La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia."— Transcript della presentazione:

1 Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia e Ostetricia Direttore Prof. A. Cianci GINECOLOGIA DELLA TERZA ETA Prof. M. Panella

2 Grazie allallungamento della durata media della vita umana, nel nostro Paese circa il 15% della popolazione globale è oggi costituita da donne oltre i 65 aa. Si può affermare che almeno il 20 % di queste donne deve limitare la propria attività a causa di disturbi dovuti alla ginecopatia. La patologia ginecologica nelletà senile incide invece molto limitatamente come causa di morte

3 I FATTORI FISIOPATOLOGICI che provocano linsorgenza di una patologia genitale geriatrica nella donna sono legati: Allindebolirsi delle strutture pelviche e genitali di sostegno Allaumentata incidenza di alcuni tumori degli organi genitali Alla carenza delle secrezioni ormonali ovariche alla quale seguono fenomeni di atrofia urogenitale; un aumento di distrofie vulvari tipo lichen scleroso ecc

4 Il rilasciamento delle strutture pelviche è senza dubbio favorito dalle precedenti lesioni ostetriche a livello; Del complesso dei legamenti cardinali ed utero sacrali che sostengono la cervice uterina ed il terzo superiore della vagina Del diaframma pelvico Del diaframma uro-genitale con rottura dei legamenti pubo-uretrali e uretro-pelvici ( cui consegue la discesa delluretra prossimale,del collo vescicale e della base della vescica) Del diaframma perineale Della parete vaginale anteriore e posteriore

5 Le lesioni sono aggravate nelletà senile dalla progressiva atrofia delle formazioni di sostegno che tendono ad allungarsi,mentre dal punto di vista istologico si osserva una progressiva diminuzione del trofismo delle strutture mucose e del collagene che le circonda Questa involuzione è insita nel processo di invecchiamento e per quanto riguarda gli organi genitali,bersaglio degli ormoni ovarici,è accelerata dalla carenza degli estrogeni che hanno funzione trofica e proliferativa a questo livello

6 A livello genitale Lassottigliamento delle mucose La scomparsa del glicogeno e dei bacilli di Doderlein Linnalzamento del ph vaginale FAVORISCONO Linstaurarsi di FLOGOSI

7 IL PROCESSO INVOLUTIVO LEGATO ALLA PROLUNGATA CARENZA ESTROGENICA COMPORTA INOLTRE: Restringimento della rima vulvare e del canale vaginale DISPAREUNIA Modificazioni a livello delluretra e del trigono- vescicale PERDITA INVOLONTARIA DI URINE, POLLACHIURIA E DISURIA Patologia sistemica OSTEOPOROSI, CARDIOPATIA ISCHEMICA

8 Nella donna in età senile è frequente il riscontro di un PROLASSO UTERO-VAGINALE, la progressiva discesa dellutero e delle pareti vaginali,inoltre si osserva frequentemente, labbassamento della parete postero-inferiore della vagina (CISTOCELE) e della parete anteriore del retto (RETTOCELE)

9 SINTOMATOLOGIA: Senso di peso in ortostatismo Dolenzia a livello pelvico Sensazione di corpo estraneo affiorante dai G.E. Difficoltà alla deambulazione Disturbi urinari: pollachiuria,incontinenza urinaria da sforzo, ritenzione urinaria Infezioni vescicali dovute al ristagno di urina PROLASSO UTERO -VAGINALE

10 ONCOLOGIA GINECOLOGICA IN ETA SENILE E CARATTERIZZATA DALLA PREVALENZA DEL: I. CANCRO MAMMARIO II. CANCRO ENDOMETRIALE III. CANCRO OVARICO INOLTRE I TUMORI DEL COLLO DELLUTERO DELLA VULVA DELLA VAGINA ABBASTANZA FREQUENTI

11 ONCOLOGIA GINECOLOGICA IN ETA SENILE E importante tener presente che una minima PERDITA EMATICA,proveniente dai genitali esterni puo essere indicativa,soprattutto a questa eta,di un tumore dellapparato genitale per cui e assolutamente necessario sottoporre la pz agli opportuni approfondimenti diagnostici

12 ONCOLOGIA GINECOLOGICA IN ETA SENILE In prima istanza si consiglia di eseguire una ECOGRAFIA TRANSVAGINALE con la quale è possibile valutare lo SPESSORE DELLENDOMETRIO e che riesce a differenziare una mucosa che sanguina pur essendo atrofica (spessore 10 mm) molto sospetta se la donna non assume estrogeni

13 ONCOLOGIA GINECOLOGICA IN ETA SENILE DIAGNOSI DIFFERENZIALE: Vasculopatie endometriali (spt nelle ipertese) Endometrite senile Fibromi o polipi uterini Alterazioni su base distrofica-atrofica dellepitelio vaginale che sanguina ali minimo traumatismo o per cause flogistiche Cause iatrogeniche (somministrazione di E.) ISTEROSCOPIA

14 ONCOLOGIA GINECOLOGICA IN ETA SENILE UN SINTOMO FREQUENTE,SOPRATTUTTO NELLE DONNE DIABETICHE ANZIANE E IL PRURITO VULVARE SPESSO SOSTENUTO DA LESIONI DISTROFICHE COME IL LICHEN SCLEROSO MA E ANCHE IL SINTOMO CHE PRECEDE, ANCHE DI ANNI LINSORGENZA DEL CARCINOMA VULVARE

15 CONCLUSIONI La patologia ginecologica delleta senile presenta molteplici aspetti, con implicazione di carattere preventivo e curativo, ma soprattutto si prospettano oggi in questo campo sempre più grandi possibilita riabilitative grazie allimpiego della TOS e della chirurgia che a raggiunto livelli di sicurezza per cui permette di sottoporre ad intervento anche pazienti molto anziane con patologie importanti,come quelle oncologiche


Scaricare ppt "Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia."

Presentazioni simili


Annunci Google