La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per una classificazione. UN TERMINE AMBIGUO Il termine religione deriva dal latinoreligio. Fin dallantichità, esistono due etimologie possibili: religio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per una classificazione. UN TERMINE AMBIGUO Il termine religione deriva dal latinoreligio. Fin dallantichità, esistono due etimologie possibili: religio."— Transcript della presentazione:

1 Per una classificazione

2 UN TERMINE AMBIGUO Il termine religione deriva dal latinoreligio. Fin dallantichità, esistono due etimologie possibili: religio è termine che rimanda ai rapporti stabiliti tra gli uomini e gli dèi mediante il culto (religare, legare, fissare, annodare); religio indica losservazione scrupolosa di queste pratiche (religere / relegare, raccogliere di nuovo, rileggere ).

3 I rappresentanti delle maggiori religioni mondiali in corteo a Milano, in occasione di un incontro interreligioso TANTI MODI PER CATALOGARE Non esiste ununica classificazione della religione e delle religioni, ma tanti modi e tanti criteri diversamente utili e accettabili

4 RELIGIO PAGANA E RELIGIO CRISTIANA Nellambito della religione romana, il termine religio indicava sia latteggiamento del pio romano di fronte ai suoi dèi nel compiere gli atti fondamentali del culto privato e pubblico, sia linsieme stesso di questi atti. La religione cristiana riprese il vocabolo sia in senso positivo, applicandolo a sé, sia in senso negativo, applicandolo alle superstizioni o alle religioni degli altri. La dea romana Venere Cristo e gli apostoli

5 RELIGIONI ETNICHE O FONDATE? Nella categoria delle religioni etniche rientrano quelle che non hanno la figura di un fondatore storico e le cui origini si perdono nella notte dei tempi: le religioni della antica Grecia, di Roma, dellIndia, il paganesimo celtico, slavo, mongolo, cinese, giapponese e buona parte delle cosiddette religioni dei primitivi. Paganesimo in Cina Abluzioni rituali in India

6 RELIGIONI ETNICHE O FONDATE? Le religioni fondate hanno invece alla loro origine un fondatore, come Gesù per il cristianesimo, Muhammad per lislam, Zoroastro per lo zoroastrismo, Buddha per il Buddhismo. Gesù in un affresco di Giotto (XIV sec.) Muhammad in una pergamena del XIV sec. Zoroastro in un dipinto del II sec.

7 RELIGIONI ETNICHE O FONDATE? Esistono anche religioni che presentano chiari riferimenti etnici e contemporaneamente si richiamano alla figura di un fondatore, come Laotsé per il Taoismo e Orfeo per lOrfismo: queste vengono dette religioni miste. Laotsé in unantica miniatura Orfeo in un bassorilievo del II sec.

8 RELIGIONI UNIVERSALI E NAZIONALI Si considerano universali, anche se poco estese e popolose, religioni che hanno una diffusione oltre il loro luogo di origine e che hanno la pretesa di rivolgersi a tutti gli uomini. Si considera nazionale una religione come quella dellantica Roma, circoscritta al territorio di nascita. N.B. - Risulta complesso inserire in tale schema una religione come quella di Israele che alle origini si presenta chiaramente come religione nazionale, ma di fatto propone una concezione di Dio che supera gli orizzonti di una semplice nazione. Monaci buddisti

9 LA RIVELAZIONE AL CENTRO È diffusa la distinzione tra religioni pagane e religioni rivelate. Tale classificazione parte da un presupposto teologico che considera religioni superiori quelle che si fondano sulla rivelazione abramico-mosaica rispetto a tutte le altre e pertanto non è apprezzata in ambienti scientifici. Abramo (miniatura ottomana) Mosè e il roveto ardente (mosaico)

10 RELIGIONI ARCAICHE E VIVE Unulteriore distinzione è quella tra religioni arcaiche e religioni vive. Alle civiltà ormai tramontate (ad es., egizi, assiro-babilonesi, greci e romani, civiltà precolombiane mesoamericane e andine…) appartengono le religioni morte, ovvero estinte sul piano storico e sociale, diversamente dalle religioni che coinvolgono persone e popoli vivi. Archeologi al lavoro sul sito di un antico tempio, a Roma

11 GEOGRAFIA RELIGIOSA Unaltra forma di classificazione è quella di tipo geografico, a partire da quattro aree del mondo...

12 AREE GEOGRAFICHE 1.Le religioni del Vicino Oriente di origine semitica (ebraismo, cristianesimo, islam), definite religioni della Parola in quanto incentrate su una rivelazione divina trasmessa alluomo tramite una scrittura dal carattere profetico e intrisa di contenuti etici; 2.le religioni di origine indiana (induismo e buddhismo), a forte tendenza mistica: attraverso la meditazione, la dimensione corporale raggiunge la medesima importanza di quella spirituale; 3.le religioni della tradizione sino- giapponese (confucianesimo, taoismo, scintoismo), caratterizzate dalla ricerca sapienziale e dallideale dellarmonia cosmica; 4.le religioni ancestrali dellAfrica e dellOceania (animismo, tribalismo, culto degli antenati, magia), incentrate su una visione sacrale, ciclica, astorica della realtà spazio-temporale e delle sue energie superiori.

13 AREE GEOGRAFICHE

14


Scaricare ppt "Per una classificazione. UN TERMINE AMBIGUO Il termine religione deriva dal latinoreligio. Fin dallantichità, esistono due etimologie possibili: religio."

Presentazioni simili


Annunci Google