO ALLA PRECARIETA Le Pubbliche Amministrazioni (P.A.) e gli Enti pubblici per il 2008 e 2009 possono sia stabilizzare personale precario che assumere personale a tempo indeterminato nel limite rispettivo del 40% e del 20% delle spese relative alle cessazioni dellanno precedente. Le P.A. che non effettuano stabilizzazioni possono assumere per il 2008 e 2009 per esigenze straordinarie per limite di spesa di 75 mln annui. Le P.A. dello Stato e le Autonomie regionali e locali riservano il 60% delle assunzioni a tempo determinato ai precari con contratti di collaborazione. 59

60 LA FINANZIARIA 2007 E LE ASSUNZIONI NELLA P.A. FINALIZZATE ALLA SICUREZZA: Corpi di Polizia, assunzioni, di cui trattenuti in servizio. Vigili del Fuoco, 600 assunzioni. Carabinieri, reclutamenti straordinari per 5 mln nel 2007 e 10 mln nel 2008 per contrasto al terrorismo e alla criminalità organizzata. Guardia di Finanza, reclutamenti per 5 mln nel 2007 e 10 mln nel 2008 per contrasto al lavoro nero, al sommerso e interventi di polizia finanziaria. Ispettori del lavoro, assunzioni per 8,5 mln nel 2007 per contrasto al lavoro nero e prevenzione infortuni. Magistrati ordinari, reclutamenti per 3 mln nel 2007 e 15 mln nel

61 LA FINANZIARIA 2007 E IL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA E istituito presso il Ministero della Solidarietà Sociale il Fondo nazionale per la non autosufficienza, finanziato con 100 mln di euro per il 2007 e 200 mln per il 2008 e Bene il Fondo, ma insufficienti le risorse destinate. 61

62 LA FINANZIARIA 2007 E I LAVORATORI PARASUBORDINATI INDENNITA DI MALATTIA E esteso dal 2007 il diritto allindennità di malattia a carico dellINPS per un periodo massimo pari a 1/6 della durata complessiva del rapporto di lavoro e comunque non inferiore a 20 gg. nellarco dellanno solare. CONTRIBUTI E RETRIBUZIONE Laumento dei contributi previdenziali a carico dei parasubordinati non ne può diminuire il compenso netto in misura superiore a 1/3. 62

63 LA FINANZIARIA 2007 E I COMITATI INPS Il Governo è impegnato a ridurre le spese di funzionamento delle amministrazioni pubbliche, nonchè ad incrementarne lefficienza e procederà, sentite le OO.SS., alla semplificazione e razionalizzazione dei comitati che definiscono i ricorsi pensionistici. Inoltre, sempre per il medesimo obiettivo, il governo procederà al riordino, alla trasformazione e alla soppressione, anche mediante fusioni, di enti pubblici che svolgono attività analoghe o complementari. 63

64 LA FINANZIARIA 2007 E LA TASSA DI SUCCESSIONE 64 TASSA DI SUCCESSIONE – reintrodotta, con unaliquota del 4% sui valori superiori alla franchigia di 1 mln di per successioni o donazioni fra coniugi e parenti in linea retta. I parenti più lontani pagano unimposta del 6%. La franchigia è estesa, nella misura di , alle successioni tra fratelli e sorelle; in tale caso i valori superiori hanno una aliquota del 6%. Se il beneficiario della successione è un portatore di handicap (L. 104/92) la franchigia è di 1,5 mld.

65 LA FINANZIARIA 2007 – BONUS E SCONTI VARI 65 Sconti allIRPEF per le rette agli asili nido, il 19%, di un massimo di 632. Detrazione del 19% del canone di locazione, su un massimo di 2.633, pagata da studenti universitari fuori sede (valore massimo Bonus = 500 ). Per acquisto di frigoriferi, congelatori di classe energetica non inferiore ad A+, bonus massimo di 200. Per acquisto di apparecchi di TV digitale detrazione del 20% su un massimo di Prevista DETRAZIONE del 19% per le spese sostenute per lassistenza personale, nei casi di non auto-sufficienza su un massimo di 2.100, se il reddito non supera i anno (valore massimo bonus = 399 ).

66 LA FINANZIARIA ACCORDO SOLIDARIETA TRA GENERAZIONI: per un OVER 55 che volontariamente sceglie il part-time si assume un giovane disoccupato, con meno di 25 anni (29 se laureati), sempre a tempo parziale. LOver 55 - Tutor - riceverà la stessa paga e avrà la copertura previdenziale come a tempo pieno. LE RISORSE per tale sperimentazione sono ESIGUE: 3 mln nel 2007, 82,2 mln nel APPRENDISTI: la FINANZIARIA ha previsto un contributo del 10% a CARICO delle IMPRESE. Solo per gli APPRENDISTI ARTIGIANI delle imprese fino a 9 dipendenti il contributo dovuto è dell1,5% nel 1° anno, del 3% nel 2° anno e del 10% per gli anni di contratto dopo il 2°. Dal 1° gennaio 2007 agli apprendisti è estesa lindennità giornaliera di malattia secondo la disciplina prevista per i lavoratori subordinati.

67 LA FINANZIARIA 2007 BOLLO AUTO - Da gennaio 2007 aumenta per tutte le auto il bollo, con esclusione delle Euro 4 fino a 100 KW (1600 di cilindrata). Gli aumenti sono contenuti per le auto di piccola e media cilindrata, mentre sono più elevati per le auto più inquinanti e di grossa cilindrata. 67 Bollo auto, le nuove tariffe – prezzo a euro per KW Tassa pre riformaTassa post Da 0 a 100 Kw riforma Oltre 100 Kw EURO 02,583,004,50 EURO 12,582,904,35 EURO 22,582,804,20 EURO 32,582,704,05 EURO 42,58 3,87

68 LA FINANZIARIA 2007 LA FINANZIARIA 2007 E IL CATASTO Da novembre 2007 i Comuni, anche in forma associata, gestiranno il catasto edilizio urbano. Viene esclusa la possibilità di affidare le funzioni catastali a società private, pubbliche o miste. La riforma degli estimi è prevista tramite apposita legge delega. FINANZIATE MISSIONI DI PACE ALLESTERO con 1 mld per ciascun anno RICERCA PUBBLICA – 230 mln in più; inoltre viene istituito presso il Ministero dellUniversità e Ricerca il Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica - FIRST- con risorse per 300 mln nel 2007 e 2008 e di 360 mln nel SBLOCCO assunzioni ricercatori e piano triennale di assunzioni. 68

69 LA FINANZIARIA Confisca beni alla mafia - Prevede il possibile utilizzo dei beni immobili confiscati alla mafia anche per attività istituzionali della Pubblica Amministrazione e dellUniversità. 5 per Mille - Per il 2007 i contribuenti possono destinare il 5 per mille della propria IRPEF a favore di: Onlus, organizzazioni del volontariato; per finanziare Enti di ricerca scientifica e delluniversità e della ricerca sanitaria. Nel 2008 (anno di imposta 2007) il contributo verrà ripartito per un massimo di 250 mln. Detrazione per affitti – E confermata la detrazione a favore dei contratti di locazione per labitazione principale, a norma della L. 431/98: 495,80 per redditi fino a ,71 anno 247,90 per redditi da ,71 a ,41 anno

70 LA FINANZIARIA FONDI VARI 70 Con il maggior gettito fiscale derivante dallIVA sui carburanti, nel limite di 100 mln annui, è costituito un Fondo da utilizzare dai Comuni per interventi di riduzione delle bollette di luce, gas e acqua a favore delle famiglie economicamente disagiate e con particolari situazioni (non autosufficienza, disabili). E istituito il Fondo mobilità pendolari con una dote di 100 mln per ciascun anno , per migliorare lorganizzazione dei trasporti ed i servizi offerti. E istituito un Fondo per promuovere progetti in ambito nazionale ed internazionale per laccesso alle risorse idriche e affermare il principio di garanzia del diritto allaccesso allacqua a livello universale. Per ogni bottiglia di acqua in materiale plastico venduta al pubblico un contributo pari a 0,1 centesimi, a carico del produttore, va a riempire detto fondo.

71 LA FINANZIARIA VARIE 71 CONTRIBUTO ROTTAMAZIONE E ACQUISTO AUTO: per auto Euro0 e Euro1 demolite nel 2007 contributo massimo di 80. per acquisto di nuova auto Euro4 o Euro5 contributo di 800, con laggiunta dellesenzione del bollo per 2 anni; tale esenzione aumenta a 3 anni se lauto è inferiore a 1300 di cilindrata. contributo di 1500 per acquisto di auto a metano, Gpl, elettrica, a idrogeno. i contributi valgono per le auto con contratto dacquisto stipulato dal 3/10/2006 al 31/12/2007. Inoltre sono previsti contributi per acquisto di motocicli.

72 LA FINANZIARIA 2007 IL FONDO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA è incrementato di 210 mln per il 2007e di 180 mln per il 2008 e Stanziati 100 mln lanno per il triennio per lo sviluppo dei servizi socio-educativi, asili nido. Prorogati al 2007 gli sconti del 36% fino a per ristrutturazione edilizia. 72

73 LA FINANZIARIA 2007 E IL SINDACATO La finanziaria 2007, come richiesto e ottenuto, non conterrà interventi strutturali sulla previdenza. Il completamento della legge Dini e i problemi aperti dalla controriforma Maroni sono temi che dovranno trovare soluzione attraverso un percorso che è stato definito con un memorandum dintesa tra CGIL-CISL- UIL e Governo. Il memorandum e il documento CGIL-CISL-UIL sulla finanziaria 2007 ribadiscono in termini significativi limpostazione che abbiamo dato per ridare potere dacquisto ai redditi da pensione; tema che non trova una soddisfacente risposta nella Finanziaria approvata. 73

74 LA FINANZIARIA 2007 E IL SINDACATO Il documento CGIL-CISL-UIL considera positivo linnalzamento della NO TAX AREA per i pensionati, ma ribadisce le seguenti richieste: Parificazione tra lavoro dipendente e pensionati; Misure per gli incapienti; Ulteriori detrazioni per le pensioni che negli anni hanno avuto una maggiore svalutazione agendo sulletà; Positiva ma insufficiente la dotazione del fondo per la non autosufficienza; 74

75 LA FINANZIARIA 2007 E IL SINDACATO Il Memorandum in particolare: al punto 6) – garantire a tutti gli anziani pensioni di importo adeguato; al punto 9d) – ricerca di soluzioni volte ad assicurare ai pensionati trattamenti di importo adeguato attraverso la rivalutazione dei trattamenti in essere; al punto 8b) - agevolare i lavoratori anziani, dando loro la possibilità di forme di lavoro volontario e flessibile mette in agenda temi che attendono da molto tempo una soluzione. La piena sintonia tra il documento unitario SPI-FNP-UILP dell11 settembre u.s. e la posizione assunta da CGIL-CISL-UIL sulla legge finanziaria 2007 ci permette di continuare a dispiegare una forte iniziativa di informazione e orientamento finalizzati ad ottenere alcune e positive risposte alle nostre richieste. 75

76 LA FINANZIARIA 2007 E IL SINDACATO La Finanziaria 2007 ha aperto nel Paese un capitolo nuovo, impostato su EQUITA, SVILUPPO e RISANAMENTO, sulla redistribuzione del reddito a favore dei redditi medio-bassi da lavoro e dei pensionati, fortemente penalizzati dalle politiche liberiste del centro-destra. 76 La Finanziaria ha avviato un percorso che deve restare aperto, quale via maestra da percorrere dalle prossime finanziarie, per un Paese con più giustizia sociale e rispetto dei diritti. La Finanziaria 2007 ha aperto nel Paese un capitolo nuovo, impostato su EQUITA, SVILUPPO e RISANAMENTO, sulla redistribuzione del reddito a favore dei redditi medio-bassi da lavoro e dei pensionati, fortemente penalizzati dalle politiche liberiste del centro-destra.


Scaricare ppt "LA FINANZIARIA 2007 9 gennaio 2007 A cura di Silverio Ghetti Segreteria Spi-Cgil Emilia Romagna."

Presentazioni simili


Annunci Google