La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INFORMATICA per i futuri insegnanti di Scienze qualche riflessione Angela Colli docente di Laboratorio didattico di tecnologie informatiche Supervisore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INFORMATICA per i futuri insegnanti di Scienze qualche riflessione Angela Colli docente di Laboratorio didattico di tecnologie informatiche Supervisore."— Transcript della presentazione:

1 INFORMATICA per i futuri insegnanti di Scienze qualche riflessione Angela Colli docente di Laboratorio didattico di tecnologie informatiche Supervisore di Tirocinio SILSIS Università di Pavia Scienze Naturali AO60

2 Nuove possibilità n Affrontare problemi complessi, non ben definiti n Cambiamenti rapidi n Superamento di pratiche tradizionali n Apprendimento cooperativo socialmente condiviso Didattica tradizionale Affrontare pezzi di conoscenza ben definiti n Tradizioni consolidate n Standard esterni n Potenziamento delle capacità individuali ICT: optional o necessità? Rinnovamento reale o moda?

3 Sviluppo di un modello interdisciplinare nelle attività didattiche Imparare: un processo collaborativo: comunità di ricerca che collaborano tra loro Gli aspetti pedagogici e tecnologici dovrebbere svilupparsi parallelamente. Sapere significativo ancorato. Dallimpadronirsi di conoscenze alla partecipazione La tecnologia può aiutare lapplicazione di nuovi modelli didattici. Aproccio costruttivista allapprendimento La valutazione è di fondamentale importanza

4 METODO DI LAVORO n Affrontare la complessità fin dallinizio n Integrare intervento di esperti o spiegazioni tecniche ad esplorazione spontanea n Integrazione di problemi autentici, sapere informale e formale n Interazioni sociali legate ad un compito n Rappresentazioni multiple n Materiali diversificati

5 Lati positivi e negativi n Costi elevati n Forze e debolezza di Internet Forze e debolezza di Internet n Comunicazione sincrona ed asincrona n Memoria collettiva n Rapporti interpersonali e limiti dellapprendimento a distanza n Ambiente virtuale e studenti drop out

6 n PREGI E DIFETTI DELLA RETE n Enorme numero di informazioni, accesso slegato n Possibilità di cambiamenti concettuali, stimoli a mettere in crisi le proprie rappresentazioni n Debole supporto pe una interazione profonda n Saturazione, superficialità n Scarsa relazione con il curricolo

7 Comunicazione sincrona, asincrona (differita) n Sincrona consiste nel trasportare e rendere recepibile un messaggio in qualsiasi luogo ed il più velocemente possibile; l'altra nel rendere recepibile un messaggio, una informazione, in qualsiasi luogo ma - come significato dal termine "differimento" - in un tempo costitutivamente successivo rispetto a quello dell'acquisizione originaria dei dati. Dunque le parole sincronia e differimento contengono la parola tempo, come potenzialità tecnica nella trasmissione di dati. Io voglio trasmettere un messaggio con effetto d'immediatezza, oppure voglio renderlo solo disponibile per un destinatario. Siamo preparati?

8 Interazioni interpersonali e limitazione dellapprendomento a distanza Deboli; informazione semplice, codificata Moderati:conoscenza complessa, da interpretare Forti: Conoscenza informale, tacita legata al contesto

9 Studenti drop out ed ambiente virtuale Se si passa dal rapporto faccia a faccia allapprendimento virtuale aumentano le differenze tra gli studenti e si rischia maggiormente il drop out Motivazione, capacità di autogestirsi ed obiettivi (chiari) Il problema dei tempi

10 Il computer è oggi presente nel 98% delle medie superiori, nell'89% delle medie inferiori, nel 74,4% delle elementari e solo nel 24,4% delle materne, ma scende progressivamente l'uso del computer per la didattica (rispettivamente 73,6%, 52,7%, 26,3% e 7,2% nei quattro ordini di scuole) e l'uso regolare del computer nell'insegnamento (29,4%, 13,5%, 13,5% e 4,7%). Stesso andamento relativo, ma con una penetrazione più bassa, si riscontra per quanto concerne il collegamento ad Internet Da Gli insegnanti nella scuola che cambia I risultati della seconda indagine IARD sugli insegnanti in Italia

11 La multimedialità necessita la lettura di testi, immagini, suoni. Importante è saper vedere e rendersi conto che luomo è per sua natura costruttore di significati a partire da un punto di vista Soli davanti a INTERNET? E possibile un apprendimento cooperativo? Esiste il pericolo del sovraccarico cognitivo. Enorme quantità di informazioni (es. cercando Masai nel 1993 solo 10 documento oggi…..), rischio di stress cognitivo, disorientamento. Accesso immediato alle informazioni. Ridondanza. Difficoltà a discriminare lessenziale dal superfluo (ripetitivo). Siti commerciali. Messaggi commerciali allinterno di siti seri. Ad esempio cercando la parola dieta, si può rafforzare il pregiudizio di considerarla regime dimagrante e arrivare a mettersi a dieta da soli con laiuto del computer alimentando il pericolo di anoressia. Informazioni fuorvianti? condivisione allinterno della classe, tra classi, tra scuole. Ciò che si cerca e che si utilizza dipende da ciò che si sa già. Informazioni a volte contrdadditorie.

12 Internet si sta configurando come una grande vetrina: da una parte supermercato virtuale, ma anche fonte preziosa di informazioni, banca dati Inoltre Internet è l agorà del 2000 possibilità di interagore con gruppi e persone attraverso posta elettronica, chat, mailing-list per incontri virtuali, scambi di idee) tutto questo e altro… Evitare trappole. Risposta per ogni domanda. Ricerche a volte danno tutto tranne quello che serve. Complessità del sapere. Importanza di solidi agganci (concetti strutturanti). Mappe concettuali.

13 - Come autovalutarsi e valutare? Valorizzare il processo più che il prodotto Rischi di ridondanza, scarsa significatività, rischi di perdersi nella ricerca di informazioni in rete; difficoltà di individuare percorsi di ricerca funzionali. Rischi di frammentarietà, eccessiva sinteticità, disorientamento (la comunicazione ipermediale esige la sintesi, lintreccio reticolare può far "annegare" tra i link) Rischi di non congruenza funzionale tra codici simbolici utilizzati e obiettivi prefissati. Perché lapporto della multimedialità sia efficace è necessaria una progettualità consapevole che eviti il rischio di usare la tecnologia sempre e comunque ("essere alla moda"). Necessità di una crescita consapevole dei processi di formazione con la collaborazione di tutte le componenti della scuola, delluniversità e dellextrascuola in maniera integrata

14 LE MAPPE CONCETTUALI COME STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE DI ITINERARI DIDATTICI DALLA MAPPA ALLIPERTESTO ALTRE RISORSE PER AIUTARE GLI ALUNNI AD APPRENDERE ESPLORIAMO INTERNET A CACCIA DI RISORSE PROGRAMMA DEL CORSO

15 PRODOTTO RICHIESTO AI CORSISTI: 1) MAPPA INTERATTIVA DEL PROPRIO PERCORSO DIDATTICO (possibilmente quello della tesi) CON LINK A MATERIALI: TESTI E/O IMMAGINI, ALTRE RISORSE CHE POSSONO ESSERE RIUTILIZZATI IN AlTRI CONTESTI: realizzazione con Cmap o Knowledge Manager o con altri strumenti 2) MATERIALE INTERATTIVO PER LA VERIFICA IN ITINERE E LAUTOAPPRENDIMENTO DA PARTE DEGLI ALUNNI (Winask o Hotpotatoes) 3) Facoltativo: ipertesto Scadenza 24 aprile

16 Sommario UN ESEMPIO realizzato con Inspiration…. da non copiare Cosa si potrebbe aggiungere? Quali altri link?

17 Con Knowledge Manager: ogni nodo può essere associato a una pagina web

18 SITI PER LE MAPPE www,public-cmaps.coginst.uwf.edu/cmaps Ancora sulle mappe www. pavonerisorse.it

19 Per crescere una persona ha innanzitutto bisogno di poter accedere a cose, luoghi, a processi, a eventi e a documenti. Ha bisogno di vedere, di toccare, di armeggiare, di cogliere tutto ciò che un ambiente significativo contiene (Ivan Illich) COSTRUIAMO INSIEME AGLI ALUNNI MATERIALI UTILI PER LAUTOAPPRENDIMENTO : TESTTEST con Hot Potatoes Martin Holmes, Half-Baked Software and the University of Victoria Humanities Computing and Media Centre, GIOCHI : PROGRAMMI per la gestione di test SmartLite o Winask per costruire ipertesti Amicoweb al sito

20 ALTRI SITI UTILI

21 G alileo giornale di scienza e problemi globali S ky&Telescope la rivista indispensabile di astronomia, edizione italiana C oelum mensile di astronomia L e Scienze on-line controparte web della famosa rivista T empo Medico R icerca & Futuro la rivista ufficiale del Consiglio Nazionale delle Ricerche I l Nuovo Cimento giornale di fisica S cienza & Paranormale rivista del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) H eos - scienza J ekill - Giornale del Master in comunicazione della scienza - Sissa - Trieste A d Quintum - Archeologia del Nord Ovest. Rivista on-line dell'Associazione Scientifica e Culturale, Sede e Biblioteca in Collegno, specializzata in archeologia, scavi, preistoria, arte classica, studi di storia locale piemontese, antropologia, folclore. F ilemazio - un sito web dedicato a fotografare la percezione scientifica nella cultura popolare attraverso rassegne stampa quotidiane dei principali organi di stampa italiani A stroemagazine - una rivista per astrofili G alileo S ky&Telescope C oelum L e Scienze on-line T empo Medico R icerca & Futuro I l Nuovo Cimento S cienza & ParanormaleCICAP H eos - scienza J ekill A d Quintum F ilemazio A stroemagazine S ciCentral Gateway to the Best Science and Engineering Online Resources N ature international weekly journal of science S cienceDaily your link to the latest research news S cience's Next Wave resources for the next generation of scientists S cience Friday N ova Online N ew Scientist planet science E XN science T echnology revue MIT's magazine of innovation T he Electronic Journal of Science Education Archive Page University of Nevada E xoScience astronomia e astronautica S paceviews the online publication of space exploration A lephzero Revista de Divulgacion y Educacion Cientifica A ntilia Historia de la Biología. Facultad de Biología. Universidad Complutense de Madrid. (spagnolo-inglese) L a Recherche mensuel scientifique de référence en langue française. S ciCentral N ature S cienceDaily S cience's Next Wave S cience Friday N ova Online N ew Scientist E XN T echnology revue T he Electronic Journal of Science Education Archive Page E xoScience S paceviews A lephzero A ntilia L a Recherche

22 Conclusione Le nuove tecnologie da sole non risolvono i problemi dellapprendimento: Equità, socializzazione, cambiamenti concettuali Un mix creativo di situazioni faccia a faccia, tecnologie vecchie e nuove, laboratori ed ambienti reali e/o virtuali può preparare gli studenti ad un apprendimento di ordine superiore.


Scaricare ppt "INFORMATICA per i futuri insegnanti di Scienze qualche riflessione Angela Colli docente di Laboratorio didattico di tecnologie informatiche Supervisore."

Presentazioni simili


Annunci Google