La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Pilota Percorso di accompagnamento rivolto alle donne che nel 2010 sono rientrate o rientreranno dal congedo di maternità Resoconto delle interviste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Pilota Percorso di accompagnamento rivolto alle donne che nel 2010 sono rientrate o rientreranno dal congedo di maternità Resoconto delle interviste."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Pilota Percorso di accompagnamento rivolto alle donne che nel 2010 sono rientrate o rientreranno dal congedo di maternità Resoconto delle interviste

2 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi Indice Contesto Fasi prima attuazione del progetto: 1.Focus group – obiettivi, partecipanti, output 2.Partecipanti e resoconto risposte interviste rivolte alle dipendenti 3.Partecipanti e resoconto risposte interviste rivolte ai responsabili Passi successivi

3 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 3 Contesto LArea Risorse Umane e Organizzazione in collaborazione con il Comitato Pari Opportunità del Politecnico di Milano e allinterno del piano triennale di Azioni Positive approvato dal CdA, ha avviato nel 2010 le prime fasi di attuazione del progetto. Tale progetto prevedeva azioni a sostegno del rientro dalla maternità. In futuro, tale percorso diventerà standard per le donne che rientrano da maternità e verrà esteso a chi rientra dopo lunghe assenze.

4 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 4 1ª Fase: FOCUS GROUP Obiettivo dei focus group era facilitare una corretta costruzione degli strumenti facendo emergere i vissuti e gli aspetti di problematicità legati al tema della conciliazione tra lavoro e famiglia. Periodo: primo focus group il 29 ottobre 2010, secondo focus group il 16 novembre 2010 (condotti dalle dr.sse Perga e Mazzolari), terzo focus group il 10 marzo 2011 (condotto dalla dr.ssa Mazzolari). Partecipanti: 11 dipendenti provenienti da varie strutture del Politecnico. Output - elaborazione di 3 tipi di interviste strutturate (con domande prestabilite): 1.Intervista alle dipendenti al rientro dalla maternità; 2.Intervista ai loro responsabili; 3.Intervista di follow up dopo 3 mesi dal rientro.

5 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 5 2ª Fase: Interviste alle dipendenti Periodo delle interviste: 17 Novembre Gennaio Target: 11 dipendenti, età media 38 anni, periodo di congedo maternità 2009 – Strutture di appartenenza: Area Servizi ICT, Servizio Ricerca, Polo Piacenza, Servizio Stipendi, Dipartimento Fisica, Centro Metid, Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Servizio Atti Convenzionali, Polo di Lecco, Servizio Qualità. Nota metodologica: ai fini di una più fedele raccolta dei dati è stato chiesta la possibilità di registrare lintervista. Sono state registrate 8 interviste. Ciascuna intervista è durata mediamente unora.

6 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 6 2ª Fase: Interviste alle dipendenti Lintervista è stata strutturata in tre parti volte ad approfondire rispettivamente gli aspetti più personali del periodo della maternità, le aspettative e/o le preoccupazioni prima del rientro al lavoro e lorganizzazione dopo il rientro nel contesto lavorativo I temi o le macro aree più comuni e ricorrenti sono state: Gestione del tempo e/o esigenze di flessibilità dorario Risorse personali o esterne che possono favorire il mantenimento di un buon equilibrio tra vita professionale e personale Il contesto lavorativo (colleghi, responsabili, Politecnico) come elemento di sostegno al reinserimento lavorativo

7 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 7 2ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste alle dipendenti L80% ha vissuto una maternità serena e poco più del 50% è alla prima gravidanza. I rientri sono avvenuti nel 2010 e i bambini hanno dai 9 mesi ai 2 anni. Essere una buona mamma significa dare qualità, presenza, educazione, sicurezza. Essere una buona professionista significa per poco più del 50% fare tutto e bene, concentrare le attività anche se il tempo è poco. Riprendere il lavoro per la maggioranza significa essere più serene, rilassate, contente, perché si può staccare la spina da casa. Sulla percezione di sé circa la metà si sente più sicura, le altre sottolineano la questione della mancanza di tempo e la necessità di organizzarsi meglio. (SEZIONE 1) PUNTO DI VISTA PERSONALE – 10 domande

8 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 8 Tutte avevano la speranza di trovare lo stesso lavoro e per il 90% laspettativa è stata soddisfatta. Per una ampia maggioranza nessuna preoccupazione, solo qualche pensiero sul riuscire a gestire il proprio tempo. Molte pensavano di poter essere facilitate dai parenti, in alternativa con il part time, lorario flessibile. Tutte hanno mantenuto rapporti con i colleghi. (SEZIONE 2) PRIMA DEL RIENTRO - 7 domande 2ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste alle dipendenti

9 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 9 Il reinserimento, tranne i primi giorni, è stato per alcune veloce, per altre tragico con sentimenti negativi per il distacco dal bambino e sensazioni di disorientamento. Nel complesso buon rientro nel gruppo e supporto dei colleghi. Il responsabile per alcune ha facilitato il rientro con un atteggiamento collaborativo, per altre si è mantenuto in una posizione neutra o ha facilitato in seguito a ristrutturazioni aziendali, pochi incontri. Alcune suggerirebbero ai propri responsabili incontri di aggiornamento, la maggioranza non propone nulla di specifico. Una grande maggioranza ha ritrovato la stessa mansione e per alcune ci sono stati cambiamenti in positivo con attività nuove e risorse in più. Un 60% circa è facilitata dalla flessibilità oraria. Tra le fatiche più sentite cè la mancanza di tempo. Molte trovano supporto con organizzazione, parenti, nido, flessibilità. (SEZIONE 3) DOPO IL RIENTRO - 17 domande 2ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste alle dipendenti

10 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 10 Suggerimenti per migliorare la vita lavorativa/personale: flessibilità nelle 2 ore di allattamento e sul part time abbassare i costi e maggiore disponibilità di accesso del nido aziendale part time fino a quando il bambino va alle elementari telelavoro su mezza giornata per un periodo concordato vademecum pratico-burocratico su cosa fare al rientro (permessi, timbrature durante lallattamento …) permessi in più durante il primo anno del bambino baby park (nursery) per qualche ora solo in caso di necessità (SEZIONE 3) DOPO IL RIENTRO - 17 domande 2ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste alle dipendenti

11 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 11 Una prima riflessione, che trova riscontro nelle parole delle dipendenti intervistate, è che lopportunità di usufruire di un tempo dedicato ed una positiva accoglienza al reinserimento lavorativo dopo il congedo per maternità, può certamente favorire ladattamento al lavoro, aumentare la serenità e la consapevolezza delloggettiva complessità della doppio ruolo, aumentare la motivazione e soddisfazione delle madri e conseguentemente favorire la partecipazione al lavoro e un maggior attaccamento allazienda. Conclusioni Un primo feedback interviste dipendenti

12 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 12 3ª Fase: Interviste ai responsabili Periodo delle interviste: Gennaio - Aprile Campione: 9 responsabili, su alcuni è stato possibile effettuare una intervista parziale per cambiamenti di ruolo che non hanno permesso di gestire in toto il periodo di maternità. Strutture di appartenenza: Area Servizi ICT, Servizio Ricerca, Polo Piacenza, Servizio Stipendi, Dipartimento Fisica, Centro Metid, Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Servizio Atti Convenzionali, Polo di Lecco, Servizio Qualità. Nota metodologica: ai fini di una più fedele raccolta dei dati è stato chiesta la possibilità di registrare lintervista. Sono state registrate 8 interviste. Ciascuna intervista è durata mediamente unora.

13 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 13 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili La maggioranza degli intervistati: ha accolto con anticipo la notizia della maternità manifestando positività, alcuni con qualche pensiero per lorganizzazione delle attività. per prima cosa ha cercato di capire la situazione e organizzarsi. ha adottato comunicazioni principalmente informali. non ha attuato sostituzioni per policy aziendale ma un passaggio di consegne avvenuto con un affiancamento del personale che rimaneva nellufficio. non ha avuto nessun cambiamento organizzativo definitivo. afferma di aver avuto personale disponibile. ha già affrontato periodi di assenza per maternità. (SEZIONE 1) PUNTO DI VISTA PERSONALE – 12 domande

14 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 14 Per quanto concerne il supporto del Politecnico, metà degli intervistati afferma di non aver chiesto nessun supporto, laltra metà ha ricevuto: Autorizzazioni ad assunzioni in casi di criticità e mancanza di organico Personale in supporto proveniente da altre aree 150 ore Informazioni (SEZIONE 1) PUNTO DI VISTA PERSONALE – 12 domande 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili

15 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 15 La maggioranza degli intervistati: auspicava che la situazione tornasse quella originaria. ha vissuto tranquillamente lassenza della collaboratrice. non aveva preoccupazioni particolari. afferma di aver contato sulla disponibilità delle persone per gestire la situazione. Metà degli intervistati sostiene che lassenza della persona è stata vissuta dai colleghi con un forte stress per il carico di lavoro, laltra metà afferma che è stata vissuta senza particolari problemi. (SEZIONE 2) PRIMA DEL RIENTRO – 5 domande 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili

16 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 16 La maggioranza degli intervistati: afferma di aver vissuto bene, quanto i colleghi, il rientro della persona. non ha ricevuto richieste dalla collaboratrice. afferma di non aver richiesto supporti al Politecnico. pensa in generale che colleghi e collaboratrice in maternità ritengano che sia stata gestita bene la situazione Le aspettative che i responsabili hanno sulla ripresa da parte della dipendente al rientro variano tra le seguenti: ripresa veloce, ritornare la persona e lavoratrice di prima, aspettarsi qualche assenza in più o affidare attività aggiuntive a quelle lasciate prima della maternità. (SEZIONE 3) DOPO IL RIENTRO – 13 domande 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili

17 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 17 Strategie per gestire assenze per maternità o lunghi periodi di malattia: (abbiamo suddiviso le risposte in due categorie, in base al contenuto): Organizzazione/risorse: supporto temporaneo, in casi di criticità/sotto organico, di risorse provenienti da altre strutture, 150 ore; tempestività nell'organizzazione dellufficio prima del congedo di maternità; condivisione di competenze allinterno di uno stesso ufficio; nel primo periodo del rientro, assegnare alla persona le stesse attività, non introdurre nessun cambiamento neppure migliorativo. (SEZIONE 3) DOPO IL RIENTRO - 13 domande 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili

18 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 18 Azioni: formazione o coaching per i responsabili su soft skills per diffondere una cultura della tolleranza e accoglienza (per la gestione di questi periodi); disponibilità di un budget maggiore per poter premiare chi resta nell'ufficio e gestisce un carico di lavoro superiore allo standard, senza precludere nulla a chi va in maternità; utilizzare gli uffici delle sedi distaccate per esigenze temporanee; consentire i recuperi ai part time; flessibilità dei giorni sui part time verticali; strutturare un processo di supporto ai responsabili sul come gestire la situazione quando mancano risorse o (ad es. promemoria, linee guida) per il rientro della persona. (SEZIONE 3) DOPO IL RIENTRO - 13 domande 3ª Fase: Sintesi delle risposte alle interviste ai responsabili

19 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 19 D opo queste prime interviste si rileva una gestione abbastanza serena dei periodi di assenza. In tal senso il punto di vista delle dipendenti e dei loro responsabili è abbastanza allineato. E emerso anche quanto sia importante avere uno stile personale di accoglienza, di solidarietà, di condivisione, che consenta in momenti di maggior fatica di salvaguardare un clima collaborativo e di conseguenza un livello di produttività più o meno costante. Conclusioni Un primo feedback interviste responsabili

20 ARUO – Servizio Selezioni e Concorsi 20 Alla luce dei risultati del Progetto Pilota, la Direzione Risorse Umane conferma ritenere importante portare avanti il percorso di accompagnamento alle dipendenti in maternità. Saranno messi a disposizione di tutte le dipendenti che andranno in congedo di maternità, tre momenti di incontro: Pre – congedo maternità; Al rientro dalla maternità; Dopo tre mesi dal rientro. Sarà disponibile un momento di confronto e supporto anche per i responsabili, nel periodo antecedente il rientro dalla maternità. Coerentemente con una cultura aziendale di valorizzazione del personale si ritiene fondamentale questo progetto come momento di ascolto e di attenzione delle proprie risorse in un periodo di assenza prolungata, tenendo monitorato il contesto e fornendo eventualmente un sostegno personalizzato. Come procedere


Scaricare ppt "Progetto Pilota Percorso di accompagnamento rivolto alle donne che nel 2010 sono rientrate o rientreranno dal congedo di maternità Resoconto delle interviste."

Presentazioni simili


Annunci Google