La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia."— Transcript della presentazione:

1 Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia

2 Definizione di controllo di gestione Il Controllo di gestione è una tecnica che si basa su previsioni economico – finanziarie – patrimoniali e sul loro controllo con i dati consuntivi. Il controllo di gestione si definisce anche programmazione e controllo. Tale tecnica ha la finalità di facilitare o supportare le scelte per la guida dellimpresa verso gli obiettivi prefissati

3 Definizione di contabilità ordinaria La contabilità ordinaria è una tecnica necessaria per conoscere la situazione economico – patrimoniale – finanziaria dellazienda. Essa fornisce dati consuntivi e sintetici.

4 Definizione di contabilità analitica La contabilità analitica è una tecnica che ha lo scopo di far conoscere la composizione dei costi e dei ricavi dal punto di vista della destinazione (prodotto, merce o commessa) al fine di valutare leconomicità di un certo prodotto/merce/commessa. A differenza della contabilità ordinaria fornisce dati analitici e non sintetici.

5 Fattori critici per un controllo di gestione efficace Tempestività dei rapporti Essenzialità dei rapporti Efficacia dei rapporti

6 Tempestività dei rapporti La tempestività è fondamentale per il successo del controllo di gestione che è una tecnica fortemente dinamica in grado di supportare le decisioni. E preferibile un dato attendibile (stimato) ma tempestivo piuttosto che un dato preciso ma storico Preparazion e preventivo anno novembre 2003 Approvazion e preventivo anno dicembre 2003 Rapporti consuntivi mensili Entro il 20 del mese successivo

7 Essenzialità dei rapporti I rapporti devono essere completi ma sintetici, possibilmente di una sola pagina in modo da permettere una lettura immediata

8 Efficacia dei rapporti La tempestività e lessenzialità non basta senza efficacia. Il preventivo annuale ed i rapporti mensili non devono presentarsi come prospetti fitti di numeri difficilmente decodificabili da parte di chi non abbia una buona preparazione amministrativa. I prospetti vanno integrati con dati extracontabili ed alcuni indici

9 Preventivo economico finanziario Contabilità Generale (Co.Ge.) Contabilità analitica Controllo di gestione economico finanziario PrevisioneEsecuzioneControllo Tempistica delle attività

10 La procedura proposta: due tipi di prospetti da utilizzare Prospetto A: Preventivo economico finanziario annuale Prospetti B: Rapporti mensili di controllo degli scostamenti

11 Lorganizzazione del controllo Il controllo di gestione sorge solitamente da esigenze dellimprenditore o del CDA. Il settore contabile – amministrativo soddisfa inizialmente tali esigenze in modo non sistematico e con rilevazione di dati extracontabili ed indici. In unazienda complessa tale tipo di controllo non è attuabile ma vanno coinvolti nel processo di programmazione e controllo tutti i settori aziendali secondo lo schema proposto

12 Il Consiglio damministrazione Il CDA è responsabile dellutile desercizio e del volume dellattività complessiva e risponde allassemblea dei soci dellattività svolta

13 La direzione generale E responsabile nei confronti del CDA della programmazione annuale e dei risultati conseguiti. Ha un budget specifico per le attività da svolgere.

14 La direzione commerciale E responsabile delle vendite e quindi del volume dei ricavi e delle quantità da vendere. E responsabile di tutti i costi dellarea commerciale

15 La direzione produzione E responsabile della quantità da produrre e dei costi di produzione

16 La direzione amministrativa E responsabile dellarea amministrativa, di tutti i costi relativi e coordina lattività di controllo di gestione supportando e fornendo dati alle altre aree

17 Organigramma aziendale Direzione generale Direzione comm.le Direzione produzione Direzione amm.va Assemblea dei soci CDA

18 Presupposti per raggiungere tale organizzazione Precisa volontà dellorgano esecutivo Buona organizzazione amministrativa Sistema informativo adeguato

19 La gestione aziendale 1) fase decisionale 2) fase programmatoria 3) fase esecutiva 4) fase di controllo


Scaricare ppt "Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia."

Presentazioni simili


Annunci Google