La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof.ssa Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof.ssa Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof.ssa Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte quarta – Autonomia negoziale Vincoli nella formazione dei contratti

2 Patto di opzione (art c.c.): Struttura e definizioneConseguenza principaleAspetti peculiari del regime Patto con il quale le parti convengono che una di esse (cd. concedente) rimane vincolata alla propria dichiarazione e laltra (cd. opzionario) ha la facoltà di accettarla o meno. La dichiarazione del concedente è considerata quale proposta irrevocabile per gli effetti previsti dallart c.c. Lesercizio della facoltà di accettazione da parte dellopzionario è sufficiente a costituire il rapporto contrattuale, anche contro leventuale volontà contraria del concedente (irrevocabilità). In mancanza di accordo delle parti, il giudice può fissare un termine per la dichiarazione di accettazione. 338

3 Patto di opzione (art c.c.): Proposta irrevocabile nellopzione il vincolo consegue ad un accordo tra le parti (patto di opzione), mentre in caso di proposta irrevocabile il vincolo consegue ad un impegno assunto unilateralmente dal proponente, nellopzione il vincolo consegue ad un accordo tra le parti (patto di opzione), mentre in caso di proposta irrevocabile il vincolo consegue ad un impegno assunto unilateralmente dal proponente, lopzione può essere onerosa, se è previsto un corrispettivo (cd. premio), lopzione può essere oggetto di cessione ad un terzo. Contratto preliminare lesercizio della facoltà di accettazione da parte dellopzionario è sufficiente a costituire il rapporto contrattuale. In caso di contratto preliminare, invece, è necessario che le parti stipulino il contratto definitivo. 339 Differenze tra patto di opzione e :

4 Contratto preliminare: 340 Nozione: Contratto con il quale le parti assumono lobbligo di concludere entro un certo termine un successivo contratto (cd. contratto definitivo). Funzione: Preparatoria e strumentale rispetto al contratto definitivo. Natura: Contratto consensuale e ad effetti obbligatori Contenuto: Il contratto preliminare determina il contenuto essenziale del contratto definitivo. Identità dellequilibrio economico del regolamento predeterminato nel preliminare e di quello stabilito dal definitivo o dalla sentenza costitutiva (cd. intangibilità del preliminare).

5 Contratto preliminare: 341 Tipologie: preliminare bilaterale: entrambe le parti si obbligano a concludere il contratto definitivo. preliminare unilaterale: lobbligo di concludere il contratto definitivo sorge a carico di una sola parte. Effetti: Preliminare cd. semplice: la produzione di tutti gli effetti è differita al momento della stipula del contratto definitivo. Preliminare ad effetti anticipati: taluni effetti sono anticipati rispetto alla conclusione del definitivo.

6 Contratto preliminare: 342 FormaIl contratto preliminare deve avere, a pena di nullità, la stessa forma stabilita dalla legge per il contratto definitivo (art c.c.). Inadempimento ed esecuzione forzata In caso di inadempimento di una parte, laltra può ottenere se possibile e non escluso dal titolo, una sentenza costitutiva che produce gli stessi effetti del definitivo (esecuzione specifica art c.c.), il risarcimento del danno. TrascrizioneAnticipazione al momento della trascrizione del preliminare dellopponibilità del contratto definitivo o della sentenza costitutiva (cd. effetto prenotativo). Disciplina:

7 Negozio fiduciario: 343 NozioneTrasferimento della proprietà di un bene da un soggetto (fiduciante) ad un altro (fiduciario), con obbligo del fiduciario di trasferire in futuro il bene medesimo al fiduciante o ad un terzo. Leffetto reale è limitato, nei rapporti interni, da un patto obbligatorio (pactum fiduciae). Tipologie fiducia cum amico accordo sul trasferimento di un bene ad un soggetto con lobbligo di amministrarlo nellinteresse dellalienante e di ritrasferirlo alla scadenza di un termine o a sua richiesta. fiducia cum creditore accordo sul trasferimento di un bene del debitore al creditore con lobbligo di questi di conservarlo e di ritrasferirlo al momento delladempimento dellobbligazione preesistente. Tutela del fiduciante se il fiduciario non ottempera lobbligo assunto, il fiduciante può ottenere una sentenza costitutiva e il risarcimento del danno, se il fiduciario (violando il pactum fiduciae) trasferisce il bene a terzi, il fiduciante può ottenere solo il risarcimento del danno.

8 Trust: 344 NozioneRapporti giuridici istituiti da una persona (costituente) posti sotto il controllo di un altro soggetto (trustee) nellinteresse di un beneficiario o per un fine specifico. Disciplina: i beni del trust costituiscono una massa distinta e non fanno parte del patrimonio del trustee, I beni sono intestati a nome del trustee o di unaltra persona per conto del trustee, Il trustee deve amministrare gestire o disporre dei beni secondo i termini del trust e le norme imposte dalla legge. EffettoCostituzione di una proprietà in capo al trustee separata dal suo patrimonio e vincolata allo scopo del trust anche rispetto ai terzi.

9 Vincoli alla libertà di scelta del contraente. Prelazione Prelazione convenzionalePrelazione legale 345 FonteAccordo delle parti.Legge. Nozione e disciplina Un soggetto (cd. promittente o concedente) si obbliga, ove decida di concludere un contratto, a preferire un determinato soggetto (cd. prelazionario) rispetto ad altri, a parità di condizioni. Il concedente ha lobbligo di comunicare al prelazionario la decisione di concludere il contratto a certe condizioni ( cd. denuntiatio); di non stipulare il contratto con terzi prima o in pendenza della denuntiatio. La legge obbliga un soggetto (cd. promittente o concedente), ove decida di concludere un contratto, a preferire un determinato soggetto (cd. prelazionario) rispetto ad altri. Es.: se un coerede vuole alienare la sua quota di eredità gli altri coeredi hanno diritto di prelazione (art. 732 c.c.).

10 Vincoli alla libertà di scelta del contraente. Prelazione 346 Efficacia del patto di prelazione Obbligatoria il patto vincola solo le parti e non è opponibile ai terzi Reale la prelazione legale è opponibile ai terzi. Tutela del prelazionario In caso di violazione del patto, il prelazionario può agire esclusivamente per il risarcimento del danno da inadempimento. Qualora il bene sia acquisito da un terzo, il prelazionario può esercitare il diritto di riscatto del bene medesimo. Prelazione convenzionalePrelazione legale

11 Vincoli alla libertà di determinare il contenuto contrattuale. 347 Clausole dettate da norma imperativa Le clausole, i prezzi di beni imposti dalla legge sono di diritto inseriti nel contratto, anche in sostituzione delle clausole difformi apposte dalle parti (art c.c.). Clausole dusoLe clausole duso sintendono inserite nel contratto se non risulta che non sono state volute dalle parti (art c.c.).


Scaricare ppt "Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Commercio Prof.ssa Daniela Valentino Corso di Diritto Privato Parte."

Presentazioni simili


Annunci Google