La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013 Il Bando della misura 214 Pagamenti agro ambientali Azione 3 Tutela della Biodiversità Grazia Valentino –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013 Il Bando della misura 214 Pagamenti agro ambientali Azione 3 Tutela della Biodiversità Grazia Valentino –"— Transcript della presentazione:

1 Programma di Sviluppo Rurale Puglia Il Bando della misura 214 Pagamenti agro ambientali Azione 3 Tutela della Biodiversità Grazia Valentino – Istituto Nazionale di Economia Agraria Bari, 19 aprile 2011

2 Obiettivi dellazione Soggetti beneficiari e requisiti di ammissibilità Impegni Premi Criteri di selezione Risorse finanziarie dedicate Presentazione della domanda di aiuto Contenuti del bando

3 Obiettivi e soggetti beneficiari La diversità genetica rappresenta una risorsa da preservare per le generazioni future. Gli agricoltori possono svolgere un ruolo chiave nel raggiungimento di questo obiettivo recuperando e conservando risorse genetiche vegetali a rischio di estinzione. I soggetti beneficiari dellazione sono imprenditori agricoli singoli e associati, iscritti al registro delle imprese agricole della CCIAA. Esclusioni: tutti gli imprenditori titolari di pensione di vecchiaia e gli imprenditori titolari di pensione di anzianità di età superiore ai 65 anni. N.B. : i limiti relativi alletà ed alla pensione di vecchiaia o di anzianità non sono applicabili in caso di società di persone o di capitali.

4 Possesso di una supeficie aziendale, come da fascicolo aziendale, almeno pari a 0,5 ha; iscrizione al Registro Imprese della CCIAA, in qualità di Impresa Agricola; legittimo possesso dei terreni oggetto di impegno previo inserimento degli stessi nel fascicolo aziendale (sono ammissibili le tipologie di possesso e conduzione riconosciute per la costituzione del fascicolo aziendale) Requisiti di ammissibilità

5 Impegni Conservare in situ, coltivando ovvero riproducendo in azienda, le risorse genetiche vegetali di cui allallegato 1 del bando per un quinquennio. Utilizzare, per le operazioni di riproduzione e propagazione da realizzare in azienda, solo materiale corrispondente alle varietà di cui allallegato 1 del bando. Non ridurre, nel quinquennio, la superficie coltivata oggetto di impegno Conferire alla Regione a titolo gratuito sementi della varietà locale oggetto di premio funzionalmente alla conservazione ex-situ nel caso di riproduzione e/o propagazione di materiale prodotto nella stessa azienda richiedente il premio, presentare una dichiarazione firmata dal beneficiario e da un tecnico abilitato o solo dal beneficiario attestante tale corrispondenza nel caso di riproduzione e/o propagazione di materiale prodotto al di fuori dellazienda richiedente il premio, presentare una dichiarazione, attestante la stessa corrispondenza, firmata però dal fornitore e da un tecnico abilitato Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 214, Decreto Ministeriale del 14 aprile 1997 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

6 Lentità dei premi è stabilita allinterno della scheda della misura 214 azione 3 del PSR Puglia Essa è la seguente per le diverse colture: Premi ColturaPremio (euro/ha/anno) Colture da granella86,00 Orticole186,00 Olivo175,00 Vite397,00 Fruttiferi417,00

7 Lentità dellaiuto è calcolata sulla superfice effettiva investita alla coltura oggetto di premio. Tale superficie effettiva risulta moltiplicando il numero delle piante possedute (oggetto dellistanza di premio) per la superfice ammissibile per pianta come indicato nella tabella seguente. Premi ColturaDensità minima di impianto (n.pp/ha) S max ammissibile per pianta (mq/p) Colture da granella ,5 Orticole ,0 Olivo 100 Vite Fruttiferi 20050

8 Il premio sarà calcolato sulla base dellentità della superfice della particella/e investita/e alla coltura oggetto di premio …la superfice effettiva è superiore alla superfice della particella/e investita/e alla coltura oggetto di premio Premi Ma se ….. Il premio sarà calcolato sulla base dellentità della superfice effettiva (da tabella precedente) …la superfice effettiva è inferiore alla superfice della particella/e investita/e alla coltura oggetto di premio

9 Premi Nei casi in cui la superficie, per la quale è avanzata istanza di premio, non raggiunge 1 ettaro effettivo (da calcolo tabella) sarà corrisposto comunque un premio corrispondente ad un ettaro a condizione che si raggiungano, per coltura, i seguenti numeri di piante Colturan. pp minimo Colture da granella Orticole 100 Olivo 40 Vite 25 Fruttiferi 5

10 Non sono ammissibili a premio colture o piante che insistono sulla medesima superficie effettiva già oggetto di premio per unaltra coltura o pianta. I criteri descritti per il calcolo della superficie effettiva e il numero minimo di piante, saranno applicati anche in caso di istanza di premio relativa a più colture. Premi

11 Esemplificazione per il calcolo del premio per i fruttiferi Premi Numero piante minimo e superficie minima Numero piante sotto la soglia del calcolo della superficie effettiva Sup effettiva> sup particella Sup effettiva< sup particella Superfice minima

12 Criteri di selezione Il massimo punteggio attribuibile è di 11 A parità di punteggio saranno applicati i seguenti ulteriori criteri di priorità, elencati in ordine decrescente di importanza: giovani imprenditori operanti nelle zone svantaggiate; poi giovani imprenditori in zone non svantaggiate; infine, in tutte le zone, gli IAP con età > ai 40 anni; Per le domande presentate in forma aggregata i requisiti di cui sopra devono essere posseduti da almeno la metà dei soggetti dellaggregazione.

13 Disponibilità finanziaria complessiva euro Il 50% avrà allocazione separata e riservata per singola tipologia colturale secondo la seguente ripartizione Risorse finanziarie dedicate Coltura% di ripartizione Dotazione finanziaria riservata euro Colture da granella ,00 Orticole ,00 Olivo ,00 Vite ,00 Fruttiferi ,00 TOTALE ,00 Successivamente saranno finanziate – ove presenti in graduatoria - le domande ammissibili facendo ricorso alle risorse residue attribuendole per tipologia colturale nella misura massima dell80% delle risorse dedicate per la medesima macrotipologia colturale. A conclusione di questa fase, la Regione Puglia si riserva la facoltà di determinare lassegnazione delle risorse a eventuali altre domande ammissibili a sostegno, indipendentemente dalla macrotipologia colturale, o, in alternativa, il loro utilizzo per un ulteriore bando.

14 La domanda di aiuto, redatta secondo il modello che sarà disponibile sul portale SIAN (www.sian.it), dovrà essere presentata entro il 16 maggio In plico chiuso e corredata della documentazione richiesta nel bando andrà inviata o consegnata con la dicitura: Regione Puglia – Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Servizio Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale Domanda Iniziale di impegno anno 2011 ASSE II – MISURA 214 – PAGAMENTI AGROAMBIENTALI AZIONE 3 – Tutela della biodiversità Presentazione della domanda di aiuto

15 G RAZIE PER L ATTENZIONE !


Scaricare ppt "Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013 Il Bando della misura 214 Pagamenti agro ambientali Azione 3 Tutela della Biodiversità Grazia Valentino –"

Presentazioni simili


Annunci Google