La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Catania Corso di laurea in Medicina e Chirurgia Corso integrato di Emergenze Medico Chirurgiche Anestesiologia e Rianimazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Catania Corso di laurea in Medicina e Chirurgia Corso integrato di Emergenze Medico Chirurgiche Anestesiologia e Rianimazione."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Catania Corso di laurea in Medicina e Chirurgia Corso integrato di Emergenze Medico Chirurgiche Anestesiologia e Rianimazione Prof. M. ASTUTO

2 Ostruzione parziale n Dispea n Tosse n Possibili sibili inspiratori

3 Ostruzione completa n Impossibilità di parlare,respirare, tossire n Segnale universale di soffocamento (mani alla gola) n Rapida cianosi n Possibile perdita di coscienza

4 Soggetto cosciente n Se lostruzione è parziale incoraggia la vittima a tossire (NON FARE ALTRO) n Se la vittima diventa debole,smette di tossire o respirare Dai 5 colpi dorsali tra le scapole Dai 5 colpi dorsali tra le scapole Se I colpi non hanno effetto manovra di Heimlich in piedi Se I colpi non hanno effetto manovra di Heimlich in piedi Continua alternando 5 colpi dorsali e 5 compressioni addominali Continua alternando 5 colpi dorsali e 5 compressioni addominali

5 Manovra di Heimleich Consiste in una compressione addominale a livello dell'epigastrio, in direzione del diaframma. L'aumento brusco della pressione sottodiaframmatica si propaga al torace e produce una spinta verso le vie aeree superiori e può dislocare e far espellere il corpo estraneo. Si applica solo al di sopra di un anno d'età

6

7 Soggetto non cosciente n Tenta fino a 5 insufflazioni n Anche se non efficaci, prosegui con 15 compressioni toraciche esterne n Controlla il cavo orale n Prosegui con la manovra BLS 15/2

8

9 Questo incidente domestico, purtroppo frequente, può e deve essere prevenuto; ma, se dovesse accadere n n è necessario sapere quando sospettare, cosa accade, a chi rivolgersi n n Cosa fare in attesa dei soccorsi, per offrire ai piccoli pazienti maggior sicurezza e un corretto percorso clinico.

10 Inalare significa aspirare nelle vie respiratorie materiale che può ostruirle impedendo il passaggio dellaria.

11 Numerosi sono i fattori che predispongono alla inalazione in questa fascia di età n n Il bambino tende a portare alla bocca tutti gli oggetti che lo interessano e sono sufficienti uno starnuto, un colpo di tosse, una risata improvvisa o il pianto perché il materiale presente in bocca possa essere inalato. n n I bambini spesso hanno labitudine di giocare e correre mentre stanno mangiando o comunque tenendo un oggetto tra le labbra o in bocca. n n La masticazione, per la dentizione ancora incompleta, è grossolana e la deglutizione non ben coordinata.

12 QUANDO SOSPETTARE LINALAZIONE DI UN CORPO ESTRANEO n n improvvisa difficoltà respiratoria n n uno o più accessi di tosse specie se accompagnati dalla comparsadi difficoltà respiratoria stessa. Il materiale inalato ingombra le prime vie respiratorie ostacolando il libero passaggio di aria e si innescano riflessi per espellerlo (tosse).

13 Il quadro di insufficienza respiratoria può essere più o meno grave a seconda: n n delle dimensioni n n della forma n n del tipo di corpo estraneo n n dalla sede di arresto del materiale inalato lungo le vie respiratorie.

14 Percorso del corpo estraneo

15 Possibili corpi stranei a seconda delletà

16 Cosa fare? (PBLS) s'incoraggia il bambino a tossire finché la tosse s'incoraggia il bambino a tossire finché la tosse rimane efficiente. rimane efficiente. si attuano tentativi artificiali di disostruzione solo nel paziente con difficoltà respiratoria e alterazione o perdita di coscienza. si attuano tentativi artificiali di disostruzione solo nel paziente con difficoltà respiratoria e alterazione o perdita di coscienza. Sia per il bambino che per il lattante s'inizia il tentativo di disostruzione con 5 colpi dorsali nella regione interscapolare (tosse artificiale). Sia per il bambino che per il lattante s'inizia il tentativo di disostruzione con 5 colpi dorsali nella regione interscapolare (tosse artificiale).

17 Sequenza nel neonato 1. posiziona il paziente con la testa più in basso del tronco 2. 5 vigorosi colpi dorsali nella regione interscapolare 3. 5 compressioni toraciche (come per il massaggio cardiaco.) 4. ispeziona quindi la cavità orale e rimuovi l'eventuale corpo estraneo se visualizzabile 5. posiziona il bambino supino e ripristina la pervietà delle vie aeree controllando il respiro 6. in assenza di respirazione spontanea o in presenza di ostruzione respiratoria che permane inizia ventilazione artificiale

18

19 Sequenza nel bambino più grande n n porsi dietro di lui n n circondarlo con le braccia appoggiando la mano chiusa a pugno tra lombelico ed il torace del bambino, passando al di sotto delle costole, porre laltra mano al di sopra della prima n n tirare in modo energico, stringendo il torace, allindietro e verso lalto n n ripetere la manovra più volte senza perdere la posizione n n assicurasi che il bambino riprenda a respirare

20 Se il bambino è sdraiato o non si riesce a sostenerlo: n n sdraiarlo supino sul pavimento n n porsi, a gambe divaricate, sopra di lui n n appoggiare le mani tra lombelico ed il torace al di sotto delle costole n n comprimere più volte verso lalto con un movimento secco n n ripetere la manovra più volte fino a rimuovere il materiale inalato n n ricontrollare e liberare la bocca dalleventuale presenza di materiale estraneo

21

22 Il piccolo va comunque trasportato in ospedale anche se espelle il corpo estraneo o se si sospetta uneliminazione parziale, incompleta.

23 Esiste levenienza che il bambino inali senza che il fatto sia osservato, a distanza di alcuni giorni o persino di alcuni mesi, possono manifestarsi tosse persistente accompagnata da secrezioni purulente, catarro, febbre o quadri di asma, bronchiti ricorrenti, broncopolmoniti che recidivano.

24


Scaricare ppt "Università degli Studi di Catania Corso di laurea in Medicina e Chirurgia Corso integrato di Emergenze Medico Chirurgiche Anestesiologia e Rianimazione."

Presentazioni simili


Annunci Google