La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI La Spezia, 15/07/2014 A cura dell’Associazione Tecla www.tecla.org.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI La Spezia, 15/07/2014 A cura dell’Associazione Tecla www.tecla.org."— Transcript della presentazione:

1 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPA PER I CITTADINI La Spezia, 15/07/2014 A cura dell’Associazione Tecla

2 OBIETTIVI 2 Il programma Europa per i cittadini aiuta a promuovere la comprensione tra l'Unione ei suoi cittadini, cerca di approfondire la consapevolezza di ciò che significa essere un Europeo e aiuta a sviluppare un senso di identità europea. OBIETTIVI GENERALI contribuire alla comprensione dell’Unione da parte dei cittadini, la sua storia e la sua diversità; favorire la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica e democratica a livello dell’Unione. OBIETTIVI SPECIFICI stimolare il dibattito, la riflessione e la cooperazione sulla memoria, l'integrazione e la storia dell'Unione; sviluppare la consapevolezza dei cittadini e la capacità di partecipare al processo di elaborazione politica dell'UE e creare occasioni di solidarietà, impegno sociale e volontariato a livello dell'Unione. Fonte EACEA

3 P RIORITÀ P ERMANENTI 3  Fare opera di sensibilizzazione sulla memoria, la storia e i valori comuni e sull'obiettivo unionale di promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei cittadini stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti  Incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello dell'Unione sviluppando la consapevolezza dei cittadini sul processo decisionale dell'Unione e promuovendo opportunità di impegno e volontariato societale e interculturale a livello unionale. Fonte EACEA

4 P RIORITÀ A NNUALI 4 In linea con gli obiettivi generali del programma la Commissione europea definisce priorità annuali previa consultazione del comitato del Programma. I candidati sono incoraggiati a sviluppare progetti in linea con gli obiettivi del programma che tengano conto delle priorità annuali. Le priorità annuali saranno annunciate sul sito web dell'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) e della Commissione europea. Fonte EACEA

5 BUDGET 5 Per il periodo si propone un budget di € Asse 1: memoria europea: circa 20% Asse 2: impegno democratico e partecipazione civica: circa 60% Azione orizzontale – valorizzazione: circa 10% I rimanenti stanziamenti sono erogati a copertura delle spese generali, amministrative e tecniche del programma. Il 31 Ottobre 2013 la Commissione ha adottato il programma di lavoro Europa per i cittadini per il 2014 e il contributo massimo è fissato a € Fonte EACEA

6 S TRUTTURA DEL P ROGRAMMA 6 Le priorità del programma per il 2014 e il budget indicativo per ogni azione sono i seguenti:  Asse 1 – Memoria Europea €  Asse2 - Impegno democratico e partecipazione civica €  Azione di Valorizzazione Orizzontale € Fonte EACEA

7 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (1) 7 Attività di apprendimento reciproco e cooperazione quali: riunioni di cittadini, gemellaggi tra città, reti di città gemellate; progetti attuati da partenariati transnazionali, con la partecipazione di diversi tipi di soggetti interessati; progetti di commemorazione con una dimensione europea; scambi basati, tra l'altro, sull'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e/o dei media sociali. Fonte EACEA

8 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (2) 8 Sostegno strutturale a organizzazioni quali: organismi che perseguono un obiettivo di interesse dell'Unione quale definito all'articolo 177 del regolamento (UE) n. 1268/2012; punti di contatto “Europa per i cittadini”. Fonte EACEA

9 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (3) 9 Attività di analisi a livello di Unione quali: studi incentrati su questioni connesse agli obiettivi del programma. Fonte EACEA

10 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (4) 10 Attività di sensibilizzazione e divulgazione destinate a utilizzare e a valorizzare ulteriormente i risultati delle iniziative sostenute e a evidenziare buone prassi, quali: eventi a livello di Unione comprese conferenze, commemorazioni e cerimonie di premiazione; revisioni paritetiche, riunioni e seminari di esperti. Fonte EACEA

11 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA P RIORITÀ 11 Il programma Europa per i cittadini intende sostenere i progetti che invitano alla riflessione sulle origini dei regimi totalitari nella storia europea moderna e i progetti riguardanti altri momenti cruciali e punti di riferimento della storia europea recente. PRIORITA’ 2014 I momenti storici che saranno commemorati in particolare nel 2014 sono:  100° anniversario dell’inizio della prima guerra mondiale  25° anniversario della caduta del muro di Berlino  10 anni dell’allargamento dell’Unione europea all’Europa centrale e  orientale. Fonte EACEA

12 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA A TTIVITÀ 12 Il Programma finanzia progetti che riflettano sulle cause dei regimi totalitari nella storia moderna dell'Europa (in particolar modo, ma non esclusivamente, il nazismo che ha portato all'olocausto, il fascismo, lo stalinismo e i regimi comunisti totalitari) nonché progetti volti a commemorare le vittime dei loro crimini. I progetti condotti nell'ambito di questo asse dovrebbero includere diversi tipi di organizzazioni (autorità locali, ONG, istituti di ricerca, ecc.) o sviluppare tipi diversi di attività (ricerca, istruzione non formale, dibattiti pubblici, mostre, ecc.) o coinvolgere cittadini provenienti da diversi gruppi bersaglio. Fonte EACEA

13 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA C HI PUÒ PARTECIPARE 13 Tipo di organizzazione: autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le associazioni dei sopravvissuti, le organizzazioni culturali, giovanili, educative e di ricerca, le associazioni di città gemellate. Numero di partner: un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno uno Stato membro. Si privilegeranno i progetti transnazionali. Fonte EACEA

14 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA S TRUTTURA DEL PROGETTO Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR. 2. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in uno dei paesi ammissibili. 3. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità (cfr. Calendario). La durata massima del progetto è di 18 mesi. Fonte EACEA

15 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P RIORITÀ 15 Le elezioni del Parlamento europeo si sono svolte in tutti gli Stati membri dal 22 al 25 maggio Sono state le prime elezioni tenute dopo che il trattato di Lisbona ha rafforzato il ruolo dei cittadini europei come attori politici mediante l’articolo 11 del TUE. PRIORITA’ 2014 La priorità annuale della parte 2 del programma Europa per i cittadini per l’anno 2014 sarà incentrata su:  elezioni del Parlamento europeo  partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell’UE. È necessario approfondire il dibattito sul futuro dell’Europa al fine di creare uno spazio pubblico europeo, in cui le questioni europee siano discusse e dibattute da un punto di vista europeo. Fonte EACEA

16 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA M ISURE 16 Le misure comprese in questo asse sono:  GEMELLAGGI DI CITTÀ  RETI TRA CITTÀ  PROGETTI DELLA SOCIETÀ CIVILE Fonte EACEA

17 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 17 Questa misura intende sostenere i progetti che fanno incontrare una pluralità di cittadini di città gemellate su tematiche in linea con gli obiettivi del programma. Si privilegeranno i progetti che trattino le priorità annuali definite per questa misura. Mobilitando i cittadini a livello locale e unionale per dibattere su questioni concrete che figurano sull'agenda politica europea, questa misura si prefigge di promuovere la partecipazione civica al processo decisionale dell'Unione e di sviluppare opportunità d'impegno societale e di volontariato a livello unionale. Fonte EACEA

18 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 18 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione: Città/comuni o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni non-profit che rappresentano le autorità locali. Numero di partner : Un progetto deve coinvolgere i comuni di almeno 2 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve esse uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

19 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 19 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Numero di partecipanti Un progetto deve coinvolgere almeno 25 partecipanti invitati. Per "partecipanti invitati" si intendono partecipanti internazionali inviati dai partner ammissibili. 2. Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR 3. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in uno dei paesi ammissibili partecipanti al progetto. 4. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità che è in funzione della scadenza della misura entro la quale deve essere presentata la candidatura (cfr. Calendario). Durata massima della riunione: 21 giorni Fonte EACEA

20 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 20 I comuni e le associazioni che lavorano assieme su una tematica comune in una prospettiva di lungo periodo possono desiderare di sviluppare reti di città per rendere più sostenibile la loro cooperazione. Il potenziale delle reti costituite da una serie di legami tra città gemellate andrebbe usato per sviluppare una cooperazione tematica e duratura tra le città. La Commissione europea sostiene lo sviluppo di simili reti che sono importanti per assicurare una cooperazione strutturata, intensa e sfaccettata, contribuendo così a massimizzare l'impatto del programma. Si privilegeranno le reti che trattano tematiche prioritarie annuali. Fonte EACEA

21 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 21 Le reti di città dovrebbero:  integrare una gamma di attività attorno a tematiche d'interesse comune da affrontare nel contesto degli obiettivi del programma o delle sue priorità annuali;  avere definito gruppi bersaglio per cui le tematiche selezionate sono particolarmente rilevanti e coinvolgere membri della collettività attivi in tali ambiti (ad esempio, esperti, associazioni locali, cittadini e gruppi di cittadini direttamente interessati alla tematica, ecc.);  servire da base per iniziative e azioni future tra le città coinvolte, sulle questioni trattate o, possibilmente, su ulteriori questioni di interesse comune. Fonte EACEA

22 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 22 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione/candidati: città/comuni o i loro comitati o reti di gemellaggio; altri livelli di autorità locali/regionali; federazioni/associazioni di autorità locali; organizzazioni non-profit rappresentanti le autorità locali. Partner: Accanto ai candidati possono essere partner di questi progetti le organizzazioni non-profit della società civile. Numero di partner : Un progetto deve coinvolgere comuni di almeno 4 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve essere uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

23 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 23 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Numero di partecipanti Un progetto deve coinvolgere almeno il 30% dei partecipanti invitati. Per "partecipanti invitati" si intendono partecipanti internazionali inviati dai partner ammissibili. 2. Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR 3. Sede e numero delle attività Le attività devono svolgersi in qualunque paese tra quelli ammissibili. Devono essere previsti almeno 4 eventi per progetto. 4. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità che è in funzione della scadenza della misura entro la quale è presentata la candidatura (cfr. Calendario). La durata massima del progetto è di 24 mesi. Fonte EACEA

24 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 24 Questa misura intende sostenere progetti promossi da partenariati e reti transnazionali che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti uniscono i cittadini di contesti diversi in attività direttamente legate alle politiche unionali al fine di dare loro l'opportunità di partecipare concretamente al processo decisionale dell'Unione in ambiti legati agli obiettivi del programma. Il progetto deve puntare a stimolare e organizzare la riflessione, i dibattiti e le altre attività legate alle tematiche prioritarie annuali del programma e di proporre soluzioni concrete emergenti dalla cooperazione o dal coordinamento a livello europeo oltre ad assicurare una correlazione concreta con il processo decisionale di cui sopra. I progetti devono coinvolgere attivamente un gran numero di cittadini nella loro attuazione e puntano ad avviare o incoraggiare lo sviluppo di reti durature tra diverse organizzazioni attive in questo ambito. Fonte EACEA

25 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 25 Un Progetto della società civile deve comprendere almeno due dei seguenti tre tipi di attività: promozione dell'impegno sociale e della solidarietà: attività atte a promuovere il dibattito/le campagne/le azioni su tematiche d'interesse comune nel quadro più ampio dei diritti e delle responsabilità dei cittadini unionali istituendo una correlazione con l'agenda politica europea e con il processo decisionale europeo; raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni individuali dei cittadini su una tematica specifica da definire annualmente privilegiando un approccio dal basso verso l'alto (facendo anche ricorso alle reti sociali, a webinari, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica; volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell'Unione e oltre. Fonte EACEA

26 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 26 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione Candidati: organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca. Partner Autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca, i comitati e le reti di gemellaggio di città. Numero di partner Un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno 3 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve essere uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

27 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 27 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Bilancio Le proposte di progetti devono rispettare il criterio relativo alla sovvenzione massima ammissibile attribuibile per progetto. Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR. 2. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in qualunque paese tra quelli ammissibili. 3. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità (cfr. Calendario a pag. 8). La durata massima del progetto è di 18 mesi. Fonte EACEA

28 A ZIONE DI V ALORIZZAZIONE O RIZZONTALE 28 Azioni orizzontali per l'analisi, la divulgazione e l'impiego dei risultati dei progetti (azioni di "valorizzazione"). Per tale Azione sarà prevista la pubblicazione di bandi ad hoc. Fonte EACEA

29 R ISULTATI ATTESI PER IL Fonte EACEA AsseNumero di progetti che si prevede di finanziare Asse 1 – Memoria Europea54 Asse 2 – Gemellaggi373 Asse 2 – Reti di città89 Asse 2 – Progetti della Società civile 34

30 S CADENZE 30 AsseScadenza per la presentazionePeriodo di ammissibilità: i progetti devono prendere il via tra Asse 1 – Memoria Europea 4 giugno agosto 2014 e 31 gennaio 2015 Asse 2 – Gemellaggi di città 4 giugno settembre luglio 2014 e 30 settembre settembre 2015 e 31 dicembre 2015 Asse 2 – Reti di città 4 giugno settembre luglio 2014 e 30 giugno giugno 2015 e 31 dicembre 2015 Asse 2 – Progetti della società civile 1 settembre settembre 2014 e 31 gennaio 2015 Fonte EACEA

31 C ONTACT P OINT IN I TALIA E IN B ELGIO 31 Fonte EACEA ECP – European for Citizens Point Italy Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT Via Milano 76 – Roma Tel.: +39/ e Contatti: Leila Giuseppina Nista / Rita Sassu Sito web EACEA - Unit C1 Europe For Citizens Avenue du Bourget, 1 (BOUR 01/04A) B-1049 Brussels - Belgium Fax: Strand 1 - European remembrance: Strand 2 - Democratic engagement and civic participation: (Civil society projects) (Town twinning & Networks of Towns) Operating grants

32 32 Grazie per l’attenzione! Rossella REGGENTE Project Manager Associazione TECLA Via Boncompagni, Roma Tel: Fax: Web site: Skype contact:


Scaricare ppt "LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI La Spezia, 15/07/2014 A cura dell’Associazione Tecla www.tecla.org."

Presentazioni simili


Annunci Google