La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA."— Transcript della presentazione:

1 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA

2 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA _____________________________________ Cose? È lo strumento con cui il contribuente: - individua ciascuna fattispecie imponibile; - provvede allautoliquidazione dellimponibile; - attesta lavvenuto versamento del dovuto; - richiede eventuali rimborsi

3 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA _____________________________________ Esistono vari tipi di dichiarazioni tributarie. Tra le più importanti – regolate dal D.P.R. n. 322/ vi sono: a) la dichiarazione dei redditi (le cui regole valgono anche per la dichiarazioni IRAP); b) la dichiarazione dellIVA. Nei casi previsti dallart. 3 del D.P.R. n. 322 cit. le dichiarazioni dei redditi, IRAP, IVA e dei sostituti dimposta sono presentate contestualmente, mediante il solo cd Modello Unico.

4 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Contenuto e requisiti: La dichiarazione dei redditi deve essere, a pena di nullità: - redatta su stampati conformi a quelli approvati dallAgenzia delle Entrate con provvedimento pubblicato in G.U.; - sottoscritta dal contribuente (in questo caso la nullità è sanabile se la firma viene apposta entro i 30 gg successivi allapposito invito formulato dallAmministrazione finanziaria).

5 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Contenuto e requisiti (segue): La dichiarazione deve essere presentata annualmente entro i termini previsti dallart. 2 del D.P.R. n. 322/98 e deve recare lindicazione …degli elementi attivi e passivi necessari per la determinazione degli imponibili secondo le norme che disciplinano limposta (art. 1, co. 2, D.P.R. n. 600/73).

6 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Modalità di presentazione: A norma dellart. 3, D.P.R. n. 322/98 la dichiarazione deve essere trasmessa in via telematica allAgenzia delle Entrate: - direttamente dal soggetto passivo; oppure - tramite banche, uffici postali o altri incaricati (es. CAF, professionisti, etc…). La copia cartacea deve essere conservata dal contribuente fino alla scadenza dei termini per laccertamento.

7 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Effetti della dichiarazione: Di norma la dichiarazione dei redditi esaurisce di per sé la fattispecie accertativa, a meno che essa non sia assoggettata a controllo da parte dellAmministrazione finanziaria. In questa ultima ipotesi la dichiarazione mantiene comunque un ruolo importante sotto il profilo probatorio, in quanto lufficio tributario può discostarsi dalle risultanze della dichiarazione solamente laddove riesca a fornire la prova della incompletezza, inesattezza o falsità degli elementi indicati in dichiarazione.

8 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Effetti della dichiarazione (segue): Di norma la dichiarazione dei redditi esaurisce di per sé la fattispecie accertativa, a meno che essa non sia assoggettata a controllo da parte dellAmministrazione finanziaria. In questa ultima ipotesi la dichiarazione mantiene comunque un ruolo importante sotto il profilo probatorio, in quanto lufficio tributario può discostarsi dalle risultanze della dichiarazione solamente laddove riesca a fornire la prova della incompletezza, inesattezza o falsità degli elementi indicati in dichiarazione.

9 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Effetti della dichiarazione (segue): E infatti ormai consolidato in giurisprudenza il principio secondo cui …è onere dellAmministrazione finanziaria dimostrare la maggiore capacità contributiva del soggetto verificato nonché i presupposti di fatto e di diritto sui quali la pretesa fatta valere nei suoi confronti si fonda (Cass., Sez. trib., 11 febbraio 2011, n. 3326). Tale onere che grava sullAgenzia anche nel corso delleventuale, successiva, fase contenziosa, in quanto ….lAmministrazione finanziaria è attore sostanziale del processo tributario ed è tenuta ad assolvere lonere probatorio circa la sussistenza degli elementi di fatto e di diritto a sostegno della fondatezza della pretesa fiscale fatta valere nei confronti del contribuente (Cass., Sez. trib., 9 giugno 2009, n ).

10 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Effetti della dichiarazione (segue): Ulteriori effetto della dichiarazione dei redditi sono quelli connessi alla liquidazione dellimposta e allattività di riscossione. Con la dichiarazione infatti il contribuente procede alla liquidazione dellobbligazione tributaria, mediante quantificazione dellimposta lorda e netta e indicazione delle altre fattispecie rilevante (ritenute subite, crediti dimposta, acconti versati, etc…). La dichiarazione costituisce inoltre titolo giustificativo non solo dei versamenti effettuati, ma anche per liscrizione a ruolo (e quindi per la successiva riscossione) delle somme indicate in dichiarazione ma per le quali il versamento è stato omesso.

11 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Effetti della dichiarazione (segue): Un ultimo, importante, effetto della dichiarazione dei redditi è la sua idoneità a valere quale istanza di rimborso laddove dalla dichiarazione medesima emerga una eccedenza dimposta a credito. Infatti, …in tema di imposte sui redditi, qualora il contribuente abbia evidenziato nella dichiarazione un credito d'imposta, non occorre, da parte sua, al fine di ottenerne il rimborso, alcun altro adempimento…, ma egli deve solo attendere che l'Amministrazione finanziaria eserciti… il potere- dovere di controllo secondo la procedura di liquidazione delle imposte… ovvero, ricorrendone i presupposti, secondo lo strumento della rettifica della dichiarazione. Una volta che il credito si sia consolidato… l'Amministrazione è tenuta ad eseguire il rimborso e il relativo credito del contribuente è soggetto allordinaria prescrizione decennale, decorrente dal riconoscimento del credito stesso (Cass., Sez. trib., 12 maggio 2011, n ).

12 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Emendabilità della dichiarazione: Una volta presentata, la dichiarazione dei redditi – laddove errata – può, entro certi limiti, essere emendata da parte del contribuente. Modalità e termini di rettifica sono tuttavia diversi a seconda che la dichiarazione sia errata in danno dellerario oppure del contribuente. a)Dichiarazione errata in danno dellerario: In questo caso il rimedio è la presentazione di una dichiarazione integrativa (art. 2, co. 8, D.P.R. n. 322/98) che rechi un maggiore imponibile ovvero una maggiore imposta o che comunque sia tale da sanare le violazioni formali in cui è incorso il contribuente. La dichiarazione integrativa può essere presentata entro il termine concesso allAgenzia per procedere allaccertamento della dichiarazione originaria (possibilità di sanzioni ridotte ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97, relativo al cd. ravvedimento operoso).

13 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Emendabilità della dichiarazione (segue): b)Dichiarazione errata in danno del contribuente: In questo caso la dichiarazione può essere rettificata in diminuzione entro un anno; più precisamente la rettifica deve avvenire… non oltre il termine prescritto per la presentazione delle dichiarazione relativa al periodo dimposta successivo (art. 2, co. 8-bis, D.P.R. n. 322/98). In alternativa, quale rimedio ad un eventuale versamento eccessivo, il contribuente può avvalersi della procedura di rimborso di cui allart. 38, D.P.R. n. 602/73 entro il termine di 48 mesi dalla data di versamento (Circ. Agenzia Entrate n. 459/E/2008)

14 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Emendabilità della dichiarazione (segue): La Corte di Cassazione ha inoltre precisato che:…la possibilità per il contribuente di emendare la dichiarazione allegando errori di fatto o di diritto commessi nella sua redazione, ed incidenti sullobbligazione tributaria, è esercitatale non solo nei limiti in cui la legge prevede il diritto al rimborso ai sensi dellart. 38, D.P.R. n. 602/73, ma anche in sede contenziosa per opporsi alla maggiore pretesa tributaria dellamministrazione finanziaria (Cass., Sez. trib., 31 gennaio 2011, n. 2226). La dichiarazione tributaria, dunque, non ha natura di atto negoziale ma di mera attestazione di fatti e perciò è - in linea di principio – modificabile e ritrattabile dal contribuente (anche a proprio vantaggio), sia per errori di fatto che di diritto (Cass., Sez. trib., 9 dicembre 2003, n ).

15 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI _____________________________________ Emendabilità della dichiarazione (segue): Unulteriore forma di tutela per il contribuente, attraverso la quale questi può far valere gli errori della dichiarazione a sé sfavorevole è il ricorso avverso: -il ruolo relativo alle imposte dovute in base alla dichiarazione ma non versate; ovvero -lavviso di accertamento di rettifica della dichiarazione stessa.

16 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE IVA _____________________________________ La dichiarazione IVA: La dichiarazione IVA è in linea di massima assoggettata alla medesima disciplina prevista per la dichiarazione dei redditi (art. 8, D.P.R. n. 322/98), nella quale ultima – nella generalità dei casi – essa viene inglobata. La dichiarazione IVA, al pari di quella dei redditi, produce una pluralità di effetti, tra cui: - obbliga al versamento del conguaglio; - costituisce titolo per la riscossione dellimposta non versata; - vale come istanza di rimborso (nelle ipotesi e nei limiti in cui questo è consentito ex art. 30, D.P.R. n. 633/72)

17 Mario Miscali - Diritto Tributario LA DICHIARAZIONE IVA _____________________________________ Emendabilità della dichiarazione IVA: Anche la dichiarazione IVA, infine, come le altre dichiarazioni tributarie, non ha natura di atto confessorio (Cass., Sez. trib., 19 ottobre 2007, n ) né natura di atto negoziale, ma di mera attestazione di fatti e perciò è - in linea di principio – modificabile e ritrattabile dal contribuente (anche a proprio vantaggio), sia per errori di fatto che di diritto (Cass., Sez. trib., 9 dicembre 2003, n ).


Scaricare ppt "Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LA DICHIARAZIONE TRIBUTARIA."

Presentazioni simili


Annunci Google