La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONVENTION DIESSE Larte del fare scuola Pesaro, 23 24 ottobre 2011 IL LAVORO A SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONVENTION DIESSE Larte del fare scuola Pesaro, 23 24 ottobre 2011 IL LAVORO A SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 CONVENTION DIESSE Larte del fare scuola Pesaro, ottobre 2011 IL LAVORO A SCUOLA

2 Il lavoro a scuola Rendere stabile lincontro tra il mondo della scuola e lesperienza del lavoro. Nei CFP e stata una necessità sia per il raggiungimento della qualifica triennale che per aiutare gli allievi che qui sono più deboli, ma non è una stampella, può essere invece unopportunità di metodo per tutti, dalla scuola elementare al liceo classico.

3 Apprendere non parlando della realtà, ma introducendo la realtà nella scuola Questo suscita linteresse e suscita il bisogno formativo (la realtà chiede leducazione) Mettere le mani in pasta

4 Cosa vuol dire introdurre la realtà del lavoro nella scuola? -Alternanza -Stage -Lavori estivi -Lazienda a scuola (la nave scuola) -Testimoni -Lintrapresa a scuola

5 LIntrapresa a scuola Riproduce le condizioni del lavoro di unazienda reale -Committenza -Compito -Responsabilità e funzioni per ciascuno -Realizzazione prodotto/servizio in un tempo definito -Evento -Valutazione

6 Lintrapresa a scuola: la Committenza Cè un bisogno a cui si chiede di rispondere. Il bisogno provoca a una sfida. Lo scopo determina tutti i passi successivi (nel lavoro lo scopo è incarnato).

7 Lintrapresa a scuola: il Compito Si ha chiaro loggetto del proprio lavoro che è per soddisfare il bisogno della committenza.

8 Lintrapresa a scuola: responsabilità e funzioni di ciascuno Permette la personalizzazione degli interventi Ciascuno può essere valorizzato per il suo talento Lavoro di squadra Lobiettivo formativo realizzabile è quindi leccellenza

9 Lintrapresa a scuola: la realizzazione - 1 La formazione in simulazione ha il vantaggio che insieme allallievo è presente il docente-maestro che sa guidare e soprattutto valorizzare (giudicare) il lavoro di ciascuno. Quando accade qualcosa cè bisogno di chi ce ne faccia accorgere Accorgersi, agire, mettere in atto/acquisire le competenze (stimolo anche per il lavoro in aula)

10 Lintrapresa a scuola: la realizzazione - 2 Tendere alla perfezione: occorre sempre sapersi guardare indietro (il pressapochismo è il veleno del lavoro) Nel lavoro si impara anche che non tutto è subito (lavori monotoni o di cui non si vede limmediata realizzazione)

11 Lintrapresa a scuola: levento Levento è il momento in cui il prodotto/servizio viene portato al cliente. Può essere una mostra, un catalogo, una vendita, un servizio di catering o turistico … La comunicazione al cliente qui non è solo a parole ma nei fatti (il prodotto e il servizio sono reali!) Qui lallievo può verificare il suo operato (autovalutazione) direttamente dal riscontro di un cliente esterno (si evita lautoreferenzialità della scuola)

12 Lintrapresa a scuola: la valutazione La valutazione non è solo un processo finale: io ti valuto nellagire (competenza) La valutazione è sul prodotto e sul processo La valutazione deve avere ricadute (dirette e indirette) sulla valutazione disciplinare

13 Punti aperti Normativa (nazionale e regionale) Orientamento delle famiglie e della scuola media Rapporto con le aziende e con il territorio Comunità educativa della scuola e dei soggetti che vi interagiscono Risorse e sistema


Scaricare ppt "CONVENTION DIESSE Larte del fare scuola Pesaro, 23 24 ottobre 2011 IL LAVORO A SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google