La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P IANO O FFERTA F ORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Dirigente scolastico Prof. Antonino Pulvirenti Ministero della Pubblica Istruzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P IANO O FFERTA F ORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Dirigente scolastico Prof. Antonino Pulvirenti Ministero della Pubblica Istruzione."— Transcript della presentazione:

1 P IANO O FFERTA F ORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Dirigente scolastico Prof. Antonino Pulvirenti Ministero della Pubblica Istruzione

2 Documento fondamentale dellIstituzione scolastica Scelte educative Scelte curricolari Scelte extracurricolariScelte organizzative Esigenze formative degli alunni Bisogni del territorio Analisi del contesto ma rispondenti a desunti da In linea con finalità ed obiettivi del sistema di istruzione nazionale

3 Finalità della scuola Obiettivi formativi e obiettivi cognitivi Interventi individualizzati, metodologie, strumenti e strategie Criteri di verifica e valutazione degli apprendimenti e del comportamento Esami di stato, criteri per le prove scritte e per il colloquio pluridisciplinare Certificazione delle competenze con descrizione dei livelli Integrazione per alunni con disabilità o con DSA Regolamenti dIstituto Patto di corresponsabilità con le famiglie Piano di formazione e aggiornamento Autoanalisi e Progetto FARO

4 AUTONOMIA PER OPERARE SCELTE POSITIVE NELLIMMEDIATO E NEL FUTURO CONOSCENZE E COMPETENZE PER RISOLVERE AL MEGLIO I PROBLEMI CHE INCONTRERA IDENTITA PERSONALE, CONSAPEVOLEZZA DI SE E DEI PROPRI VALORI CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI DIRITTI PROPRI DOVERI RISPETTO DELLE REGOLE I COMPORTAMENTO E DEL VIVERE CIVILE CAPACITA DI RELAZIONI CON ALTRI, RISPETTO DELLE OPINIONI ALTRUI, DEI VALORIDELLA TOLLERANZA E DELLA SOLIDARIETÀ Alla fine del triennio lalunno dovrà aver acquisito

5 Sviluppare, stimolare e potenziare negli alunni la necessità di conoscere, di sperimentare e aprirsi a nuove positive esperienze Valorizzare ogni alunno per consentire lo sviluppo armonico della persona Favorire lo sviluppo della capacità di leggere e gestire le proprie emozioni Promuovere il senso di responsabilità e di solidarietà Sollecitare gli alunni a riflettere per comprendere la realtà e se stessi, coltivando il confronto sereno e costruttivo Stabilire con i genitori rapporti costruttivi allinterno di un progetto educativo condiviso e continuo, per un dialogo di corresponsabilità formativa

6 Verifiche mediante: Prove dingresso Prove oggettive (test, questionari con domande V/F, a risposta multipla, a completamento, esercizi specifici…) Prove soggettive (colloqui, descrizioni, relazioni…) Prove INVALSI Valutazione diagnostica Valutazione formativa Valutazione sommativa …e ancora: Criteri di valutazione degli apprendimenti e del comportamento e voti in decimi

7 PROVE SCRITTE PROVA ORALE Colloquio pluridisciplinare Italiano Inglese Francese Matematica Invalsi … Criteri di valutazione delle prove scritte e del colloquio pluridisciplinare, descrizione delle competenze e livelli espressi in decimi

8 Progetto di fotografia digitale : ricostruzione storico-fotografica della scuola Progetto Natale : realizzazione biglietti e addobbi natalizi Progetto manipolativo-creativo Progetto scientifico : realizzazione di un circuito elettrico Progetto naturalistico Unaiuola fiorita Progetto motorio : Mettiamoci in gioco

9 Agli studenti con DSA, ai sensi della L. 170/2010, del D.M. 12 luglio 2011 e delle Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con Disturbi specifici di apprendimento, allegate al decreto, sono garantite adeguate forme di verifica e valutazione, con luso di strumenti compensativi, comprese le tecnologie informatiche, e misure dispensative di alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere.

10 Offerta formativa Curricolo dIstituto Tempo normale Tempo prolungato Progetti di potenziamento del curricolo Attività interdisciplinari Visite e viaggi distruzione Indirizzo musicale Nel POF sono illustrate le

11 Allatto delliscrizione è possibile scegliere tra due tempi scuola, il tempo normale, con 30 ore curricolari, ed il tempo prolungato, con 36 ore. Entrambi funzionano con: Settimana corta, dal lunedi al venerdi Unità oraria di 55 minuti Recupero pomeridiano

12 Il curricolo dIstituto è il cuore del POF, dove si esplicitano per ogni disciplina le competenze che gli alunni dovranno raggiungere alla fine del triennio, articolate in conoscenze e abilità.

13 Lorario delle lezioni si articola in 30 ore curricolari e si svolge in sei unità orarie da 55 minuti giornaliere, dalle ore 8.00 alle 13.30, su 5 giorni settimanali, con laggiunta di rientri pomeridiani concentrati in alcuni periodi dellanno. Disciplina _____ore Italiano 6 Storia e Geografia3 Inglese 3 Francese 2 Matematica e scienze6 Scienze motorie2 Arte e immagine2 Musica2 Religione1 Tecnologia2 Approfond. mat. Letterarie 1

14 Disciplina ore Italiano 6 Storia e Geografia3 Inglese 3 Francese 2 Matematica e scienze6 Scienze motorie2 Arte e immagine2 Musica2 Religione1 Tecnologia2 Approfond. mat. Letterarie1 Laboratori di ital. e mat.4 Tempo mensa2 Lorario delle lezioni si articola in 36 ore curricolari e si svolge in sei unità orarie da 55 minuti giornaliere, dalle ore 8.00 alle 13.30, su 5 giorni settimanali. Il martedi e il giovedi gli alunni, dopo la pausa dellinterscuola, continuano le lezioni fino alle Nelle seconde e terze classi, lorario è organizzato come nel seguente prospetto:

15 Nelle classi prime, dal corrente anno scolastico, lorario è organizzato come segue: Due ore di potenziamento, una di italiano e una di matematica Scienze motorie ed Arte ed immagine nel pomeriggio del giovedi Due ore di laboratori in compresenza fra italiano e matematica, con suddivisione della classe in due gruppi (storia locale ed informatica)

16 Lezioni di pianoforte, chitarra, flauto e clarinetto Lezioni di pianoforte, chitarra, flauto e clarinetto A richiesta: corno, tromba, percussioni, violino A richiesta: corno, tromba, percussioni, violino Solfeggio, teoria e lettura della musica, strumento e musica dinsieme (2 pomeriggi) Solfeggio, teoria e lettura della musica, strumento e musica dinsieme (2 pomeriggi) Orchestra della scuola Orchestra della scuola Concerti di accoglienza, Natale, fine anno… Concerti di accoglienza, Natale, fine anno…

17 Continuità: assicurare nel passaggio tra i cicli scolastici, un percorso organico e lineare Orientamento Triennio : fase formativa Ultimo anno: fase informativa, con esperti e scuole Progetto Biblioteca mia per stimolare lamore alla lettura e formare lettori attenti, consapevoli e critici. Schede di analisi dei test.i Progetto Scuola sicura: prevenire situazioni di emergenza e gestirle correttamente con prove di evacuazione e lezioni per garantire la sicurezza degli alunni e di tutto il personale della scuola Comodato duso: prestito dei libri alle famiglie che ne hanno fatto richiesta e che sottoscrivono un contratto di comodato duso con la scuola, per sopperire alle difficoltà economiche nellacquisto dei libri. Coppa Castiglione: gara fra classi di rispetto delle regole per sviluppare il senso di legalità e una coscienza civile e democratica Solidarietà: iniziative per promuovere la cultura della solidarietà, come la partecipazione a Telethon o il banco alimentare

18 Olimpiadi sportive: trasmettere e a far vivere ai ragazzi i principi di una cultura sportiva portatrice di rispetto per se stessi e per lavversario Nuoto (classi seconde ): percorso di apprendimento motorio finalizzato allavviamento al nuoto, attraverso lapprendimento tecnico degli schemi motori acquatici. Orienteering: gara cronometrata per raggiungere, servendosi di unacartina topografica e di una bussola, una serie di punti di controllo, le lanterne frapposte fra la partenza e larrivo Giochi della gioventù : in collaborazione con il CONI, vuole avvicinare tutti gli alunni alla pratica sportiva in modo divertente e coinvolgente Torre del Grifo ( classi terze ): preparazione e visita al centro sportivo degli atleti della squadra di calcio del Catania per educare alla condivisione di esperienze formative in ambito extrascolastico

19 AMBIENTALE: conoscenza e cura dellambiente. Attività con il Corpo Forestale, con il CAI e con le Giacche verdi ALIMENTARE: educare ad una corretta alimentazione, fondamentale per la salute di tutto il nostro organismo, prevenire i disturbi alimentare LEGALITA: promuovere lo sviluppo di una coscienza civile e attivare un dialogo tra scuola, società ed istituzioni. Classi terze: Lezione -spettacolo Padroni delle nostre vite Classi prime e seconde: Lezione-spettacolo Chopin e li-pod nano SALUTE: educare alla tutela della salute come diritto fondamentale delluomo ed interesse della collettività. Prevenire consumi di alcol, fumo e droghe STRADALE: losservanza e la messa in atto di norme e di comportamenti corretti sulla strada, come pedone o durante la guida di mezzi di trasporto. PATENTINO

20 Visite guidate Si tratta di attività didattiche, svolte allesterno dellIstituto, per visitare musei, partecipare a spettacoli teatrali e cinematografici, vivere esperienze significative sul territorio. Viaggi distruzione Classi prime - Gita della durata di un giorno, in cui i ragazzi vivono esperienze socializzanti, partecipando ad attività culturali, sportive e ludiche, anche a stretto contatto con la natura. Classi seconde - V iaggio di tre giorni la cui meta rientra nel territorio della Sicilia Classi terze - Viaggio di cinque/sei giorni la cui meta rientra nel territorio dellItalia

21 DELF A2 Ampliamento dellofferta formativa ALFABETIZZAZIONE STRANIERI SEJOUR LINGUISTIQUE A PARIS POTENZIAM. E RECUP. FRANCESE VIAGGIO TRA LE EDICOLE VOTIVE EDI.SCUO.CAST. (giornalino) PROGETTO LATINO RECUPERO ITALIANO STUDIO LINGUA E CIVILTA GRECA FACCIAMO MATEMATICA

22 GIOCHI MATEMATICI … e ancora CINEFORUM UNCINETTO EVVIVA LA SICILIA – EVVIVA BRONTE ARCHEO SCUOLA

23 Azione E1: Aula multimediale per i docenti PROGETTI PON Azione A: Dotazioni tecnologiche PROGETTI POR Azione C2 : Infrastrutture

24 Organizzazione dei due plessi Attrezzature, sussidi, laboratori Dati generali sugli alunni, i docenti, il personale scolastico Organigramma Piano annuale delle attività Calendario scolastico Rapporti scuola - famiglia Iscrizione e formazione delle classi

25 La Scuola opera in due plessi: Sede Centrale, in piazza Avv. V. Castiglione, 2 Plesso Nuovo, in piazza Avv. V. Castiglione, 1

26 21 Aule con LIM Aula Magna Auditorium Sala proiezioni Biblioteca Sala mensa Palestra in muratura Palestra tenda LABORATORI Informatico Scientifico Linguistico Musicale Attività manuali Psicomotorio

27 32 classi 6atempoprolungato 6 a tempo prolungato 11 classi prime (dalla 1^ A alla 1^ M) 11 classi seconde (dalla 2^ A alla 2^ M) 10 classi terze (dalla 3^ A alla 3^ L) 26 a tempo normale

28 Alunni classi prime 229 Alunni classi seconde 229 Alunni classi terze 219 Totale Alunni disabili Alunni stranieri M. 128 F. 101 M. 126 F. 103 M. 116 F

29 SUPPORTO ALLHANDICAP Assistenti socio-sanitari della Misericordia SUPPORTO AL DISAGIO SOCIALE Sportelli ascolto Fornitura dei libri di testo in comodato duso Aiuto delle associazioni per acquisto materiale S.O.S. EMERGENZA LINGUISTICA Corsi di alfabetizzazione per stranieri, anche adulti CENTRO EDA Centro di Educazione per adulti

30 I genitori, primari responsabili delleducazione dei figli, sono chiamati a partecipare in modo attivo e responsabile alla vita della Comunità scolastica. Vengono organizzati dei periodici incontri scuola- famiglia, di norma a dicembre, febbraio, aprile ed un ultimo incontro a fine giugno per la consegna delle schede di valutazione. Inoltre, i genitori possono incontrare i docenti in qualunque periodo dellanno scolastico a richiesta o per appuntamento. Il Patto di corresponsabilità educativa sarà illustrato e definito nella prima riunione con i genitori.

31 Per ottenere buoni risultati abbiamo bisogno della collaborazione di tutti; chiediamo pertanto alle famiglie di sostenere la nostra attività, senza rinunciare ai suggerimenti, ma con la necessaria fiducia che deve alimentare il costruttivo rapporto scuola-famiglia.

32 DOVE TROVARE IL POF


Scaricare ppt "P IANO O FFERTA F ORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Dirigente scolastico Prof. Antonino Pulvirenti Ministero della Pubblica Istruzione."

Presentazioni simili


Annunci Google