La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Monitoraggio finanziamenti 2006 IL PROGETTO E GLI ESITI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Monitoraggio finanziamenti 2006 IL PROGETTO E GLI ESITI."— Transcript della presentazione:

1 Monitoraggio finanziamenti 2006 IL PROGETTO E GLI ESITI

2 Verificare come sono stati spesi i soldi assegnati Contribuire alla visibilità del lavoro fatto e alla riflessione interna alla scuola sullefficacia delle azioni intraprese grazie a quei fondi Il progetto: Perché

3 Docenti ed ex docenti con conoscenze sullhandicap e/o su interviste qualitative e monitoraggio Il progetto: Chi

4 Da dicembre 2006 a marzo 2007 realizzazione interviste; da marzo a giugno 2007 rapporto di monitoraggio presentato alle scuole e pubblicato sul sito Il progetto: Quando

5 La filosofia è quella della ricerca qualitativa, appresa negli anni dei monitoraggi dellautonomia e dei progetti per il successo formativo, in collaborazione con la Bicocca. Dellintervista, registrata, viene prodotto un estratto commentato che viene restituito alla scuola NO SI Il progetto: Come

6

7

8 Lo snodo ha contribuito al progetto con un co -finanziamento fino a 3000 euro in relazione al numero di studenti disabili inseriti nellIstituto Le attività osservate: i progetti di scuola

9

10

11 Le interviste fatte Questanno sono state effettuate 20 interviste in altrettante scuolescuole

12

13

14 Le interviste fatte Lintervista si è svolta durante un incontro presso la sede dellIstituto scolastico finanziato. Allintervista hanno partecipato un numero variabile di persone (da 1 a 10) appartenenti alle seguenti categorie: Dirigente scolastico Responsabile handicap di Istituto Docente di classe e di sostegno Genitore Educatore o esperto

15 RIFLETTERE IMPARARE DALLESPERIENZA EFFETTI DEL PROGETTO Gli esiti: EFFETTI DEL PROGETTO CONFRONTARSI SVILUPPARE IL PENSIERO SENSIBILIZZARE

16 Presentazione a cura di Elena Ferrari, Carla Martinolli e Maria Rita Tritonj Giugno

17 Gli esiti: imparare dallesperienza Lintervento dellesperto è utile dove il team dei docenti raccoglie ciò che lesperto ha proposto anche come occasione di autoformazione, dove ciò che è avvenuto in un caso può essere riprodotto e generalizzato, con le opportune modifiche, in una nuova situazione, in modo che da cosa nasca cosa e il processo si autoalimenti. PER QUESTO SI OSSERVA CHE I PROGETTI MIGLIORI SONO QUELLI CHE SI REALIZZANO DA PIU ANNI, E SONO COSTANTEMENTE SOTTOPOSTI A VERIFICA E REVISIONE

18 Imparare dallesperienza: Qualche citazione… …I.fondi sono serviti per lavorare su tutti i bambini e per una formazione stabile delle insegnanti. Se il lavoro serve a migliorare anche le abilità dei docenti, questo diventa un bagaglio permanente che può essere trasferito Grande esperienza per i docenti che alla fine hanno chiesto di poter frequentare un corso- pagato da loro- per imparare ad osservare con il giusto distacco

19 I finanziamenti servono a modificare significativamente la qualità dellintegrazione dove il docente di classe e di sostegno sono coinvolti nella progettazione, nella realizzazione e nella verifica dellintervento. Per questo occorre prevedere formazione, tempi e modi.. Gli esiti: confrontarsi

20 Confrontarsi: Qualche citazione… La solitudine dellinsegnante diventa poi assoluta andando avanti negli ordini di scuola. INVECE CONFRONTARSI SU QUELLO CHE SI FA QUOTIDIANAMENTE È UNA GRANDE IDEA. È un foglietto banalissimo che si scrive alla fine del colloquio, ma la parte delle decisioni concordate e la loro rilettura è diventata unabitudine. Allinizio di ogni colloquio si riparte da lì.

21 Sensibilizzare: Qualche citazione… La ricaduta didattica è stata senzaltro importante per le due classi maggiormente coinvolte. Ma anche chi ha partecipato soltanto in qualità di visitatore ha ricevuto qualcosa: ad esempio gli studenti del liceo linguistico, apparentemente meno attenti di quelli del liceo delle scienze sociali, hanno scritto osservazioni interessanti sul quaderno per i commenti dei visitatori. Decisamente positivo il vissuto delle alunne presenti. Spiegano che hanno cambiato il loro atteggiamento nei confronti delle persone con handicap, inizialmente improntato a una generica pietà, e che è stata molto importante la loro esperienza di guide: sentirsi protagoniste, vincere la timidezza, provare soddisfazione nel vedere visitatori attenti, saper affrontare limprevisto

22 I LABORATORI (teatro, cucina…) servono se: si opera sul fare in collegamento col pensare – ad esempio proponendo verbalizzazioni e riflessioni dei bambini sulle attività svolte si opera intenzionalmente per rendere gli alunni consapevoli Per fare questo è necessario che i docenti dedichino spazio ad osservare le funzioni cognitive coinvolte in quell attività: SIAMO SCUOLA, NON DOPOSCUOLA Gli esiti: SVILUPPARE IL PENSIERO

23 Sviluppare il pensiero: Qualche riflessione… Abilità cognitive che il Teatro muove ( alcune consce nei docenti) osservazione/ordinamento delle scene classificazione dei personaggi confronto fra personaggi coordinamento voce/gesti interdipendenza ed integrazione dei diversi ruoli uso di capacità manipolative/manuali improvvisazione( quando manca la memoria) superamento del punto di vista soggettivo autostima scoperta di particolari attitudini trasferimento di queste abilità, con opportuna guida, in altri ambiti La capacità di organizzarsi è migliorata tantissimo ed è unacquisizione che è rimasta: nel tempo libero, negli intervalli sanno organizzarsi, giocano a carte, si mettono in gruppi


Scaricare ppt "Monitoraggio finanziamenti 2006 IL PROGETTO E GLI ESITI."

Presentazioni simili


Annunci Google