La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Avv. Marina Zalin – LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E AMBIENTE 14 ottobre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Avv. Marina Zalin – LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E AMBIENTE 14 ottobre 2011."— Transcript della presentazione:

1 avv. Marina Zalin – LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E AMBIENTE 14 ottobre 2011

2 avv. Marina Zalin – INDIVIDUAZIONE DEL DATORE DI LAVORO O RESPONSABILE PER LA TUTELA DELLAMBIENTE A TITOLO ORIGINARIO E DELEGA DI FUNZIONI Lindividuazione originaria non richiede necessariamente un formale atto di investitura: è tale chi (o sono tali coloro che) di fatto ha (o hanno) la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita(no) i poteri decisionali e di spesa (La posizione di garanzia può sorgere a prescindere da un atto formale di investitura, … essendo sufficiente alla individuazione del portatore di essa l'evidenza della sua collocazione verticistica nell'organizzazione del lavoro: Cass., , n ) La delega di funzioni allinterno di unorganizzazione aziendale è, invece, lo strumento mediante il quale un soggetto (c.d. delegante) trasferisce lesercizio di determinati compiti (ed i relativi obblighi), di cui è per legge titolare, ad un soggetto diverso (c.d. delegato), che li svolge in piena autonomia, decisionale e di spesa.

3 avv. Marina Zalin – -I l soggetto individuato/investito a titolo originario concentra su di sé (anche) le funzioni indelegabili -A norma dellart c.c.: …, il CdA può delegare proprie attribuzioni … ad uno o più dei suoi componenti. Il CdA … valuta, sulla base della relazione degli organi delegati, il generale andamento della gestione. … -Permane in capo al legale rappresentante delegante dellazienda lobbligo di vigilanza precisando che È responsabile il legale rappresentate della Spa che pur avendo delegato ad altri soggetti la gestione dei rifiuti, risulti consapevole delle inadempienze del delegato ovvero abbia scientemente omesso di controllarlo. (Cass. 18 giugno 2011, n ); -Differenza fra vigilanza e valutazione: obbligo di vigilanza consiste nellobbligo di controllo sulleffettività della delega senza entrare nel merito delle scelte operative eliminando eventuali situazioni che impedissero al delegato ladempimento delle funzioni trasferitegli); obbligo di valutazione è un (meno pregnante) monitoraggio, ma deve essere effettuato con cadenze periodiche

4 avv. Marina Zalin – Il delegato come soggetto ab origine in posizione apicale o come soggetto che assume con latto di delega un ruolo formalmente e sostanzialmente di vertice Nei reati in materia di sicurezza ed ambiente - trattandosi di condotte sempre connesse ai ruoli apicali – lEnte risponderà sempre in base al meccanismo di imputazione di cui allart. 6 d.lgs. 231/2001 Criticità: la difficile individuazione dellautore materiale del reato rende difficile lindagine dellatteggiamento psicologico con il quale la persona fisica ha posto in essere la violazione (fraudolentemente??)

5 avv. Marina Zalin – I REATI PRESUPPOSTO DELLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI delitti colposi di dannoreati di pericolo


Scaricare ppt "Avv. Marina Zalin – LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E AMBIENTE 14 ottobre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google