La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attivazione del nuovo sistema di aggiornamento del Catasto Terreni mediante lausilio della procedura PREGEO 10 Area Catasto Terreni – Lorenzo Casavecchia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attivazione del nuovo sistema di aggiornamento del Catasto Terreni mediante lausilio della procedura PREGEO 10 Area Catasto Terreni – Lorenzo Casavecchia."— Transcript della presentazione:

1 Attivazione del nuovo sistema di aggiornamento del Catasto Terreni mediante lausilio della procedura PREGEO 10 Area Catasto Terreni – Lorenzo Casavecchia Agenzia del Territorio – Ravenna – 12 novembre 2009

2 Provvedimento del Direttore dellAgenzia del Territorio 1° ottobre 2009 PREGEO 10 Disponibile dal 15 ottobre 2009 Obbligatorio dal 1° giugno 2010

3 Il modello tecnico-organizzativo è basato principalmente: sulla condivisione degli archivi catastali disponibili attraverso il nuovo estratto di mappa ; sulla redazione degli atti di aggiornamento del Catasto Terreni con lausilio della procedura PREGEO 10, che esegue tutti i controlli necessari in relazione alle vigenti disposizioni in materia, e provvede allaggiornamento automatico della cartografia catastale e dellarchivio censuario.

4 La procedura fa riferimento a tutti gli atti di aggiornamento del Catasto Terreni Gli atti aggiornamento sono redatti su estratti autentici della mappa catastale e rilasciati dallAgenzia del Territorio; autoallestiti solo per aggiornamenti riferiti ad immobili già correttamente rappresentati. A partire dal 1° giugno 2010 gli atti devono essere presentati in conformità alla procedura automatica Pregeo 10 ed in via facoltativa dal 15 ottobre Disposizioni del provvedimento

5 le informazioni generali sul nuovo sistema il download del programma la documentazione a supporto ( circ. 3/09, esempi, lapprovazione degli atti di aggiornamento del Catasto Terreni ed il contestuale aggiornamento degli archivi ) Nel sito dellAgenzia del Territorio ( ) nellarea dedicata ai servizi per i professionisti sono disponibili:

6 Nuovi controlli sulla componente topografica, cartografica e censuaria dellatto Contenimento dei tipi respinti Necessità di uniformare su tutto il territorio nazionale lomogeneità del trattamento degli atti e delle variazioni del database censuario Possibilità direttamente presso lo studio del professionista di verificare la registrabilità dellatto Realizzata sulla base delle vigenti disposizioni Circolare 3 del 16 ottobre 2009

7 Nuova interfaccia grafica Nuovo estratto di mappa per atti di aggiornamento (all. 1 della circolare) Definizione e codifica delle tipologie degli atti, sono stati previste 34 tipologie di aggiornamento (all. 2) Gestione guidata del modello censuario Relazione tecnica strutturata (all. 4 ) Controlli automatici di aggiornamento cartografico e censuario direttamente nello studio del Professionista (all. 5) Nuovo modello tecnico

8 I controlli automatici della procedura Controlli formali, di conformità e di completezza : codice di riscontro, autocertificazioni, autodichiarazioni, presenza di tutti gli elaborati Controlli di consistenza : registrabilità dellatto in relazione agli esiti elaborazione, proposta di aggiornamento e modello censuario Controlli topografici : sono controlli finalizzati ad accertare la correttezza topografica delle operazioni di rilievo effettuate dal tecnico redattore. Controlli di coerenza: sono cartografici e censuari, confronto tra i dati dellatto e la banca dati catastale

9 In caso di esito negativo, latto di aggiornamento viene respinto automaticamente dalla procedura, con lindicazione in chiaro di un messaggio riportante le motivazioni di non registrabilità In caso di esito positivo, appositi messaggi diagnostici permettono al tecnico redattore di sapere, già in fase di predisposizione, se latto verrà sottoposto al processo di approvazione automatica, oppure se varrà trattato nella consueta modalità da parte degli operatori dellufficio Risposta allutenza

10 Sono esclusi dalla trattazione automatica: I tipi particellari Le variazioni di acque e strade Gli atti esenti e quelli riguardanti particelle demaniali

11 La definizione dei Punti Ausiliari in riga di tipo 8 Qualora sia presente una catena poligonometrica costituita da un numero di stazioni consecutive maggiori o uguali a quattro, è obbligatoria la sua definizione nella relativa riga di tipo 3 secondo le istruzioni della circ. 2/88 Liscrizione al Catasto Fabbricati di una speciale tipologia immobiliare transitoria denominata F6 ( fabbricato in corso di dichiarazione ) nel caso di nuove costruzioni Aggiornamenti alla prassi operativa

12 Come richiedere un estratto ad uso Pregeo 10

13 Nuova casella di posta pregeo 10 le schede monografiche dei Punti Fiduciali le istanze di accorpamento delle particelle divise in porzioni

14 Decorrenza Per lapprovazione degli atti di aggiornamento redatti con lausilio della procedura Pregeo 10 si applicano le disposizioni contenute nella Circ. 3/2009 Fino al 31 maggio 2010 è comunque possibile presentare atti di aggiornamento con lausilio della procedura Pregeo 9 o utilizzando estratti di mappa autoallestiti Dal 1° giugno 2010, gli atti di aggiornamento devono essere predisposti con la procedura Pregeo 10, facendo uso dellestratto autentico rilasciato dallufficio

15 Attivazione del nuovo sistema di aggiornamento del Catasto Terreni mediante lausilio della procedura PREGEO 10 Area Catasto Terreni – Lorenzo Casavecchia Agenzia del Territorio – Ravenna – 12 novembre 2009


Scaricare ppt "Attivazione del nuovo sistema di aggiornamento del Catasto Terreni mediante lausilio della procedura PREGEO 10 Area Catasto Terreni – Lorenzo Casavecchia."

Presentazioni simili


Annunci Google