La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Comprensivo di Teglio Vivere il territorio Piano dellOfferta Formativa per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni Anno scolastico 2007/2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Comprensivo di Teglio Vivere il territorio Piano dellOfferta Formativa per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni Anno scolastico 2007/2008."— Transcript della presentazione:

1 Istituto Comprensivo di Teglio Vivere il territorio Piano dellOfferta Formativa per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni Anno scolastico 2007/2008

2 Chi siamo Un Istituto Comprensivo con o n. 3 scuole dellinfanzia (San Giacomo, Teglio, Tresenda) o n. 5 scuole primarie (Aprica, Bianzone, San Giacomo, Teglio, Tresenda) o n. 3 scuole secondarie di 1° grado (Aprica, Teglio, Tresenda) Il Collegio docenti dellIstituto è composto da circa 70 docenti dei tre ordini di scuola a cui si affiancano: 1 responsabile amministrativo, 5 assistenti amministrativi, 20 collaboratori scolastici. La Scuola Secondaria di 1° grado Le classi sono così distribuite: Tresenda: 2 corsi ( 5 classi ) Teglio: 1 corso ( 3 classi ) Aprica: 1 corso ( 3 classi ) Dove siamo o Tresenda. sede Dirigente e Segreteria Via Valgella, n. 75 Tel. 0342/ Fax. 0342/ o Teglio: Via Italia – Tel. e fax 0342/ o Aprica: Via Valtellina, n.66 – tel. 0342/

3 Il bacino di utenza Sede di Tresenda: gli alunni provengono da Bianzone, Castello dellAcqua, San Giacomo, Tresenda. Sedi di Teglio e Aprica: cè continuità del gruppo classe nel passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria di 1° grado. I trasporti per recarsi a scuola sono assicurati dai Comuni. Le strutture Ogni sede scolastica è dotata di: aula per gli audiovisivi e biblioteca; aula di educazione artistica/ educazione tecnica; laboratorio di informatica; palestra; la sede di Tresenda è dotata anche di laboratorio di scienze. Le risorse Per lattuazione dellOfferta Formativa si utilizzano i fondi dello Stato relativi allautonomia scolastica e i finanziamenti dei Comuni e privati Alle famiglie sono richiesti contributi per iniziative specifiche (visite guidate, viaggi, partecipazione a spettacoli…)

4 I documenti della scuola Presso le tre sedi scolastiche sono consultabili: il P.O.F. (Piano dellOfferta Formativa) completo, di cui il presente opuscolo rappresenta un sintetico estratto; il Regolamento interno dellIstituto; lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti e il Regolamento di Disciplina; la Carta dei Servizi. I Bisogni Formativi La nostra scuola si impegna a rispondere ai seguenti bisogni ritenuti prioritari: essere accolti in un clima sereno e in un contesto ordinato che faciliti la vita di relazione e di apprendimento; poter fare esperienze positive che possano accrescere la sicurezza di sé; socializzare e collaborare con i compagni, accettare gli altri, con tutte le loro diversità, per essere, a propria volta, accettati; ricevere ascolto e comprensione da parte delladulto ed avere possibilità di confronto con figure significative di riferimento; sperimentare e consolidare forme di autonomia via via più complesse, da quelle di vita pratica a quelle dello studio individuale e delle scelte personali; partecipare come protagonisti attivi di progetti ed iniziative; crescere gradualmente nellidentità individuale anche riconoscendosi appartenenti ad ambiti sempre più ampi - famiglia, classe, scuola, gruppo di pari, paese – fino al riconoscimento della cittadinanza nazionale, europea e mondiale.

5 La proposta formativa della scuola A seguito dellanalisi delle caratteristiche del nostro territorio, effettuata tramite informazioni pervenute dallesterno (comune, ASL, questionari rivolti allutenza e dai dati raccolti dai Consigli di Classe o dai singoli insegnanti), il Collegio dei Docenti ha individuato le seguenti linee generali di intervento: creare il senso della partecipazione alla vita scolastica e sociale e motivare allimpegno personale (SCUOLA DELLA MOTIVAZIONE E DEL SIGNIFICATO) ; favorire un concreto e consapevole progetto di vita (SCUOLA ORIENTATIVA); fornire una preparazione di base globale e flessibile e valorizzare le differenze culturali ( SCUOLA CHE COLLOCA NEL MONDO ); promuovere il successo formativo garantendo pari opportunità educativo- formativo e prevedere interventi specifici per le situazioni di disagio, svantaggio e disabilità ( SCUOLA DELLA PREVENZIONE E DEL RECUPERO); favorire un percorso formativo unitario attraverso collegamenti e raccordi educativi e didattici fra scuola primaria e scuola secondaria valorizzando tutti i possibili momenti ed elementi di CONTINUITA. Si intendono quindi perseguire i seguenti obiettivi educativi: maturazione dellidentità personale e conquista dellautonomia e delle capacità di scelta (SCUOLA DELLIDENTITA); sviluppo di conoscenze, competenze e abilità a partire dallincontro con i saperi organizzati con superamento di divisione tra sapere e saper fare ( SCUOLA DELLEDUCAZIONE INTEGRALE).

6 La metodologia Lattività di insegnamento si ispira ai seguenti criteri metodologici: - personalizzazione (attenzione agli interessi, alle potenzialità e ai ritmi di apprendimento di ciascuno) - gradualità ( dal semplice al complesso) - essenzialità (cura dei nuclei concettuali più significativi) - trasversalità (ricerca di contenuti e obiettivi correlati fra loro pur se riferiti a discipline diverse) - operatività, cioè proposta di esperienze che richiedano lattivazione di tutte le dimensioni della persona (ricerca, sperimentazione, progettazione, manualità, gestualità….). Lorario delle lezioni La proposta della scuola prevede un orario di 33 ore settimanali (da lunedì a sabato dalle ore 8.00 alle ore e martedì pomeriggio (mercoledì pomeriggio per Aprica) dalle ore alle ore 17.15) comprensivo della quota opzionale (4 ore settimanali). Le iniziative opzionali verranno precisate ad inizio anno, anche tenendo conto di eventuali proposte delle famiglie. Le discipline di insegnamento Religione Cattolica – Italiano – Inglese – Seconda Lingua Comunitaria – Storia - Geografia - Matematica – Scienze – Tecnologie e Informatica – Musica – Arte e Immagine – Attività fisica e sportiva oltre alle educazioni elencate nella pagina seguente.

7 Lampliamento dellofferta formativa Nelle ore di ampliamento dellofferta formativa (quota opzionale) vengono proposti progetti: di completamento della seconda lingua comunitaria di informatica di conoscenza del territorio, della sua storia e dei suoi beni naturali, storici e artistici Lorganizzazione scolastica prevede inoltre, nelle sedi in cui si rendono disponibili risorse interne, attività facoltative pomeridiane. I vari percorsi didattici comprendono anche: avvio alla conoscenza del latino (classi 3 ) avvio al metodo di studio (classe 1^ ) progetto orientamento (classi 3 ) alfabetizzazione italiana per alunni di recente immigrazione visite e viaggi di istruzione a corredo della formazione culturale e sociale degli alunni collaborazione con enti e associazioni del territorio (partecipazione a concorsi, manifestazioni…).

8 La riforma degli ordinamenti In attuazione della Riforma degli Ordinamenti, che interessa tutte le classi della scuola secondaria di 1° grado, la scuola attuerà la funzione di coordinamento delléquipe pedagogica il percorso di autovalutazione la personalizzazione dei percorsi di apprendimento e la valutazione degli esiti e dei processi lalfabetizzazione informatica la programmazione in riferimento al Profilo educativo, culturale e professionale dellalunno al termine del 1° ciclo distruzione. Il Contratto formativo Il contratto formativo si stabilisce, in particolare, tra il docente e lallievo, ma coinvolge lintero consiglio di classe e la classe, gli organi dellIstituto, i genitori, gli enti esterni preposti od interessati al servizio scolastico. Lalunno si impegna a: - rispettare gli insegnanti, i compagni e lambiente scolastico; - conoscere gli obiettivi didattici ed educativi del suo curricolo; - frequentare regolarmente ed assolvere gli impegni di studio; - tenere un comportamento corretto e coerente. Il docente si impegna a: - porsi come modello positivo di riferimento; - esprimere la propria offerta formativa; - esplicitare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione; - motivare il proprio intervento didattico. Il genitore si impegna a : - conoscere lofferta formativa; - formulare eventuali pareri e proposte; - collaborare nelle attività; - sostenere gli interventi educativi della scuola.


Scaricare ppt "Istituto Comprensivo di Teglio Vivere il territorio Piano dellOfferta Formativa per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni Anno scolastico 2007/2008."

Presentazioni simili


Annunci Google