La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L IBRI E RAGAZZI : UNA RELAZIONE PER CRESCERE 5 Settembre 2011 Rete Prof. ssa Donatella Lombello Facoltà di Scienze della Formazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L IBRI E RAGAZZI : UNA RELAZIONE PER CRESCERE 5 Settembre 2011 Rete Prof. ssa Donatella Lombello Facoltà di Scienze della Formazione."— Transcript della presentazione:

1 L IBRI E RAGAZZI : UNA RELAZIONE PER CRESCERE 5 Settembre 2011 Rete Prof. ssa Donatella Lombello Facoltà di Scienze della Formazione Università di Padova

2 Narrare Ascoltare Leggere Immagine tratta

3 narrare < gnarus < nosco (conoscitore) ascoltare < auscultare (riconoscere con lorecchio, tender lorecchio: frequentativo di audio) leggere < legere (scegliere) Narrare Ascoltare Leggere

4 Narrare Ascoltare Leggere: relazione io-tu

5 Il Pensiero Narrativo

6 Il Pensiero Narrativo … … principio organizzatore per dare senso allesperienza mettere in relazione gli stati psichici con la realtà esterna mettere in relazione il passato col presente proiettare il presente sul futuro J. BRUNER, La mente a più dimensioni, Roma-Bari, Laterza, 1986, pp

7 Il Pensiero Paradigmatico

8 La narrativa congiuntivizza la realtà e crea mondi possibili, esperienze mutuate, avventure senza rischio Bruner, La fabbrica delle storie, 2002, p.56

9 Lettore aurale, lettore iconico, lettore endofasico, lettore autonomo, appassionato e critico

10 Lettura aurale: intenzionalità >< universalità abbatte La voce che legge/racconta abbatte la distanza tra testo e destinatario/lettorela distanza tra testo e destinatario/lettore ci ricolloca nel solco della tradizione orale = intenzionalità dei messaggi prodotti e fruiti nel comune condiviso contesto universalità della scrittura = fissità del testo decontestualizzazione dalle universalità della scrittura = fissità del testo decontestualizzazione dalle coordinate di tempo e spazio/dai destinatari ai quali è stata originariamente rivolta

11 Latto del leggere L'atto del leggere consente di stabilire l'incontro lettore-autore, di attivare la relazione interrotta dalla distanza spazio- temporale del produttore storico del testo e del suo attuale lettore, di restituirne il contenuto "all'attualità viva del dialogo. (Gadamer)

12 1.piacere del riconoscimento di strutture narrative 2.piacere della frequentazione di atmosfere calde, semplici, rassicuranti 3.piacere della eccitazione per situazioni di pericolo, per esperienze impossibili, per lavventura 4.piacere da curiosità soddisfatta (identità dellassassino, tipo di relazione tra due personaggi…) 5.piacere da interesse appagato 6.piacere dellemozione estetica 7.piacere di essere testimoni di opere della creazione umana (capolavori della letteratura) 8.piacere della conoscenza (lettura che ci rende più profondi, migliori, più colti) 9.piacere associato alla bravura altrui e allautocompiacimento nel saperla riconoscere 10.piacere della identificazione con i personaggi 11.piacere nel vedere confermati i propri sistemi di valori 12.piacere nella rassicurazione che anche altri provano emozioni simili alle nostre Per una fenomenologia del piacere della lettura (Levorato, 2000, p.124 e ss.)

13 Intenzionalità Gratuità Dialogicità Molteplicità di offerta Sistematicità Narrare Ascoltare Leggere

14 Gratuità Libertà Non premio Non castigo Non compito Narrare Ascoltare Leggere Come?

15 Intenzionalità, dialogicità, sistematicità, gratuità, molteplicità di offerta Tempo dedicato La materialità della lettura Quando? Narrare Ascoltare Leggere

16 Cosa? Molteplicità e qualità dellofferta

17 Narrare Ascoltare Leggere Cosa? Molteplicità e qualità dellofferta

18 Narrare Ascoltare Leggere Perchè? Condivisione Complicità Chi legge non lo fa perché la legge lo obbliga, lo spinge, lo corregge Piumini R., Un libro nel cuore, Milano, De Agostini, 2010 Lettura esperienza edonica

19 aurale iconico silenzioso competente autonomo monomediale multimediale appassionato critico Narrare Ascoltare Leggere LETTORE


Scaricare ppt "L IBRI E RAGAZZI : UNA RELAZIONE PER CRESCERE 5 Settembre 2011 Rete Prof. ssa Donatella Lombello Facoltà di Scienze della Formazione."

Presentazioni simili


Annunci Google