La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SAN GIOVANNI A PORTA LATINA Ludovica Gambara 1 i 30/04/2014 L.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SAN GIOVANNI A PORTA LATINA Ludovica Gambara 1 i 30/04/2014 L."— Transcript della presentazione:

1 SAN GIOVANNI A PORTA LATINA Ludovica Gambara 1 i 30/04/2014 L

2 Pianta della chiesa paleocristiana ARTE PALEOCRISTIANA A PARTIRE DAL 313 D.C., ANNO DELL'EDITTO CON CUI L'IMPERATORE COSTANTINO RICONOSCE AI CRISTIANI LA LIBERTÀ DI CULTO, SORGONO I PRIMI MAUSOLEI, I BATTISTERI E LE BASILICHE. - I MAUSOLEI SONO GRANDI TOMBE MONUMENTALI. - I BATTISTERI SONO LUOGHI PER IL BATTESIMO DEI NUOVI CREDENTI. - LE BASILICHE SONO I LUOGHI DOVE SI SVOLGONO LE CERIMONIE RELIGIOSE. LE BASILICHE PALEOCRISTIANE HANNO LA STESSA FORMA DELLE BASILICHE UTILIZZATE DAI ROMANI PER GLI AFFARI ECONOMICI E LEGALI (TRIBUNALI) LA BASILICA CRISTIANA ERA DOTATA DI: - UN PORTICO DOVE SOSTAVANO COLORO CHE NON AVEVANO ANCORA RICEVUTO IL BATTESIMO; - UNA PORTA DI INGRESSO SITUATA SU UN LATO MINORE; - UN CORRIDOIO CENTRALE SOSTENUTO DA PILASTRI E COLONNE - IL PRESBITERIO,CIOÈ LO SPAZIO RISERVATO AL CLERO, DOVE SI TROVAVA L'ALTARE. IL PRESBITERIO ERA COSTITUITO DA UNO SPAZIO SEMICIRCOLARE SORMONTATO DA UNA SEMICUPOLA (ABSIDE); SE LA CHIESA ERA UNA SEDE VESCOVILE, NEL PRESBITERIO ERA PRESENTE UN PICCOLO TRONO PER IL VESCOVO, DETTO «CATTEDRA», DA CUI IL NOME DI CATTEDRALE. - IL TRANSETTO, UNA NAVATA PERPENDICOLARE ALLA NAVATA CENTRALE.

3 Dove si trova!

4 San Giovanni a Porta Latina, la sua storia ! San Giovanni a Porta Latina è una delle più antiche chiese basilicali di Roma, eretta vicino a Porta Latina, nei pressi delle Mura aureliane, sulla Via Latina.chiesebasilicaliRomaPorta LatinaMura aurelianeVia Latina Fu realizzata tra il 492 ed il 496 sotto il pontificato di Papa Gelasi I nei pressi dell’attuale Porta Latina, dove avvenne il martirio di San Giovanni nel 94 d C per volere di Domiziano, che immerso in una caldaia di olio bollente ne uscì illeso. Il periodo in cui fu costruita è confermato dal ritrovamento di alcune vecchie tegole che riportano gli stampigli dell’epoca di Teodorico( ).

5 L’ attuale basilica ha una navata centrale tipica delle basiliche costantiniane, alta 10,07 m e larga 7,5 m e due navate laterali divise da due file di colonne ciascuna di marmo diverso, provenienti da edifici romani (marmo cipollino, granito grigio e rosso) tutte con capitelli di ordine Ionico. Sulle colonne poggiano archi semi circolari, su ogni arcata c’ è una piccola finestra arcuata. La navata centrale termina in un abside semicircolare che all’esterno ha la forma di mezzo esagono, in ogni lato si apre una finestra a tutto sesto chiusa da lastre di onice giallo-miele. Le due piccole absidi laterali sono senza finestre. La Basilica

6 Davanti all’altare sono conservati parti di un pavimento cosmatesco (tipo di ornamentazione caratteristica dei marmorari romani del XII e XIII secolo, consistente nell'abbellire pavimenti, cibori e chiostri mediante tarsìe marmoree policrome di forme svariate a disegno geometrico). Inserito nella predella dell’altare è inserito l’antico titolo della basilica “S. IOANNIS ANTE PORTAM LA..” La basilica ha un tetto di legno a capriate scoperte.XIIXIII secolopavimenti ciborichiostri La pianta originaria probabilmente doveva avere un portico situato nell’attuale piazzetta antistante alla basilica. Fu restaurata nel VIII sec. da Papa Adriano I e nel XII sec. da Papa Celestino III, fu aggiunto un campanile e dei nuovi affreschi che rappresentano 46 affreschi con episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento. La piazzetta antistante con un pozzo nel lato sinistro riproduce l’aspetto che aveva nel XII sec.. Prima dell’ingresso vi è un portico con quattro colonne e la porta d’ingresso è semplice con stipiti di marmo. La chiesa subì nei secoli vari ammodernamenti che furono rimossi negli anni restituendo alla chiesa la sua originaria semplicità. La Basilica

7 La leggenda di San Giovanni in Oleo La Leggenda Aurea racconta così la storia:Leggenda Aurea « Quando gli apostoli dopo la Pentecoste si separarono, lui [Giovanni Evangelista] andò in Asia, dove fondò molte chiese. Quando l'imperatore Domiziano venne a conoscenza della sua fama, lo fece venire a Roma e lo fece buttare in un recipiente di olio bollente, immediatamente davanti alla porta Latina: ma Giovanni ne uscì illeso, come era rimasto estraneo alla corruzione della carne. L'imperatore, visto che anche così non desisteva dalla predicazione, lo mandò in esilio nell'isola di Patmo, dove nella completa solitudine scrisse l'Apocalisse. »PentecosteAsiaDomizianoPatmo

8 Fonti !!!!Fonti !!!! Google maps vcostantini.eu Wikipedia Guida della Basilica di San Giovanni a Porta Latina ( prof.ssa Paola Felici)

9 FINEEEEE!!!!!FINEEEEE!!!!! GRAZIE PER LA VISIONE!!!


Scaricare ppt "SAN GIOVANNI A PORTA LATINA Ludovica Gambara 1 i 30/04/2014 L."

Presentazioni simili


Annunci Google