La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Narrare linenarrabile La letteratura giovanile incontra il memento mori Riflessioni per una pedagogia del distacco di Katia Scabello Garbin Università

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Narrare linenarrabile La letteratura giovanile incontra il memento mori Riflessioni per una pedagogia del distacco di Katia Scabello Garbin Università"— Transcript della presentazione:

1 Narrare linenarrabile La letteratura giovanile incontra il memento mori Riflessioni per una pedagogia del distacco di Katia Scabello Garbin Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze della Formazione Sede di Rovigo a.a EDUCAZIONE ALLA LETTURA ICONICA E ALLA NARRAZIONE

2 Per vivere una vita sufficientemente felice è fondamentale sviluppare e strutturare le capacità di elaborazione del lutto

3 La narrazione come percorso di elaborazione del lutto

4 E mentre narriamo ci accorgiamo che diventiamo più consapevoli di chi siamo, cosa desideriamo, cosa ci addolora, cosa ci rende felici. Quando raccontiamo, infatti, diamo un senso non solo allevento specifico, ma ad unintera classe di eventi; cioè esplicitiamo linterpretazione che diamo a ciò che ci accade. R.Vittori, Identità e narrazione, in R.Mantegazza (a cura di), Per una pedagogia narrativa, EMI, Bologna, 1996, p.13

5 Il bambino e la morte I bambini non sono immuni dallemozione generata da un evento luttuoso

6 Il Bambino di fronte alla morte sembra evidenziare una utilizzazione ottimale delle strutture intellettuali R.Vianello, M.L.Marin, La comprensione della morte nel bambino, Firenze, Giunti-Barbèra, 1985.

7 E un dovere educativo preparare il soggetto alle tante morti che caratterizzano la vita.

8 Il racconto come palestra in cui : ANTICIPARE SPERIMENTARE

9 La letteratura: Lunga interrogazione Rappresentazione della realtà Meditazione sullesistenza Espressione del rimosso, del non detto Bianca Pitzorno, Storia delle mie storie, Milano, Il Saggiatore, 2002

10 La letteratura giovanile spazio emozionale e cognitivo weltanschauung offerta alleducatore

11 Prima del senso cè il suono, prima delle parole cè la voce. Quella voce ha potere sulle cose: le chiama allumanità, le rende umane. R.Valentino Merletti e B.Tognolini, Leggimi forte, Milano, Salani, 2006.

12 Leditoria contemporanea offre con generosità veri e propri capolavori letterari, piccoli per grandezza, non certo per valore artistico

13 La letteratura giovanile e il memento mori Libri per bambini di due-quattro anni Formato piccolo Importanza delle illustrazioni Utilizzo di immagini sostitutive –gioco del come se, trasposizione simbolica, animismo- Oggetto transizionale Dialogo fra nonno e nipote Evocazione azioni quotidiane

14 La letteratura giovanile e il memento mori Libri per bambini di quattro-sei anni Formato più grande – albo illustrato Importanza attribuita alle immagini Breve narrazione strutturata Tema della perdita dei nonni Si evidenzia la difficoltà di immaginare un posto reale per le anime

15 Tracce per una riflessione La narrazione è interpretazione e linterpretazione si connota come caratteristica peculiare della persona necessariamente narrante e narrata A.M.Bernardinis

16 I libri sono trampoli Da mettere nei piedi Il mondo è senza limiti E da lassù lo vedi I libri sono trampoli Per vivere più a fondo La testa nelle nuvole E i piedi sopra il mondo I libri sono trampoli Le storie sono tante Chi legge salta i limiti Con passi da gigante Bruno Tognolini


Scaricare ppt "Narrare linenarrabile La letteratura giovanile incontra il memento mori Riflessioni per una pedagogia del distacco di Katia Scabello Garbin Università"

Presentazioni simili


Annunci Google