La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pisa, 29 giugno 2010 Corso Cani da Macerie METODOLOGIE DELLA RICERCA Parte avanzata a cura di Giuseppe Valentini Sovrintendente e Conduttore Cinofilo del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pisa, 29 giugno 2010 Corso Cani da Macerie METODOLOGIE DELLA RICERCA Parte avanzata a cura di Giuseppe Valentini Sovrintendente e Conduttore Cinofilo del."— Transcript della presentazione:

1 Pisa, 29 giugno 2010 Corso Cani da Macerie METODOLOGIE DELLA RICERCA Parte avanzata a cura di Giuseppe Valentini Sovrintendente e Conduttore Cinofilo del Corpo Forestale dello Stato

2 FASE 1 – ADDESTRAMENTO DEL CANE DA MACERIE: Età del cane (MOTIVATO ed ATTENTO) Cosa deve apprendere il cane Cosa deve apprendere il cane (STIMOLO e CONDIZIONAMENTO) Cosa deve compiere il cane (AZIONE, RINFORZO, PREMIO) 0-4 mesi 1. stimolo alla predazione di un oggetto (GIOCO/premio). Lo stesso verrà conteso o occultato dal FIGUARANTE e MAI dal CONDUTTORE; 2. ASSOCIAZIONE del GIOCO/premio sul FIGURANTE; 3. distaccarsi senza paura dal conduttore per la ricerca del GIOCO/premio; 1. correre verso e ricercare il gioco a tele- e mega-olfatto con normali atteggiamenti di interesse, predazione e possessività, sia in superficie, che sotto una piccola quantità di macerie o all’interno della cassa di ENZLER; 2. correre verso il figurante con atteggiamenti di ricerca del gioco, nascosto dietro o tra gli indumenti indossati dal figurante (E MAI DEL CONDUTTORE) a tele- e/o mega-olfatto; 3. compiere senza esitazioni piccoli distacchi dal conduttore (20-30 m.) in supericie, o sopra piccole macerie e all’interno della cassa di ENZLER; N.B.: in tutti i casi il cane deve ricevere nei tempi dovuti (decimi di secondo) RINFORZI PRIMARI dal conduttore e SECONDARI dal figurante ed alla fine da questo ultimo ricevere (se l’azione del cane corrisponde alle aspettative) sempre il PREMIO. Questa ultima azione comporterà la condivisione del gioco. Dove spesso nella contesa vincerà il cucciolo, ma alla fine il figurante.

3 FASE 2 – ADDESTRAMENTO DEL CANE DA MACERIE: Età del cane (MOTIVATO ed ATTENTO) Cosa deve apprendere Cosa deve apprendere (STIMOLO e CONDIZIONAMENTO) Cosa deve compiere (AZIONE, RINFORZO, PREMIO) 4-8 mesi 1. STIMOLO SU OGGETTO (GIOCO/PREMIO) conteso o occultato dal FIGURANTE con gradi di difficoltà superiori (ed in presenza di rumori) e MAI sul/dal CONDUTTORE, N.B. Il figurante non appena arriverà il cane su di lui attenderà l’azione del premiare, fin tanto che il cane se ben stimolato tenterà di raspare o saltare sul figurante (in questo caso verrà coretto con il “NO!” e con la postura del corpo) e successivamente ABBAIERA’ in posizione corretta di seduto. 2. ASSOCIAZIONE del GIOCO/PREMIO- FIGURANTE dovrà essere acquisita. N.B. Il Figurante inizierà a nascondersi con il premio al seguito sotto medie quantità di macerie e più in profondità (non più solo in superficie) rendendo l’azione della ricerca del cane maggiormente difficoltosa ; 1. ricerca del premio e del figurante ancora in superficie con SEGNALAZIONE ATTIVA (raspare ed ABBAIARE) toccando con il tartufo, durante le ultime fasi di ricerca a mega-olfatto, il punto di massima ricezione dell’effluvio. LA PRESENZA DI RUMORI DOVRÀ ESSERE INTRODOTTA GRADUALMENTE E DIVENTERÀ UNA COSTANTE DURANTE LE SEDUTE DI LAVORO (UNA SORTA DI CONDIZIONAMENTO POSITIVO). LA PRESENZA DI RUMORI DOVRÀ ESSERE INTRODOTTA GRADUALMENTE E DIVENTERÀ UNA COSTANTE DURANTE LE SEDUTE DI LAVORO (UNA SORTA DI CONDIZIONAMENTO POSITIVO). 2. ricerca del premio e del figurante con SEGNALAZIONE ATTIVA (raspare ed ABBAIARE) toccando con il tartufo, durante le ultime fasi di ricerca a mega-olfatto, il punto di massima ricezione dell’effluvio. Il cane non dovrà mai raspare sul Figurante.

4 FASE 3 – ADDESTRAMENTO DEL CANE DA MACERIE: Età del cane (MOTIVATO ed ATTENTO) Cosa deve apprendere Cosa deve apprendere (STIMOLO e CONDIZIONAMENTO) Cosa deve compiere (AZIONE, RINFORZO, PREMIO) mesi 1. CAMBIO del FIGURANTE; 2. PICCOLI PASSAGGI DI OSTACOLI IN PALESTRA : palizzate, passerelle, scale, bascule, salti, tunnel, ecc. N.B. : evitare salti di ostacoli con altezze superiori ad 1 m e sempre cadute accidentali dagli stessi. Nel caso che il cucciolo rifiuti qualche passaggio non forzare mai, ma limitarsi a chiudere la sessione di prove sempre positivamente. Tale allenamento continuerà per tutta la vita operativa del cane. Prima dei 20 mesi il cane avrà già appreso con gradualità gli esercizi (vedasi prove attitudinali ENCI) Tale allenamento continuerà per tutta la vita operativa del cane. Prima dei 20 mesi il cane avrà già appreso con gradualità gli esercizi (vedasi prove attitudinali ENCI) 1. ricerca del premio e del NUOVO FIGURANTE nascosto anche sotto macerie con ritrovamento e SEGNALAZIONE ATTIVA (raspare ed ABBAIARE) toccando con il tartufo, durante le ultime fasi di ricerca a mega-olfatto, il punto di massima ricezione dell’effluvio. Il cane dovrà avere appreso oramai la giusta postura nei confronti del figurante. 2. il superamento degli ostacoli in scioltezza e mai in obbedienza, modulando le varie velocità di esecuzione a seconda del tipo di ostacolo.

5 FASE 4 – ADDESTRAMENTO DEL CANE DA MACERIE: Età del cane (MOTIVATO ed ATTENTO) Cosa deve apprendere Cosa deve apprendere (STIMOLO e CONDIZIONAMENTO) Cosa deve compiere (AZIONE, RINFORZO, PREMIO) mesi mesi 1. ricerca di più FIGURANTI anche senza stimolo iniziale e non a vista, nei luoghi a lui familiari con un buon distacco dal conduttore; 2. ricerca di più FIGURANTI anche senza stimolo iniziale e non a vista, nei luoghi a lui NON familiari con un buon distacco dal conduttore; 1. ricerca e ritrovamento dei vari FIGURANTI nascosti sotto macerie con SEGNALAZIONE ATTIVA (raspare ed ABBAIARE) toccando con il tartufo, durante le ultime fasi di ricerca a mega-olfatto, il punto di massima ricezione dell’effluvio. Il cane continuerà ad avere la giusta postura nei confronti dei vari figuranti o nei punti di massimo effluvio degli stessi e la segnalazione avverrà quasi sempre sul seduto. Lo stesso dovrà dimostrare di non temere il distacco dal conduttore 2. Come punto 1.

6 FASE 5 – ADDESTRAMENTO DEL CANE DA MACERIE: Età del cane (MOTIVATO ed ATTENTO) Cosa deve apprendere Cosa deve apprendere (STIMOLO e CONDIZIONAMENTO) Cosa deve compiere (AZIONE, RINFORZO, PREMIO) mesi 20 – 24 mesi 1. Ricerca di più figuranti, con discriminazione olfattiva su casse in superficie con coperchio di ENZLER ( e non) N.B.: verranno introdotti ODORI DI DISTURBO di origine animale umana e non (animali domestici e selvatici vivi o morti,cibo, feci, urina, ecc) 2. Ricerca di più figuranti, con discriminazione olfattiva SU CAMPO DA MACERIE, IN CONDIZIONI POSSIBILMENTE VARIEGATE E NUOVE, LE PIÙ SIMILI A QUELLE REALI CORRISPONDENTI A CROLLI DI EDIFICI. 1. ricerca e ritrovamento dei vari FIGURANTI nascosti sotto macerie con SEGNALAZIONE ATTIVA (raspare ed ABBAIARE) toccando con il tartufo, durante le ultime fasi di ricerca a mega-olfatto, il punto di massima ricezione dell’effluvio discriminando l’odore target dagli odori di disturbo. Il cane continuerà ad avere la giusta postura nei confronti dei vari figuranti e la segnalazione secondaria, avverrà quasi sempre sul seduto (se possibile) con abbaio. 2. Come punto 1.


Scaricare ppt "Pisa, 29 giugno 2010 Corso Cani da Macerie METODOLOGIE DELLA RICERCA Parte avanzata a cura di Giuseppe Valentini Sovrintendente e Conduttore Cinofilo del."

Presentazioni simili


Annunci Google