La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Terzo modulo Modelli D.7.B ottobre-novembre-dicembre 2011 e Modello P.2 di secondo periodo (9 ottobre – 31 dicembre 2011)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Terzo modulo Modelli D.7.B ottobre-novembre-dicembre 2011 e Modello P.2 di secondo periodo (9 ottobre – 31 dicembre 2011)"— Transcript della presentazione:

1 1 Terzo modulo Modelli D.7.B ottobre-novembre-dicembre 2011 e Modello P.2 di secondo periodo (9 ottobre – 31 dicembre 2011)

2 2 3° MODULO DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 LA COMPILAZIONE dei D.7.B proseguirà regolarmente per tutto lanno come se il 2011 non fosse anno di censimento. Abbiamo già indicato questa regolarità come una delle innovazioni che interessano nel corso dellanno le rilevazioni correnti PRECISAMENTE si PROSEGUE con il calcolo della popolazione residente si PROSEGUE con la rilevazione dei flussi mensili secondo le consuete modalità di compilazione dei modelli D.7.B Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

3 3 DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 INFATTI non è prevista alcuna modifica rispetto alla compilazione dei D.7.B dei mesi precedenti né per le modalità di calcolo (dovranno essere conteggiati TUTTI i movimenti anagrafici verificatisi secondo la data di registrazione) né per le modalità di calcolo (ISTATEL o cartaceo) né per la tempistica (conforme alle istruzioni della circolare n.30 del 13 ottobre 2010 cioè entro il 15 del mese successivo a quello di riferimento) 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

4 4 DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 COERENTEMENTE la COMPILAZIONE DEL D.7.B sarà dellintero mese di ottobre 2011 (1-31) la COMPILAZIONE DEL D.7.B sarà ordinaria per il mese di novembre 2011 la COMPILAZIONE DEL D.7.B sarà ordinaria per il mese di dicembre 2011 Ordinaria perché dovranno essere conteggiati TUTTI i movimenti anagrafici verificatisi secondo la data di registrazione, indipendentemente dal fatto che la persona sia stata censita o non censita, e indipendentemente dalla data dellevento. Questa verifica sarà oggetto della revisione anagrafica a seguito di confronto censimento-anagrafe 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

5 5 DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 LA PRIMA INNOVAZIONE è relativa alla compilazione del modello D.7.B di ottobre calcolato per lintero mese e non suddiviso in due periodi, pre e post censuario come era previsto nella precedente tornata censuaria, ma con la sola aggiunta del modello D.7.B (periodo1-8 ottobre – vedi modulo 2) La scelta è stata fatta per rendere minime le modifiche ai sistemi informatizzati di estrazione e invio dei dati, sia dei Comuni, sia del sistema Istatel, utilizzato da più di 6mila Comuni per linvio del modello D.7.B. 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

6 6 DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 Per questa diversa procedura si richiama lattenzione sul primo punto dei modelli D.7.B di ottobre, novembre e dicembre: POPOLAZIONE RESIDENTE AL PRIMO DEL MESE che come di consueto dovrà essere compilato a cura del Comune, riportando la popolazione del punto 10 del modello D.7.B del mese precedente Poiché il calcolo deve proseguire indipendentemente dal Censimento ! 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

7 7 3° MODULO POPOLAZIONE del 30 SETTEMBRE 2011 (D7B SETTEMBRE punto10 ) OTTOBRE ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

8 8 DATI DI BILANCIO modelli D.7.B 1° ottobre – 31 dicembre 2011 Poiché il calcolo deve proseguire diversamente da come era previsto nella precedente tornata censuaria non non saranno utilizzate le formule del comporta o non comporta conteggio Tutto il movimento anagrafico registrato nei mesi di ottobre, novembre e dicembre deve essere conteggiato indipendentemente dal fatto che la persona oggetto dellevento (nascita, morte, trasferimento di residenza) sia stata o meno censita e indipendentemente dalla data dellevento. 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

9 9 DATI DI BILANCIO modello P.2 9 ottobre – 31 dicembre 2011 LA SECONDA INNOVAZIONE è relativa alla compilazione del modello P.2 di secondo periodo nel quale la logica del comporta o non comporta conteggio è sostituita dalla suddivisione degli eventi distinti in base alla data in cui gli stessi, registrati nel periodo 9 ottobre-31 dicembre 2011, si sono verificati. Esempio: Nato (cioè iscritto in anagrafe per nascita con pratica registrata/definita nel periodo 9 ottobre-31 dicembre 2011 ) il cui evento di nascita si sia verificato: prima del 9 ottobre 2011 a partire dal 9 ottobre 2011 Iscritto in anagrafe per trasferimento di residenza con pratica definita nel periodo 9 ottobre-31 dicembre 2011 ) la cui domanda di iscrizione nel comune (cioè data di decorrenza giuridica) sia stata presentata: prima del 9 ottobre 2011 a partire dal 9 ottobre 2011 Lo stesso criterio vale anche per le cancellazioni per morte e per trasferimento di residenza! 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

10 10 DATI DI BILANCIO modello P.2 9 ottobre – 31 dicembre ° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA

11 11 ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli DATI DI BILANCIO modello P.2 9 ottobre – 31 dicembre ° MODULO

12 12 + =+ DICEMBRENOVEMBRE 1-31 OTTOBRE - (meno) 1-8 OTTOBRE LA DIFFERENZA È CALCOLATA DALLISTAT + 3° MODULO DATI DI BILANCIO confronto D.7.B-P.2 9 ottobre – 31 dicembre 2011 Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA LA VERIFICA DELLA CORRETTA QUADRATURA SARÀ A CURA DELLISTAT

13 13 PRE-COMPILATO I totali sono calcolati automaticamente IL DATO DI POPOLAZIONE INIZIALE E IL DATO FINALE DEL P.2 DI PRIMO PERIODO (1 gennaio-8 ottobre 2011) IL CALCOLO DEL DATO DI POPOLAZIONE SI RENDE NECESSARIO PER OTTEMPERARE ALLE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI EUROPEI

14 14 LA TRASMISSIONE DEL MODELLO DEVE AVVENIRE ESCLUSIVAMENTE via INTERNET allindirizzo A partire dal 1° gennaio entro e non oltre il 31 marzo 2012 lutenza e la password sono le stesse usate per linvio dei dati dei modelli P.2 e P tramite modem, e già usate per inviare i dati di primo periodo In caso di smarrimento rivolgersi ai referenti indicati sulla home page del sito. 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA DATI DI BILANCIO modello P.2 9 ottobre – 31 dicembre 2011

15 15 2°MODULO ISTAT–STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA DATI DI BILANCIO modello D7B aggiuntivo 1 ottobre - 8 ottobre 2011

16 16 INFINE IL DATO DI POPOLAZIONE AL 31 DICEMBRE 2011 sarà calcolato per ottemperare alle disposizioni dei regolamenti europei, ma sostituito non appena verrà diffusa la popolazione legale IL NUOVO CALCOLO eliminerà dal conteggio il movimento anagrafico verificatosi prima del 9 ottobre. Il calcolo del movimento è stato scomposto proprio per permettere questo tipo di operazione. 3° MODULO Circolare Istat n.10/2011, cap 2. modelli ISTAT – STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA DATI DI BILANCIO modello P.2 9 ottobre – 31 dicembre 2011

17 17 FINE DEL TERZO MODULO GRAZIE PER LATTENZIONE ! SI INVITANO I CORSISTI a verificare lapprendimento del modulo con lo svolgimento dei test a prendere visione della cartella documentazione presente sulla HOMEPAGE


Scaricare ppt "1 Terzo modulo Modelli D.7.B ottobre-novembre-dicembre 2011 e Modello P.2 di secondo periodo (9 ottobre – 31 dicembre 2011)"

Presentazioni simili


Annunci Google