La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO DI SVILUPPO RURALE E PRODUZIONE ENERGETICA: AGEVOLAZIONI E PROSPETTIVE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO DI SVILUPPO RURALE E PRODUZIONE ENERGETICA: AGEVOLAZIONI E PROSPETTIVE."— Transcript della presentazione:

1 PIANO DI SVILUPPO RURALE E PRODUZIONE ENERGETICA: AGEVOLAZIONI E PROSPETTIVE

2 PIANO DI SVILUPPO RURALE ASSE 1 ASSE 2 ASSE 3 misure agroambientali Insediamento dei giovani in agricoltura Ammodernamento delle aziende agricole Diversificazione verso attività non agricole: agriturismo ed energie alternative

3 MISURA 121 AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE

4 INTERVENTI AMMISSIBILI A LIVELLO ENERGETICO: Lintroduzione in azienda dellimpiego di fonti energetiche rinnovabili, quali ad esempio energia solare, biogas, oli vegetali, caldaie a legna, piccoli salti idraulici, ad esclusione degli impianti fotovoltaici. Le potenzialità produttive degli impianti per la produzione di energia rinnovabile devono essere proporzionate al fabbisogno energetico aziendale. La biomassa utilizzata per il funzionamento degli impianti deve provenire, in prevalenza, da aziende agricole e lenergia prodotta deve essere utilizzata, in prevalenza, nel ciclo produttivo dellazienda. In ogni caso, la dimensione produttiva non può superare 1 MW; realizzazione di interventi finalizzati al risparmio energetico, ad esempio interventi di coibentazione, installazione di pompe di calore;

5 ENTITA DEL CONTRIBUTO 35% PER TUTTI, ELEVATO AL 40% PER I GIOVANI SPESA MINIMA AMMISSIBILE SCADENZA 31 DICEMBRE 2010

6 MISURA 311 B DIVERSIFICAZIONE VERSO ATTIVITA NON AGRICOLE: PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE

7 INTERVENTI AMMISSIBILI Sono ammessi gli interventi per la realizzazione in azienda di impianti per la produzione di energia rinnovabile fino ad 1 Mw incluso lacquisto di attrezzature, servizi e macchine funzionali alla gestione degli impianti quali: - impianti termici e di cogenerazione alimentati a biomasse vegetali; - impianti per la produzione e lutilizzo di biogas; - impianti di gassificazione; - pompe di calore; - impianti per lutilizzo dei salti dacqua in zona montana; - acquisto di attrezzature e macchine per la raccolta di prodotti, sottoprodotti e residui della produzione; - strutture per lo stoccaggio delle biomasse utilizzate e/o prodotte.

8 Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici, questi sono ammessi a finanziamento solo se rispettano tutti i seguenti parametri: -siano associati, anche funzionalmente, con altri investimenti sopracitati (es. con una pompa di calore) - siano, a livello architettonico, totalmente integrati - almeno il 51% dellenergia prodotta venga venduta -E, dal 1 luglio 2010, vengano installati solamente in zone C o D. Per i comuni appartenenti al Gal Oltrepo è stata attiva la misura 311 B del PSL a sostegno degli interventi per la realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile, incluso il fotovoltaico, con gli stessi vincoli del PSR

9 ENTITA DEL CONTRIBUTO La percentuale massima di sostegno è pari al 40% della spesa ammissibile, elevata al 45% per le imprese ubicate in zone svantaggiate Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici, il contributo viene ridotto al 20% in quanto questi beneficiano anche delle tariffe incentivanti promosse dal GSE. Il massimale di contributo concedibile in regime de minimis è di euro nel triennio (per gli interventi ammessi a finanziamento nel 2009 e 2010).

10 LA SPESA MINIMA AMMISSIBILE E PARI A SCADENZA 31 DICEMBRE 2010

11 CONTO ENERGIA 2010 Potenza impianto (kW) impianto non integrato impianto parzialmente integrato impianto integrato 120 0,3460,3840, % IN CASO DI SMALTIMENTO ETERNIT

12 PotenzaImpianti entrati in esercizio dal 1 gen 2011 al 30 apr 2011 Impianti entrati in esercizio dal 1 mag 2011 al 31 ago 2011 Impianti entrati in esercizio dal 1 sett 2011 al 31 dic 2011 Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti KW/KW 1

13 PIANO DI SVILUPPO LOCALE

14 MISURA 121 AZIONE 1 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 35% (40% per i giovani) Apertura bando 1 ottobre 2010 – 31 dicembre 2010 Che cosa viene finanziato: opere di miglioramento fondiario ristrutturazione degli impianti irrigui ai fini della riduzione dei consumi introduzione in azienda dellimpiego di fonti energetiche rinnovabili ad esclusione del fotovoltaico interventi finalizzati al risparmio energetico AZIONE 5 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 35% (40% per i giovani) Apertura bando 1 settembre 2010 – 30 ottobre 2010 Che cosa viene finanziato: realizzazione di impianti di trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali, incluso lacquisto di autonegozi realizzazione di nuove serre costruzione e ristrutturazione di fabbricati rurali, ad esclusione di abitazioni ed uffici

15 MISURA 123 (rivolta alle micro, piccole e grandi imprese) AZIONE 2 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 30% (20% per le grandi imprese) Apertura bando 1 ottobre 2010 – 31 dicembre 2010 Che cosa viene finanziato: nascita di punti di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli AZIONE 5 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 30% (20% per le grandi imprese) Apertura bando 1 ottobre – 31 dicembre Che cosa viene finanziato: realizzazione di punti vendita delle produzioni

16 ENTITA DEL CONTRIBUTO Risorse disponibili Entità dellaiuto: 100% Apertura bando: non ancora aperto Che cosa viene finanziato: realizzazione di siepi, filari e fasce boscate

17 MISURA B Risorse disponibili Entità dellaiuto: 40% (20% per il fotovoltaico) Apertura bando 1 ottobre 2010 – 31 dicembre 2010 Che cosa viene finanziato: realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile e connessi, incluso il fotovoltaico (con particolari vincoli) 311C Risorse disponibili Entità dellaiuto: 40% Apertura bando 1 ottobre 2010 – 31 gennaio 2011 Che cosa viene finanziato: attività di diversificazione nei settori connessi allagricoltura, quali turismo, artigianato, la didattica, ambiente, il commercio ed il sociale.

18 MISURA 312 AZIONE 1 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 50% (rivolto solo alle microimprese) Apertura bando 1 ottobre 2010 – 30 gennaio 2011 Che cosa viene finanziato: realizzare e migliorare impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e/o per il risparmio energetico nei cicli produttivi avviare servizi relativi alla manutenzione del verde, alla pulizia e sicurezza della viabilità stradale e alla pulizia di fosse biologiche e simili, ed alla gestione dei reflui. sostegno alla nascita di microimprese per la commercializzazione, la vendita di prodotti agricoli e di artigianato tipico AZIONE 2 e 3 Risorse disponibili Entità dellaiuto: 50% Apertura bando 15 gennaio 2010 – 30 marzo 2011 Che cosa viene finanziato: sostegno alla nascita di microimprese per la commercializzazione, la vendita e la realizzazione di servizi di ricettività turistica complementare sostegno alla nascita di microimprese per la commercializzazione, la vendita di prodotti agricoli e di artigianato tipico


Scaricare ppt "PIANO DI SVILUPPO RURALE E PRODUZIONE ENERGETICA: AGEVOLAZIONI E PROSPETTIVE."

Presentazioni simili


Annunci Google