La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo presenta i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO, in continuità con le attività di promozione del volontariato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo presenta i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO, in continuità con le attività di promozione del volontariato."— Transcript della presentazione:

1

2 Il Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo presenta i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO, in continuità con le attività di promozione del volontariato giovanile, realizzate dalle Associazioni di Volontariato dei territori delle province di Agrigento, Caltanissetta, Palermo e Trapani.

3 Campo estivo Un campo estivo di volontariato è inteso come unesperienza di vita della durata di una settimana attraverso cui le associazioni di volontariato e i giovani possono svolgere insieme dei percorsi di sensibilizzazione e promozione del volontariato in tutte le sue molteplici forme attraverso azioni concrete alternate a momenti di formazione e riflessione.

4 I principi cardine delle esperienze estive Carta dei valori del volontariato Partecipazione attiva dei giovani Concretezza delle azioni Vita di gruppo Gestione creativa del tempo libero Valorizzazione delle esperienze Sensibilizzazione e promozione di esperienze in vari ambiti del volontariato

5 Commissione Interprovinciale delle Organizzazioni di Volontariato Grazie alla nascita di una Commissione Interprovinciale delle Organizzazioni di Volontariato ogni anno viene definita una programmazione di massima a cui fanno seguito le specifiche progettualità dei campi estivi che verranno realizzati in ciascuna provincia.

6 I campi realizzati nellestate campi estivi 6 campi estivi

7 Rafforzare il valore del volontariato I campi hanno il compito di sostenere i giovani nella crescita del valore del volontariato offrendo un percorso informativo, ma soprattutto esperienziale. Ogni giovane, a conclusione del percorso, dovrà avere la consapevolezza di aver fatto unesperienza concreta di volontariato che gli serva come bagaglio personale e come strumento di acquisizione di competenze di volontario.

8 Una nuova strategia di intervento Questanno i campi estivi avranno la possibilità di essere realizzati tra associazioni di volontariato appartenenti alla stessa provincia o a province diverse. Ciascun campo ha una durata definita che va da un minimo di 5 ad un massimo di 8 giorni. Le attività, che mantengono il collegamento con la delegazione di riferimento, vengono articolate non su una logica territoriale, ma sono incentrate su specifici temi.

9 Finalità principale Finalità principale è quella di offrire unesperienza significativa e di qualità, che sia unoccasione di reciproca crescita per le associazioni di volontariato e per i giovani. Si tratta di investire le proprie risorse umane e materiali per assicurare al volontariato una continuità nel tempo, partendo una logica sempre più incentrata sul protagonismo giovanile.

10 I temi che saranno oggetto dei campi sono quattro: Giustizia, legalità e cittadinanza attiva. Tutela del territorio e supporto alla gestione delle emergenze. Educazione ed animazione. Turismo sostenibile.

11 I destinatari Giovani di varia età interessati a fare esperienza e pratica di solidarietà, supportati da un percorso informativo-formativo e un affiancamento da parte dei volontari responsabili del campo. Ciascun giovane sceglie il campo sulla base delle tematiche affrontate, del periodo e del territorio di riferimento.

12 I destinatari: fasce detà Vengono istituite tre fasce detà: -Da 8 a 12 anni -Da 13 a 20 anni -Da 20 a 35 anni Lindicazione delle fasce è orientativa. Ciascun campo dovrà prevedere la presenza di un certo numero di ragazzi con disabilità.

13 I tempi I campi potranno partire dalla seconda settimana di giugno e concludersi entro e non oltre la terza di luglio. Ciascun campo può avere durata massima di 8 giorni e dovranno essere residenziali. I campi destinati alla fascia detà 8 – 12 potranno essere semiresidenziali.

14 I tempi I campi di volontariato che si occuperanno della tematica giustizia e legalità verranno svolti a partire dalla terza metà di luglio e si concluderanno nellattività estiva del Ra.V.E. Party del Volontariato (Raduno del Volontariato Estivo) che si terrà a Valledolmo dal 24 al 26 luglio 2009.

15 Metodologie I campi estivi dovranno distinguersi inoltre per le metodologie attive di coinvolgimento dei giovani. Si tratta in questo caso di valorizzare la partecipazione attiva e il protagonismo giovanile attraverso la cura del metodo di lavoro. Si tratta altresì di armonizzare le forze volontarie delle OdV per la crescita delle nuove generazioni.

16 Metodologie: un supporto operativo. Per tale motivo il Ce.S.Vo.P. realizzerà entro la seconda settimana di giugno un percorso formativo articolato in due pomeriggi, destinato ai responsabili volontari e ai referenti operativi che faciliti: -Il rafforzamento sulle metodologie. -Il sistema organizzativo dei campi. -Il manuale del campo. -Le norme di sicurezza che vanno perseguite.

17 Per informazioni: Per approfondimenti sui campi, scaricare il formulario e tutta la documentazione necessaria alla presentazione di un progetto per campo estivo, il manuale, la modulistica basta consultare a partire da lunedì 20 il sito

18


Scaricare ppt "Il Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo presenta i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO, in continuità con le attività di promozione del volontariato."

Presentazioni simili


Annunci Google