La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - I fondamenti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - I fondamenti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi."— Transcript della presentazione:

1 Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - I fondamenti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi SILSIS-MI VIII ciclo – secondo anno / GEOGRAFIA FISICA GIANMARIO GERARDI – Y04585 Classe scolastica: II liceo Classico (equivalente IV superiore) - Corso di Biologia Tempi: 2 ore

2 Mezzo secolo di biologia 1944 Hershey e Martha Chase studiando virus batterici, e Avery occupandosi di batteri patogeni, dimostrano che il DNA è materiale genetico in grado di trasferire caratteristiche metaboliche da un organismo allaltro Watson e Creek determinano la struttura del DNA 1961 Niremberg decifra il codice genetico 1973 Boyer e Cohen fondano la tecnologia del DNA ricombinante 1976 Maxam e Gilbert e in un altro laboratorio Sanger mettono a punto 2 diversi metodi per sequenziare il DNA. Il metodo di Sanger, automatizzato, è tuttora utilizzato 1978 Genentech produce insulina umana ricombinante in E.coli 1982 Primo vaccino animale prodotto con tecnologie ricombinanti introdotto in UE 1983 Impiego di un vettore per il trasferimento di geni esogeni nelle piante 1988 Reazione a catena della polimerasi (PCR) 1990 Inizio del Progetto Genoma Umano 1996 Sequenziamento completo del genoma di S. cerevisiae 1997 Clonazione di un mammifero (Dolly) 2000 Annuncio della conclusione Sequenziamento Genoma Umano

3 Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - Conoscenze e proprietà fondanti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi SILSIS-MI VIII ciclo – secondo anno / GEOGRAFIA FISICA GIANMARIO GERARDI – Y04585

4 1953 il DNA: la Doppia Elica di Watson e Creek Grazie agli studi di diffrazione ai raggi X, che molto probabilmente segnarono il destino di Rosalind Franklin, Watson e Creek risolvono lenigma di una molecola sorprendentemente ordinata e geometrica.

5 Il concetto di Complementarietà… La denaturazione di una molecola di DNA rompe i ponti H tra le basi azotate: Si liberano due eliche COMPLEMENTARI.

6 …e il concetto di Ibridazione Tratti anche piuttosto lunghi (diverse decine di pb) di DNA a singola elica di qualunque provenienza, anche artificiale, si IBRIDANO facilmente ad unelica di DNA costituita dalla sequenza complementare. Si forma una doppia elica corretta.

7 La genetica di Escherichia coli Il DNA di un batterio è raccolto in un unico cromosoma circolare. In alcune situazioni specifiche, un tratto di DNA può essere scambiato e trasferito come caratteristica fenotipica da un organismo ad un altro uguale, ricordando il concetto Mendelliano di trasmissione di un GENE. Colonia di Escherichia coli

8 Una parte del DNA in E. coli talvolta si trova su brevi sequenze circolari: i Plasmidi plasmide Plasmide (~2-100 kb) Cromosoma (4.5 Mb) Molti batteri, come E. coli, possono essere dotati anche di un DNA circolare a doppia elica, molto più piccolo del cromosoma (~1:1000): il plasmide. Può essere presente anche in numerose copie. In condizioni favorevoli opportune, un plasmide libero entra con facilità in un batterio e può anche successivamente uscirvi. Trasformazione

9 Le funzioni del DNA Plasmidico Esistono moltissimi tipi di plasmidi, con proprietà diverse. In generale le loro attività naturali possibili sono le seguenti: - si replicano e segregano alla divisione (anche se non sempre) - spesso portano 1 o più geni per resistenze ad antibiotici - possono portare anche geni metabolici ed esprimerli - possono ricombinare con il cromosoma batterico e scambiare tratti di DNA - possono trasferirsi in atri batteri perconiugazione batterica attraverso i pili - possono comportarsi da vettori di DNA cromosomico trasferendone dei brevi tratti in un altro batterio. Proteina

10 Gli enzimi di Restrizione EcoRI riconosce la sequenza GAATTC e taglia DNA in quel punto, generando 2 frammenti di DNA Regione di riconoscimento Regione del taglio sfalsato I batteri possiedono enzimi deputati alla digestione di DNA estraneo, ad esempio virale, i quali non tagliano a caso, ma riconoscono sequenze specifiche di basi azotate. Oggi se ne conoscono più di cento. Filamenti diversi di DNA, tagliati da un enzima di restrizione che genera estremità di taglio sfalsate (coesive), possono ibridare e legarsi. Le potenzialità di questo taglia e cuci sono enormi.

11 La Ricombinazione omologa Il DNA possiede la capacità di ibridarsi a regioni di DNA omologo per semplice affiancamento. Il termine RICOMBINAZIONE è ripreso dal concetto classico Mendelliano. La prima evidenza al microscopio fu quella dei chiasmi del crossing-over della meiosi, ma il fenomeno si era già reso noto in termini teorici studiando il comportamento dei plasmidi batterici.

12 Tratti di DNA omologo possono ricombinare fra loro e consentire lo scambio di sequenze dinteresse DNA esogeno DNA genomico La Ricombinazione omologa

13 L Analisi dei frammenti di DNA - Il DNA è carico negativamente - Corso su un gel di agarosio in un campo elettrico si separa in base alla lunghezza del frammento o al suo grado di avvolgimento - Le basi vengono regolarmente intercalate da EtBr che è visibile in luce UV

14 La PCR : la Reazione di polimerizzazione a catena: Animazione Vengono sfruttate le seguenti proprietà: - Condizioni di lavoro semplici dellenzima DNApolimerasi - Notevole velocità di reazione (anche centinaia bp/sec) - Innesco di lavoro dellenzima basato su brevi sequenze primer - Separazione delle doppie eliche per denaturazione

15 Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - Le proprietà fondanti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi SILSIS-MI VIII ciclo – secondo anno / GEOGRAFIA FISICA GIANMARIO GERARDI – Y04585

16 Il DNA Ricombinante A: plasmide tagliato B: gene esogeno tagliato con lo stesso enzima C: inserzione del gene Taglio dellenzima di restrizione

17 Gli Inserti e il Clonaggio genico Il termine di DNA ricombinante ha origine sempre dal concetto di ricombinazione genica. Qui si tratta di una ricombinazione per inserzione. Allinterno dei plasmidi, un gene esogeno di qualunque provenienza, può essere clonato e replicato in colture batteriche. Il gene può essere inserito a valle di sequenze batteriche promotore, anche inducibili, e portare allespressione di proteine di qualunque altro organismo allinterno del batterio.

18 Le Banche geniche

19 Le Banche di Plasmidi e di Fagi I singoli cloni di DNA genomico vengono riconosciuti da piccole sonde nucleotidiche di sequenza nota, marcate e rintracciabili

20 AAAAA-3 mRNA 7-mG Oligo (dT) TTTTT AAAAA-3 7-mG TTTT-5 OH Trascrittasi inversa dATP, dCTP, dTTP, dGTP AAAAA-3 7-mG TTTT-5 OH-3 AAAAA-3 7-mG TTTT-5 Frammento di Klenow dATP, dCTP, dTTP, dGTP TTTT-5 Rnasi H Nucleasi S1 DNA complementare (cDNA) Le banche di cDNA da estratti cellulari di mRNA La Trascrittasi inversa è un enzima scoperto nei retrovirus. Questo enzima consente di ottenere DNA complementare al mRNA. Vantaggi del cDNA: - è un gene funzionante sotto qualunque promotore - è composto solo da esoni

21 I nuovi Micro Array : unevoluzione Si tratta di prodotti soprattutto commerciali: - Banche di cDNA, relative a organismi o a tessuti, predisposte su microchips di pochi cm - Vengono fatte ibridare a cDNA provenienti da mRNA estratti da cellule o altro - Indicano in tempi brevissimi linduzione di determinati geni in condizioni specifiche - Sono supportati da una rapidissima analisi informatica

22 Le proteine Ricombinanti (OGM a tutti gli effetti!)

23 L Espressione di proteine ricombinanti

24 La Trasfezione cellulare Trasfezione del costrutto cell Proteina mRNA

25 L Inibizione dellespressione genica (il silenziamento) Trasfezione del costrutto antisenso (la trascrizione di questo gene produce un mRNA as) RNA-antisenso mRNA DEGRADAZIONE mRNA prodotto dal nucleo di una cellula eucariote cell

26 Gli Small Interfering RNA (siRNA) È un altro tipo di Silenziamento Basato su un meccanismo fisiologico recentemente scoperto, in cui gli siRNA dirigono il riconoscimento e la degradazione di mRNA da parte di un enzima specifico effettuando una regolazione negativa. siRNA

27 Il Sequenziamento del DNA

28 Il Sequenziamento di un genoma Sequenziare un genoma non significa conoscere il funzionamento di ogni gene Offre lopportunità di rintracciare quelli di cui possediamo qualche evidenza

29 La Ricostruzione della sequenza La ricostruzione della sequenza viene effettuata grazie alluso di enzimi di restrizione diversi

30 I Marcatori molecolari Vi sono approcci di analisi del DNA in grado di mettere in evidenza caratteristiche degli individui altrimenti invisibili: - Mutazioni - Associazioni a caratteristiche fenotipiche specifiche - Attribuzione di paternità o parentela - Un impronta digitale inconfondibile Sono basati sugli effetti in larga scala di tagli enzimatici di restrizione o di amplificazioni di sequenza Un punto del genoma in grado di rendersi evidente solo in casi specifici È un marcatore molecolare Se fossimo ciechi e sordi e dovessimo trovare un asino in mezzo a dei cavalli, avremmo a disposizione almeno 3 marcatori: la lunghezza del pelo, laltezza al garrese e la lunghezza delle orecchie!

31 Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - Le proprietà fondanti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi SILSIS-MI VIII ciclo – secondo anno / GEOGRAFIA FISICA GIANMARIO GERARDI – Y04585

32 La Cura e la Prevenzione di Malattie Le proteine ricombinanti possono essere usate come farmaci (insulina) e consentono la produzione in larga scala di anticorpi sempre ad impiego farmacologico: - Contro tumori - Contro malattie degenerative La diagnosi genetica molecolare consente di individuare precocemente molte malattie, compreso i tumori Limpiego di marcatori molecolari consente di eliminare i dubbi sulla presenza di certe alterazioni genetiche

33 1999 (Dicembre) Pubblicata su Nature la sequenza completa del cromosoma (Maggio) pubblicata su Nature la sequenza completa del cromosoma (Giugno) Francis Collins e Craig Venter annunciano congiuntamente di aver completato la "bozza" del genoma Umano La bozza completa del genoma umano (che gli inglesi chiamano working draft) è pubblicata su Nature (quella del consorzio pubblico) e su Science (quella della Celera). La codifica del nostro Genoma

34 Il Miglioramento genetico di piante (e animali) StatoMilioni di ha Coltivati con OGM % di ogmprodotti USA49,855,3Soia,mais,cotone,zucca,colza Argentina17,119Soia, mais, cotone Brasile9,410Soia Canada5,86,4Colza, mais, soia Cina3,33,6Cotone Paraguay1,82Soia India1,31,4Cotone Sud Africa0,5 Mais, soia, cotone Uruguay0,3 Soia, mais Australia0,3 Cotone Romania0,1 Soia Messico0,1 Soia, cotone Spagna0,1 Mais Filippine0,1 Mais TOTALE90 milioni di ha100 % Fino ad oggi, nellimpiego di OGM vegetali (VGM), non si sono ancora verificati danni, né alla salute, né di tipo ambientale. Le paure riguardo al futuro per ora sono solo ascrivibili ad oggettive speculazioni.

35 Gli animali Transgenici Gli organismi animali transgenici possono essere ottenuti modificando cellule embrionali totipotenti Esempio: generazione di topi transgenici mediante microiniezione di DNA nei pronuclei maschili

36 La Clonazione degli animali

37 Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - Le proprietà fondanti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi SILSIS-MI VIII ciclo – secondo anno / GEOGRAFIA FISICA GIANMARIO GERARDI – Y04585

38 Le Terapie geniche Il silenziamento o la supplementazione dei geni in tessuti malati offre possibilità di applicazione davvero enormi - Contro tumori - Contro malattie degenerative Cellule malate potrebbero essere prelevate da tessuti malati, modificate geneticamente e reimpiantate Anche cellule embrionali potrebbero essere curate per modificazione genetica e reimpiantate

39 Luso delle cellule Staminali a fini terapeutici Riparazione di un tessuto Eliminazione problemi di rigetto

40 La creazione di Nuovi Organismi Le caratteristiche genetiche di organismi utili alluomo potrebbero essere amplificate anche notevolmente Recentemente è stato creato un riso ricco di vit. A e si sta cercando di creare piante e microorganismi mangiatori di sostanze di rifiuto o inquinanti La manipolazione protratta e approfondita potrebbe consentire di creare veri e propri nuovi organismi

41 Luomo si Interroga Il primo OGM moderno fu ottenuto nel 1973 da Stanley Cohen (Stanford University School of Medicine) e Herbert Boyer (University of California, San Francisco) che, grazie all'uso delle nuove tecniche di biologia molecolare riuscirono per primi a clonare un gene in E. coli dimostrando che era possibile trasferire materiale genetico da un organismo ad un altro tramite l'utilizzo di vettori plasmidici in grado di autoreplicarsi, abbattendo di fatto le barriere specie-specifiche. Alla luce della portata di tali risultati, nel 1974, la comunità scientifica si autoimpose una moratoria internazionale sull'uso della tecnica del DNA ricombinante per valutare la nuova tecnologia ed i suoi possibili rischi. Fino a che punto è lecita la manipolazione genetica delluomo? Quali scenari mostra la possibilità di clonare una persona?

42 Abbiamo realmente in mano il Segreto della Vita ?


Scaricare ppt "Le biotecnologie - Mezzo secolo di biologia - I fondamenti - Gli strumenti attuali più importanti - Gli ambiti applicativi - Le prospettive e gli interrogativi."

Presentazioni simili


Annunci Google