La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE RIETI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI NELLA AUSL DI RIETI ASPP Marina D’Aquilio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE RIETI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI NELLA AUSL DI RIETI ASPP Marina D’Aquilio."— Transcript della presentazione:

1 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE RIETI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI NELLA AUSL DI RIETI ASPP Marina D’Aquilio

2 EVENTO INFORTUNISTICO Procedura da applicare ogni volta che un dipendente, un tirocinante o un lavoratore parasubordinato subisce un infortunio, per causa violenta, sul lavoro con effetti conseguenti. La procedura di seguito descritta ha lo scopo di: a) indicare le modalità per istruire una pratica di infortunio fino all’archiviazione della stessa, al fine di operare in modo omogeneo, organico, e controllato, rispettando i termini di legge; b) individuare le responsabilità dei soggetti interessati.

3 EVENTO INFORTUNISTICO Compiti del dipendente o del soggetto infortunato L’operatore infortunato o un suo delegato deve rivolgersi al Responsabile del Registro Infortuni per : 1) comunicare immediatamente, con qualsiasi mezzo a disposizione (telefonicamente, per iscritto, ecc.) l’infortunio occorsogli; 2) far pervenire con tempestività, direttamente o indirettamente, l’apposito modello (mod.1 per tutti gli infortuni esclusi quelli a potenziale rischio biologico, mod.2 per gli infortuni a potenziale rischio biologico) debitamente compilato in ogni sua parte, contenente la descrizione e le modalità di accadimento dell’infortunio stesso; 3) consegnare direttamente il certificato medico rilasciato sull’apposito modulo, dal Servizio di Pronto Soccorso della struttura ospedaliera; (Qualora l’infortunato, in casi eccezionali, sia impossibilitato ad effettuare quanto sopra, dovrà provvedere il Responsabile della sede di lavoro, interessando eventuali testimoni).

4 EVENTO INFORTUNISTICO Compiti del Responsabile del Registro Infortunio Il Responsabile deve: 1) Far protocollare immediatamente il certificato rilasciato dal Servizio di Pronto Soccorso della struttura ospedaliera consegnato dall’infortunato o da un suo incaricato; 2) Iscrivere la comunicazione secondo i criteri stabiliti dalla legge sul Registro Infortunio; 3) Far compilare correttamente all’infortunato l’apposita modulistica (mod.1 oppure mod.2) da far pervenire alla U.O. Staff Prevenzione e Protezione; Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

5 EVENTO INFORTUNISTICO 4) Nel caso in cui la prognosi sia superiore a giorni tre, la documentazione viene trasmessa all’INAIL e all’autorità di pubblica sicurezza 5) Trasmettere all’U.T.A. Risorse Umane al fine di inserire e conservare nel fascicolo personale dell’infortunato; 6) Trasmissione del dato, da parte del Responsabile del Registro Infortuni, al SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE al fine della analisi e valutazione dei dati e relative strategie di intervento Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

6 ELABORAZIONE STATISTICA DATI INFORTUNI NUMERO PROGRE SSIVO COGNOMENOMESESSOETA’STRUTTURAREPARTO Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

7 INFORTUNI A RISCHIO BIOLOGICO Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

8 INFORTUNI A RISCHIO BIOLOGICO NEI REPARTI Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

9 CONTAMINAZIONE LIQUIDO BIOLOGICO Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

10 MODALITA’ DI ACCADIMENTO - - LAVAGGIO AGO CANNULA PER RIMOZIONE COAGULO - - DISCONNESSIONE SACCA URINE DA CATETERE VESCICALE - - SCHIZZI EMATICI DURANTE LAVAGGIO STRUMENTARIO CHIRURGICO Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

11 FERITA DA PUNTA Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

12 MODALITA’ DI ACCADIMENTO - - RIORDINO MATERIALE USATO (ES: PER PUNTURA INTRAMUSCOLARE, PRELIEVO EMATICO); - - ECCESSIVO RIEMPIMENTO DEL CONTENITORE PER SMALTIMENTO TAGLIENTI; - - RIMOZIONE AGO NEL CATETERISMO VENOSO CENTRALE; - - SUTURA CUTE E SOTTOCUTE; - - TRASFERIMENTO MANUALE DI SANGUE DA SIRINGA A PROVETTA Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione

13 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

14 INDAGINE CONOSCITIVA VERBALE DI SOPRALLUOGO INFORTUNI A RISCHIO BIOLOGICO DATA: ______________________________ NOME E COGNOME DELL’INFORTUNATO _______________________________________________________________________ LUOGO DI LAVORO DOVE E’ ACCADUTO L’INFORTUNIO: ________________________________________________________________________ LUOGO DI LAVORO DI APPARTENENZA DELL’INFORTUNATO: ________________________________________________________________________ DESCRIZIONE DELLA DINAMICA DELL’INFORTUNIO: ________________________________________________________________________ EVENTUALI OSSERVAZIONI: ________________________________________________________________________ FIRME____________________________________ Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione Servizio Prevenzione e Protezione

15 RELAZIONE A CONCLUSIONE INDAGINE A conclusione dell ’ indagine conoscitiva condotta, il SPP invia relazione al Dirigente Delegato e al Dirigente Responsabile della struttura ove è accaduto l ’ infortunio. Nella relazione viene richiamata la procedura di lavoro da applicare in quella precisa fase, le precauzioni universali da seguire e i Dispositivi di Protezione Individuale da indossare Azienda USL Rieti Servizio Prevenzione e Protezione Servizio Prevenzione e Protezione


Scaricare ppt "REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE RIETI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI NELLA AUSL DI RIETI ASPP Marina D’Aquilio."

Presentazioni simili


Annunci Google