La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le molecole segnale realizzato dalla Prof.ssa Maria Raschello PAS A060 a.s. 2013/2014 Le molecole segnale di Maria Raschello is licensed under a Creative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le molecole segnale realizzato dalla Prof.ssa Maria Raschello PAS A060 a.s. 2013/2014 Le molecole segnale di Maria Raschello is licensed under a Creative."— Transcript della presentazione:

1 Le molecole segnale realizzato dalla Prof.ssa Maria Raschello PAS A060 a.s. 2013/2014 Le molecole segnale di Maria Raschello is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License. Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License

2 LA COMUNICAZIONE CELLULARE Lo sviluppo di organismi pluricellulari ha portato alla necessità di avere un sistema di comunicazione intercellulare formato da molecole segnale, chiamate anche molecole regolative o bioregolatori, e recettori, organizzato in rete. Le cellule hanno bisogno di comunicare con l’ambiente e con le altre cellule.

3

4 1.Ogni recettore riconosce una sola molecola segnale quindi il legame è specifico. 2. Il recettore agisce da trasduttore trasformando il segnale e innescando degli eventi all’interno della cellula.

5 Comunicazione mediata da segnali Sono distinguibili sei stadi: 1)sintesi 2)liberazione della sostanza da parte della cellula segnale 3)trasporto alla cellula bersaglio 4)riconoscimento del segnale da parte di un recettore specifico 5)induzione del mutamento del metabolismo cellulare, innescata dal complesso recettore-molecola segnale 6)rimozione del segnale e terminazione della risposta cellulare

6 LE COMUNICAZIONE CELLULARE PUO’ AVVENIRE 1. SULLA STESSA CELLULA CHE HA PRODOTTE LE MOLECOLE SEGNALE COMUNICAZIONE AUTOCRINA 2. A BREVE DISTANZA COMUNICAZIONE PARACRINA 3. A LUNGA DISTANZA COMUNICAZIONE ENDOCRINA E NERVOSA

7 TIPI DI SEGNALI CELLULARI 1. CONTATTO DIRETTO DUE CELLULE IN DIRETTO CONTATTO TRA LORO POSSONO INVIARE SEGNALI ATTRAVERSO LE GIUNZIONI 2. PARACRINO LA SECREZIONE DA PARTE DI UNA CELLULA HA EFFETTO SULLE CELLULE CIRCOSTANTI 3. ENDOCRINO LE MOLECOLE SEGNALE SONO RILASCIATE NEL SISTEMA CIRCOLATORIO CHE LE PORTA ALLE CELLULE BERSAGLIO 4. SINAPTICO LE MOLECOLE SEGNALE SONO RILASCIATE A LIVELLO DELLA SINAPSI

8 LE MOLECOLE SEGNALE POSSONO ESSERE AMINOACIDI PROTEINE PEPTIDI STEORIDI OSSIDO NITRICO

9 La molecola segnale è una qualunque sostanza che portando informazioni alla cellula ne influenza la sua attività. E’ POSSIBILE CLASSIFICARLE IN: 1. NEUROTRASMETTITORI 2. ORMONI 3. NEURORMONI 4. SOSTANZA PARACRINA 5.PARAORMONI 6. MEDIATORE ENDOCRINO INTRACELLULARE (O SECONDO MESSAGGERO)

10 Il neurotrasmettitore è prodotto dai neuroni e viene liberato a livello della sinapsi che può essere anche lontano dal corpo cellulare del neurone. 1. NEUROTRASMETTITORE NeurotrasmettitoreNatura chimicaFunzione AcetilcolinaEstere di acido acetico e colina Stimola la contrazione muscolare, nelle sinapsi produce uno stimolo eccitatorio SerotoninatriptaminaInterviene sul controllo dell’appetito, sul senso di sazietà, umore, agisce sul controllo della contrazione dei vasi sanguigni

11 2. ORMONE L’ormone è prodotto da cellule endocrine e liberato nel circolo sanguigno, raggiunge organi bersaglio situati anche a lunghe distanze. OrmoneNatura chimicaFunzione CortisolosteroideAumento della glicemia/azione antinfiammatoria TiroxinaamminaStimola il metabolismo cellulare InsulinapeptidePromuove l’assorbimento di glucosio dal sangue ai tessuti GlucagonepeptidePermette il controllo del glucosio nel sangue stimolandone la sintesi

12 In base alla struttura chimica gli ormoni possono essere suddivisi in : 1. ORMONI PEPTIDICI: peptidi, polipeptidi e glicoproteine (insulina) 2. ORMONI STEROIDEI: glucocorticoidi, mineralcorticoidi, androgeni, estrogeni, vitamina D 3. ORMONI DERIVATI DA AMINOACIDI (tirosina, triptofano, istidina): includono gli ormoni tiroidei 4. ORMONI DERIVATI DA ACIDI GRASSI: prostaglandine Dal punto di vista della solubilità gli ormoni si possono distinguere in due grandi famiglie: ormoni IDROFILICI: ormoni peptidici e catecolamine (semivita di minuti) non passano la membrana e i recettori sono localizzati su di essa. Hanno un meccanismo d’azione indiretto, agiscono cioè tramite secondi messaggeri. Circolano talvolta legati a proteine, soprattutto i peptidi più piccoli, e vengono accumulati nella cellula. ormoni IDROFOBICI: ormoni steroidei e tiroidei (semivita di ore o giorni) possono penetrare molto bene attraverso la membrana plasmatica e i recettori sono intracitoplasmatici o nucleari. Hanno quindi un meccanismo d’azione diretto. Circolano spesso legati a proteine e vengono accumulati poco, eccetto quelli tiroidei

13 3. NEURORMONE Il neurormone è prodotto dai neuroni e viene liberato nel sangue. NeurormoneNatura chimicaFunzione OssitocinapeptideStimola la contrazione uterina VasopressinapeptideRegola l’equilibrio idrico del nostro corpo

14 4. SOSTANZA PARACRINA La sostanza paracrina è una molecola secreta negli spazi extracellulari e diffonde a brevi distanze. Sostanza ParacrinaNatura chimicaFunzione SomatostatinapeptideRegola la secrezione pancreatica Ossido nitricoOssido di azotoRegola la vasodilatazione (vasodilatante)

15 5. PARAORMONE Il paraormone è una sostanza che produce effetti generici. Sostanza ParacrinaNatura chimicaFunzione IstaminaamminaCoinvolta nei meccanismi digestivi e nella risposta infiammatoria

16 6. MEDIATORE ENDOCRINO INTRACELLULARE Il mediatore endocrino intracellulare è l’intermediario dell’azione cellulare di ormoni che non penetrano nella membrana cellulare. cAmp è coinvolto nei meccanismi di trasduzione del segnale all'interno delle cellule viventi in risposta a vari stimoli, come quelli indotti dagli ormoni ad esempio glucagone, che non è in grado di attraversare la membrana cellulare.

17 SECREZIONE AUTOCRINA La secrezione può essere LA MOLECOLA SEGNALE SI LEGA AD UN RECETTORE CHE SI TROVA SULLA CELLULA STESSA CHE L’HA PRODOTTA SECREZIONE PARACRINA LA MOLECOLA SEGNALE RAGGIUNGE IL SITO BERSAGLIO CHE SI TROVA SU CELLULE ADIACENTI A QUELLA CHE L’HA PRODOTTA SECREZIONE ENDROCRINA PREVEDE LA LIBERAZIONE NEL SANDUE DELLA MOLECOLA SEGNALE CHE ATTRAVERSO IL FLUSSO SANGUIGNO RAGGIUNGERA’ L’ORGANO BERSAGLIO NEUROTRASMISSIONE LA MOLECOLA SEGNALE E’ RILASCIATA DA PARTE DEI NEURONI A LIVELLO DELLE SINAPSI NEUROENDOCRINA LA MOLECOLA SEGNALE PRODOTTA DAI NEURONI E’ RILASCIATA NEL SANGUE


Scaricare ppt "Le molecole segnale realizzato dalla Prof.ssa Maria Raschello PAS A060 a.s. 2013/2014 Le molecole segnale di Maria Raschello is licensed under a Creative."

Presentazioni simili


Annunci Google