La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storia economica e sociale del mondo antico a.a. 2012-2013 Università della Calabria Corsi di laurea magistrale A cura di Alessandro Cristofori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storia economica e sociale del mondo antico a.a. 2012-2013 Università della Calabria Corsi di laurea magistrale A cura di Alessandro Cristofori."— Transcript della presentazione:

1 Storia economica e sociale del mondo antico a.a Università della Calabria Corsi di laurea magistrale A cura di Alessandro Cristofori

2 Presentazione del corso Lezione I

3 3 Argomento e obiettivi Il corso si propone di illustrare i problemi, i metodi e gli strumenti della ricerca nel settore della storia economica e sociale del mondo antico. Lobiettivo sarà perseguito attraverso: –Lezioni introduttive sui caratteri e i metodi della disciplina e sulle sue fonti –lesame di un tema specifico: levoluzione sociale ed economica della Lucania e del Bruzio in età antica. Inoltre, attraverso la redazione di un breve elaborato scritto, il corso si propone di sviluppare le capacità di rielaborazione e comunicazione.

4 4 La definizione delloggetto del corso: i limiti cronologici La disciplina della Storia economica e sociale del mondo antico abbraccia un arco vastissimo di tempo: dallVIII sec. a.C. fino al V sec. d.C. circa. Il nostro corso tenterà di abbracciare questo ampio arco di tempo, concentrandosi in particolare nel periodo che va: –Dal III sec. a.C. quando la regione della Lucania et Bruttii entra nellegemonia romana. –Al I-II d.C., letà del Principato, che presenta anche sul nostro soggetto la documentazione più ricca.

5 La definizione del corso: i limiti geografici Una disciplina che abbraccia tutto il mondo classico, greco e romano. La regio III Lucania et Bruttii, creata da Augusto e trasformata da Diocleziano in una provincia alla fine del III sec. d.C. Un contesto geografico utile per studiare anche la situazione anteriore. Un quadro geografico grosso modo corrispondente alle attuali regioni della Basilicata e della Calabria. 5

6 La definizione del corso: i limiti geografici Le differenze tra lantica Lucania e lodierna Basilicata: –la Lucania, a nord-ovest giungeva sino alle foci del Sele comprendendo anche il Vallo di Diano e il Cilento (oggi in Campania). –Il confine a nord-est giungeva solo al Bradano: importanti aree dellattuale Basilicata, come quelle di Matera, Venosa e Melfi, facevano parte della regio II Apulia et Calabria. Una regione con due aree subregionali ben definite: la Lucania e il Bruzio, delimitate tra di loro dal Lao e dal massiccio del Pollino. Una regione non uniforme, le cui aree presentano, oltre a caratteri comuni, anche notevoli differenze locali. 6

7 7 Taglio tematico Un corso che presterà particolare attenzione ai problemi: –Epistemologici: in quale misura possiamo conoscere leconomia e la società di un mondo tanto distante da noi? –Metodologici: quali dati e quali strumenti possediamo per conoscere leconomia e la società del mondo antico?

8 8 Larticolazione del corso Un corso da 6 cfu ( = 150 ore di lavoro circa) articolate in –Lezioni frontali (circa 36 ore) di introduzione generale alla disciplina e di approfondimento sul quadro economico e sociale della Lucania e del Bruzio. –Lezioni di guida alla stesura degli elaborati (circa 6 ore) –Studio individuale (circa 108 ore) da parte degli studenti, con la rielaborazione degli argomenti affrontati a lezione e la redazione di un breve saggio.

9 9 Largomento delle lezioni Dopo una prima prima parte sulla natura della disciplina e delle sue fonti, un corso monografico su un tema piuttosto specifico: economia e società della Lucania e del Bruzio in età antica. Per recuperare il contesto generale in cui si inserisce il corso potrà essere utile consultare le opere di riferimento indicate nella diapositiva seguente. La lettura di queste opere è funzionale alla comprensione dellargomento del corso, ma non sarà oggetto di verifica finale per gli studenti frequentanti.

10 Bibliografia di orientamento per la disciplina G. Alföldy, Storia sociale dell'antica Roma, Bologna, Il Mulino, 1987 [937 S 26/1]. F. Carlà – A. Marcone, Economia e finanza a Roma, Bologna, Il Mulino, 2011 [ A 4 ]. F. Gschnitzer, Storia sociale dell'antica Grecia, Bologna, Il Mulino, 1988 [STO/D 938 GSC 2 ]. L. Migeotte, L'economia delle città greche: dall'età arcaica all'alto Impero romano, Roma, Carocci, 2003 [ A 2] T. Pekary, Storia economica del mondo antico, Bologna, Il Mulino, 1986 [ A 3]. 10

11 11 Largomento delle lezioni 1.Problemi e limiti dello studio della storia economica e sociale del mondo antico. 2.Le fonti per lo studio delleconomia e della società antica. 3.Le premesse strutturali allo studio delleconomia e della società della Lucania e del Bruzio. 4.Economia e società delle poleis greche della Lucania e del Bruzio dalla colonizzazione al IV sec. a.C. 5.Economia e società delle popolazioni italiche della Lucania e del Bruzio. 6.Limpatto della conquista romana sugli assetti socioeconomici della della Lucania e del Bruzio. 7.I mutamenti della tarda età repubblicana. 8.Il quadro sociale ed economico nelletà del Principato. 9.Crisi e trasformazioni nellassetto economico e sociale nel periodo tardoantico.

12 Lelaborato La redazione di un breve elaborato di approfondimento su uno dei temi affrontati a lezione è parte integrante del corso per gli studenti frequentanti. Lelaborato deve avere una lunghezza tra i 15 mila e i 30 mila caratteri (dalle 5 alle 10 pagine A4). Nella redazione dellelaborato gli studenti sono incoraggiati a formare piccoli gruppi di due o tre persone. In diverse lezioni daremo indicazioni sui possibili temi da sviluppare e vedremo alcune linee di guida per la redazione degli elaborati. Gli obiettivi dellelaborato scritto: promuovere le capacità di rielaborazione e di espressione scritta (anche in vista della tesi finale), incoraggiare le forme di collaborazione. 12

13 La consegna degli elaborati Gli elaborati dovranno essere consegnati almeno una settimana prima dellappello. –Una consegna più tempestiva consentirà di avere più tempo per correzioni e miglioramenti. Gli elaborati potranno essere consegnati: –In formato cartaceo negli orari di ricevimento o nella cassetta postale del docente, al cubo 28D, I piano. –In formato digitale (preferibile), come allegati di un messaggio di a 13

14 14 Bibliografia Per largomento del corso: Appunti delle lezioni, disponibili anche in forma schematica, come diapositive Power Point, pubblicate attraverso il sito web del corso, allindirizzo: –http://dipstorcristofor.altervista.org/didattica/storia- economica/http://dipstorcristofor.altervista.org/didattica/storia- economica Per lelaborato: bibliografia specifica sui temi prescelti, in parte fornita dal docente, in parte reperita dagli studenti, attraverso gli strumenti illustrati a lezione.

15 15 Modalità della verifica La verifica avrà la forma del tradizionale esame orale e prevederà: –Due domande sui temi affrontati a lezione (appunti). –Una breve discussione dellelaborato scritto. In genere la prova orale ha una durata di circa minuti.

16 Come si arriverà a determinare il voto? Per 1/3 sulla base della qualità della partecipazione alle lezioni. Per 1/3 sulla base della preparazione sui temi affrontati nelle lezioni. Per 1/3 sulla base dei risultati finali raggiunti nellelaborato.

17 17 Orari delle lezioni Martedì, ore 11-13, aula Storia 4, cubo 28 C, II piano. Mercoledì, ore 11-13, aula Storia 4, cubo 28 C, II piano.

18 18 Studenti non frequentanti Data la natura della disciplina e del corso monografico, una frequenza attenta, attiva e costante (almeno 2/3 delle lezioni) è vivamente consigliata. Nellimpossibilità di frequentare le lezioni nella forma indicata, opportuno seguire il programma da non frequentanti (senza alcuna penalizzazione nel voto!).

19 19 Programmi alternativi per studenti non frequentanti Percorso sociale => Studio di: –F. Gschnitzer, Storia sociale dell'antica Grecia, Bologna, Il Mulino, –G. Alföldy, Storia sociale dell'antica Roma, Bologna, Il Mulino, Percorso economico => Studio di: –L. Migeotte, L'economia delle città greche: dall'età arcaica all'alto Impero romano, Roma, Carocci, –F. Carlà – A. Marcone, Economia e finanza a Roma, Bologna, Il Mulino, Percorso greco => Studio di: –F. Gschnitzer, Storia sociale dell'antica Grecia, Bologna, Il Mulino, –L. Migeotte, L'economia delle città greche: dall'età arcaica all'alto Impero romano, Roma, Carocci, Percorso romano => Studio di: –G. Alföldy, Storia sociale dell'antica Roma, Bologna, Il Mulino, –F. Carlà – A. Marcone, Economia e finanza a Roma, Bologna, Il Mulino, 2011.

20 La bibliografia per gli studenti non frequentanti I testi segnalati per i quattro percorsi possono essere consultati presso lo studio del docente o presso la BAU, alle seguenti collocazioni: –G. Alföldy, Storia sociale dell'antica Roma, Bologna, Il Mulino, 1987 [937 S 26/1]. –F. Gschnitzer, Storia sociale dell'antica Grecia, Bologna, Il Mulino, 1988 [STO/D 938 GSC 2]. –L. Migeotte, L'economia delle città greche: dall'età arcaica all'alto Impero romano, Roma, Carocci, 2003 [ A 2]. –F. Carlà – A. Marcone, Economia e finanza a Roma, Bologna, Il Mulino, 2011 [ A 4 ]. I testi sono inoltre facilmente reperibili attraverso la Libreria Universitaria (http://www.libreriauniversitaria.it).http://www.libreriauniversitaria.it 20

21 21 Modalità della verifica per gli studenti non frequentanti Un tradizionale colloquio orale, con tre o quattro quesiti, volti ad accertare la preparazione dello studente sul programma alternativo proposto. Anche la prova orale per gli studenti non frequentanti avrà la durata di circa minuti.

22 22 Contatti Durante il I semestre ricevimento presso il Dipartimento di Storia, cubo 28C, piano V: –Martedì, ore 9-11 –Mercoledì, ore 9-11 Posta elettronica: Telefono: –Studio: –Cellulare:


Scaricare ppt "Storia economica e sociale del mondo antico a.a. 2012-2013 Università della Calabria Corsi di laurea magistrale A cura di Alessandro Cristofori."

Presentazioni simili


Annunci Google