La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Seminario FSC Giustizia (s)comunicata UPS 25-27 marzo 2010 – LO SGUARDO CRISTIANO SULLA GIUSTIZIA nanni.unisal.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Seminario FSC Giustizia (s)comunicata UPS 25-27 marzo 2010 – LO SGUARDO CRISTIANO SULLA GIUSTIZIA nanni.unisal.it."— Transcript della presentazione:

1 Seminario FSC Giustizia (s)comunicata UPS marzo 2010 – LO SGUARDO CRISTIANO SULLA GIUSTIZIA nanni.unisal.it

2 Molti significati di giustizia/ingiustizia giusto/ingiusto, Prima parte

3 1. giusto/ingiustizia/giustizia legalità = conformità a norme sociali derivanti da un patto sociale Costituzione o da un legislatore divino da amministrare dal sottosistema sociale della giustizia (nelle società moderne: autonomo) da legittimare leggi ingiuste, oppressive

4 2. giusto/ingiusto diritto rispettare il diritto = ciò che affermazione universale di valore, di spettanza per chi è cittadino (?), oggi per chi è uomo (= diritti umani indivisibili, inalienabili, individuali, integrali). unicuique suum = diritto romano = ingiusto chi abusa, impedisce, non permette lesercizio di tale diritto Cfr le 3 P dei diritti umani (Prevenire, Proteggere, Promuovere)

5 3. giusto/ingiusto bene/buono (etico) = fare /non fare il bene (almeno quanto stabilito socialmente) bene comune, bene generale valori condivisi… bene/ diritto universale = legge naturale (eticamente) cfr. Hegel: coscienza/legalità/bene ideale, incarnazione dello Spirito Assoluto nellebraismo: agire in conformità alla LEGGE, bene supremo del pio Ebreo => dimensione etico-religiosa = alleanza mosaica;

6 4. Giustizia/giusto rapporto antropologico/politico virtuoso = ciò che permette la realizzazione del bonum personale e comunitario tenendo nella corretta e proficua RELAZIONE sapienza, fortezza, temperanza; nel mondo romano/greco la RELIGIO = corretto rapporto (e sue conseguenze) tra luomo, la città e gli dei/Dio Il giusto rapporto nel tripsichismo umano e nella Repubblica platonica «La politica ha come compito centrale il giusto ordine della società» (Deus caritas est, n. 28); La regola di verità e di etica di A. Rosmini: adegua il tuo amore allessere di ciascuna cosa

7 5. giustizia cristiana [specifico] A.realizzazione della promessa di salvezza /liberazione gratuita di Dio, in Cristo = giustificazione per grazia, non per legge (cfr. Prologo di S. Giovanni, S. Paolo Lettera ai Galati, ai Romani) ; giustizia che viene dalla fede (Fil. 3, 8-9: Anzi, tutto ormai io reputo una perdita di fronte alla sublimità della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho lasciato perdere tutte queste cose e le considero come spazzatura, al fine di guadagnare Cristo [9] e di essere trovato in lui, non con una mia giustizia derivante dalla legge, ma con quella che deriva dalla fede in Cristo, cioè con la giustizia che deriva da Dio il mio giusto vive di fede (Rom.1,16ss; Gal 3,11; Ebrei 10,38 Ab. Il giusto vivrà per la sua fede

8 B. espressione della misericordia (fedeltà al suo amore: ha tanto amato il mondo…) = «non per i nostri meriti, ma per la ricchezza del suo perdono»: ci ha amati mentre eravamo peccatori perché vuole la vita, perché ne hanno bisogno, es.: –operai dellultima ora –Il Padre del figliol prodigo –Giuseppe uomo giusto Supera il dovuto, il pattuito (che non viene negato) = Gesù dice (cfr. Discorso della montagna),che completa, non abolisce la legge … = la misericordia non toglie la giustizia, ma è come la pienezza della giustizia (S. Tm, I,21,3, ad III).

9 Seconda parte Giustizia cristiana > informazione

10 –volere la legalità sia procedurale che contenutistica stabilita: es.: codici di autoregolazione (cfr. la proposta della patente di K. Popper contro danni da incompetenza); –volere il diritto di tutti alla comunicazione (e ciò che essa suppone/richiede cfr. Apel/Habermas e le condizioni per una società comunicativa in termini di opportunità, democrazia, dialogo, ricerca del bene comune): impegno per una comunicazione partecipativa intesa come giustizia sociale (in vista di uno sviluppo sostenibile NB. Nella comunicazione lessere (lontologico), il valore (lassiologico) e limpegno (letico) vanno insieme e si costruiscono nella reciprocità (= la loro verità), personale e comunitaria

11 limpegno etico per la buona comunicazione/informazione che richiede virtù, atteggiamenti (procedurali e contenutistici) es.: correttezza, equilibrio, rispetto dellalterità, volontà di reciprocità, senso della misura propria e altrui; coltivare il senso.. del fine del bonum comune cfr. J. Dewey: non cè solo assonanza tra comune- comunità-comunicazione adeguare la comunicazione alla persona (individuo – gruppo – comunità) cristianamente = rispettare il nostro fratello in Cristo nel Corpo Mistico ; giustizia… in caritate «Lamore di Cristo ci spinge» (2Cor. 5,14) Don Ciotti: prossimità, ascolto, rispetto, amore!

12 [16] Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito [18] Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete più sotto la legge. [22] Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; [23] contro queste cose non c'è legge. Conclusione:Spirito e legge: i frutti dello spirito (Gal.5,22-23)

13 sviluppi Una mappa della giustizia e suoi più comuni correlati cfr Bibbia (http://www.intratext.com/x/ita0001.htm) Giustizia nella Gaudium et spes (21,30,72,76-78,93) Giustizia - carità nella Deus Caritas est (nn ) giustizia e politica Giustizia nella Caritas in veritate giustizia e sviluppo


Scaricare ppt "Seminario FSC Giustizia (s)comunicata UPS 25-27 marzo 2010 – LO SGUARDO CRISTIANO SULLA GIUSTIZIA nanni.unisal.it."

Presentazioni simili


Annunci Google