La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nella vita non riesce chi è più bravo, ma chi è più audace. La persona audace è coraggiosa, ardimentosa, valorosa, forte, animosa, temeraria, spericolata,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nella vita non riesce chi è più bravo, ma chi è più audace. La persona audace è coraggiosa, ardimentosa, valorosa, forte, animosa, temeraria, spericolata,"— Transcript della presentazione:

1

2

3 Nella vita non riesce chi è più bravo, ma chi è più audace. La persona audace è coraggiosa, ardimentosa, valorosa, forte, animosa, temeraria, spericolata, focosa, impetuosa…….. VINCENTE.

4

5 Quale il suo segreto? La persona audace ha imparato a tenere sotto controllo le proprie paure, anzi a servirsene: le affronta senza pensarci due volte e va avanti!

6

7 Sono le paure che ci bloccano, sono le paure che non ci fanno riuscire nella vita, sono le paure che non ci fanno realizzare i nostri desideri, sono le paure che ci fanno sentire una nullità, sono le paure che non ci fanno crescere, che ci paralizzano. La colpa dei nostri insuccessi è dovuta sempre e soltanto alle paure!

8

9 Ogni volta che cè un problema nella nostra vita ricordiamoci sempre: è la paura che ci sta condizionando! Ogni volta che non ci sentiamo come vorremmo, cè la paura in azione! Le paure hanno mille volti. Le paure sono allorigine di ogni malessere. SE VIVIAMO CON LE PAURE, SIAMO DEI FALLITI.

10

11 E se scappiamo, la paura diventa un fantasma che ci insegue e ci spaventa a morte. Se invece la affrontiamo, svanisce. QUINDI PIU OSIAMO E PIU SIAMO VINCENTI

12

13 Il segreto del successo, di ogni genere di successo, sta nel saper trasformare la paura in coraggio; insomma bisogna osare, osare, osare! La paura crea un blocco energetico: blocca gli elettroni, ossia impedisce le reazioni chimiche che forniscono lenergia utile che potrebbe spingerci allazione.

14

15 La paura ci rende incapaci di proseguire, incapaci di interagire, di comunicare con noi stessi e con gli altri, incapaci di pensare in modo razionale e positivo. La paura ci rende impotenti e senza idee; la paura ci fa temere i cambiamenti.

16

17

18 Le paure dipendono dalle nostre credenze limitanti che ci boicottano continuamente. Se non cambiamo i nostri pregiudizi le nostre idee su di noi, sugli altri, sul mondo… il nostro modo di agire sarà sempre lo stesso per cui otterremo sempre gli stessi risultati.

19

20 Purtroppo non è facile liberarci dalle paure e dai nostri credo limitanti, in quanto dopo tanto tempo che ce ne siamo serviti inconsapevolmente, sono diventate abitudini e quindi scattano automaticamente!

21

22 Le paure hanno messo radici nel nostro inconscio e sono diventate istintive, perciò hanno il pieno sopravvento sulla nostra volontà. Tuttavia, il compito della paura è di proteggerci dai pericoli! Ci vuole anche prudenza nella vita, altrimenti saremmo continuamente esposti ai pericoli. La paura non è altro che un eccesso di prudenza, ma un eccesso talmente grande che ci toglie la forza di agire.

23

24 Leccessiva prudenza deriva dalla mancanza di sicurezza, dal fatto che temiamo troppo le conseguenze delle nostre azioni, temiamo che ci possa succedere qualcosa di molto grave se ci "buttiamo. La paura perciò ci toglie il coraggio e la fiducia, cosicché alla fine preferiamo lo status quo: dunque non rischiamo, non usciamo dalla nostra zona di confort. Così purtroppo resta tutto come prima e noi continuiamo a stare male.

25

26 Ma perché allora la prudenza è diventata talmente grande da paralizzarci del tutto? Perché la prudenza, che è utile e necessaria quando rientra nella norma, si è trasformata in una paura paralizzante?

27

28 La risposta è semplice e la conosciamo tutti: durante linfanzia abbiamo ricevuti così tanti rimproveri e punizioni dai nostri genitori e insegnanti, abbiamo sentito così spesso urla spaventose e insopportabili in famiglia, siamo stati castigati e intimoriti così tante volte, ci è stato tolto così frequentemente laffetto….. che abbiamo perso la voglia di metterci in gioco, ci siamo sentiti degli incapaci e dei buoni a nulla.

29

30 Ci siamo "convinti" di non meritare nulla dalla vita, di non valere nulla, e ci siamo sentiti in colpa per la nostra situazione. Ci siamo bloccati al punto di partenza e non siamo più capaci di partire, di fare il primo passo.

31

32 E ci siamo chiusi nella nostra corazza, nella nostra tristezza, nella nostra pigrizia. Per evitare il dolore che spesso proviene dalle relazioni, tendiamo ad anestetizzare il nostro cuore, finendo per apparire freddi e insensibili. Tendiamo sempre più a vivere a distanza cioè, lontano da rapporti che potrebbero provocarci dolore o sofferenza.

33

34 . Il nostro inconscio ha ricevuto lordine che dobbiamo essere dei falliti, che non dobbiamo riuscire, per cui nonostante oggi non la pensiamo più così, tutto rimane immutato. E anche se ci sforziamo di migliorare, ci impegniamo al massimo, ed il più delle volte siamo anche bravi e preparati, nonostante tutto ciò continuiamo a fallire e a soffrire.

35

36 Il guaio peggiore è che le paure e i sensi di colpa vengono automaticamente trasmessi di generazione in generazione, di padre in figlio. E così è accaduto anche a te…

37

38 Ma ora basta!!!!!!

39

40 Certo, è possibile. Innanzitutto impara ad amarti completamente e profondamente, accettarti nonostante tutte le difficoltà e gli immancabili insuccessi

41

42 Infatti solo lamore e laccettazione incondizionata di te, possono darti lautostima e lenergia psichica necessaria per vincere lansia e la paura dei cambiamenti, e consentirti di rischiare, di non avere più paura dei fallimenti, di affrontare le sfide della vita con una mentalità vincente!

43

44 Inoltre occorre anche che tu comprenda che è normale fallire, è normale sbagliare, è normale e giusto essere egoisti! È normale, giusto e salutare pensare a te stesso, prima di tutto a te stesso, pur senza esagerare!

45

46 Possiamo affermare con tutta sicurezza che il coraggio scaturisce dalle nostre esperienze, dagli insegnamenti che possiamo trarre dai nostri errori, dai nostri fallimenti.

47

48 Chi non sbaglia non impara. Chi non fallisce mai non cresce. Chi non affronta le paure soccombe, si trova sempre al punto di partenza: linizio è sempre micidiale per tutti, tutti hanno paura quando affrontano una prova per la prima volta.

49

50 Quanti ostacoli hai già superato? Quante volte sei stato capace di superare il primo impatto? Ricorda, la prima volta crea sempre paura, difficoltà, dubbi, insicurezza! E importante che tu non permetta più che la paura ti fermi, intralci il tuo cammino, qualunque esso sia.

51

52 Impara ad amarti e accettarti così come sei Solo così sarai in grado di sconfiggere la paura, quella paura nata da una insufficienza di amore, da troppi rimproveri.

53

54 Se decidi di amarti e di accettarti completamente e profondamente, i tuoi pensieri diventeranno positivi e potenzianti, sarai paziente di fronte ai contrattempi, non ti capiterà più di inalberarti o chiuderti di fronte alle critiche.

55

56 Inoltre ti capiterà di rialzarti rapidamente dopo una sconfitta e sarai pronto per la vittoria, non ti spaventerai di fronte alle difficoltà, non perderai la calma e la sicurezza. Intanto capirai che per riuscire nella vita bisogna sacrificarsi ed impegnarsi al massimo, perché senza impegno e senza sacrifici, senza determinazione e senza perseveranza non potrai conseguire i tuoi obiettivi.

57

58 Puoi decidere di vivere la tua vita in modo armonioso, amandoti e approvandoti nonostante le tue debolezze e i tuoi limiti?

59

60 In ogni caso il risultato che cerchi non ti sfuggirà, prima o poi lo raggiungerai pur attraverso difficoltà, errori e frustrazioni, se continuerai ad avere la mente focalizzata sulla meta.

61

62 Decidi ora il tuo cambiamento. Basta pensare al tuo passato, alle tue sconfitte, alle tante frustrazioni… Impara ad essere distaccato e sereno! Impara a ridere, ridere, ridere, a cogliere lattimo fuggente!

63 GIOIA! ALLEG RIA!

64 Vivi qui, vivi ora, vivi il presente. Porta qui il tuo pensiero, non nel passato che ti angoscia, non nel futuro che ti spaventa.

65

66 Sii buono con te, impara ad incoraggiarti, approvarti, giustificarti, qualunque cosa accada. Solo attraverso lamore per te stesso, incondizionato, riuscirai ad eliminare i dubbi e le paure che rendono la tua vita così scialba e insignificante

67

68 Ciò ti consentirà di diventare quello che hai sempre sognato di essere: una persona motivata, piena di entusiasmo, di vitalità, di simpatia e di allegria.

69

70 Il segreto dellentusiasmo e della vitalità però non sta nella realizzazione di un grande sogno, ma nellavere un grande sogno da realizzare, nel senso che si ricava più soddisfazione dalla lotta per raggiungere un grande obiettivo che nel conseguimento della meta stessa.

71

72 In ogni fase della tua vita, la soddisfazione più appagante è quella di voltarti indietro, essere fiero di te e poter gridare : CHE PERSONA IN GAMBA, CE LHO FATTA!

73

74 Il vero obiettivo, dunque, non è tanto il traguardo in sé, ma la scoperta del tuo valore e della tua identità attraverso il superamento delle prove che la vita ti impone, per raggiungere insieme ad una appagante serenità, una grande maturità e uno straordinario equilibrio.

75

76


Scaricare ppt "Nella vita non riesce chi è più bravo, ma chi è più audace. La persona audace è coraggiosa, ardimentosa, valorosa, forte, animosa, temeraria, spericolata,"

Presentazioni simili


Annunci Google