La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LICT nella pubblica amministrazione E- Government Dott. Simone Lazzini Università di Pisa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LICT nella pubblica amministrazione E- Government Dott. Simone Lazzini Università di Pisa."— Transcript della presentazione:

1 LICT nella pubblica amministrazione E- Government Dott. Simone Lazzini Università di Pisa

2 La società digitale (e-society) e-Government presuppone e-Government presuppone una società digitale società che adotta in modo estensivo (casa, lavoro, tempo libero) le varie tecnologie digitali disponibili un insieme di politiche, norme e regole capaci di sostenerne il funzionamento (e-governance) problema dellaccesso ai servizi digitali problema dellaccesso ai servizi digitali ora laccesso è condizionato da un numero di fattori molto più alto di quanto non accada con i servizi tradizionali non tutti possono accedere a tutti i servizi si crea il c.d si crea il c.d. digital divide società digitale e-Governance e-Government digital divide

3 Digital divide è la quota parte di una società priva dei mezzi per accedere alle opportunità della società digitale (e-something …) è la quota parte di una società priva dei mezzi per accedere alle opportunità della società digitale (e-something …) il digital divide non è dato una volta per tutte, ma varia da gruppo a gruppo, nel contesto dei servizi forniti - per esempio: il digital divide non è dato una volta per tutte, ma varia da gruppo a gruppo, nel contesto dei servizi forniti - per esempio: le famiglie con bambini è più probabile abbiano un accesso ad Internet. rispetto alle famiglie senza bambini o formate da anziani le famiglie con redditi annui superiori a euro è probabile abbiano accesso più facile alle tecnologie digitali rispetto a quelle con redditi annui inferiori a euro importanza delle caratteristiche socio-demografiche dei vari gruppi sociali nella progettazione dei servizi di e-government importanza delle caratteristiche socio-demografiche dei vari gruppi sociali nella progettazione dei servizi di e-government

4 Fattori abilitanti i progetti di e-Government sono condizionati da numerosi fattori, che ne rendono incerti gli esiti (fattori abilitanti) i progetti di e-Government sono condizionati da numerosi fattori, che ne rendono incerti gli esiti (fattori abilitanti) sono condizioni di varia natura, che determinano la possibilità pratica di realizzare il cambiamento sono condizioni di varia natura, che determinano la possibilità pratica di realizzare il cambiamento fattori sociali e culturali, economici, politici, normativi e tecnologici lassortimento di questi fattori definisce la c.d. digital society e determina il digital divide lassortimento di questi fattori definisce la c.d. digital society e determina il digital divide quota parte della società priva dei mezzi per accedere alle opportunità della società digitale (e-something …) I fattori abilitanti condizionano gli obiettivi, per cui è necessario che questi fattori vengano analizzati con cura prima di procedere alle azioni di sviluppo

5 Fattori sociali e culturali Classificazione dei fattori abilitanti Fattori economiciFattori politici Fattori normativi Fattori tecnologici

6 Fattori sociali e culturali condizioni ambientali che influenzano la ricettività al cambiamento condizioni ambientali che influenzano la ricettività al cambiamento struttura demografica della popolazione composizione e disponibilità della forza lavoro grado di scolarità conoscenze generali e specifiche abitudini al self-service modificabili solo nel medio- lungo periodo, con azioni di carattere generale modificabili solo nel medio- lungo periodo, con azioni di carattere generale condizioni che determinano il bilancio economico degli investimenti nelle-Government condizioni che determinano il bilancio economico degli investimenti nelle-Government investimenti pregressi in tecnologie IC nella pubblica amministrazione capitalizzazione del comparto (cittadini e imprese) reddito pro-capite (il cambiamento richiede investimenti anche sul versante dellutenza dei servizi pubblici) rapporti fra spesa pubblica e PIL possibili margini di efficienza, che rendono conveniente il cambiamento presenza di nuovi soggetti economici, che possono intervenire in sostegno della pubblica amministrazione i nuovi soggetti possono assumere il ruolo di providers per fornire servizi di e-Government per conto delle amministrazioni pubbliche Fattori economici

7 Fattori politici riguardano aspettative e domande dei cittadini da un lato, programmi politici (anche indirettamente collegati) dallaltro riguardano aspettative e domande dei cittadini da un lato, programmi politici (anche indirettamente collegati) dallaltro esempi di successo in altri Paesi o in altri settori presenza di politiche di riforma dellordinamento statuale e della pubblica amministrazione tutti gli ultimi governi hanno preso posizione su questi argomenti, prefigurando un nuovo modello di Pubblica Amministrazione tutti gli ultimi governi hanno preso posizione su questi argomenti, prefigurando un nuovo modello di Pubblica Amministrazione esistenza di leggi e regolamenti che non impediscano, ma al contrario favoriscano il cambiamento esistenza di leggi e regolamenti che non impediscano, ma al contrario favoriscano il cambiamento regimi normativi, legali e fiscali riguardanti i documenti fisici e le transazioni on-line tutela della sicurezza e della privacy modalità di identificazione dei soggetti e di autenticazione dei documenti (allo sportello ed in rete) nellordinamento giuridico si osserva una presenza crescente di norme esplicitamente orientate alle- Government nellordinamento giuridico si osserva una presenza crescente di norme esplicitamente orientate alle- Government Fattori normativi

8 Fattori tecnologici infrastrutture informatiche infrastrutture informatiche reti di comunicazione reti di comunicazione affermazione di standard pubblici o di fatto affermazione di standard pubblici o di fatto interoperatività e scalabilità dei sistem interoperatività e scalabilità dei sistem L e-Government italiano si sviluppa nellambito di riforma della pubblica amministrazione e degli ordinamenti istituzionali dello stato italiano. riforme Bassanini degli anni 90 sviluppo della c.d. società dellinformazione (Dpef del 16 luglio 2001, Linee Guida del giugno 2002) Il contesto di sviluppo delle-Government italiano

9 Il sistema ambiente Sistema delle PP. AA. cittadini imprese non profit privati Singola P.A. cittadini imprese non profit privati altre AA.PP.

10 Un modello organizzativo reticolare Sistema delle PP. AA. cittadini imprese non profit p rivati

11 La riorganizzazione del sistema delle PP. AA. BACK OFFICE secure government intranet FRONT OFFICE internet CITTADINO/IMPRESA

12 La visione dell'amministrazione elettronica del Paese il cittadino potrà ottenere ogni servizio pubblico rivolgendosi ad una qualsiasi amministrazione abilitata, senza vincoli di competenza territoriale o di residenza alla richiesta di un servizio, il cittadino, oltre agli strumenti di identificazione personale, non dovrà fornire alcuna informazione che sia già in possesso di una amministrazione dello Stato. il cittadino non sarà tenuto a conoscere come lo Stato è organizzato per la erogazione dei servizi o a quali amministrazioni si deve rivolgere il cittadino dovrà poter comunicare solo una volta allAmministrazione le variazioni inerenti la vita propria o, se ne ha titolo, la vita di terzi. FRONT OFFICE BACK OFFICE

13 Le PP. AA. di Back Office … tutte le amministrazioni che non hanno un rapporto di scambio diretto con il soggetto fruitore del servizio pubblico. Amministrazioni centrali Regioni Province PCMGoverno Presidenz a della Repubblic a Singoli Ministeri Parlament o … Prefetture Altre PP. AA.

14 Le PP. AA. di Front Office EE. LL. territoriali Camere di Commercio … rappresentano la porta di accesso al sistema delle PP. AA., entro cui svolgono funzioni di coordinamento tra i soggetti coinvolti nella produzione e distribuzione dei servizi.

15 La strategia di Lisbona LUnione Europea mira a «diventare l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale» entro il InternetSettore produttivo Politiche sociali Ricerca Le priorità di Lisbona

16 eEurope Una società dell'informazione per tutti Obiettivi: agevolare lentrata nell'era digitale e diffondere la possibilità di collegamento on-line; creare in Europa la padronanza degli strumenti dell'era digitale; garantire che il processo non crei emarginazione. Azioni: 1. Far entrare i giovani europei nell'era digitale 2. Accesso più economico a Internet 3. Accelerare il commercio elettronico 4. Internet ad alta velocità per i ricercatori e per gli studenti 5. Tessere intelligenti per un accesso elettronico sicuro 6. Capitale di rischio per le PMI ad alta tecnologia 7. ePartecipazione per i disabili 8. Servizi sanitari on-line 9. Trasporti intelligenti 10. Amministrazioni on-line

17 eEurope Una società dell'informazione per tutti Obiettivi: servizi pubblici in linea moderni: - amministrazione elettronica (e-government) - servizi di apprendimento elettronico (e-learning) - servizi di tele-salute (e-health) un ambiente dinamico per il commercio elettronico (e-business) un'infrastruttura di informazione protetta la disponibilità massiccia di un accesso a banda larga a prezzi concorrenziali una valutazione comparativa e la diffusione delle buone pratiche.

18 La valutazione di eEurope2005 La valutazione di eEurope 2005 Servizi pubblici in linea E-government: Oltre ai progressi sostanziali registrati in materia, sussistono disparità considerevoli tra gli Stati membri per quanto riguarda la gamma di servizi proposti. E' inoltre necessario rafforzare la cooperazione per quanto riguarda l'orientamento delle politiche e il sostegno finanziario. E-learning: Quasi tutti gli istituti di insegnamento e di formazione sono ormai collegati ad Internet. Il riesame del piano d'azione dovrà tenere conto dell'esigenza di valutare in modo sistematico gli insegnamenti tratti da tutte le iniziative e azioni pilota. E-health: La fornitura di servizi sanitari on line diventa un elemento centrale della politica sanitaria a livello regionale, nazionale ed europeo E' tuttavia necessario portare avanti i lavori in merito alle azioni di eHealth proposte da eEurope, ossia le tessere sanitarie elettroniche, i servizi sanitari on line e le reti di informazione medica. Occorre inoltre un forte impegno politico per garantire l'interoperabilità su scala europea in questo campo.

19 La valutazione di eEurope 2005 E-business: Malgrado l'aumento delle transazioni di acquisito e vendita on line, i risultati in materia di eBusiness devono andare oltre il commercio elettronico per giungere ad una completa integrazione delle TIC nel processo imprenditoriale. Linsufficiente interoperabilità delle applicazioni commerciali impedisce lo sviluppo di forme nuove di collaborazione. Commercio elettronico Informazione protetta Quasi l'80% dei cittadini europei non effettua acquisti su Internet, d'altro lato soltanto il 54% delle imprese ha posto in essere una vera e propria politica di sicurezza. Trattandosi di una condizione indispensabile dello sviluppo della società dell'informazione, la sicurezza è al centro delle priorità dell'Unione europea come dimostrato dalla celerità con la quale è stato adottato il regolamento che istituisce l'Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell'informazione.

20 La valutazione di eEurope 2005 Banda larga Il mercato della banda larga è in espansione. Tuttavia, lUE deve affrontatre due ostacoli che le impediscono di trarre pienamente vantaggio dai servizi a larga banda: - gli investitori privati trascurano le infrastrutture di comunicazione delle regioni svantaggiate per la loro probabile scarsa redditività; - la richiesta di collegamenti a banda larga rimane inferiore all'offerta in tutti gli Stati membri. … ed infine eInclusion: La "partecipazione digitale" è una delle problematiche orizzontali comuni a tutte le aree tematiche del piano d'azione eEurope Particolare attenzione deve essere attribuita alla definizione di norme in materia di accessibilità alla rete, di orientamenti sull'iniziativa di accessibilità al Web e di regole di etichettatura comune delle pagine web accessibili. Occorre incentivare l'accesso multipiattaforma (computer, televisione digitale, telefoni mobili 3G, ecc) per migliorare l'accessibilità dei gruppi emarginati e delle regioni sfavorite.

21 i Una società europea della informazione per la crescita e loccupazione spazio unico europeo dell'informazione rafforzamento dell'innovazione e degli investimenti nella ricerca sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione realizzazione di una società dell'informazione e dei media basata sull'inclusione

22 Il Piano eGovernment per l'iniziativa i2010 Obiettivi: assicurare vantaggi ai singoli cittadini e alle imprese nel campo dell'amministrazione in linea; assicurarsi che l'amministrazione in linea a livello nazionale non crei nuovi ostacoli nel mercato interno dovuti, in particolare, alla mancanza di interoperabilità; estendere i vantaggi dell'amministrazione in linea a tutta lUE consentendo la realizzazione di economie di scala. Priorità: 1. Accesso per tutti 2. Maggiore efficacia 3. Servizi d'amministrazione in linea di grande impatto 4. Mettere in atto strumenti chiave 5. Rafforzamento della partecipazione al processo decisionale democratico

23 migliorare la efficienza operativa interna delle amministrazioni; informatizzare la erogazione dei servizi ai cittadini e alle imprese che spesso implicano una integrazione tra i servizi di diverse amministrazioni; consentire l'accesso telematico degli utilizzatori finali ai servizi e sue informazioni offerti dalle PP.AA. Il Piano di Azione di e-government del 2000

24 Il contenuto del Piano di Azione di breve periodo Definizione degli strumenti organizzativi ed operativi, per linformatizzazione del Paese e dellunità della gestione del programma di lavoro. Realizzazione delle azioni infrastrutturali per la creazione di ununica rete nazionale, in grado di comunicare con la rete Internet. Realizzazione di alcuni progetti specifici aventi ad oggetto le amministrazioni centrali, le Regioni e gli enti locali.

25 ridefinizione dei processi organizzativi e gestionali approfondimento e accelerazione della innovazione tecnologica formazione del capitale umano Verso il sistema nazionale di e- government. Linee strategiche il rilancio e lo sviluppo della competitività innovazione di sistema

26 pensare e progettare digitale Riduzione dei costi Aumento della produttività centralità dei destinatari dei servizi

27 Le sfide da raccogliere Linteroperabilità dei sistemi delle PP.AA. Lintegrazione delle informazioni del cittadino, dellimpresa, dellattore sociale, in generale dellutente delle PP.AA. Lintegrazione virtuale dei processi che fisicamente si sviluppano in diverse PP.AA. per realizzare un servizio percepito dallutente come ununica entità. La trasparenza e la tracciabilità di tali processi. La rendicontazione di responsabilità verso lutente.

28 Le direttive generali Facilitare la comunicazione, la cooperazione e lazione congiunta fra le istituzioni e le strutture centrali e locali, sia verticalmente che orizzontalmente (tecnologie di integrazione e di collaborazione) Raccogliere, digitalizzare, archiviare, distribuire e riusare il patrimonio di informazioni non strutturate che le PP.AA. usano e/o producono (tecnologie e sistemi di gestione di documenti e contenuti). Catturare, archiviare, analizzare ed usare il patrimonio di dati strutturati per informare e supportare lazione e la decisione sia nel front-end che nel back- end (data warehousing, intelligence per management, processi, attori ed attività). Attuare la riorganizzazione, la reingegnerizzazione, la tracciabilità e il controllo di gestione dei processi del back-office e dei servizi associati in modo da alimentare efficacemente il front-end (fruizione dei servizi in modalità digitale e remota). Ampliare e migliorare lo stato ed il livello di sicurezza dei sistemi informativi, a garanzia del diritto alla privacy dei cittadini, delle organizzazioni politiche, sociali e produttive, della sicurezza dello Stato e delle attività governative (Politiche, Sistemi, Organizzazione e Procedure di Prevenzione, Protezione Logica e Difesa da accessi indesiderati, fraudolenti, distruttivi, falsificanti e, più in generale, illegali a servizi, banche dati, reti e software). Introdurre organizzazione, modelli e processi di monitoraggio e miglioramento della qualità dei servizi, con particolare attenzione alla gestione delle relazioni col cittadino e con le organizzazioni sociali e produttive.

29 1. Migliorare lefficienza delle PP.AA. Migliorare lefficienza delle PP.AA., ottenendo cambiamento organizzativo e gestionale, favorendo il ciclo di convergenza digitale fra processi amministrativi, servizi pubblici e nuove tecnologie. 1. Innovazione delle PP.AA. 2. La governance dellinnovazione nelle PP.AA. 3. La semplificazione per il cittadino e lapplicazione del Codice delle PP.AA. digitali 4. Il Patrimonio di Competenze delle PP.AA.

30 Come possono essere impiegati i siti web nel processo di e- gov? In generale migliorare il servizio prodotto dalla pubblica amministrazione aumentare lefficacia operativa del processo di produzione garantire il ritorno politico (consenso) il raggiungimento di questi obiettivi determina il valore complessivo del progetto ogni tipologia di servizio possiede i propri valori massimi raggiungibili per ogni categoria

31 Lo strumento Meta-portali o Megaportali Portali di secondo livello La funzione principale è quella di consentire la navigazione e facilitare lerogazione di informazioni e servizi

32 Portali e siti web delle Amministrazioni Pubbliche un sito web istituzionale è lo strumento più immediato a disposizionedellamministrazi one per erogare servizi in rete i siti istituzionali hanno registrato un tasso di crescita costante P.A. Centrale: siti web per tutti, molti in evoluzione costante P.A. Locale (Regioni): offerta completa, trasformazione dei siti in portali per accogliere siti tematici e contenuti eterogenei P.A. Locale (Province): vicine al 100% di presenza in rete, iniziative di coordinamento rispetto agli EE. LL. del loro territorio P.A. Locale (Comuni): i loro siti svolgono la funzione di front- office nei confronti dei cittadini comuni capoluogo~100% comuni oltre 5000 ab. oltre 60% tutti i comuni54%

33 La logica del Piano di azione di e.gov prevede una strategia composita con breve e lungo obiettivi di breve e lungo periodo che si integrano reciprocamente. La logica del Piano di azione di e.gov prevede una strategia composita con breve e lungo obiettivi di breve e lungo periodo che si integrano reciprocamente. Soluzione frammentata Realizzazione di un Portale Unico della P.A. Realizzazione di un Portale Unico della P.A. Portali informativi Portali per lerogazione dei servizi Portali per lerogazione dei servizi QUELLI CHE LE PP.AA. REALIZZANO PER UNIFICARE E FACILITARE LACCESSO ALLE INFORMAZIONI QUELLI CHE LE PP.AA. REALIZZANO PER UNIFICARE E FACILITARE LACCESSO ALLE INFORMAZIONI Oltre a consentire laccesso alle Informazioni permettano una formulazione interattiva di richieste di servizio o la esecuzione di transazioni Oltre a consentire laccesso alle Informazioni permettano una formulazione interattiva di richieste di servizio o la esecuzione di transazioni La struttura dei portali

34 Qualsiasi organizzazione deve decidere come gestire la propria conoscenza….. Portalegeneralista Utenzageneralista Personalizzazione Semplificata Contenuti Orizzontali Contenuti Verticali Portale specialistico Utenza specialistica Personalizzazione Complessa Le variabili di scelta

35 Quattro stadi evolutivi di una strategia La valenza del Sito Web nel processo di E-gov Additional Features Applicazioni Intranet Applicazioni Intranet. Interattività Personalizzazione Basic Search Linked Sites Features Realizzazione del Sito Valenza informativa Portali e-gov E-Procurement Servizi automatici Alta accessibilità Additional Features Approccio CRM Personalizzazione Avanzata E-voting DTV exploited Data mining Applicazioni Transazione Trasformazione Livello di onerosità Tactical Strategic Livello di creazione del valore Presenza Additional Features

36 Strategia legata alla valorizzazione del capitale Intellettuale Capacità progettuali per consentire la realizzazione del portale Capacità operativa per sostenere nel tempo la funzionalità del portale sia in senso tecnico sia nel processo di miglioramento continuo I portali sono strumenti complessi che richiedono un ambiente culturalmente preparato e tecnologicamente abilitato al fine di generare valore Le capacità richieste

37 Accresce il grado di apertura ed integrazione con lesterno Ampiezza della collaborazione tra attori esterni ed interni Crescita del capitale intellettuale Crescita dellefficienza Costi dimpianto connessi alla realizzazione dellinfrastruttura tecnologica destinata a supportare il portale ed i servizi Costi dimplementazione relativi alle attività per rendere operativo il portale Costi di gestione connessi al mantenimento della funzionalità del portale Tipologia e Qualità dei servizi Servizi di supporto alla gestione dei contenuti Grado di integrazione con altri operatori Lanalisi costi - benefici

38 La rappresentazione degli obiettivi le tre categorie di obiettivi si possono rappresentare graficamente, con i rispettivi valori disposti lungo tre assi cartesiani la somma dei valori raggiunti costituisce la misura del successo del progetto efficienza operativa questi massimi variano in relazione alla tipologia del servizio: servizio allutente ritorno politico max punto di eccellenza: massimo valore sui tre obiettivi

39 Quando un sito è efficace? presenta un insieme di caratteristiche e di sottocaratteristiche con le rispettive relazioni, che fornisce la base per specificare i requisiti di qualità e valutare la qualità di un prodotto o servizio; Non può essere una grandezza assoluta, ma deve essere relativa alle caratteristiche che volgiamo che esso assuma rispetto alla comunicazione.

40 Lanalisi dei siti Comprendere le caratteristiche che fanno di un sito web un buon sito Scopo: valutare un sito orientarci nella sua realizzazione. Build Check Design Dovremo soffermarci su:

41 La metodologia di analisi (1) Analisi qualitativaAnalisi quantitativa Finalità Struttura Contenuto informativo Coerenza complessiva Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibiltà Usabilità Misurazione

42 La metodologia di analisi (2) Analisi qualitativa Finalità Struttura Contenuto informativo Coerenza complessiva Fornire una descrizione sintetica ma completa del sito, delle sue specificità, dei suoi aspetti positivi e delle criticità Determinazione degli scopi o perché desunti dal fine istituzionale o perché dichiarato esplicitamente La sua organizzazione logica in modo classificare i contenuti informativi i suoi percorsi di accesso I servizi offerti dal sito possono essere analizzati rispetto alla proposta del libro verde sullinformazione nella Pa Servizi di informazione Servizi di informazione Servizi di comunicazione Servizi di comunicazione Servizi transazionali Servizi transazionali Confronto tra finalità e risultati evidenziando discordanze e/ ridondanze e la completezza dell informazione

43 La metodologia di analisi (3) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Consiste nella misurazione degli elementi del sito E possibile utilizzare: Una specifica unità di misura Una specifica unità di misura Codice binario (Si – No) Codice binario (Si – No) Usando una scala di valutazione Usando una scala di valutazione Estensione del campione: pagine specifiche Numerose pagine e su percorsi diversificati Poche pagine – Home page + news + pagina random ad un certo numero di collegamenti Tipologia di valutazione Oggettiva Soggettiva

44 La metodologia di analisi (4) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Misura la capacità di un sito di rendere efficiente in termini fisici la connessione con lutente E possibile utilizzare: Tempo di trasferimento Tempo di trasferimento Peso delle pagine (Dimensione in Byte) Peso delle pagine (Dimensione in Byte) Qualità di compressione Qualità di compressione processo di comparsa delle immagini processo di comparsa delle immagini

45 La metodologia di analisi (5) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Misura qualità del codice HTML, sia da un punto di vista sintattico che semantico, sia localmente che globalmente E possibile utilizzare: Correttezza dei collegamenti ipertestuali Correttezza dei collegamenti ipertestuali (Stima del numero di link appesi) Numero e gravità degli errori Numero e gravità degli errori Utilizzo e qualità dei titoli HTML Utilizzo e qualità dei titoli HTML

46 La metodologia di analisi (6) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Misura il sistema relazionale del sito web mediante opportune dimensioni di analisi Capacità del sito di essere facilmente ricordato e riconosciuto Identificabilità – capacità delle pagine di essere identificate come appartenenti al sito Veste grafica – coerenza con le finalità del sito

47 La metodologia di analisi (7) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Misura le caratteristiche delle funzioni messe a disposizione degli utenti Ad esempio misurando: Funzione di ricerca per parole chiave Funzioni di prelevamento e stampa dei documenti Stampabilità delle pagine Interazione con il web administrator o con il responsabile del sito Interazione con lamministrazione pubblica Funzione di raccolta del gradimento o lamentele Funzioni di tutela della sicurezza e della privacy

48 La metodologia di analisi (8) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Misura il contenuto del sito sia in termini di informazione che di servizi Ad esempio misurando: Coerenza del contenuto Descrizione dellamministrazione e delle sue competenze comprensibilità dellinformazione Attualità della Home page Identificazione storica dellinformazione Dichiarazione delle fonti e loro autorevolezza Qualità del linguaggio

49 La metodologia di analisi (9) Analisi quantitativa Connettività Codice HTML Livello di Interazione Caratterizzazione Funzionalità Qualità del contenuto Accessibilità Usabilità Analizza la capacità del sito di non discriminare alcun gruppo di utenti Compatibilità con gli standard WAI e W3C Ad esempio misurando: Indipendenza del Browser Possibilità di accesso senza script Possibilità di accesso senza immagini Possibilità di accesso per navigatori testuali Visione in bassa definizione Strumenti di navigazione per disabili

50 Ma che cosa è lusabilità di un sito? usabile Un sito web è usabile quando soddisfa i bisogni informativi dell'utente che lo sta visitando, fornendogli facilità di accesso e navigabilità e consentendo un adeguato livello di comprensione dei contenuti. accessibile Un sito web è accessibile quando può essere visitato da qualsiasi utente indipendentemente: dal computer usato, dalla velocità del collegamento, dal browser, dallinterfaccia utente, dalle periferiche alternative utilizzate (tastiera braille, joystick speciali, ecc.), e dove il contenuto dellinformazione e la sua presentazione siano sempre indipendenti luno dallaltra.


Scaricare ppt "LICT nella pubblica amministrazione E- Government Dott. Simone Lazzini Università di Pisa."

Presentazioni simili


Annunci Google