La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

URGENZE IN OSTETRICIA e GINECOLOGIA. SHOCK: Meccanismi Etiopatogenetici MULTIPLI In Ostetricia EMORRAGIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "URGENZE IN OSTETRICIA e GINECOLOGIA. SHOCK: Meccanismi Etiopatogenetici MULTIPLI In Ostetricia EMORRAGIA."— Transcript della presentazione:

1 URGENZE IN OSTETRICIA e GINECOLOGIA

2 SHOCK: Meccanismi Etiopatogenetici MULTIPLI In Ostetricia EMORRAGIA

3 ENTITA delle CONSEGUENZE della PERDITA di un dato VOLUME EMATICO VELOCITA della PERDITA EMATICA STATO ANEMICO PREESISTENTE ESAURIMENTO FISICO DISIDRATAZIONE

4 QUADRO CLINICO di SHOCK EMORRAGICO EMORRAGIA GENITALE ESTERNA TACHICARDIA (POLSO FILIFORME) IPOTENSIONE ( > PA Sist.; PA Differenziale) CUTE PALLIDA, UMIDA, FREDDA Possibile PERDITA di COSCIENZA NESSUN SINTOMO HA UNA CORRELAZIONE SICURA CON GRAVITA DELLA CONDIZIONE

5 GRAVIDANZA ECTOPICA GRAVIDANZA ECTOPICA ABORTO SPONTANEO ABORTO SPONTANEO CAUSE IATROGENE: PERFORAZIONE UTERINA ( RCU AS, IVG, ABORTI CLANDESTINI ) CAUSE IATROGENE: PERFORAZIONE UTERINA ( RCU AS, IVG, ABORTI CLANDESTINI ) PATOLOGIE del TROFOBLASTO PATOLOGIE del TROFOBLASTO TRAUMI IN GRAVIDANZA (emorragie extragenitali) TRAUMI IN GRAVIDANZA (emorragie extragenitali) 1°-2° Trimestre CAUSE di EMORRAGIE in OSTETRICIA

6 DISTACCO INTEMPESTIVO DI PLACENTA NORMALMENTE INSERTA PLACENTA PREVIA TRAUMI IN GRAVIDANZA (emorragie extragenitali) ROTTURA SPONTANEA dellUTERO 2°-3° Trimestre CAUSE di EMORRAGIE in OSTETRICIA

7 LACERAZIONI VAGINALI, FORNICI, CERVICE ROTTURA UTERO Parto CAUSE di EMORRAGIE in OSTETRICIA

8 MANCATO DISTACCO PARZIALE DELLA PLACENTA SECONDAMENTO INCOMPLETO (Ritenzione di Frammenti di Placenta/Membrane) INVERSIONE UTERINA Secondamento CAUSE di EMORRAGIE in OSTETRICIA

9 ATONIA UTERINA RITENZIONE di FRAMMENTI di PLACENTA-MEMBRANE ESITI di LACERAZIONI (a vari livelli) COAGULOPATIA da CONSUMO Postpartum-Puerperio CAUSE di EMORRAGIE in OSTETRICIA

10 ROTTURA di CORPO LUTEO/CISTI OVARICHE MENO-METRORRAGIE (Disfunzionali, Polipi, Iperplasia EM, Fibromi, K EM, K Cervice) LESIONI FORNICI VAGINALI (Rapporti Sessuali; Corpi Estranei) CAUSE di EMORRAGIE in GINECOLOGIA

11 DIAGNOSI ISPEZIONE ( Generale, Speculum ) PALPAZIONE ANAMNESI ORIENTAMENTO CLINICO

12 DIAGNOSI EMORRAGIE INAPPARENTI (es. Distacco di Placenta normalmente inserta, Rottura dutero, ematomi Legamento Largo etc.) DISSOCIAZIONE fra ENTITA della PERDITA EMATICA ESTERNA e CONDIZIONI GENERALI della PAZIENTE

13 DIAGNOSI ECOGRAFIA LABORATORIO ( EMOCROMO, COAGULAZIONE*, Beta hCG, Profilo Chirurgico) TAC

14 ALCUNI ELEMENTI di DIAGNOSI DIFFERENZIALE GRAVIDANZA ECTOPICA senza Versamenti Endoperitoneali o Ematomi Tubarici evidenti Vs ABORTO SP. INCOMPLETO – COMPLETO * (Non evidenza pregressa di C.G. in Utero) ASSENZA di CAMERA GESTAZIONALE in UTERO EM secretivo o lineare o lievem. ispessito: non dirimente Beta hCG 1000 mUI/ml

15 ALCUNI ELEMENTI di DIAGNOSI DIFFERENZIALE GRAV. ECTOPICA Vs ROTTURA DI CORPO LUTEO Beta hCG Ecografia Allertare Chirurgo Generale (se Beta hCG negativa ed ecografia non dirimente) Possibile causa non ostetrico-ginecologica

16 ALCUNI QUESITI CLINICI RILEVANTI REPERTO NORMALE NON ESCLUDE DISTACCO di PLACENTA ! ECOGRAFIA ? EMORRAGIA GENITALE ESTERNA nel III TRIMESTRE

17 TRATTAMENTO SPECIFICO ASPECIFICO CAUSALE

18 TRATTAMENTO TRATTAMENTO ASPECIFICO SOMMINISTRAZIONE e.v. di SOLUZ. SALINA (RINGER LATT.), SOSTITUTI del PLASMA CONTROLLO PERVIETA VIE AEREE (Perdita di Coscienza e/o dei Riflessi) - DECUBITO LATERALE lingua non ostacola passaggio daria drenaggio di eventuale materiale vomitato elimina compressione utero su vena cava - ASPIRAZIONE VIE AEREE - VENTILAZIONE ASSISTITA o CONTROLLATA

19 TRATTAMENTO TRATTAMENTO ASPECIFICO MISURE atte a favorire lIRRORAZIONE CEREBRALE Testa a un livello più basso del Tronco REINTEGRAZIONE VOLEMIA: UNITA di SANGUE (Prove Crociate) FARMACI ANTI-SHOCK (Corticosteroidi e.v., Controindicati Analettici ad az. Adrenolinosimile)

20 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO TERAPIA MEDICO-CHIRURGICA ARRESTO EMORRAGIA

21 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO GRAVIDANZA ECTOPICA ROTTURA CORPO LUTEO ROTTURA CISTI OVARICA LAPAROTOMIA LAPAROSCOPIA

22 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO MENO-METRORRAGIE GINECOLOGICHE RCU TAMPONAMENTO UTERINO ESCISSIONE POLIPI-MIOMI in ESPULSIONE

23 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO DISTACCO INTEMPESTIVO DI PLACENTA NORMALMENTE INSERTA PLACENTA PREVIA TAGLIO CESAREO URGENTE

24 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO ROTTURA UTERO TAGLIO CESAREO DEMOLITORE RIPARAZIONE BRECCIA UTERINA (se regolare)

25 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO MANCATO DISTACCO PARZIALE DELLA PLACENTA SECONDAMENTO MANUALE TAMPONAMENTO STIPATO UTEROTONICI OSSERVAZIONE INTENSIVA ANTIBIOTICI A LARGO SPETTRO ISTERECTOMIA

26 TRATTAMENTO TRATTAMENTO SPECIFICO ATONIA UTERINA UTEROTONICI (Ossitocina; Metergolina i.m. e/o e.v.; Prostaglandine e.v.) RCU TAMPONAMENTO STIPATO UTERINO ANTIBIOTICI A LARGO SPETTRO ISTERECTOMIA

27 TRATTAMENTO ASPECIFICO e TRATTAMENTO ASPECIFICO e SPECIFICO dello SHOCK EMORRAGICO APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE OSTETRICIA-GINECOLOGIAANESTESIA-RIANIMAZIONE MEDICINA di LABORATORIO MEDICINA TRASFUSIONALE CHIRURGIA GENERALE-SPECIALISTICA

28 MISURE URGENTI da intraprendere INCANNULARE una VENA (esami urgenti, Ringer Latt., Plasma Expanders) DECUBITO LATERALE ALLERTARE ANESTESISTI RICHIESTA UNITA SANGUE e PLASMA (PROVE CROCIATE) ALLERTARE CENTRO TRASFUSIONALE per ATTIVAZIONE DISPOSITIVO di RECUPERO del SANGUE ALLERTARE SALA OPERATORIA ed eventualmente CHIRURGO GENERALE o SPEC.

29 MISURE URGENTI INCANNULARE una VENA (esami urgenti, Ringer Latt., Plasma Expanders) DECUBITO LATERALE ALLERTARE ANESTESISTI RICHIESTA UNITA SANGUE e PLASMA (PROVE CROCIATE) ALLERTARE CENTRO TRASFUSIONALE per ATTIVAZIONE DISPOSITIVO di RECUPERO del SANGUE ALLERTARE SALA OPERATORIA ed eventualmente CHIRURGO GENERALE o SPEC.*

30 PROFILASSI CORREZIONE ANEMIA IN GRAVIDANZA IDRATAZIONE DELLA PAZIENTE LIMITAZIONE-CESSAZIONE TEMPESTIVA DELLE PERDITE EMATICHE (CHIUSURA VIE DI SANGUINAMENTO) EVITARE MANOVRE INCONGRUE O INTEMPESTIVE IN SALA PARTO (KRISTELLER, BRANDT-ANDREWS) ATTENTO MONITORAGGIO CLINICO DELLA PZ


Scaricare ppt "URGENZE IN OSTETRICIA e GINECOLOGIA. SHOCK: Meccanismi Etiopatogenetici MULTIPLI In Ostetricia EMORRAGIA."

Presentazioni simili


Annunci Google