La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione infermieristica della Riabilitazione della Riabilitazione A. Sangermano T. Rotunno C. Chervino Nursing view :

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione infermieristica della Riabilitazione della Riabilitazione A. Sangermano T. Rotunno C. Chervino Nursing view :"— Transcript della presentazione:

1 Gestione infermieristica della Riabilitazione della Riabilitazione A. Sangermano T. Rotunno C. Chervino Nursing view :

2 Per riabilitazione si intende il complesso delle misure mediche, psicologiche, fisioterapiche e di addestramento funzionale intese a migliorare o ripristinare lefficienza psicofisica di soggetti portatori di minorazioni congenite o acquisite: seconda dei casi mira a realizzare lautosufficienza nel soddisfacimento dei bisogni elementari, il miglioramento delle attitudini ai rapporti interpersonali. Per riabilitazione si intende il complesso delle misure mediche, psicologiche, fisioterapiche e di addestramento funzionale intese a migliorare o ripristinare lefficienza psicofisica di soggetti portatori di minorazioni congenite o acquisite: seconda dei casi mira a realizzare lautosufficienza nel soddisfacimento dei bisogni elementari, il miglioramento delle attitudini ai rapporti interpersonali. DEFINIZIONE

3 Tale apparato può subire delle alterazioni in seguito Tale apparato può subire delle alterazioni in seguito ad intervento chirurgico demolitivo quale può essere ad intervento chirurgico demolitivo quale può essere la prostatectomia radicale. la prostatectomia radicale. Con il termine di riabilitazione urologica si intende recupero funzionale di un sistema dinamico rappresentato dal basso apparato urinario ( vescica, osti ureterali, uretra e sfinteri uretrali ). Con il termine di riabilitazione urologica si intende recupero funzionale di un sistema dinamico rappresentato dal basso apparato urinario ( vescica, osti ureterali, uretra e sfinteri uretrali ).

4 Gestione infermieristica della riabilitazione urinaria e sessuale nel paziente prostatectomizzato

5 Il cancro della prostata costituisce una forma di malattia molto diffusa, l'incidenza del cancro prostatico si è triplicata nel corso degli ultimi 20 anni. Il cancro della prostata costituisce una forma di malattia molto diffusa, l'incidenza del cancro prostatico si è triplicata nel corso degli ultimi 20 anni.

6 Prostatectomia radicale. Prostatectomia radicale. Consiste nell'asportazione dell'intera ghiandola prostatica unitamente alla porzione di collo vescicale contigua ed alle vescicole seminali. L'uretra viene poi suturata direttamente al collo vescicale.

7 Le complicanze dellintervento di prostatectomia radicale Incontinenza urinaria. Incontinenza urinaria. Stenosi dellanastomosi vescico-uretrale. Stenosi dellanastomosi vescico-uretrale. Perforazione rettale. Perforazione rettale. Impotenza sessuale. Impotenza sessuale.

8 RITENZIONE URINARIA (STENOSI) (STENOSI) INCONTINENZA URINARIA (DANNO SFINTERIALE) (DANNO SFINTERIALE)

9 INCONTINENZA URINARIA ? Perdita involontaria di urina, che rappresenta un problema sociale e igienico ed è oggettivamente dimostrabile. Perdita involontaria di urina, che rappresenta un problema sociale e igienico ed è oggettivamente dimostrabile.

10 Lincontinenza può essere oggetto di trattamento cioè il sintomo può essere spesso ridotto o annullato tramite un percorso diagnostico e terapeutico comprendente il counseling, terapie comportamentali, riabilitative… Lincontinenza può essere oggetto di trattamento cioè il sintomo può essere spesso ridotto o annullato tramite un percorso diagnostico e terapeutico comprendente il counseling, terapie comportamentali, riabilitative… INCONTINENZA URINARIA

11 per il trattamento dellincontinenza urinaria lieve. Riabilitazione perineale per il trattamento dellincontinenza urinaria lieve. per le forme di incontinenza urinaria grave. Terapia chirurgica per le forme di incontinenza urinaria grave. POSSIBILITA TERAPEUTICHE

12 E linsieme di muscoli che formano il pavimento della cavita pelvica (o che chiudono il bacino verso il basso) e che hanno la funzione di sostenere gli organi pelvici. E linsieme di muscoli che formano il pavimento della cavita pelvica (o che chiudono il bacino verso il basso) e che hanno la funzione di sostenere gli organi pelvici. COSE IL PERINEO ?

13 Quali organi sostiene il perineo? I vari piani muscolari del pavimento pelvico mantengono la corretta posizione e quindi la normale funzionalità degli organi pelvici: I vari piani muscolari del pavimento pelvico mantengono la corretta posizione e quindi la normale funzionalità degli organi pelvici: Utero Utero Vescica Vescica Uretra Uretra Retto Retto

14 Riabilitazione perineale Il trattamento riabilitativo è finalizzato al potenziamento delle fibre muscolare residue ed al rafforzamento delle strutture del piano pelvico-perineale. Il trattamento riabilitativo è finalizzato al potenziamento delle fibre muscolare residue ed al rafforzamento delle strutture del piano pelvico-perineale.

15 Scopi della riabilitazione del piano perineale Stabilire una adeguata consapevolezza della funzione dei muscoli pubococcigei. Stabilire una adeguata consapevolezza della funzione dei muscoli pubococcigei. Aumentare la contrattilità tonica e fasica dei muscoli pubococcigei. Aumentare la contrattilità tonica e fasica dei muscoli pubococcigei.

16 Obiettivi della rieducazione del pavimento pelvico 1. Aumento della consapevolezza (o presa di coscienza)e della percezione del perineo e degli organi connessi. 2. Rinforzo della muscolatura perineale (o rinforzo del tono, della forza, dellelasticità dei muscoli del pavimento pelvico). 3. Maggiore controllo degli sfinteri e quindi della continenza. 4. Maggiore capacità di rilassamento; mantenimento di una vita sessuale soddisfacente

17 Esercizi di Kegel di contrazione e rilasciamento perineale; sono fondamentali per imparare a contrarre volontariamente (e quindi per prenderne coscienza) i muscoli del pavimento pelvico, come se si cercasse di bloccare la minzione.

18 Come si eseguono??? In posizione eretta (in piedi): gambe leggermente aperte, ginocchia flesse, tronco eretto; braccia lungo il tronco o con le mani appoggiate ai fianchi. In posizione eretta (in piedi): gambe leggermente aperte, ginocchia flesse, tronco eretto; braccia lungo il tronco o con le mani appoggiate ai fianchi. In posizione supina (sdraiata): gambe distese o con le ginocchia flesse contro laddome e trattenute dalle mani. In posizione supina (sdraiata): gambe distese o con le ginocchia flesse contro laddome e trattenute dalle mani. In posizione seduta o anche accovacciata con le mani appoggiate ad un supporto. In posizione seduta o anche accovacciata con le mani appoggiate ad un supporto.

19 Si possono svolgere esercizi lenti o veloci: Esercizi lenti : contrarre lentamente i muscoli del pavimento pelvico, mantenere la contrazione per 5 secondi. Quindi, sempre lentamente, rilassare e fare riposare i muscoli per un tempo doppio rispetto al tempo impiegato per lesecuzione dellesercizio (almeno per 10 secondi). Ricontrarre nuovamente. Esercizi lenti : contrarre lentamente i muscoli del pavimento pelvico, mantenere la contrazione per 5 secondi. Quindi, sempre lentamente, rilassare e fare riposare i muscoli per un tempo doppio rispetto al tempo impiegato per lesecuzione dellesercizio (almeno per 10 secondi). Ricontrarre nuovamente. Esercizi veloci : durata di contrazione 1-3 secondi, fase di riposo 2-6 secondi. Esercizi veloci : durata di contrazione 1-3 secondi, fase di riposo 2-6 secondi.

20 SOLUZIONI ALTERNATIVE ALLA INCONTINENZA URINARIA Uso di pannoloni (con cambi frequenti) Uso di pannoloni (con cambi frequenti) Uso di condom Uso di condom

21 Condom con applicatore

22 Condom senza applicatore

23 SILICONE 100% NON ADESIVO CAUCCIU ADESIVO

24 TIPI DI ASSORBENTI TIPI DI ASSORBENTI

25 SALVAGOCCE PER UOMO

26 DEFICIT ERETTILE

27 Riabilitazione sessuale nel paziente sottoposo a prostatectomia Terapie topiche Terapie topiche Terapie per os Terapie per os

28 Terapie topiche Caverject : somministrazione intracavernosa Caverject : somministrazione intracavernosa Vacuum Device Vacuum Device

29 Caverject Caverject

30 Vacuum Device

31 Vacuum Device Vacuum Device

32 Terapia orale

33 Grazie per lattenzione Grazie per lattenzione

34


Scaricare ppt "Gestione infermieristica della Riabilitazione della Riabilitazione A. Sangermano T. Rotunno C. Chervino Nursing view :"

Presentazioni simili


Annunci Google