La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PARADIGMA V IDENTITA COLLETTIVE (per i movimenti: vedi slides della lezione 6) Corso di scienza Politica Prof. Ozzano Lezione 17.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PARADIGMA V IDENTITA COLLETTIVE (per i movimenti: vedi slides della lezione 6) Corso di scienza Politica Prof. Ozzano Lezione 17."— Transcript della presentazione:

1 PARADIGMA V IDENTITA COLLETTIVE (per i movimenti: vedi slides della lezione 6) Corso di scienza Politica Prof. Ozzano Lezione 17

2 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 2 Che cosa fa di un gruppo una identità collettiva [B p. 240] Principio di riflessività Principio di riconoscimento Principio di identificazione Principio di altruismo comunitario Principio di partecipazione espressiva Principio di opposizione (solo per le identità politiche)

3 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 3 La politica secondo Schmitt [B pp ] Il criterio distintivo dellagire politico è lantitesi amico-nemico Il nemico è inteso in senso di hostis (antagonista collettivo, membro di una collettività rivale), non di inimicus (avversario di una controversia individuale) La politica si basa quindi su un conflitto fra gruppi

4 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 4 Huntington: lo scontro di civiltà [B pp ] Dopo la fine della guerra fredda, i conflitti fondamentali non sono più economici o ideologici, ma culturali; ne sono protagoniste le grandi civilizations (il cui fondamento ultimo è la religione): occidentale, islamica, confuciana, etc. Le principali guerre si combatteranno ai confini tra le diverse civiltà Loccidente è minacciato da una possibile allenza fra la civiltà islamica e quella confuciana

5 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 5 Crisi e routine [B p. 263] Età criticheEtà organiche IndividuiMovimentiIstituzioni Statu nascentiIstituzionalizzazioneBurocratizzazione Agire espressivoAgire strumentale

6 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 6 Cosa sono le istituzioni [B p. 290; solo per non frequentanti] Convenzioni e regole decisionali per coordinare le azioni individuali, dirimere i conflitti, organizzare la cooperazione sociale e tutelare i diritti individuali e collettivi Organizzazioni e governi attraverso cui quelle regole sono fatte rispettare, si compongono le dispute e si puniscono i comportamenti devianti, si colgono le opportunità sociali

7 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 7 Il neo-istituzionalismo [B pp ; solo per non frequentanti] Filone di studi che ritiene che le istituzioni siano essenziali nel limitare o potenziare linterazione sociale, influenzando le strategie degli attori e i risultati dellinterazione sociale Versione 1: rational choice institutionalism (paradigma della scelta razionale) Versione 2: historical sociological institutionalism (paradigma delle identità collettive)

8 Scienza politica - Prof. Ozzano - Lezione 17 8 Neo-istituzionalismi a confronto [B p. 296]


Scaricare ppt "PARADIGMA V IDENTITA COLLETTIVE (per i movimenti: vedi slides della lezione 6) Corso di scienza Politica Prof. Ozzano Lezione 17."

Presentazioni simili


Annunci Google