La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO IL REGNO È IN MEZZO A NOI Preghiera dOffertorio di Marcel Olm FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO IL REGNO È IN MEZZO A NOI Preghiera dOffertorio di Marcel Olm FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO."— Transcript della presentazione:

1

2 IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO IL REGNO È IN MEZZO A NOI Preghiera dOffertorio di Marcel Olm FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO

3 MAR MEDITERRANI - Bisogna entrarvi per la porta stretta (Dom 21) - Invitati al Banchetto del Regno (Dom 22) - Condizioni per parteciparvi (Dom 23) - I PECCATORI vi entrano (Dom 24) - Valore del denaro per il Regno (Dom ) - La FEDE ci fa Servi inutili (Dom 27) - Ricevere il Regno con gratitudine (Dom 28) Il Regno è qui: - Pregare senza stancarsi (Dom 29) - L uomo umile entra nel Regno (Dom 30) - Il Regno entra in casa di Zaccheo (Dom 31) Il Regno è qui: - Pregare senza stancarsi (Dom 29) - L uomo umile entra nel Regno (Dom 30) - Il Regno entra in casa di Zaccheo (Dom 31) B- Il REGNO verso dove ANDIAMO Lc 13,22 a 19,27

4 Scala per salire nel Tempio Cosa pensi mentre vai verso il Tempio?

5 Lc 18,9-14 In quel tempo, Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che avevano lintima presunzione di essere giusti e disprezzavano gli altri: Cileno che prega per i minatori a Copiapó

6 Nel Regno tutti hanno lo stesso valore Per il Signore non ci sono preferenze di persone ( (( (1a lettura) Per il figlio dun minatore il padre è tutto

7 «Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e laltro pubblicano. «Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e laltro pubblicano.

8 Le differenze sono nel cuore Il Tempio siete voi ILDAZIERE IN FRAC

9 Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: O Dio, ti ringrazio perché non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte alla settimana e pago le decime di tutto quello che possiedo.

10 Non bisogna fare paragoni, tutti siete giusti e peccatori Né superiori, né inferiori

11 Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore.

12 Il Signore ascolta il povero (Salmo) Peccatore come il fariseo, il pubblicano prega Dio senza alzare gli occhi Minatore salvato

13 Io vi dico: questi, a differenza dellaltro, tornò a casa sua giustificato, Io vi dico: questi, a differenza dellaltro, tornò a casa sua giustificato,

14 Roccia del Tempio dove pregavano Il perdono è il dono di Dio agli: umili, insoddisfatti, falliti,sfruttati... Questo perdono è una Roccia che non crolla

15 perché chiunque si esalta sarà umiliato, chi invece si umilia sarà esaltato». perché chiunque si esalta sarà umiliato, chi invece si umilia sarà esaltato».

16 Dio esalta coloro che si abbassano...Ho versato la mia vita ( (( (2a lettura)

17 Gesù, insegnaci a pregare coscienti di quanto siamo, grati per quello che riceviamo Gesù, insegnaci a pregare coscienti di quanto siamo, grati per quello che riceviamo

18 Monache di San Benedetto di Montserrat (Barcellona) Monache di San Benedetto di Montserrat (Barcellona)


Scaricare ppt "IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO IL REGNO È IN MEZZO A NOI Preghiera dOffertorio di Marcel Olm FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO."

Presentazioni simili


Annunci Google