La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CARATTERISTICHE E PECULIARITA DELLA MEDICINA GENERALE E PROSPETTIVE DI SVILUPPO Giulio Corgatelli S.I.M.G. Firenze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CARATTERISTICHE E PECULIARITA DELLA MEDICINA GENERALE E PROSPETTIVE DI SVILUPPO Giulio Corgatelli S.I.M.G. Firenze."— Transcript della presentazione:

1 CARATTERISTICHE E PECULIARITA DELLA MEDICINA GENERALE E PROSPETTIVE DI SVILUPPO Giulio Corgatelli S.I.M.G. Firenze

2 DEFINIZIONE EUROPEA DELLA MEDICINA GENERALE (Wonca Europe, 2001) Primo contatto medico allinterno del SSN, di accesso diretto e illimitato Approccio centrato sulla persona, orientato allindividuo, alla sua famiglia e comunità Basato sulla costruzione di una relazione protratta nel tempo attraverso unefficace comunicazione Erogazione di cure longitudinali e continue Previsione di uno specifico processo decisionale determinato dalla prevalenza e incidenza delle malattie in quella determinata comunità Promozione di salute e benessere con interventi appropriati ed efficaci Presa in carico dei problemi di salute nella loro dimensione fisica, psicologica, sociale ed esistenziale

3 IL MMG COME PUNTO DI RIFERIMENTO NELLA GESTIONE MULTIDIMENSIONALE DEL FENOMENO DIPENDENZE

4 INTERCETTARE IL SOGGETTO CONSUMATORE/ABUSATORE, GLI OSTACOLI CHE IL MMG INCONTRA Lindividuazione del comportamento dipendente, non più legato a pratiche invasive e rapidamente dannose La scarsa o nulla consapevolezza del soggetto stesso che, troppo spesso, non giudica rischioso e dannoso il proprio comportamento La società, che talvolta accetta, subisce passivamente e promuove i comportamenti additivi Il tempo di latenza tra il momento in cui il paziente intraprende il comportamento additivo e il momento in cui, sviluppata ormai una strutturata compulsione, chiede aiuto ESTERNI

5 INTERCETTARE IL SOGGETTO AFFETTO DA NUOVE DIPENDENZE, GLI OSTACOLI CHE IL MMG INCONTRA INTERNI Aggiornamento non adeguato rispetto ai rapidi cambiamenti di scenario nel campo delle dipendenze Diffusa percezione della mancanza di soddisfacenti risposte a questo tipo di problematica Mancanza del tempo necessario a nutrire la relazione daiuto Scarsità degli strumenti a disposizione Pertinenza non esclusivamente sanitaria del problema; necessità di coordinamento con altri attori : servizi sociali, volontariato, privato sociale

6 Presa in carico condivisa

7 DUE ATTORI Fondamentale strumento di collaborazione è la comunicazione diretta lo scopo è di evitare ogni possibile tentativo di manipolazione del materiale informativo da parte del paziente Medico di Medicina Generale Servizio per le Tossicodipendenze

8 RUOLO DEL MMG Avere attenzione nei confronti dell'addiction Cogliere i segnali diretti o indiretti di comportamenti a rischio Instaurare e mantenere una appropriata comunicazione Verificare il comportamento additivo Attivare la possibile rete di interventi

9 NELLAGENDA DEL MMG Indicare i giorni di terapia Indicare la data dei controlli periodici Indicare la data di scadenza del piano terapeutico emesso dal Ser.T.

10 RUOLO DEL SER.T. Formalizzare la diagnosi Predisporre il piano terapeutico (D.L. 30 dic. 05 n. 272 G.U. n. 48 del 27 feb. 06) Valutazione clinica dellaffidabilità del paziente e del suo contesto familiare e relazionale circa il corretto uso del farmaco Inviare periodiche relazioni al MMG

11 SODDISFARE LA RICHIESTA DAIUTO Due principali obiettivi: soddisfare la richiesta di aiuto prevenire le complicanze legate all'assuefazione La risposta non è univoca ma integrata e complessa, fruendo più facilmente del collegamento tra MMG e Ser.T. per: Rilevare i bisogni emergenti Dare voce alle nuove esigenze Creare percorsi di mediazione Evitare le fratture favorendo il recupero del soggetto, costruendogli intorno una rete di solidarietà

12 PREVENIRE Per rendere il cittadino protagonista della rete degli interventi e dei servizi sociali occorre lavorare: Per favorire processi di costruzione di identità Agendo nellottica dellaiuto alla persona Evitando di porsi in termini di giudizio di comportamenti Ponendosi a sostegno della persona Ideando interventi di informazione, sensibilizzazione e consulenza destinati alla collettività Favorendo laggancio dellutenza che vive in condizioni di particolare marginalità ed esclusione Promuovendo il benessere psicologico

13 Quando curi una persona puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi soltanto vincere. Patch Adams


Scaricare ppt "CARATTERISTICHE E PECULIARITA DELLA MEDICINA GENERALE E PROSPETTIVE DI SVILUPPO Giulio Corgatelli S.I.M.G. Firenze."

Presentazioni simili


Annunci Google