La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI DEFINIZIONE DELLE LITI E CARTELLE DI PAGAMENTO Dott. Giulio Prando ODCEC Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI DEFINIZIONE DELLE LITI E CARTELLE DI PAGAMENTO Dott. Giulio Prando ODCEC Torino."— Transcript della presentazione:

1 RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI DEFINIZIONE DELLE LITI E CARTELLE DI PAGAMENTO Dott. Giulio Prando ODCEC Torino

2 Ove la cartella di pagamento non si limiti a riscuotere somme senza alcuna contestazione giuridica, come nel caso degli omessi versamenti, essa deve ritenersi definibile, siccome costituisce il primo atto di imposizione notificato al contribuente RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI La definibilità delle liti instaurate a seguito di ricorso contro cartelle di pagamento deve essere valutata con riferimento alla natura giuridica della pretesa CARTELLE DI PAGAMENTO

3 Ruolo formato a seguito di liquidazione automatica o controllo formale della dichiarazione FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI La cartella di pagamento pare sempre definibile, con leccezione del caso in cui la liquidazione derivi da omessi versamenti di imposte regolarmente dichiarate 3 Liquidazioni automatiche/controlli formali delle dichiarazioni

4 Sono escluse dalla definizione le liquidazioni automatiche derivanti dallapplicazione degli articoli: 36-bis co. 1 lett. f) del DPR 600/73 54-bis co. 2 lett. c) del DPR 633/72 QUADRO NORMATIVO PRINCIPALE 4 Liquidazioni automatiche/controlli formali delle dichiarazioni

5 Dovrebbe essere ammessa la definizione per: liquidazioni automatiche diverse dagli omessi versamenti: –disconoscimento di crediti dimposta in quanto non correttamente indicati in dichiarazione; –disconoscimento di ritenute dacconto in quanto scomputate in violazione, a seconda dei casi, del principio di cassa o di competenza ogni ipotesi prevista dallart. 36-ter del DPR 600/73 (controllo formale della dichiarazione): –mancato riconoscimento di ritenute di acconto per difetto di esibizione della certificazione del sostituto dimposta; –disconoscimento di deduzioni/detrazioni per mancata esibizione della documentazione giustificativa MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELLE PLUSVALENZE 5 Liquidazioni automatiche/controlli formali delle dichiarazioni

6 La non definibilità dei ricorsi avverso cartelle di pagamento scaturenti da omessi versamenti dovrebbe venir meno nell ipotesi in cui, per le più varie ragioni, il contribuente possa contestare la debenza del tributo FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 6 Vizi del ricorso relativi alla debenza del tributo Esempi 1)ricorso contro la cartella di pagamento emessa a seguito di IRAP dichiarata e non versata, ove tale comportamento sia stato imposto dagli uffici mediante lintroduzione del c.d. errore bloccante, che, sino allinvio del modello UNICO 2006, costringeva i contribuenti alla compilazione del quadro IQ pena il mancato inoltro telematico della dichiarazione dei redditi, a prescindere dalla sussistenza del presupposto impositivo 2)liquidazione automatica derivata da errori nella compilazione della dichiarazione, come nel caso dellerronea barratura di una casella concernente lopzione per un regime fiscale agevolato

7 LAgenzia delle Entrate (circ n. 48, § 4.2) sostiene che occorre avere riguardo alla tipologia di provvedimento impugnato, e non alle eccezioni sollevate dal ricorrente FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 7 Vizi del ricorso relativi alla debenza del tributo Tale affermazione non può essere condivisa

8 LAgenzia ritiene non definibile il caso di lavoratori autonomi che, dopo aver compilato il quadro IQ, hanno omesso i versamenti dellIRAP Perplessità Sino allinvio del modello UNICO 2006, lAgenzia delle Entrate obbligava tutti i lavoratori autonomi alla compilazione del suddetto quadro, pena il mancato invio della dichiarazione dei redditi da qui la palese definibilità della causa, posto che gli uffici finanziari, anziché introdurre il c.d. blocco informatico, avrebbero dovuto consentire senza problemi di non compilare il quadro IQ, per poi procedere ad accertamento anche induttivo extracontabile ove essi avessero riscontrato lomessa dichiarazione IRAP FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 8 Vizi del ricorso relativi alla debenza del tributo

9 In generale, la cartella di pagamento non è definibile nellipotesi in cui porti a riscossione somme richieste mediante il pregresso avviso di accertamento In tal caso, la definizione sarebbe ammessa, in costanza dei presupposti di legge, nel processo contro lavviso di accertamento ( il che comporterebbe il venir meno del ruolo) Una volta che il contribuente abbia omesso di impugnare laccertamento, infatti, la cartella di pagamento diviene un mero atto di liquidazione delle imposte da qui la sua non definibilità FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 9 Somme derivanti da avvisi di accertamento o di liquidazione

10 A conclusioni diverse si deve giungere nellipotesi di cartella di pagamento non preceduta dalla rituale notifica dellavviso di accertamento A partire dalla sentenza Cass. SS.UU n , infatti, è consolidato lorientamento secondo cui lomessa o irrituale notifica dellaccertamento comporta, di per sé, la nullità della cartella di pagamento FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 10 Somme derivanti da avvisi di accertamento o di liquidazione

11 Nel momento in cui il contribuente notifica il ricorso contro lavviso di accertamento o di liquidazione, operano le norme in tema di riscossione frazionata Le liti relative allimpugnazione delle cartelle di pagamento riguardanti la riscossione frazionata non dovrebbero rientrare nella definizione il processo definibile è infatti quello relativo allaccertamento o allavviso di liquidazione (atto che ha legittimato lesazione frazionata) La Cass n ha stabilito, infatti, che la liquidazione delle somme in base alla sentenza non rientra nella definizione delle liti FRAZIONAMENTO DELLE PLUSVALENZE SU PIÙ ESERCIZI 11 Cartelle derivanti da riscossione frazionata

12 In tal caso la cartella costituisce il primo atto di imposizione notificato al contribuente RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI La cartella di pagamento è definibile ove porti a riscossione imposte dovute in seguito a tassazione separata Tassazione separata

13 Rientrano nella definizione delle liti pendenti quelle instaurate contro cartelle di pagamento notificate nei confronti di coobbligati dimposta ( in tal caso, nei confronti del coobbligato, la cartella è il primo atto impositivo notificato). Si pensi, ad esempio: alla responsabilità solidale dei coniugi in presenza di dichiarazione dei redditi congiunta ex art. 17 della L. 114/77; alla responsabilità solidale dei soci di s.n.c. per i debiti tributari della società. QUADRO NORMATIVO PRINCIPALE 13 Ruoli formati in capo a coobbligati solidali


Scaricare ppt "RISARCIMENTI PER PERDITA O DANNEGGIAMENTO DEI BENI DEFINIZIONE DELLE LITI E CARTELLE DI PAGAMENTO Dott. Giulio Prando ODCEC Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google